Si può organizzare un appuntamento con una ragazza che aumenti le tue possibilità di sedurla o almeno di fare bella figura?

Secondo quanto ci propinano i media basta portarla a cena in un locale costoso, andando a prenderla con una macchina di lusso, poi farle fare una passeggiata sul pontile deserto in una notte d’estate con la luna piena e…

E nulla! Stiamo parlando di un sogno, non è la realtà. E conosco tantissimi ragazzi che hanno organizzato appuntamenti simili a questo (o dello stesso livello), prendendosi come buonanotte un “ti vedo come un amico” o altre frasi simili.

E sai perché è andata male? C’era tutto tranne l’elemento più importante per sedurre una donna: le emozioni.

Un lettore mi scrive perché vorrebbe capire organizzare un appuntamento:

“Finalmente sono riuscito ad avere un appuntamento con una ragazza che avevo adocchiato ormai da molto tempo.

Non ci avevo mai parlato, sono andato da lei seguendo i tuoi consigli e BOOM! Ha accettato di uscire con me!

Sono contentissimo ma terrorizzato. Dalla mia ultima uscita con una donna sono passati quasi due anni, dove la posso portare, cosa faccio ora?”.

Ma lei che tipo di appuntamento vuole?

Secondo te, lei ha così gravi problemi economici da doverti scroccare una cena? Oppure la sera si annoia a tal punto da sola a casa da preferire un film che non le piace piuttosto che la tv?

Ha accettato di uscire INSIEME a te.

NON di farti un favore.

Il dove, il come il quando sono dettagli. Se ti concentri su queste cose perdi il tuo vero obiettivo: sedurla.

Preferirebbe la cena più magnifica nel ristorante più costoso della città, ma annoiandosi come non mai, o una pizza con una persona che la fa stare bene?

Perché il cibo in vacanza è sempre più buono? Semplice: sono le emozioni, il proprio umore positivo e propositivo che migliora tutto quello che sperimentiamo e facciamo, è un po’ come essere innamorati, il mondo è più bello.

Organizzare un appuntamento con una ragazza, oppure vivere l’attimo?

Allo stesso modo se l’appuntamento è divertente, se sai ascoltarla, giocarci e prenderla in giro, se riesci a farle provare delle forti emozioni, troverà fantastico qualsiasi cosa farete.

Quindi non scervellarti per trovare la cosa migliore da fare, ma piuttosto rilassati, fai quello che ti piace con lei e prova a lasciarti andare. Flirtare è sempre ben accetto, come il giusto contatto fisico che rompe le barriere dell’imbarazzo.

Qualche piccolo consiglio pratico ti potrà comunque essere utile:

  • Vai a prenderla tu.
  • Salutala con un sorriso e un piccolo complimento, evita cose del tipo (sei bella, carina o elegante), dille qualcosa che dimostri che l’hai osservata davvero.
  • Se entrate in un locale ENTRA TU per primo tenendole la porta aperta. Con questo gesto dici a chi è già dentro che quella che sta per entrare è la TUA donna.
  • Ricorda che il tuo corpo manda più messaggi delle tue parole, quindi prova ad essere controllato, come al solito spalle aperte, guardala negli occhi.
  • Ricorda la storiella Zen sulla saggezza che ti ho raccontato (vedi altri articoli).

Goditi la serata con quella splendida donna che è lì con TE. Accarezzala, toccala, sorridi ed accetta le sue idee, non la giudicare.

Non serve pianificare, almeno non del tutto

Ti posso assicura che non serve organizzare appuntamento con una ragazza con scientifica attenzione, pianificando ogni cosa. Spesso essere impulsivi e cambiare idee può risultare divertente e affascinante.

Lasciati andare tu per primo e ciò la spingerà a fare di conseguenza, non si sentirà giudicata né osservata, solo compresa e accettata e questo è un vero afrodisiaco.

