Il Contatto Fisico

Sensei 86

Ti Trovi in » Il contatto fisico

Il Contatto Fisico

Il contatto fisico è la seduzione. Anche a costo di risultare impopolare ti dirò da subito il vero segreto della seduzione: sei un animale, come lo è la donna. Per quanto banale questa considerazione possa essere sembra che ormai le persone se lo siano dimenticato. Il voler a tutti costi rinnegare la nostra bestialità ci ha lentamente fatto dimenticare tutta la capacità seduttiva insita nella nostra specie. Sì, perché anche tu, nel profondo hai questi meccanismi, seguendo “il percorso” li ricorderai ed affinerai  quel tanto che basta per trasformare in meglio la tua vita.

Le cose da non fare con una donna – Una raccomandazione importante!

L’errore più grande da non commettere quando si vuole sedurre una donna è toccarla per primi, non lo fare MAI!!!!

  • Non toccare mai per primi una donna

REGOLA FONDAMENTALE: se entro 5 minuti che parlate lei non accenna a toccarti devi rischiare e toccarla tu per primo.

La prima volta che vi presentano, o che ti presenti da solo, una stretta di mano sarà più che sufficiente. Una stretta vigorosa, senza stritolare la mano della malcapitata preda!

L’errore più grande da non commettere quando si vuole sedurre una donna è toccarla per primi, non lo fare MAI!!!! Aspetta che sia lei, di solito con un gesto naturale, mentre parlate potrebbe mettervi una mano sul braccio, come per prendere la parola. Quello sarà un gesto rapido, semplice e naturale: lo devi cogliere, sentirlo e capirlo. È il primo passo, ora sta a te, entro un minuto sta a te toccarla allo stesso modo con cui ha fatto lei, stessa intensità e stessa durata. Né di più né di meno.

È essenziale questo momento perché lei, toccandovi per prima ha rotto una barriera importante, vi dà accesso alla sua sfera più privata e vi mette alla prova. Se voi non siete in grado di “replicare” il suo gesto vuol dire che non siete in sintonia con lei. Non solo, quale donna vorrebbe un uomo che non ha il coraggio neanche di toccarla (magari in pubblico) . Lei penserà che se non è in grado neanche di sfiorarla, come potrai prenderla da uomo (e qua mi riferisco alla nostra rubrica V.M.18).

Allo stesso tempo, errore di seduzione altrettanton grave è invece non toccarla affatto. Infatti il contatto fisico, oltre a comunicare ad un livello superiore le sensazioni è per la donna un indicatore della forza del maschio.

Quasi nessuna trova attraente un ragazzo che ha paura di prenderle, toccarle e accarezzarle. Il contatto fisico oltre ad essere un’arma di seduzione fondamentale ti allontana a grandi passi dalla zona amicizia, ma questo avviene, come vedremo in altri articoli, se segui una escalation di contatto in cui passi da comportamenti amichevoli a via via più sensuali ed intimi.

Superata la prima barriera potete iniziare con il VERO contatto fisico, quello per intenderci voluto da parte vostra. All’inizio ovviamente vi sentirete impacciati, crederete che il mondo vi stia osservando e che noterà ogni vostro più piccolo gesto per giudicarlo e criticarlo. SORPRESA: al mondo di voi non gliene frega nulla.

Sembra incredibile ma è proprio così, nessuno si renderà conto che stai facendo del sano contatto di pelle, questo accade per due fondamentali ragioni.

1. Quasi nessuno conosce il contatto fisico e sa quanto è potente in seduzione.

2. Le persone sono così concentrate su loro se stesse che non fanno veramente caso ai gesti importanti.

Ricordo che una volta una mia cara amica mi presentò una ragazza.  A cena mi ero seduto di fronte al mio splendido obiettivo, con la mia amica sulla destra che ero convinto stesse analizzando ogni mia più piccola mossa. Avendo già studiato il linguaggio del corpo e la seduzione, senza ancora dominarla al meglio, decisi di provare le stesse cose che ora ti sto dicendo. Aspettai il momento giusto, lei mi toccò una mano, dopo pochi attimi replicai il suo gesto. Ero convinto che la mia amica si fosse accorta di tutto, ma la sera stessa mi confidò che non aveva notato nulla riguardo quei piccoli gesti che a me erano sembrati eclatanti. Come vedi il contatto fisico, anche fatto davanti ad altri, passa quasi sempre inosservato.

Non avere paura di agire, le persone vedono di te meno del 10% di quello che fai, e di sicuro mai le cose importanti (a meno che non siano anche loro lettori di TuPuoiSedurre!).

Dopo il primo contatto TOCCALA, ACCAREZZALA, FALLE TANTE COCCOLE. Non avere timore, se lei ti ha dato il permesso tutti questi gesti saranno apprezzati, vi uniranno sempre di più. Osserva il mondo: nessuno si tocca, nella metro la gente crea delle barriere artificiali per non sfiorarsi o guardarsi neanche negli occhi. Tu con la Tua donna non essere uno dei tanti, tira fuori l’animale che è in te (non la bestia insensata), ma la tua vera natura, vedrai che lentamente il contatto fisico diverrà non soltanto un’arma di seduzione, ma il tuo modo per avvicinare le persone, sedurre e farti voler bene dagli altri.

Il contatto è la chiave della vita, della comunicazione e quindi della seduzione.

Segui il Maestro della Seduzione su Google Plus

86 commenti »

  1. Bushi 30 marzo 2014 - Rispondi

    Caro Sensei
    Leggo da tempo i tuoi articol, ma è la prima volta che ne commento qualcuno.
    Parto dal fatto che non sono mai stato un seduttore, anche perché in adolescenza ho dovuto affrontare cose diverse dal vivere i primi amori. Ho avuto solo un’avventura in vita mia (a 22 anni) e una sola fidanzata (doversa dalla tipa dell’avventura)… Ovviamente non ho saputo gestire la storia e da quando è finita, se prima non riuscivo a sedurre per ignoranza, adesso non riesco ad approcciare con naturalezza (si, è vero che dopo la rottura sono stato malissimo per più di due anni) perché ho paura del rifiuto. Eppure, se non avessi autostima e sicurezza di me, non potrei condurre la vita che faccio. Ti chiedo cosa potrei fare per vincere queste paure… C’è anche da considerare che vivo in una realtà molto piccola, quindi non ho ragazze con le quali esercitarmi nei vari step della seduzione. Hai qualche dritta per me? So che non posso recuperare le cose che non ho avuto in adolescenza, ma vorrei iniziare a sentirmi maschio, a godermi la compagnia delle donne. Non so, forse mi frena anche il forte desiderio di una donna al mio fianco. E finisco col dire che io cerco soprattutto una donna con cui stare.

    • Sensei 31 marzo 2014 - Rispondi

      Non posso darti consigli di “vita” di questa portata, quello che posso consigliarti personalmente è di provare a cambiare modo di vedere le donne, non sono la sakvezza dalla mediocrità o da una vita banale: una bella vita deve venire da te, dalla tua volontà. Solo dopo vedrai che le ragazze arriveranno da sole senza neanche accorgersene. Lwggi qui.

  2. davidone 18 ottobre 2013 - Rispondi

    Ahahaha Sensei forse non ci stiamo capendo,non è paura veramente e a prescindere da questa ragazza ti sto chiedendo un parere generale e se puo essere una buona tecnica in futuro,tutto qui!!
    Grazie ancora.

