Come chiedere un appuntamento è solo l’ultimo passo dopo averla sedotta, non il primo!

A questo punto ricapitoliamo il percorso fatto sin qui: hai messo in ordine la tua immagine ed il tuo fisico:

  • hai imparato a comunicare senza parlare ed comprendere le parole non dette.
  • Hai appreso l’importanza del contatto fisico nella seduzione e quando iniziarlo.
  • Ora è il momento di metterti in gioco: chiedile di uscire insieme.

Solitamente si da troppa importanza al come chiedere un appuntamento senza capire che in realtà il vero duro lavoro va fatto prima della fatidica domanda.

come chiedere un appuntamentoPuò sembrare un concetto banale ma spesso mi scrivono persone che hanno preso un rifiuto, senza capacitarsi della ragione per cui lei ha detto no! La cosa incredibile è che loro non hanno fatto nulla per sedurle, per farle accettare a prendere anche un solo semplice caffè insieme.

Da qui è facile capire come il punto focale non sia come chiedere un appuntamento ma invece come preparare la strada per farsi dire di sì.

E per farlo devi sedurla utilizzano le armi a tua disposizione, come:

Questi sono gli strumenti di base da utilizzare quando si parla con una ragazza, è chiaro che avere anche argomenti, una cultura e cose da dire è altrettanto importante.

Ma in generale, nel primo approccio sono linguaggio del corpo, aspetto fisico e contatto fisico a essere preponderanti. Con il passare dei minuti, però, avranno sempre maggiore importanza i contenuti (es. cultura), ma anche atteggiamento, empatia ed emotività.

Come chiedere un appuntamento, in che modo?

Diciamo che un mino l’hai sedotta e lei sembra interessata a te, ora come chiedere un appuntamento nel modo migliore?

Prima di tutto devi essere sicuro di te, lei non potrà dirti di NO, e se lo dovesse fare rammenta che ogni NO può diventare un SI.

Non ti scoraggiare, non avere paura, è solo una persona, come te e me non deve per nessuna ragione minare la tua autostima. Chiederle di uscire deve essere NATURALE, non una forzatura o un obbligo. Vai da lei. Se ti senti a disagio perché sta con le amiche o con altra gente non ti devi preoccupare di un suo rifiuto o di quello che loro possono pensare.

Chi domanda ad una donna uscire, di fronte ad altri, con il possibile rischio di essere rifiutato, è un VINCENTE. Dimostrale che tu lo sei. Dimostrale che per te un rifiuto non è altro che un piccolo ostacolo che sei in grado di superare con naturalezza.

Vai da lei, ricorda come comunicare con il TUO corpo, il linguaggio del corpo è la base per iniziare ad essere un po’ più sicuri di sé. Guardale viso e volto, tieni le spalle dritte, e che tutto il tuo corpo punti verso di lei.

Una mano in tasca, con l’altra gesticola tranquillamente, non ti muovere come se fossi preso da un attacco di tarantella, voce profonda e prova ad essere morbido, rilassato.

Come chiedere un appuntamento, cosa dire?

Ora ti starai chiedendo cosa chiederle, se esiste una frase ad effetto per far si che accetti subito… mi spiace di deluderti, ma non c’è!

Chiediglielo e basta, senza giri di parole, battutine idiote a corredo che non fanno altro che dimostrare paura ed insicurezza. Deve capire che sei uno di quegli uomini che è sicuro di sé, rilassato e che per te invitare una ragazza è la cosa più naturale di questo mondo.

Le 2 risposte:

  • “Si, mi piacerebbe tanto”. Era quello che volevi, bene!
  • “No, quella sera e tutte le altre da qui al 2038 devo rassettare”. Una donna di rado dirà NO, sono creature meno dirette di noi uomini. Se dovesse accadere non ti scoraggiare minimamente, come nulla fosse accetta con un sorriso e cambia discorso, come se non fosse successo nulla. Ma non disperare, sfrutta le occasioni per stare con lei, parlaci e, se lei ti ha già dato i segnali giusti, aumenta il contatto fisico. Non tentare MAI di compiacerla! Nessuno si sente attratto da persone così.