Allo stesso tempo alle ragazze piace sentirsi coccolate e guidate, l’uomo che prende iniziative e decide. Quindi, per essere chiari, decidi cosa vorresti fare con lei e proponiglielo con fermezza, senza paura che non le piaccia.

Allo stesso tempo preparati, se la cosa ti fa sentire più tranquillo, un piano B! Non deve essere nulla di elaborato ma ad esempio, se volevi portarla al ristorante greco, ma lo trovi chiuso per un incidente in cucina, avere una alternativa non sarà sbagliato, anzi.

Se capita un imprevisto resta sereno e dille che la porti da un’altra parte e agisci. Organizzare un appuntamento non è fisica nucleare, si tratta solo di decidere cosa ti piacerebbe condividere con lei.

 Le donne vogliono un uomo che le capisca, non che le giudichi.

48 Commenti

  1. Ciao Sensei,
    vengo da due esperienze ravvicinate di prima uscita.
    Entrambe conosciute in chat (la cosa non mi fa impazzire ma a quanto pare diverse ragazze si orientano in questo senso). Dopo vari messaggi e contatto fb ci scambiamo il numero e si organizza l’uscita.
    Con la prima un aperitivo durato circa un paio d’ore, con la seconda una serata con pizza.
    Ho cercato in entrambi i casi in modo naturale di applicare cio’ che ho imparato compreso il contatto fisico.
    Mentre con la prima ci sono riuscito pochino visto il poco tempo trascorso insieme e una sua sostanziale distanza, con la seconda sono riuscito a spingermi di piu’ con contatto, mini massaggio e tentativi (due) di baciarla.
    Il risultato in entrambi i casi e’ stato con la prima: sei carino, simpatico, ma non sei il mio tipo.
    Con la seconda: sei un bel ragazzo, simpatico, ma non e’ scattata la scintilla.
    Ora non ne faccio un dramma in quanto mi e’ capitato molte volte di essere “rifiutato” cosi’ come di “rifiutare” ma ti chiedo se il discorso della scintilla fosse vero e non nascondesse altri motivi (di cui per la verita’ mi frega niente) puo’ essere in qualche modo condizionata in positivo o e’ solo questione di coincidenze astrali e del famoso Universo? C’e qualcosa che mi sfugge? (da tempo mi piacerebbe trovare una persona con cui essere in sintonia ma nonostante le occasioni, le uscite e le frequentazioni con l’altro sesso non manchino da quel punto di vista sono fermo al palo)
    Grazie

    • Fammi capire: prima mi chiedi rassicurazioni sul fatto che ti abbiano rifiutato e poi scrivi che non ti interessa nulla se è successo? Accetta in modo più sereno i due di picche perché si può non piacere alle ragazze e non so e non mi interessa provare a capire se è dovuto alla “scintilla” o qualche altra futile ragione, è così e basta. Chiunque deve farsene una ragione. Ci vuole pazienza, o ti accontenti di quello che passa il convento oppure attendi di incontrare chi merita davvero il tuo interesse e il tuo tempo. Metti in conto una cosa: potresti non trovarla mai, il dubbio è proprio questo, accontentarsi o meno.

  2. Salve Sensei, ho conosciuto una con la quale però ho parlato solo una volta, e per giunta senza chiederle il numero. Ora volendo posso farmi dare il nro da un amico o scriverle su Facebook. In che modo procedo? E soprattutto, non è da morti di figa comportarsi cosi con una che ci hai parlato solo per 10 minuti? Grazie

  3. Salve vorrei avere un parere da parte sua. Secondo lei e’ giusto uscire con una ragazza appena se ne presenta l’opportunita’ (anche tutti i giorni ad esempio) o e’ ancora piu’ giusto non mostrarsi troppo disponibile e quindi non diventare il suo amichetto che la accompagna sempre dove vuole? Ci conosciamo da 1 settimana e siamo usciti 2 volte di cui una ieri. Oggi mi ha chiamato al telefono per sapere dove avrebbe potuto comprare una certa cosa ma io non mi sono proposto di accompagnarla. Penso di aver fatto la cosa giusta ma vorrei avere un suo parere. Grazie

    • Per ora non hai fatto nulla di male, ma essere sempre presente e troppo disponibile può farti finire facilmente in zona amicizia e poi conta molto anche come ti poni mentre state insieme.