  3. davidone 17 ottobre 2013 - Rispondi

    No ma infatti se io le interesso o meno ancora lo devo capire.
    E sinceramente la fase è ancora talmente embrionale che se anche non fosse non me fregherebbe niente.
    Ripeto era un discorso piu generico anche per il futuro,perche personalmente parlando se una donna a me presta attenzioni anche se io non sono convinto che mi interessi e tutto insieme smette di farlo o lo fa con qualcun altro scatta quel briciolo di dubbio,non voglio dire gelosia perche sarebbe troppo,pero ci siamo vicino.
    Se anche la Donna ha un atteggiamente simile saprei come muovermi le prossime volte.

    • Sensei 18 ottobre 2013 - Rispondi

      Ma se è è mbrionale tu vuoi capire se le interessi o se ti sta testando? Mi sembra prematuro e indice di una paura del rifiuto che dovresti, a mio giudizio, affrontare. Sedurre una ragazza significa prima di tutto essere se stessi e rischiare che a lei come sei, non piaci, per cui il tuo discorso mi sembra veramente insensato e pieno di paure, pensaci.

  4. Cesco 16 ottobre 2013 - Rispondi

    Ciao Sensei, vorrei presentarti un po’ la mia situazione: io ho 22 anni e c’è una ragazza, 20 anni, strafiga pazzesca, che mi piace. E’ però un caso particolare: non ha mai avuto un ragazzo, mai dato il primo bacio, mai nulla di nulla. Le mie fonti sono certe, anche perchè me l’ha detto la sua migliore amica che la conosce dall’infanzia . Due miei amici del mio gruppo (di cui lei non fa parte, perchè esce con amiche, ma comunque la incontriamo spesso per attività comuni) ci hanno già provato, ma sono entrambi finiti nella zona amicizia. Non è una ragazza timida, tutt’altro, ma per il fatto che nessuno sia mai stato il suo ragazzo e non abbia mai dato il primo bacio (lo so, sa di incredibile, soprattutto se si pensa che è davvero una bella ragazza) mi mette qualche dubbio sul come agire. Che ne pensi?

    • Sensei 17 ottobre 2013 - Rispondi

      Che se ti piace devi agire.

  5. davidone 16 ottobre 2013 - Rispondi

    Te lo chiedo perche ho fatto proprio come hai detto tu…l’incontro al corso c’è stato e non l ho calcolata minimamente,anzi scherzavo e giocavo con altre ragazze.
    Ora io credo che comunque lei sia un tipo che il primo passo non lo fa,e non so neanche se poi lei questo interesse anche minimo verso di me lo abbia.
    Pero era comunque un discorso in generale,capire fino a quanto spingerti per poi staccare completamente,se aveva funzione anche su chi poi tu magari li per li non interessi minimamente.

    • Sensei 17 ottobre 2013 - Rispondi

      Se non le interessi minimanete un motivo di solito c’è e non le farà cambiare idea di certo qualche strategia da PUA dei poveri…

  6. davidone 15 ottobre 2013 - Rispondi

    Ciao maestro,volevo porti una domanda.
    Quando una donna riceve attenzioni da parte di un uomo,con scherzi battute carezze ecc…insomma quando l uomo fa capire che è lei la donna che gli interessa,ma l interessa della donna invece non è corrisposto,una volta che tu per esempio smetti di fare tutto questo non calcolandola proprio senza un motivo la donna come reagisce mentalmente?
    Se ne frega totalmente oppure anche se quel ragazzo non gli interessa(o almeno apparantemente) qualche domanda se la fa?

    • Sensei 16 ottobre 2013 - Rispondi

      Le persone sono tutte diverse e le loro meccaniche mentali anche, di solito, ma questa è una mia personale visione, se ad una donna prima dai e poi togli lei di sicuro qualche domanda se la fa, loro notano tutto. A quel punto c’è da vedere se avesse un minimo interesse per te, se è libera in quel momento o anche se è una timida che non agisce. Con questo non ti voglio dire di psicanalizzarla o non ne vieni fuori, se la tua idea è di toglierle attenzioni per vedere che succede allora fallo, male di sicuro non fa.

  7. Luna28 26 gennaio 2013 - Rispondi

    Ciao Sensei,
    il tuo sito è davvero molto interessante… Effettivamente quando voglio far capire ad un uomo che mi piace la prima cosa che faccio è cercare di “sfiorarlo”, quasi casualmente… Però secondo me la maggior parte degli uomini non coglie il messaggio…E a volte è anche difficile interpretare la risposta dei maschietti… Ecco perché ti chiedo un consiglio…
    C’è un mio conoscente/amico che non vedo spesso, ma per cui provo una certa attrazione, lui è fidanzato (di lei però non parla mai), nonostante questo io qualche volta ho provato a lanciargli qualche segnale (toccargli il braccio, la spalla, ecc)… Lui è molto riservato e poco propenso al contatto fisico (da quello che ho potuto osservare non solo con me), però da un po’ di tempo capita che, a fine incontro, quando ci salutiamo lui scherzosamente mi accarezza la testa. Che cosa significa?? Questo è l’unico contatto fisico che ricevo da lui (a meno che io non lo saluti per prima con un bacio)… E’ semplicemente un gesto di amicizia, come credo io, oppure c’è dell’altro?
    Grazie

    • Sensei 27 gennaio 2013 - Rispondi

      Accarezzare i capelli è un gesto di affetto che però nasconde un latente interesse e la voglia di un contatto più intimo. Di solito nasconde un certo timore ad agire o ad accettare le proprie emozioni.

  8. attilio anomimo 7 novembre 2012 - Rispondi

    SORPRESA al mondo di voi non ce ne frega nulla hahahahahha

  9. Marco 31 ottobre 2012 - Rispondi

    Ciao Sensei, una domanda sul contatto fisico:
    Premetto che la mia è solo una curiosità però, siccome sono parecchio imbranato con le donne, chiedo a te
    E’ da un paio di volte che nella mia compagnia esce una ragazza(la prima volta c’era anche il suo ragazzo, l’altra sera no perchè era via), a me non interessa, però la prima sera eravamo seduti di fronte e siamo stati tutto il tempo con le gambe a contatto tra di noi, l’altra sera quando parlavamo ogni tanto mi toccava volutamente(un paio di volte pure la coscia), secondo te può voler dire qualcosa? anche perchè lei è estroversa ma alla fine non è che ci conosciamo più di tanto

    • Sensei 1 novembre 2012 - Rispondi

      A volte alcune persone hanno la tendenza a “toccare” molto, dovresti vedere se fa lo stesso con gli altri, in caso contrario allora è probabile che abbia un’attrazione nei tuoi confronti (che non vuol dire un vero e proprio interesse, o almeno non è detto).

  10. ed 30 ottobre 2012 - Rispondi

    ho letto qui sul sito che sia troppo amichevole un saluto dando un bacio sulla guancia, mi sembra esagerato non credi? ho letto un commento in cui dicevi nel caso si avvicinasse lei di allontanarla facendogli una battuta e per poi abbracciarla! un’abbraccio non è più amichevole di un bacetto sulla guancia?

