In un precedente articolo parlo del Narcisismo Patologico, una patologia di tipo psicologico che è molto pericolosa (per le vittime). Di recente in una Università italiana hanno “scoperto” il Narcisismo Digitale patologico.

Come spesso dico internet e soprattutto i social sono la morte della vera seduzione e conducono in terreni pericolosi e inesplorati.

Ormai si da così tanta importanza all’immagine che sui vari Badoo, Lovoo o anche Facebook, si sceglie di contattare una persona solo in base all’aspetto fisico.

 

Narcisismo digitale o solo gnocca?
Narcisismo digitale o solo gnocca?

Nella maggior parte dei casi si tratta solo di una forma di narcisismo o superficialità (o anche la semplice ricerca di un partner sessuale), che se è consapevole non ha, a mio giudizio, grandi aspetti negativi.

In fondo la bellezza, dalla notte dei tempi, è sempre stata un valore. Sarebbe da ipocriti sostenere il contrario anche se esorto sempre ad andare più in profondità anche se ognuno è libero di fare le proprie scelte purché non faccia del male ad altri.

Tornando al narcisismo digitale è una patologia che provoca una serie di ripercussioni, a volte anche gravi, come ad esempio:

  • Depressione.
  • Ipocondria.
  • Disturbi vari ossessivi e compulsivi.
  • Problemi all’attenzione con scarsa capacità a concentrarsi.
  • Una vera e propria forma di dipendenza.

Si è passati da un “rispecchiarsi” prima nel lago (Narciso), poi nel potere di fare del male agli altri (Narcisismo Patologico), e ora in tutto ciò che è “social”.

Narcisismo Digitale: selfie, profili, foto, like e chi più ne ha…

Il narcisista è una persona debole, che ha bisogno delle attenzioni altrui per stare meglio e sentirsi all’altezza. La sua autostima è quasi assente così si droga con l’approvazione altrui o il potere nei confronti degli altri.

Chi soffre invece di narcisismo patologico utilizza i social per avere attenzioni e consensi, basti pensare a quanti malati di like esistono in giro. e’ un po’ come dire: “ho tanti like quindi esisto e sono una persona di valore”.

Come se avere tanti “amici” su fb indichi che una persona è interessante e che valga davvero la pena conoscerla. Si è passati dallo status sociale allo stato social.

Come capire se una persona ne è affetta

Per il narcisismo patologico è complesso fare una diagnosi puntuale, spesso anche tardiva e l’unica strada è la fuga. Quelli digitali sono forse più facili da individuare, di solito sono persone che sui social appaiono al meglio, sempre sorridenti e perfetti tanto da farteli invidiare.

Alcuni hanno la tendenza a mostrarsi perfetti nel digitale ma sono assenti nella vita reale, sono spesso i più fragili e tendono a isolarsi. Altri sono molto più “esaltati” tanto da postare loro foto, commenti o altro con estrema frequenza per mostrare tutta la loro magnifica vita.

Se una persona che conosci ha alcuni dei seguenti sintomi potrebbe essere a rischio:

  • Si fa selfie in continuazione, anche in situazioni davvero fuori “luogo”. il suo scopo è di ricevere quante più attenzioni possibili.
  • Si comporta da cyberbullo accentrando tutta l’attenzione verso di sé in contesti come forum o chat. Tende a denigrare, deridere e insultare in modo subdolo e crudele.
  • Come un qualsiasi NP non è in grado di fare la minima autocritica e gli si fanno notare difetti o comportamenti negativi si rivolta con assoluta ferocia.
  • E’ assolutamente privo di Empatia, Leggerezza e Autoironia.

come-riconquistare-ex-ragazza1Il narcisismo digitale è una patologia in aumento che non deve essere sottovalutata. E’ utile conoscerne l’esistenza per evitare persone che ne sono affette e, se si è al primo stadio, comprenderlo può veramente salvare la vita.

Se poi si sta con un NPD o è un ex, come per il NP, è categorico scappare e allontanarsi il prima possibile evitando qualsiasi contatto con questa persona.

4 Commenti

  1. Ah! Ho scordato poi un pezzo.
    Perche` ho inserito queste persone negli NPD? Perche`erano esattamente come sono descritti nell’articolo.
    Quindi narcisisti, crudeli, basati solo sulle apparenze e che si facevano selfie (col bastone da selfie) ed altre idiozie varie in situazioni assolutamente fuori luogo (es una escursione didattica dell’università).

  2. Forse un po’ tutti, chi piu` e chi meno, ci siamo finiti un questa situazione, magari non a livelli patologici, ma magari vedere che la tua discussione viene molto “seguita” ti aumenta sicuramente l’autostima.
    Io non ci vado mai sui social, ma ad esempio, seguendo un forum su internet, anche se non sono un NPD ammetto di andarci spesso.
    Alla fine diventa comunque un po’ una “droga”.
    Sicuramente poi ci sono delle situazioni disperate, in cui ci sono persone deboli ed insicure che basano tutta la loro autostima sui social.
    Io ho conosciuto un gruppo intero di universitari (uomini e donne) che erano cosi`.
    Persone assolutamente negative, crudeli e narcisiste (ovviamente) ed immature, il cui unico pensiero era ed e` solo come apparire agli altri, senza poi avere realmente qualcosa da offrire in cambio se non offese ed insulti a chi non e`come loro (come me ad esempio).
    La soluzione? Son dovuto scappare, ho abbandonato il gruppo perche` la situazione era insostenibile.

    • Credo che tu abbia fatto la cosa giusta, il rischio NPD è che si può essere vittime e carnefici senza neanche accorgersene.

LASCIA UN COMMENTO