  4. Hai pianamente ragione Sensei; non mi resta altro che continuare con il mio reset allora, sparendo proprio dalla circolazione e evitando di vederla. Perchè i suoi modi dolci, gentili, i suoi sorrisini etc. proprio non mi fanno essere indifferente. Allora reset cattivo cattivo e vediamo un po’ che succede…speriamo bene…

  5. Ritorno dopo una settimana scarsa di reset (anche se non credo che possa bastare). In ogni caso la mia mia non è una seduzione, ma una riconquista come già ti spiegavo nei precedenti messaggi. Oggi per forza di cose l’ho dovuta rivedere, lavoriamo nello stesso posto. Il mio atteggiamento è stato molto freddo, a tratti l’ho risposta anche male. Finito di lavorare sono andato a salutarla per educazione, ma un semplice “ciao, ci vediamo prossimamente”. Stasera ho provato a richiamarla per dirgli come stava, e per sottolineare il fatto che non avevamo avuto neanche il tempo di farci una chiacchierata. Forse avrei commesso un gravissimo errore, ma per fortuna il suo cell era spento. Cosa mi consigli di fare Sensei? Continuare ancora un’altra settimana con il reset o cercare di riallacciare i rapporti? Purtroppo lei è il mio fisso pensiero erotico; dici che rimarrebbe di stucco se glielo dicessi con un semplice sms (e quindi semplice informazione), per poi aspettare una sua mossa?

    • Ma lo leggi il sito o guardi le figure? Hai fatto in un colpo solo tutti gli errori possibili:
      1. reset fatto male e durato pochi giorni.
      2. risponderle male quando serve solo l’indifferenza
      3. richiamarla dopo.
      4. vuoi dirle che è il tuo sogno erotico via sma???
      Fai pace con il cervello perchè in questo momento fai cose a caso agendo come un adolescente in preda agli ormoni.

  6. Ti dirò grazie allo studio della filosofia zen ho fatto passi da gigante ultimamente. Ma anche grazie ai consigli di persone come te. Ultimamente in fatto di seduzione sto capendo tanto cose, perchè sto capendo anzitutto meglio di me stesso, e questo è un fatto chiaro. Ma devo riuscire sempre a trovare l’escamotage in maniera che sembri tutto sempre casuale, ripeto quando vado ad espormi in maniera più diretta la cosa spesso finisce in un nulla di fatto.Solo che non capisco questa cosa, io mi fisso poco in genere con l’obbiettivo, soprattutto per il fatto che ne ho sempre più di uno. Avevo pensato anche io al dare troppa importanza, ma almeno 9 su 10 dei rifiuti che ricevo quando mi espongo non avvengono perchè considero chi ho davanti come la madonna di civitavecchia….quindi? Sono confuso uff

    • L’uomo saggio conosce gli altri, l’uomo illuminato se stesso.
      Non esiste una strada facile per conoscersi, ma di sicuro, qualunque sia la tu,a credo che tu la stia già percorrendo. Per questo non ti rammaricare dei rifiuti perchè fanno parte della vita e se riesci ad accettarli con leggerezza vedrai che da 9/10 scenderai a 8, 7 e così via. Stai migliorando e ti senti meglio, vuol dire che il percorso è quello giusto, serve solo pazienza.