    • Sensei 31 ottobre 2012 - Rispondi

      Assolutamente no, perchè tutti si danno i bacetti, nessuno si abbraccia.

  11. Sensei 6 ottobre 2012 - Rispondi

    @Eric: che tu fossi più esplicito era proprio quello che in fondo desiderava, ma che aveva paura di ammettere.

  12. Eric 5 ottobre 2012 - Rispondi

    Mi spiace di aver tergiversato troppo nelle scorse domande. Ho rischiato l’ira del Sensei e mi scuso con te. Sto applicando alla lettera i tuoi metodi, credendo pienamente nella loro efficacia.
    C’è stato un momento in cui ho fatto confusione tra i due atteggiamenti che mi hai consigliato.
    Inizialmente mi hai detto di avere pazienza, di non spingere sul sesso (sempre e comunque sul contatto fisico) e di sradicare lentamente i suoi freni inibitori anche vista la sua età ed esperienza, per poi (visto l’evolversi della situazione) arrivare alla meta, mettendole una mano in mezzo alle gambe. Ammetto di aver affrontato questo passaggio con un pò di apprensione, comunque… Ok ho seguito il tuo consiglio.
    Ti dirò che ha avuto una reazione tra l’offeso e lo sbigottito, ma non si è arrabbiata come pensavo. Si è ritratta di scatto, e dopo avermi rimproverato ma neanche troppo sul serio, ho aspettato qualche minuto, e poi l’ho abbracciata nuovamente e baciata (per ora si fa baciare solo sulle labbra). I baci non li ha rifiutati, ne deduco che è un buon segno e che il gesto che ho fatto in fondo lo desiderava. Nessun broncio o atteggiamento di chiusura, anzi, continua a comportarsi come se niente fosse accaduto.
    Dopo quell’episodio, non ha mai più fatto cenno a ciò che avevo fatto.
    Certo che le donne sono davvero tremende nel metterti in difficoltà.
    Continuerò con altri tentativi di questo tipo, convinto e determinato, sperando solo di essere finalmente ad un passo dal successo.
    Grazie ancora per la tua grande disponibilità e pazienza.

  13. Sensei 2 ottobre 2012 - Rispondi

    @Ste. rilassati e basta, non avere aspettative eccessive ma solo goditi il tempo con lei, senza dimenticare il contatto fisico, ovviamente.

  14. Ste 1 ottobre 2012 - Rispondi

    Non avendo nessuna esperienza di seduzione, per preparmi a sabato cosa mi consiglieresti di fare ? allenarmi con conoscenti per esempio ? o anche altro?

  15. Sensei 1 ottobre 2012 - Rispondi

    @Ste: sentila di meno, per l’età dipende solo da lei, è soggettivo.

  16. Sensei 30 settembre 2012 - Rispondi

    @Ste: da sms e fb non si capisce mai nulla, dico davvero. Per comprendere qualcosa di una ragazza devi vederla dal vivo, sentire che sensazioni ti da la sua pelle, leggere il linguaggio corporeo. Magari allenta un po’ la presa e giocati le tue carte quando vi vedete.

    • Ste 30 settembre 2012 - Rispondi

      Lo notato, via sms è un problema. Per allentare la presa intendi contattarla di meno ? Se così penso che dovrei tipo non contattarla per un po e se mi contatta lei per chiedermi che fino o fatto tenere un distacco (dicendo tipo “avevo da fare” ecc.) oppure se lei non mi contatta, mandarle a volte qualche messaggio ironico ecc. senza diventare un orsetto de cuore ed rischiare ulteriormente di entrere nella Zona amici. Per l’età secondo te parto svantaggiato oppure la situazione è uguale per qualsiasi donna, anche se piu grande di me ?

  17. Ste 29 settembre 2012 - Rispondi

    Ciao Sensei, ho da pochissimo scoperto il tuo sito e devo dire che è molto interessante e utile! Mi hai illuminato su molte cose riguardo alla seduzione e quindi mi sono deciso di scriverti per chiedere consigli: io ho 18 anni e da 2 mesi sono in contatto con una di 21 anni. Come premessa ti posso dire che non lo mai incontrata dal vivo (avendola conosciuta su internet) ma ci sentiamo via cellulare mediante messaggi. Lei mi ha molto colpito, mi attrae non solo fisicamente (foto e voce) ma anche caratterialmente e sembra che anche lei abbia un certo interesse (messaggiare e darci la buona notte tutti i giorni mi sembra un indizzo, in piu un volta non l’avevo contattata per un giorno intero e lei dopo un po mi ha contattanto chiedendomi che fine avessi fatto). Il problema che mi sorge però sono vari e in primis è la differenza d’età (piu per lei), poi c’è la paura di entrare nella pericolossima Zona Amicizia ( mi dice “tenero”, “che carino” oppure “tesoro”… e da quello che ho letto fino ad adesso nel sito non è bene, in parte).
    Come mi dovrei comportare con lei (nei messaggi e in futuri incontri) ? c’è un modo per capire dai messaggi se è veramente interessa a me ? Oggi avevamo deciso di incontrarci ma per problema tempo (alluvione, nel vero senso della parola) non sono potuto andare e quindi ho rimandato a sabato. Lei era dispiaciuta ( le ho chiesto oggi “dispiaciuta?” e lei “siiii:(” ). Non sapendo cosa fare ed essendo un po confuso per tutte le nuove informazioni che ho appres leggendo il tuo sito chiedo aiuto direttamente a te! PS: io sarei una persona tendenzialmente timida, almeno in passato. Con il tempo mi sono migliorato fisicamente e recentemente anche come abbigliamento riducendo notevolmente la timidezza, ma la paura di fare casino con le ragazze persiste.

  18. Sensei 20 settembre 2012 - Rispondi

    @Luca: e tu durante la settimana non fare assolutamente nulla, fai un reset crudele, trattala male addirittura.

  19. Luca 19 settembre 2012 - Rispondi

    Ciao Sensei, eccomi qui più confuso che mai, ho provato a seguire il tuo consiglio di fare l’ indifferente e devo dire che per qualche verso è servito perchè lei effettivamente mi ha cercato, siamo arrivati vicinissimi a baciarci lo anche accarezzata più volte e lei mi ha detto di aver provato sensazioni bellissime, poi ha un certo punto tutto ad un tratto siamo ritornati indietro di nn so quanti mesi ci parliamo si ma la confidenza intima sembra sparita, cosa devo fare io la desidero e sono sicuro anche lei lo vuole ma il marito e i figli la bloccano cosa devo fare sono disperato dammi un consiglio, anche perchè tutto quelllo che riesco a costruire durante la settimana, siamo colleghi, decade dopo il sabato e la domenica in cui nn riesco ne a vederla ne a parlarle, aiutami Sensei, grazie.

  20. Piero 16 settembre 2012 - Rispondi

    Con lei avevo solo un rapporto di amicizia, e mi è capitato per caso di fare il resero e trovarmi lei con cui non mi sentivo da tempo.. Durante il periodo infatti sono cambiato, seguendo il più possibile quello che scrivi negli articoli e nei commenti.. Farò come hai detto tu grazie mille!