Si e no sono soltanto parole, la vera risposta che ti darà una donna sarà quella che tu stesso le offrirai.

Spero che ti sia reso conto che come chiedere un appuntamento non è in realtà quel grande problema che pensavi, ma soltanto una piccola parte di una seduzione che ti porterà a farla tua.

309 Commenti

  1. Ciao Sensei, ho notato da un Po di giorni che la ragazza cinese del bar dove vado a prendere il cappuccio mi guarda, sorride e mi fa qualche domanda.
    Io non ho dato eccessivo peso a questo, però essendo una donna carina ho cominciato a essere attratto e, per quel che la circostanza permette…. a sedurla.
    Ho mantenuto la postura dritta con una mano in tasca e l’altra che gesticola, ho fatto un Po di contatto fisico, anche se non come il mio solito inizialmente toccandole la mano quando mi porgeva il cappuccio, e mentre la pagavo. Quando usciva da dietro il bancone, toccando anche il braccio, la spalla e accarezzando la schiena. Una volta, colsi l’occasione, scherzando le ho messo il braccio intorno alla schiena, appena sotto le spalle. Zona scapole per capirci….. Lei non faceva nessuna resistenza.
    Però Sensei, analizzando il contesto e la situazione mi sono reso conto che è una battaglia persa in partenza, perché?:
    _ È sposata e ha figli, ma ciò è solo un dettaglio….
    _ Il marito spesso è presente nel bar, sono entrambi i padroni, e non vorrei essere causa di disaccordo.
    _ Il marito altrettanto spesso non c’è, però è presente la cameriera e la clientela abituale che si conoscono tutti.
    Infatti è in questi momenti di assenza del marito che ho attuato la mia seduzione. Però ho notato che ciò non è passato inosservato ne alla cameriera, ne tanto meno a qualche cliente, è onde evitare che qualcuno potesse mettere la pulce nell’orecchio al marito ho deciso di smettere.
    A parte questo, la decisione di mollare è dovuta anche al fatto che avrei perso solo tempo e energie. Investito solamente io senza alcun riscontro effettivo da parte sua. In questo caso credo sia lei a dover fare qualcosa di più concreto per farmi capire. Io non vedo soluzioni.
    Credo, che capire quando lasciare perdere, o non è proprio cosa sia alle basi di essere alpha. Evitando situazioni imbarazzanti, o anche pericolose, e ovviamente sprecare energie fisiche ed emotive verso un obbiettivo poco chiaro.
    Vorrei, per piacere, sapere il tuo punto di vista, e se magari, anche se complicato, tu vedi un’altra strada per agire. Grazie!

    • La situazione è effettivamente complicata, potrebbe essere che lei si senta trascurata e ti usi per sentirsi meglio, più attraente. Non puoi saperlo davvero e i rischi di fare inutili casini mi sembrano concreti. Secondo me, in un momento in cui siete davvero soli, dovresti dirle all’orecchio che vorresti vederla da solo perché la trovi meravigliosa. Tutto qui, e vedere la sua reazione. Evita bigliettini o simili perché potrebbero finire in mani sbagliate.