  7. Ciao Sensei.
    Ti scrivo perchè sono finalmente riuscito ad avere un importante appuntamento con una bella ragazza che sono riuscito a sedurre.
    Io e lei ci siamo visti l’ultima volta 1 anno fa,è di Torino ed io sono di Roma ma viene qui 3 mesi d’estate ogni volta e quindi riesco a vederla.
    L’estate scorsa a giugno era da poco uscita da una storiaccia ed esplicitamente mi aveva detto che non amava legarsi con nessuno….insomma ho incominciato ad allacciare un buon rapporto con lei durato tutta l’estate dopodichè tornata a torino ed io rimasto a roma ci siamo dimenticati…mi ha chiamato lei la settimana scorsa,ci siamo scambiati nuovamente i numeri e ci sentiamo per telefono o chat non potendo vederci.Il 21 e 22 sarò a Torino da lei e il 29,30 sarà lei da me per il mio compleanno,oltre ai mesi estivi che quasi stanno per arrivare.
    Lei mi ha detto esplicitamente che è interessata a me e che le piaccio da morire,perchè mi vede un tipo interessante che è riuscita a cambiarla in una maniera strepitosa come nessun altro aveva fatto.
    All’incontro del 21 verrà con me in Hotel….questa è la parte più bella insomma ma…mi servirebbe qualche dritta per il “prima” nel senso….a primo impatto,può non esserci chimica o empatia nonostante tutto questo che c’è dietro ?
    Insomma…come mi consigli di fare ? Io le piaccio ma…mi preoccupo unpò se a primo impatto a lei non do l’impressione sperata.
    Ti ringrazio:)

    • So che è banale ma se in fin dei conti le piaci per quello che sei perchè rischiare di cambiarti e poi non piacerle? Sono contento dei tuoi progressi ma le tue sono paure inutili. Di sicuro non ti lanciare su di lei, falla entrare nella zona di confort, fai contatto fisico, leggerezza e ironia, ovviamnete il tutto senza fretta o pressioni. Lei apprezzerà moltissimo.

  8. Ciao! Scusa ma devo chiederti assolutamente questa cosa per capire dove sbaglio, perchè sicuramente l’errore da parte mia c’è. Allora, io sono molto bravo nel mandare segnali misti, e anche in quella che credo viene chiamata seduzione “passiva”: riesco a mostrare iniziale interesse e poi a fare in modo (non so neanche io come credo sia caratteriale) che sia lei poi a dovermi conquistare. E funziona! Ho una buona percentuale veramente. Questo però avviene quando tutto continua in maniera casuale e non metto mai troppo le carte in tavola, quando ci si inventa una palese scusa per vedersi o da parte mia o da parte sua, in poche parole. Quando invece comincio la seduzione nello stesso modo (ironia e contatto fisico sempre a gogo) e poi chiedo all’obbiettivo in maniera diretta un appuntamento, le probabilità calano vertiginosamente e ricevo spesso un no o un bidone o un rinvio causa scusa inventata. Questo avviene spesso anche quando noto palesemente interesse dall’ altra parte! Non riesco proprio a capire perchè…forse mi mostro troppo “bisognoso”? O forse inconsciamente do un valore particolare all’appuntamento, tale da farmi perdere le mie doti caratteriali naturali senza che io me ne accorga?? Grazie

    • Questo che capita a te capita quasi a tutti, dipende dal fatto che dai troppa importanza alla ragazza e a quello che dici e fai, non esistono metodi particolari per cambiare atteggiamento, devi solo lasciarti andare e capire che quella che hai di fronte non è la Madonna di Civitavecchia ma un essere umano come chiunque altro. Quando accettano, cosa fai di diverso rispetto a quando non lo fanno?

  9. Ottimo e saggio consiglio Sensei! Per fortuna che ci sei tu a farmi aprire la testa e gli occhi ogni tanto 🙂
    Sedurla di nuovo dopo uno scontato periodo di reset? O senza reset ma con un caldo/freddo?