  21. Sensei 16 settembre 2012 - Rispondi

    @Piero: sei scomparso e basta? Che rapporto c’era tra di voi? Il reset non va fatto a caso e quando lo fai nel periodo devi apportare dei cambiamenti e fare tanta pratica. Nel caso specifico è un fatto di sensibilità, devi capire fino a che punto spingerti senza “metterla in difficoltà”, probabilmente bastava che ti fermassi ad un “seduttivo” leggero. In ogni caso fai come se non fosse successo nulla, e riesci con lei. Se accetta un tuo invito vuol dire che le sue sono scuse di facciata.

  22. Piero 15 settembre 2012 - Rispondi

    Ciao sensei, leggo da qualche mese i tuoi articoli e devo dire che valgono come l’oro… I miglioramenti si vedono subito… Ma oggi non ho ben capito una cosa, sono uscito con una mia con la quale non ero molto in confidenza e con cui non mi sentivo da diversi mesi… Ero sparito come consigliavi tu.. Tornando al dunque, io ho cercato di trattarla come spieghi neigli articoli ( ci siamo sentiti per messaggio per 2-3 giorni), oggi ho creato molto contatto fisico, ho eseguito l’escaletion passo passo, sono arrivato in fretta al seduttivo poi però ci siamo seduti in una panchina e sono passato all’ultimo gradino.. Lei all’inizio ci stava ma dopo mi sembrava tesa e sono scalato.. Dopo poco lei mi dice che ho frainteso e ci avviamo verso casa sua ( avevo il motore li) e lei mi dice che si sente a disagio e che ho mandato tutto a puttane, io anch dal suo primo rifiuto non ho fatto una piega.. Ho mantenuto il sorriso come prima.. Lei mi ha anche detto che non Biella che i rimanessi male.. Poi me ne sono andato.. Scusa per il commento decisamente lungo, volevo sapere la tua opinione su cosa fare con lei… Grazie ancora ciao

  23. Sensei 7 settembre 2012 - Rispondi

    @Luca: ma porcaccia la miseria! Ora scatta l’ira del Sensei ma sul serio. Il concetto di reset è chiaro, banale, lapalissiano. se lei ti cerca tu non le rispondi, credo che non sia così difficile da capire. Ho il timore che tu lo abbia capito, ma che non vuoi farlo, sei in una situazione che per lei è perfetta: il dramma da telenovelas brasiliane. E intanto si vive la sua vita con amrito e figli. Levale la telenovela e vedi che succede.

  24. Luca 6 settembre 2012 - Rispondi

    Ciao Sensei, sono ancora io con il mio flirt a romperti le scatole oggi ho cercato di seguire il tuo commento, il fatto è che lei è venuta da me piangendo e dicendomi che in un universo parallelo si sarebbe già concessa però la sua condizione di mamma e moglie di qui nn glielo permette, però si è fatta accompagnare a casa da me siamo stati a parlare fuori dall’ ufficio almeno un ora dove lei mi ha detto che non mi vuole far male che mi vuole un bene dell’ anima che….e via discorrendo ci sentiamo ormai anche di sera sui canali internet quando riesce a scappare (in modo figurato) dal marito…….io mi sono già sbilanciato lei sa che voglio fare l’ amore con lei glielo ripetuto più volte senza particolare problemi, lei mi sembra in una confusione abbastanza evidente, che faccio visto che sparire non posso anche perchè e lei a cercarmi…a dimenticavo quando mi dice certe cose piange…grazie aspetto una tua risposta.

  25. Sensei 5 settembre 2012 - Rispondi

    @Luca: dicendole che vuoi fare l’amore con lei hai rotto tutte le barriere, le hai disintegrate. Il fatto che la sua risposta sia stata titubante ti fa capire che lei ti vuole, ti deisdere. E cosa si fa quandi una donna ti desidera ma non a sufficienza per superare le sue remore? Si scompare, reset violento. Nel tuo caso, visto che siete nello stesso ufficio, indifferenza educata ma FEROCE. La cuoci a puntino per un paio di settimane e appena hai l’occasione sbattila sulla scrivania (ovviamente in senso figurato e senza farvi beccare dai colleghi).

  26. Luca 5 settembre 2012 - Rispondi

    Ciao Sensei, ho gia scritto altre volte per un chiamamolo flirt nato con una mia collega…tu mi hai detto dopo aver analizzato i segnali del corpo di sussurargli all orecchio di fare l’ amore…..lei ha detto un no molto sofferto, siamo sposati con figli entrambi, si vedeva che la risposta voleva essere un’ altra ma……a questo punto ti chiedo devo insistere?? visto le sue titubanze oppure lascio perdere se continuo ad insistere che tattica posso utilizzare?? grazie.

  27. Sensei 1 settembre 2012 - Rispondi

    @eric: ah davvero? Ed io che pensavo che la mia frase fosse troppo spinta…
    Quanto chiacchieri comunque, ma mettile una mano tra le cosce e finisci sta pantomima. Un po’ di azione per la miseria!

  28. Eric 31 agosto 2012 - Rispondi

    Be’ magari la frase potrebbe essere un po’ più impertinente (tipo: sto diventando matto dalla voglia di te) e detta guardandola fissa negli occhi mentre le tengo il viso tra le mani.
    Poi magari mentre la bacio, una mano va a finire diritta su una chiappa.
    Vedi Sensei, sono sicuro che a lei non piaccia il bravo ragazzo dalle maniere troppo cortesi. Ma e’ comunque difficile calibrare l’impertinenza se lei fino ad ora ha sempre schivato le situazioni “a rischio” in modo giocoso o con le scuse più banali, magari solo perché sa già che poi non riuscirebbe piu a tirarsi indietro. Si divincola ridendo e tenendomi le mani affinché io non possa toccarla, ma senza opporre una vera resistenza. Mette alla prova il mio limite nel forzare un po’ la sua resistenza. Si fa desiderare, ed e’ molto brava!
    A volte sento la meta a un passo da me, a volte vedo un muro invalicabile.
    Alla fine arrivo sempre a ciò che hai detto tu, ossia che devo seguire l’istinto e il desiderio sapendo valutare il momento e il luogo più propizio. E poi accettare anche un suo rifiuto, pur sapendo che se veramente io le interesso, accetterà anche qualche mio gesto impertinente e mi perdonerà. Anzi… Forse in fondo si abituerà a riceverli e alla fine li vedrà come gesti normali e ci si abituerà e ne sentirà la mancanza se dovessi privarla dal farglieli. Ogni tanto anche davanti ad amici e parenti, la guardo indifferente e poco dopo la sento che tira su il fiato in modo ampiamente udibile e senza un motivo apparente. Mi piace pensare che non aspetta altro che io mi faccia avanti ma che non abbia il coraggio di accettare le mie avances. Grazie mitico.

  29. Sensei 30 agosto 2012 - Rispondi

    @eric: ma secondo te come reagirebbe se tu le dicessi “cara, sarei assai interessato ad instaurare con te una relazione di tipo fisico e nello specifico più prettamente sessuale”? Ma sbattila (in senso figurato) contro una colonna e baciala! Le parole servono dopo, ora non ci fai nulla. E non è vero che hai un solo tentativo.

  30. eric 30 agosto 2012 - Rispondi

    Caro Sensei il tempo passa e… hai ragione tu, sto rischiando di andare in zona amicizia. Sembra quasi che lei per alcuni aspetti stia facendo marcia indietro e che tutto quello che fino ad ora mi aveva concesso, me lo stia revocando pian piano. Tenendo presenti i miei precedenti aggiornamenti e sui quali mi hai già risposto, l’istinto mi dice che devo fare un passo avanti, ed esattamente il passo definitivo: riuscire ad avere una relazione sessuale con lei. Le donne sanno raggirare molto bene gli uomini, stuzzicarti per farti scoprire subito tutte le carte, le tue vere intenzioni e poi giocarci un pò senza mai rivelarmi i suoi veri desideri nei miei confronti, magari solo per pudore. Sai fino ad ora credo di avere fatto tutto quanto si possa fare per farle capire a chiare lettere che lei mi piace da matti, manca solo il sesso. Credo che non sia una mossa tanto semplice nel senso che non ho bene idea di come metterla davanti al fatto compiuto e nel quale non potrà fare la finta tonta. Fino ad ora ho sempre agito tanto con il contatto e quasi niente con le parole, pochi commenti, poche parole sdolcinate e lei ci stava, a volte quasi come se fosse un gioco al rincorrersi per baciarsi e toccarsi. Credi che però in un punto cruciale come il volerla portare a letto, sia importante se non indispensabile dirle a chiare lettere che ho desiderio di lei e che il mio modo di stare al gioco, in realtà è una intenzione seria?
    Si deve arrivare al punto in cui dopo tanto cercarsi fisicamente, servano anche le parole per confermare e suggellare il tutto?
    Non ho assolutamente paura di prendermi un 2 di picche, è solo che questa carta vorrei giocarmela bene. E’ come se dovessi aprire una cassaforte e ho solo un tentativo per scoprire la combinazione.
    Vorrei essere tanto sfacciato ed esuberante, forse tra tanta dolcezza, pazienza e dolcezza, lei vuole solo un mio gesto eclatante.
    Grazie mille

  31. Sensei 9 agosto 2012 - Rispondi

    @Renzo: per fare una fritatta qualche uovo lo devi rompere, la seduzione non è solo teoria, ma PRATICA. Tanta tanta pratica, e la pratica comporta anche dei pali assurdi :). Devi saper prendere con ironia anche i fallimenti più catastrofici, personalmente li ho sempre raccontati ed i miei amici erano più divertiti da quelli che dai successi (e ti dirò a volte mi diverto più con dei 2 di picche mirabolanti!).

  32. Renzo 9 agosto 2012 - Rispondi

    umm…dunque vediamo se ho capito le fasi sono dunque queste:
    -Punto il bersaglio
    -Parlo con una ragazza
    -Utilizzo il linguaggio del corpo (la guardo negli occhi ecc.)
    -CI tocchiamo per caso (o almeno così lei deve credere)
    -La tocco in modo non “sensuale” tipo per chiamarla
    E qu arriviamo a quello che mi sembra il confine fra la friendzone e la “zona amante” giusto?
    La tocco in maniera più diretta e chiara (tipo una carezza?)
    Ammetterai che però c’è un rischio di pali clamoroso…se quella non vuole mi molla un ceffone memorabile :) Come dovrei gestire al meglio questo momento e soprattutto capire quando è il momento giusto?

  33. Sensei 8 agosto 2012 - Rispondi

    @eric: la certezza che ci sta la puoi avere solo il giorno dopo quando ci fai colazione insieme ;). Io sono per l’istinto, perchè se lo lasci libero lui stesso riconoscerà i segnali che lei ti manda. Se ti focalizzi troppo sul linguaggio del corpo rischi di vedere tutto, tranne quello che ti interessa. Non portarla troppo alle lunghe questa situazione o ti potrebbe portare in zona amicizia.

  34. eric 8 agosto 2012 - Rispondi

    Gentile Sensei le cose vanno bene… Il contatto fisico continua alla grande, e con ogni modalità. Dal contatto pienamente volontario (carezze di ogni tipo, abbracci, la crema solare sulla schiena, prenderle la mano tra le mie e tenerla stretta per un pò, darle una sberla sul culo quando siamo in vena di scherzi) a quello apparentemente casuale (sfiorarla con il corpo quando mi passa vicina, toccarle le mani quando mi porge un oggetto, accarezzarle i capelli con la scusa di sistemarglieli etc..). Senza parlare poi degli sguardi, intensi per diversi secondi e assolutamente in silenzio. Anche il contatto fisico avviene sempre e solo in silenzio; i baci sulla bocca me li fa un pò desiderare, ma in un modo o nell’altro riesco sempre a darglieli. Non c’è mai stata una volta in cui mi ha detto o dimostrato un rifiuto netto e arrabbiato. Quando dici che bisogna avere pazienza, dici una sacrosanta verità, e io di pazienza ne ho tanta anche perchè questo “flertare” mi piace parecchio, anche se spesso mi provoca uno stato di eccitazione che faccio fatica a controllare. Ma la domanda che mi pongo è sempre la stessa e la più ovvia:
    Quando si può e di deve osare di più?
    Il tempo non è un problema, ma ovviamente, tanto quanto si voglia, prima o poi ci deve essere la svolta tanto attesa.
    Secondo te, il momento tanto atteso, lo devo riconoscere con l’uso del mio solo istinto, oppure è preferibile cercare ulteriori “indizi” e quali, nel suo linguaggio del corpo?
    Secondo quanto ti ho descritto, giudichi il mio obbiettivo quasi raggiunto o pensi che ci debbano essere ulteriori step di avvicinamento?
    Grazie ancora, ribadisco e confermo: sei un grande!

  35. Sensei 3 agosto 2012 - Rispondi

    @Luca: da ora in poi tanto contatto :D.

  36. Luca 2 agosto 2012 - Rispondi

    Grazie, non avevo mai compreso quanto fosse importante il contatto fisico.. ecco perchè sono sempre finito nella Friend zone -.-

  37. Sensei 16 luglio 2012 - Rispondi

    @Nando1: in questi casi devi essere tu il miglior giudice, non di certo io che non vivo la tua situazione. Le ipotesi sono in linea di massima due:
    1. spingi sull’accelleratore, quindi agisci in modo più risoluto.
    2. freni, spiazzandola e facendole sentire la tua mancanza (emotiva e fisica).