  10. Sensei, continuo a scriverti la mia situazione qui, anche se fuori argomento. Perdonami, è per dare una continuità al discorso…
    Qualche giorno senza aver nè visto nè sentito la mia “ragazza”, oggi le ho fatto una sorpresa l’ho seguita e fermata per strada. Così tanto per non farla sfuggire nuovamente alle mie richieste di vederci e per chiarire meglio la situazione. La sorpresa gli ha fatto enormemente piacere, così come il passare del tempo con me…l’ho “studiata”, guardata negli occhi (lei era la prima ad abbassare lo sguardo o al massimo ci siamo guardati a vicenda per lunghi periodi), ho studiato il suo linguaggio del corpo, fatto contatto fisico, e provato a baciarla. Lei purtroppo però si lasciava baciare, ma senza ricambiare, perchè diceva di non voler tornare indietro…e non volersi legare a me. Continua a dirmi che non la merito e lei ha altri interessi in questo momento. Sono tentato per un reset ma davvero sarebbe troppo rischioso lasciarla andare così…non vorrei riprendere tutto da capo, dato che la nostra relazione fino ad ora è stata un continuo crescendo. La sostanza in pratica è che lei preferisce andare a mangiare una pizza con la comitiva (o altre cose simili) e non uscire con me… Me l’ha confessato chiaramente. Non avverte più qualcosa di forte che le fa decidere di preferire me ad altro…eppure io credo di essere rimasto sempre lo stesso!!! I primi tempi, ha rifiutato molte volte a pizze con amici o uscite simili per stare una serata in solitudine con me…prima avvertiva altro secondo lei. C’era un qualcosa che la faceva decidere diversamente.
    Quello che mi chiedo è: cosa posso fare per riattivargli questo qualcosa? Io sono rimasto sempre lo stesso…non capisco questa sua decisione…e purtroppo mi sa tanto che non c’è verso di fargli cambiare idea. 🙁

    • Devi capire che a volte le relazioni finiscono e basta, non ha senso cercarne una ragione razionale o logica e continuare con lei a discuterne non serve assolutamente a nulla. Invece quando state insieme devi farla stare bene e farle provare delle emozioni che è quello che cerca, questi incontri logici le pesano anche s enon te lo da a vedere ed alla fine distruggeranno ogni possibilità che potresti avere. Quindi seducila di nuovo, non con la logica ma con le emozioni.

  11. Appunto, proprio perchè il reset potrebbe portare nel mio caso alla chiusura totale della storia io preferirei evitarlo. Inoltre non riesco veramente a capire come mai ha preso questa scelta. Certo che il cervello delle donne è proprio strano…

    Cosa mi consigli di fare per evitare di “perderla”? Dici che facendola “ingelosire” potrebbe riaccendergli qualche cosa? Che so, magari lei evita di uscire con me o vedere, e quando ci sentiamo potrei dirgli che la mia ex mi ha invitato a riuscire con lei…potrebbe servire a qualcosa?
    O conviene non dare retta alla sua proposta di “semplici amici” e continuare per la mia strada, facendogli sorprese, riconquistandola, e magari quando ci vediamo (perchè ci continueremo a vedere per motivi lavorativi) andare dritto con contatto fisico e baci?

    • Se per il reset questa situazione (che non è una “storia”) dovesse finire, significa che sarebbe finita comunque. Le cose che proponi sono tipiche dell’orsetto del cuore che ha paura.

  12. Ciao Sensei, torno a scrive in questo argomento dopo un paio di mesi. La ragazza è sempre la solita, e che grazie al tuo blog e ai tuoi consigli sono riuscito a sedurre…è stata dura, ma alla fine sono riuscito anche a portarmela a letto, anche se solo due volte (e a detta sua io sarei il secondo ragazzo con cui ha avuto rapporti; e questo mi fa molto pensare che non è una che la dà in giro così facilmente, ma evidentemente ha avuto modo di vedere qualcosa di speciale in me). Non credo mi abbia detto una caxxxxa o mi sto semplicemente illudendo?