  38. Nando1 15 luglio 2012 - Rispondi

    Gentile Sensei.
    Il contatto fisico e’ un metodo di seduzione davvero potente. Sto facendo passi da gigante. Riesco a baciarla quasi tutte le volte che mi avvicino convinto, anche se per ora solo sulle lebbra. Qualche volta mentre lo faccio, sottovoce mi dice di smetterla, come fosse una ragazzina vergognosa. Lei si fa abbracciare e anche se mostra un pochino di imbarazzo ( che credo sia naturale perché a volte e’ esso stesso apprezzamento ) non e’ mai capitato che mi abbia respinto. Be’ non nascondo che le piace quando le do’ delle belle tastate sul culo; magari arrostisce un po’ ma alla fine dimostra di gradirlo alla grande. Credo di essere nella giusta direzione, pero’ a volte ha un comportamento che mi fa restare disorientato anche se faccio di tutto per non farglielo notare. A volte infatti, non so come mai, sembra rifiutare in modo molto sottile ( gira la faccia o fissa il basso con lo sguardo ) quando vado a baciarla. Magari fino al giorno prima andava alla grande, e poi senza che niente abbia potuto convincerla del contrario, cambia atteggiamento e entra in una fase di chiusura. A questo punto nella mia testa si prospettano alcune risposte a questo suo “cambiamento di rotta” e le più importanti sono: devo forzare un pochino e prendermi quello che voglio con più decisione perché lei vuole vedere fino dove posso arrivare?
    Vuole avere una pausa di riflessione ed e’ meglio lasciare la presa?
    Si e’ quasi o del tutto abituata al tipo di approccio e di contatto, e si aspetta che io ” giochi una carta più alta ” magari con un contatto leggermente più spinto e intimo?
    Io sono propenso per l’ultima possibilità e vorrei tentare un approccio un po’ più intimo, perché il mio istinto me lo suggerisce in modo davvero coinvolgente.
    Ma quanto l’istinto e’ più lungimirante rispetto all’intelletto?
    Sarebbe davvero un peccato rovinare tutto quanto sono riuscito a costruire fin’ora, ma e’ anche vero che se io non agissi con più veemenza, lei potrebbe stancarsi e non vedermi come il potenziale partner che ha gli attributi giusti per poterla conquistare e fare felice.
    Ti ringrazio i consigli saggi e dettagliati che hai messo a disposizione sul sito.

  39. Sensei 2 luglio 2012 - Rispondi

    @Anakin Skywalker: se leggi bene l’articolo riguarda solo ragazze che non conosci, è il primo approccio, per la tua situazione ignora questo consiglio.

  40. Anakin Skywalker 2 luglio 2012 - Rispondi

    ehm, sensei…..non ho tanto capito questa parte…
    in che senso non dobbimo toccarla per primi? Cosa dobbiamo aspettare. Saresti così gentile da rispiegarmelo? Grazie

  41. Sensei 2 luglio 2012 - Rispondi

    @eric: in questo caso rimango dell’idea che non si parla tanto di seduzione pure e semplice, ci sono troppi altri fattori, non è una ragazzina quindi già sa che tipo di persona sei. Di conseguenza ti ripeto che a mio giudizio devi solo avere pazienza e non spingere sul sesso, magari con il contatto fisico si, ma assolutamente no a livello verbale. Penso che il sesso le interessi, ma ha troppi freni inibitori che devi sradicare lentamente.

  42. Eric 1 luglio 2012 - Rispondi

    Caro sensei domanda da un miliardo: secondo la tua esperienza, come mai insiste cosi tanto a dire che il sesso non le interessa. E’davvero possibile che a sessanta anni una donna non senta desiderio? Il fatto che avverta la necessita’ di sentirsi donna sotto le lenzuola dovrebbe sarebbe un ottimo mezzo per alleggerire i suoi freni inibitori. Potrei puntare sullo stuzzicarla sessualmente anche con alcuni discorsi che a volte capita di affrontare seppure casualmente. Pazienza, delicatezza ma sempre e comunque determinazione. Le donne amano soprattutto gli uomini che dimostrano di avere le “palle” anche rischiando pur di sedurle e ottenere quello che vogliono. Grazie.

  43. Sensei 30 giugno 2012 - Rispondi

    @eric: smetti sms e paroline dolci, fanno danni. Le azioni ci qualificano, non le parole, come vedi il contatto fisico (in qualsiasi forma) è l’arma migliore. Per il resto devi avere tanta pazienza e sperare che un giorno accetti il vostro rapporto, se non dovesse accadere dovrai fartene una ragione, perchè non si può obbligare nessuno ad amarci.

  44. Eric 29 giugno 2012 - Rispondi

    Mi spiace aver spezzato il mio racconto ma come hai detto tu e’ una situazione abbastanza complessa. Una ultima cosa. Ciò che ha sempre infastidito il mio rapporto con questa donna stupenda, e’ il fatto che lei si preoccupa troppo del giudizio di chi la conosce in relazione a quello che fa. Lei deve dimostrare a tutti i costi che e’ una donna per bene, e che alla fine resterà fedele a suo marito anche ora che non c’è più. Non riesco a farle superare questo scoglio invalicabile. Inoltre mi sono reso conto che (seppure lo apprezzi con tutto il cuore) dimostra un disagio enorme nel sentirmi dire che io la amo, sia a voce che peggio ancora con gli sms. Secondo lei io provo solo “Ammirazione” e non crede assolutamente che sia vero che io la amo. Ho notato in modo evidente che più sto “zitto e agisco” e più sembra gradire il mio comportamento anche un po’ spinto… Spero che questi ulteriori dettagli possano affinare il tuo già autorevole giudizio. Grazie ancora, sei un grande!

  45. Sensei 29 giugno 2012 - Rispondi

    @eric: non è che te la devo rimorchiare io! ;) Battute a parte sta alla tua sensibilità capire cosa fare (per un po’ non ti spingere troppo oltre), se poi hai tutta questa paura rischi di agire come un mollusco. Pianifica di meno e lasciati andare di più.

  46. eric 29 giugno 2012 - Rispondi

    Hai colto proprio nel segno. Continuerò a propormi con carattere forte e determinato. Unico dettaglio che vorrei chiederti: il contatto fisico (che concordo sia indispensabile e vitale), lo devo spingere fino a toccarla a livello sessuale o devo continuare come ora, con qualche bacio sulla bocca prima di salutarsi e una pacca sul sedere e che io le do quando lei dice qualche sciocchezza. E in ultimo, pensi che dovrei essere io a fare il primo passo e come per riuscire a portarla a letto. Grazie infinite.

  47. Sensei 29 giugno 2012 - Rispondi

    @eric: la tua è una situazione molto complessa, in cui vari sentimenti e sensazioni si mescolano rendendo il tutto confuso ed intrigante. Non credo che tu debba focalizzarti troppo su tecniche, linguaggio del corpo e psicologia femminile. Secondo me una donna adulta, che magari ne ha viste tante, ha un’idea del tempo diversa, per cui un attimo per lei può essere un mese per te. Credo che tu le debba dimostrare la tua forza e risolutezza proprio con la pazienza e la delicatezza. Unica cosa da fare è sempre il contatto fisico, che ropme barriere e difese e ti aiuta a instaurare un rapporto più intimo.

  48. eric 29 giugno 2012 - Rispondi

    Carissimo sensei, ho 40 anni e mi sono innamorato di una donna vedova da diversi anni che ha 20 anni più di me. I tuoi consigli sono utilissimi, e leggo ben volentieri le tue tecniche di approccio, soprattutto il contatto fisico. Si fa abbracciare e spesso anche baciare sulle labbra anche se sono sempre io a farlo e lei non mi impedisce di farlo e spesso scherzando le tocco il sedere senza che lei si dimostri arrabbiata, anzi… Ho trovato il coraggio di dirle che cosa provo per lei anche se sono certo che il suo istinto lo sapesse già. Una volta mi ha confessato che ha paura di stare da sola con me, anche se non mi ha detto il motivo preciso. E’ una donna molto intelligente, pudica e sembra essere totalmente disinteressata al sesso, e a volte mi ammonisce dicendomi che vista l’età potrei essere suo figlio e questo un pò mi blocca. Sono deciso e determinato a conquistarla, vorrei spingermi oltre con un contatto fisico più intenso, ma ho paura di rovinare tutto. A volte sembra complice in tutto e per tutto, a volte distaccata. E’ davvero difficile cogliere l’attimo. Sto studiando dei veri e propri trattati sul linguaggio del corpo, per trovare alcune risposte ai dubbi e le incertezze. Pensi che sono ad un passo dalla meta o la strada è ancora lunga e tortuosa?

  49. Sensei 29 giugno 2012 - Rispondi

    @Sasà: di sicuro non sono molto alte, ma a te cosa cambia? Così è ragionare da maschio beta! Agisci fregandotene dei pronostici e delle probabilità, sei tu che devi avere il controllo delle tue scelte ed azioni.

  50. Sasà 29 giugno 2012 - Rispondi

    Ok, grazie. Scomparirò. Secondo la tua esperienza ci sono margini di recupero o ormai la situazione è troppo compromessa?

  51. Sensei 29 giugno 2012 - Rispondi

    @Sasà: se scompari…scompari! Che senso ha fare il cagnolino che come lei ti chiama scatti come una molla? E basta fare lo zerbino! Quanto devi scomparire non è una prescrizione medica di un antibiotico, inizia a valutare te come muoverti. Certo non meno di una settimana.

  52. Sasà 29 giugno 2012 - Rispondi

    Caro Sensei, per capire cosa pensasse ho riproposto una uscita nelle prossime sere e lei mi ha risposto ok, ma per un caffé fra amici. Io ho capito il due di picche, l’ho detto e l’ho ringraziata per la sincerità. Lei come spiegazione mi ha detto che ‘sono cose che vanno così, non è colpa di nessuno dei due’. In questi due giorni mi sto comportando normalmente per non far vedere di accusare il colpo e anche lei mi ha contattato su facebook e mi ha chiesto come andava e mi ha dato anche dei consigli per una situazione. Adesso pensavo di ‘scomparire’ per un po’ e poi rifarmi sotto. Mi consigli di scomparire del tutto o di non contattarla ma essere pronto a rispondere e quanto tempo devo far passare per riprovarci? Grazie dei consigli.

  53. Sensei 27 giugno 2012 - Rispondi

    @Sasà: in un’uscita del genere devi puntare per prima cosa al confort. Ossia devi metterla a suo agio e per fare ciò devi prima di tutto parlarci, senza pressioni o interrogatori, meno domande fai meglio è. Il contatto fisico deve essere leggero e molto lento. Rivedila e comportati in questo modo.

  54. Sasà 26 giugno 2012 - Rispondi

    Ciao Sensei, sono appena uscito con una ragazza conosciuta in chat. Abbiamo chattato molto per 3-4 giorni e stasera ci siamo visti (circa un’ora). I discorsi in chat senza molto lunghi e divertenti, ma da questa uscita ho avuto brutte sensazioni. Lei ha sempre voluto passeggiare ed è stato difficile anche guardarsi in faccia mentre si parlava e non è stato piacevole come in chat. Ho provato il contatto fisico (braccio e braccio), ma avevo la sensazione come se a volte lei si allontanasse. Le famose pupille, anche se solo intraviste, non erano per niente dilatate. Quindi, non mi è venuto proprio di andare oltre fino al fatidico bacio. Ho commesso qualche errore, dovevo comunque osare di fronte a cattive sensazioni?

  55. Sensei 19 giugno 2012 - Rispondi

    @tony: questo capita perchè probabilmente fai poco contatto fisico e per loro risulta poco naturale farsi avvicinare da te, così sembrano fredde. Devi inizare il contatto prima, in tutte le fasi della seduzione.

  56. tony 19 giugno 2012 - Rispondi

    Con alcune ragazze fatico molto ad arrivare alle coccole e all’affetto. Questo perchè aspetto un segnale da parte loro che io POSSO farlo. Non sono una persona che si butta con un “ci provo, se va, va, se non va, non va”… Stesso vale per i baci. Con alcune ragazze, sembra di avere un muro tra noi. Magari ho la voglia ASSOLUTA di poter coccolarla, ma non mi butto, perchè vedo lei molto fredda, e quindi lo sono anche io. In quel caso non posso fare assolutamente nulla? :(

  57. Sensei 10 giugno 2012 - Rispondi

    @giulio: a parte che per aspetto fisico si intende anche la bellezza…e quello che dico vale per tutti, ho visto veri mostri con donne bellissime (e non erano ne ricchi ne famosi). La bellezza per le donne è secondaria, una sorta di optional. Smettila di usarla come scusa per non agire, se parli così probabilmente non fai nulla di quello che sta sul Percorso.

  58. giulio 9 giugno 2012 - Rispondi

    caro sensei tu non parli mai del fattore bellezza.. come fa un ragazzo brutto come me a farcela? dici cose giuste, ma non valgono per tutti !

  59. Sensei 1 giugno 2012 - Rispondi

    @Marco: non conta nulla saperlo, l’importante è che ci sia. Comunque il 90% delle volte è casuale.

  60. Marco 1 giugno 2012 - Rispondi

    Ma come si fa a capire se il primo contatto, da parte di lei, è voluto oppure è qualcosa che è successo per caso?

  61. Sensei 11 maggio 2012 - Rispondi

    @Alessandro: ha sicuramente le difese alte, quindi porta pazienza. Allo stesso tempo devi spingere sull’accelleratore, il contatto fisico crea tensione sessuale e ti allontana dalla zona amicizia se c’è una escalation (a riguardo ti consiglio di leggere l’ebbok Il Percorso della Seduzione), altrimenti le tue carezze e coccole diventano una consuetudine e perdono valore.

  62. Alessandro 11 maggio 2012 - Rispondi

    ciao Sensei… devo innanzitutto farti i complementi, sei davvero un grande… e vorrei farti una domanda:
    il contatto fisico non dovrebbe essere reciproco ???… cio’è io con questa ragazza (questa ragazza è fidanzata, ma la relazione non va gonfie vele) ci gioco, alcune volte gli do i bacetti, l’abbraccio, gli faccio il solletico e a lei piace… perchè mi sorride, si diverte quando faccio queste cose… certo cerco di non esagerare …
    ieri l’ho abbracciata.. poi ci siamo seduti ha preso la mia mano e ha detto.. le tue mani sono calde…
    il problema è che sono sempre io ad iniziare con questi giochetti … cioè, se io quel giorno non faccio niente o me ne sto tranquillo, lei fa lo stesso …
    non è che pure lei dovrebbe farsi avanti, o magari mandarmi qualche segnale ke me dica .. “vieni, vieni qui e fammi il solletico”???.. o forse sto sbagliando, essendo lei fidanzata forse ha ancora la difesa alta ed io non me ne accorgo… grazie :)

  63. Sasà 3 aprile 2012 - Rispondi

    Ciao Sensei, non ho trovato nulla a riguardo sul sito e, quindi, vorrei sapere se provare a baciare una ragazza al primo appuntamento è una cosa buona e, in particolare, se lo è anche in caso di una ragazza conosciuta su internet con la quale chatto, messaggio e ogni tanto la sento per telefono, ma che non ho mai visto di persona. Fra qualche giorno usciamo e mi pare una cosa “esagerata” farlo la prima volta assoluta che ci vediamo. Grazie per la risposta!