    Il punto ora è questo. Da un mesetto quasi, a causa devi suoi vari impegni, sia di studio che lavorativi, ci siamo un po’ persi di vista; insomma ci frequentiamo meno del solito. Ogni volta che ho cercato di invitarla ad uscire per vederci ha sempre deviato altrove, “evitandomi”. Sinceramente non riesco a capire questo suo comportamento a cosa sia dovuto… Ho cercato di fare chiarezza sulla situazione chiedendoglielo esplicitamente e la sua risposta è stata che io non mi merito una come lei, dato che è troppo impegnata e non ha tanto tempo da dedicarmi ecc. Solite cose che ti dice una donna per liquidarti, uscendone bene dalla situazione… Io mi merito di meglio, e lei non vuole approfittarne della mia bontà e bla bla bla bla…insomma ci siamo capiti; STUPIDAGGINI SIMILI…chiedendomi abbastanza esplicitamente di provare a rimanere semplici amici e vedere che succede.

    Avendo “studiato” il tuo blog mi viene subito in mente di procedere con un bel reset, o no? Tu cosa mi consigli? Insomma, lasciarla andare liberamente, non rispondendola più a messaggi e azionando molto freddo tra noi, vendendola anche il meno possibile, in modo magari di fargli pesare la mia “assenza”, e tornando ad essere semplici amici che si incontrano quando capita e si chiamano o messaggiano per motivi “lavorativi”. Dici che potrebbe andar bene? Il problema è che non riesco a capire però a cosa è dovuto questo suo atteggiamento, dato che nonostante lei sia piena di impegni non mi sono mai permesso di ostacolarla nelle sue cose o di essere opprimente. E nell’ultimo rapporto sessuale credo di essermi comportato abbastanza decentemente, tant’è che che è stato molto duraturo e pieno di emozioni e brividi, al punto che mi ha confessato il suo arrivo al piacere massimo…insomma, male non è andata!

    Uno di questi giorni sarà il mio compleanno, e avevo pensato, dopo questi 3/4 giorni di reset e scomparsa dalla sua vita, di rifarmi vivo e invitandola per una seratina insieme (tanto per passare al caldo, dopo il gelo che prevedo in questi giorni), con la scusa di festeggiare il mio compleanno insieme a lei. Dici che accetterà l’invito dopo questi miei giorni di distacco totale?

    Cosa fare per riattivarla?

    • Ma che te ne frega se sei il primo o diciottesimo, l’importante è essere gli utlimi.
      Un conto è il reset, un conto il caldo/freddo, se li mischi fai un casino.
      Il reset deve durare minimo 10 giorni, e spesso sono pochi, in cui non ti fai più vedere ne sentire, zero assoluto. In più durante il reset devi cambiare, modificare qualcosa di negativo in te, migliorare per far sì che il vostro incontro sia per lei veramente shockante ed emozionante.
      Il caldo/freddo va fatto di solito dopo un reset (fatto bene) voluto, oppure casuale.
      Nel tuo caso credo che un reset sia necessario, anche se potrebbe portarla a non sentirti più (se ormai ha deciso di finire la vostra storia).
      Ps: queste due tecniche funziona per sedurre, il tuo è un caso post-seduzione.

  13. La scusa per invitarla e convincerla invece!?!? Effetto sorpresa? In ogni caso non necessariamente intendo organizzare una serata romantica 😉 ma di intimità tra noi due e stop!

  14. Caro Sensi, grazie ai tuoi preziosi consigli da un paio di mesi mi sto frequentando con una ragazza. L’intesa con lei è molto elevata, così come il rapporto fisico. Abbiamo fatto di tutto…tranne che il rapporto vero e proprio. Purtroppo il tempo per stare insieme è sempre poco, così ho pensato che la notte di capodanno potevamo passarla insieme (ho anche casa libera) per recuperare un po’ tutto il tempo perso…
    Come posso organizzare la seratina per non essere banale e scontato? Avevo pensato di preparargli una cenetta afrodisiaca…ma dubito che si possa fare (scarse capacità mie a cucinare, e lei probabilmente lavorerà fino a mezza notte, quindi sarà disponibile per il dopo capodanno). Consigli?