  64. Sensei 3 aprile 2012 - Rispondi

    @Sasà: è cosa buona e giusta vedi anche questo articolo (L’importanza del tempo in seduzione). Se le fai sentire le giuste emozioni, con il giusto contatto fisico ed il linguaggio del corpo allora la puoi baciare quando desideri. Potrebbe anche dirti di no ma a quel punto se accetterà un secondo invito stai sicuro che non ti respingerà perchè il suo “no” era più un “si, ma non ora” o “si, ma non vorrei che credessi che sono una facile”, “si ma è no perchè è così che mi hanno insegnato dalle suore” e via dicendo…

  65. Sensei 2 aprile 2012 - Rispondi

    @gianni: e perchè dovresti? l’indifferenza è sempre l’arma migliore.

  66. gianni 2 aprile 2012 - Rispondi

    la mia ragazza mi ha mollato, non ha un altro, voglio farla skiattare il piu’ possibile… come posso ?? :D

  67. Massimiliano 27 marzo 2012 - Rispondi

    Ciao Sensei sono un ragazzo di 29 anni, mi ritengo abbastanza piacente seppur non bellissimo, mi curo l’aspetto fisico, vado in palestra. Ho un lavoro buono che mi permette di togliermi delle soddisfazioni. Da sempre sono il bravo ragazzo che tutte dicono di volere, dicono che sono perfetto, carino, dolce simpatico ma poi alla fine mi blocco quando si tratta di volere di più. Leggendo questo sito ho trovato il commento molto interessante di un ragazzo che non capiva da dove partire nel percorso, ed anche io mi trovo nella stessa situazione, ma come lui credo di aver capito che sia il contatto fisico. Ricordando le mie esperienze, i miei rapporti con le donne, anche adesso effettivamente manca il contatto fisico, è totalmente assente! I consigli che dai sono utilissimi, però non riesco comunque ad agire, cosa devo fare, quando e soprattutto a cosa serve questo contatto fisico? Grazie della risposta!

  68. VICTOR 23 marzo 2012 - Rispondi

    hai assolutamente ragione. quando inizio a farmi questi ragionamenti non concludo niente. è un continuo spreco di energie.

  69. Sensei 23 marzo 2012 - Rispondi

    @VICTOR : le puoi conquistare, ma se non inizi a sedurle realmente non accadrà nulla. La terza è stata utile per far uscirele altre 2 allo scoperto. Le ragioni del loro comportamento non ti devono interessare, altrimenti finisci a ragionare e non agisci. I PUA (pick up artist) parlano della regola dei 3 secondi, entro i quali andare a provarci con quella che ti piace, il concetto base è: meno pensieri, più azione.

  70. VICTOR 22 marzo 2012 - Rispondi

    1) mi trovavo in un pub. salutai una ragazza, che mi piace ma oltre a tirarsela è un tipo che socializza con tutti e questa cosa mi da molto fastidio. i segnali sono tutti positivi, ma continua a sfuggirmi. è la classica ragazza che parla con tutti ma non la da a nessuno. Sono riuscito solo a darle un bacio, la scorsa settimana.
    2) Sempre la stessa sera ne incontrai un’altra ancora più carina e allo stesso tempo sfuggente. gli piaccio ma non riesco a isolarla. non si allontana dalla sua amica. Gli proposi di bere qualcosa insieme e mi rispose: “dopo”. gli dissi chiaro che se la tira troppo e mi rispose con una carezza.
    sinceramente mi ero rotto i cogl… di queste ragazze che sembra che ci stanno però poi se la tirano.
    3) incontrai ancora un’altra ragazza, non mi attrae, ma è molto determinata. tra noi cè stato solo un bacio. lei rimase volentieri a parlare e scherzare. dopo 2 minuti sono spuntate le 2 stronzette di prima.
    la prima venne a darmi un bacio sulla guancia ed è andò via.
    l’altra venne con una sigaretta e mi chiese se avevo d’accendere. dopo di ciò mi disse “ti aspetto fuori”.
    in quel momento avevo una confusione assurda. Volevo andare da quella che mi stava aspettando fuori. Ma la ragazza con cui stavo parlando, dopo aver notato le altre 2, mi prese per la mano e mi disse “andiamo!”
    dopo esserci baciati andai via, pensavo continuamente alle altre 2. infatti mi chiese perchè non la guardavo negli occhi.
    secondo te le altre ragazze si sono avvicinate perchè avevano paura di aver perso un ammiratore e quindi volevano notare, soltanto, se ero ancora cotto di loro? era un test?
    secondo te dopo queste, presunte scenate di gelosia, ho ancora qualche possibilità con le prime 2 ho chiuso definitivamente.

  71. Sensei 2 febbraio 2012 - Rispondi

    @Franca: infatti il tempo limite è di 5 minuti, oltre i quali l’uomo deve farsi avanti se è interessato alla donna. Però a volte capita di toccare senza neanche accorgersene ;) (intendo da parte delle donne).

  72. Franca 2 febbraio 2012 - Rispondi

    Io come donna non tocca mai per prima. Aspetto un invito, e al limite ricambio…E funziona. Se un uomo è davvero interessato è preferibile che me lo dimostri! :-)

  73. Sensei 16 gennaio 2012 - Rispondi

    @chiara: dagli il link del sito :)

  74. chiara 13 gennaio 2012 - Rispondi

    Dovrei far leggere questo articolo al ragazzo con cui sono uscita..nemmeno la mano al cinema al 3 appuntamento mi ha preso…ma io dico che cavolo aspetti?un invito scritto?

  75. Sensei 12 gennaio 2012 - Rispondi

    @Andrea91: sei tu che devi spingereti oltre specialmente nel contatto fisico, devi OSARE, vedere come reagisce e comportarti di conseguenza. Una volta fatto questo è semplice: invitala ad uscire, anche in gruppo va bene. Del suo ragazzo non è un tuo problema, dimenticalo e non ci pensare.

  76. Andrea91 12 gennaio 2012 - Rispondi

    Buongiorno Sensei! Ho un problema: in corso con me c’è una ragazza che mi piace molto, ci siamo conosciuti e parliamo anche piuttosto spesso, anche se il più delle volte mai di cose serie personali (non sono il suo confidente). Il fatto è che lei è impegnata già con un altro ragazzo, però quando parliamo mi sembra molto espansiva, non distoglie mai lo sguardo, non sembra mai scocciata della mia presenza e ricerca abbastanza il contatto fisico (senza mai esagerare). In più non so come interpretare il fatto che finora non mi ha mai nominato il suo ragazzo, difatti io ne sono a conoscenza solo per “sentito dire”, anche se è un dato di fatto certo. E’ effettivamente incuriosita da me o sono solo io che vedo messaggi dove in realtà non ci sono?

Vuoi Commentare? »

Regole per Commentare:

1) I commenti devono essere educativi e costruttivi. Niente toni aggressivi ed offese
2) Niente linguaggio da sms
3) Utilizza un linguaggio chiaro e comprensibile;
4) Per scrivere devi essere maggiorenne
5) Non fare riferimento a persone minorenni
6) E´ vietata l'istigazione a compiere atti contrari alla legge
7) Non inserire dati personali come numeri di telefono, email, nome e cognome
8) Prima di fare delle domande assicurati di aver letto gli articoli attinenti

Leggi il regolamento completo qui

Hai dubbi? guarda L'ira del Sensei che ti spiega come commentare.