    • Secondo me basta il pensiero, due candele, una bottiglia di spumante e musica. Il romanticismo non lo si crea con le azioni, ma con lo spirito giusto ;).

  15. grazie…
    l’altro giorno ho visto il film “tot boy” con ashton jutcher… i primi 10-12 minuti secondo me sono un riassunto fantastico di tutta la seduzione, tralasciando il fatto che è un film, è possibile creare una cosa del genere?

    • Non ho visto quel film dall’inizio, solo a pezzi e non mi ha esaltato. I film insegnano veramente poco sulla seduzione, giusto una minima parte sono situazioni interessanti o alcune pellicole (vedi Hitch).

  16. quanto conta il disconoscimento per una ragazza fidanzata?
    ad esempio se non accetta un appuntamento ma una passeggiata per chiacchierare si, cosa cambia nella sua testa?
    Nella mia di testa invece le due cose sono identiche credo!

    • Nella loro è solo una scusa, la passeggiata è meno 2impegnativa”, quindi si sentono meno in colpa. Ma se tu sai sedurre la location ti cambia poco!

  17. Sensei si ho conosciuto un altra ragazza sempre su facebook però con l’altra ragazza la conosco dal vivo però non posso sedurla da vicino visto ke la conosco solo di vista è non so nulla su di lei ecco perchè la stavo conoscendo meglio su facebook le avevo chiesto il numero sembrava tutto fatto ma improvisamente e successo questo fatto ora però e passato molto tempo e non so come comportarmi se le chiedo di uscire sicuramente dira di no perchè e da tempo che non ci sentiamo cosa dovrei fare?

  18. @Antonio: hai apportato dei miglioramenti a te stesso? Hai seguito il percorso? Sei più sicuro di te? In queste 5 settimane hai conosciuto dal vivo altre ragazze? Se hai risposto si a tutte allora sai gia cosa fare, altrimenti sei nella stessa identica condizione di prima quindi “ri-sedurla” darebbe lo stesso identico risultato. Ps: lascia stare fb e vai in giro a conoscere ragazze!

  19. Sensei ho provato a non contattarla per 5 settimane ieri lo contattata e mi ha risposto ora però non so come comportarmi perchè e passato molto tempo dovrei ricominciare da capo a sedurla ?

  20. Ciao Sensei avrei bisogno di un tuo consiglio ho chiesto ad una mia amica di uscire si facebook ma lei mi ha risposto in questo modo nooo però altre volte quando le ho chiesto per esempio il numero non mi aveva mai risposto in questo modo me lo ha dato senza dire di no cosa dovrei fare?

  21. @VICTOR: non devi chiederlo, ma intuirlo e poi decidere tu. Non è questione di essere superiori o strafottenti, ma di essere UOMINI, questo vuol dire, come dici tu, che non le si deve mettere su un piedistallo, ma soprattutto non abbattersi se si comporta male. Tu sei l’uomo, vai dritto per la tua strada. Un complimento al momento giusto, non uno banale, può avere un effetto dirompente, non lo sottovalutare. 😀

  22. io ho non chiedo mai a loro dove piace andare o cosa piace fare, per non apparire insicuro. PER ME E’ UNA COSA FONDAMENTALE.
    cerco di comportarmi allo stesso modo di quando esco con una ragazze per cui non provo interesse. dimenticando il rischio di perderla.

    mi ricordo quando sono uscito con una che continuava a dirmi “dai proponi qualcosa” io avevo in mente qualcosa (che lei mi facesse un pompino) ma ero troppo presto. ho continuato a far finta di niente, come se ero in giro con la mia nipotina di 5 anni.

    DOBBIAMO ESSERE SEMPRE SUPERIORI E STRAFOTTENTI. MAI AVERE METTERLA SU UN PIEDISTALLO PER LA SUA BELLEZZA. è da 5 anni che ho smesso di fare complimenti a una donna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here