  2. Salve Sensei.
    Oggi mi è capitato di essere stato molto seducente con una ragazza, riuscendo, anche in maniera un po’ meccanica, a non sbagliare quasi niente! perchè,forse, se fossi stato impeccabile avrebbe accettato di uscire con me. Saranno 3 o 4 volte che parliamo per qualche minuto e lei sembra un po’ incuriosita.
    Ho notato che lei si impegnava proprio a testarmi! Abbiamo chiacchierato per 5 minuti circa e ho visto che dopo aver superato i primi test con ironia, lei sembrava quasi chiedersi inconsciamente, “che cosa posso chiedergli a questo? Vediamo se è davvero così sicuro di se” in quanto faceva delle pause di qualche secondo a riflettere cosa chiedermi per continuare il discorso, ed io nel frattempo dicevo “ecco che ora arriva un bel test”.
    Come ti ho detto sono stato un po’ metodico ma spero che col tempo la mia seduzione diventi rilassata e spontanea! Ammetto di aver fatto un po’ fatica, nel senso che ero molto concentrato ed avvertivo un po’ la pressione (me lei non ha notato la mia “fatica”). Infatti non ho letto con attenzione il suo linguaggio del corpo perché ero concentrato sul mio linguaggio del corpo e cosa risponderle con ironia. Ma istintivamente mi è sembrato che fosse molto lusingata e incuriosita dalla mia sfacciataggine nel chiederle di uscire dopo poco che abbiamo parlato, nel senso che alla prima occasione che si è presentata nel discorso di un posto dove andare le ho chiesto se voleva venirci anche lei.
    Credo di aver avuto un buon linguaggio del corpo, parlato con calma, superato ogni test solo che quando le chiedevo se voleva venire anche lei, ad una festa della quale stavamo parlando, rideva e non rispondeva, poi le richiedevo se volesse andare da qualche altra parte ( glie lo chiedevo con un tono calmo e un po’ scherzoso con un mezzo sorriso) ma lei niente, ha solo sorriso come a far capire “ho capito che vuoi invitarmi ad uscire” . Sembrava indecisa, sembrava voler prendere tempo. Ma ammetto che per mia timidezza quasi speravo che non accettasse per paura di non sapermi comportare poi nell’appuntamento e lei probabilmente lo ha capito.
    Volevo chiederle il numero ma non ho voluto correre. Le ho chiesto come si chiamava, anche se erano 3 o 4 volte che parlavamo e forse qualche mese che ci conosciamo di vista, le ho stretto la mano e tirata un po’ a me per giocare un po’ e me ne sono andato
    Alla base di tutto ciò Sensei, volevo dirti che a volte mi capita che dopo un “momento di seduzione” a mio avviso andato abbastanza bene. Quando vado a rivedere la ragazza con la quale sono stato seducente, ho come paura di non riuscire ad essere bravo come lo sono stato la volta precedente. Mi metto pressione da solo. Quindi va a finire che quando la rivedo, per paura di sbagliare, di non essere seduttivo come la volta precedente, “non faccio niente”, tipo la ignoro ( pensando che forse male non è in quanto le faccio vedere “che non pendo dalle sue labbra”, ma probabilmente è da beta) o resto distaccato e non continuo a provare a sedurla.
    Vorrei, se possibile, un tuo parere a riguardo Sensei
    Volevo anche chiederti se col tempo la seduzione diventa più spontanea e non molto metodica che richiede molta concentrazione. Anche se a volte sono molto spontaneo, specie con le ragazze che conosco per la prima volta o che non sono molto belle.
    Sensei scusa le troppe parole e grazie per gli insegnamenti che ci dai anche con gli e-book!

    • Io non posso insegnarti a fregartene delle tue seghe mentali, quello è compito tuo ed è la parte più difficile del percorso perché noi tendiamo ad auto-sabotarci, come fai tu stesso con molta “metodica”. Il cervello umano non funziona a settori, non è che una volta sei seducente e l’altra no allora per lei non lo sei mai stato! Se le hai già impresso a fuoco di interessarle non hai più bisogno di strafare, basta essere calmi e naturali invece di sedurla. La seduzione è una sorta di medicina che ha effetto con il tempo, non in modo istantaneo (nella stragrande maggioranza dei casi).

      • Grazie Sensei.
        Innanzi tutto, buon inizio settimana e colgo questo commento per dirti che con il tuo lavoro aiuti molte persone e fa di te una brava persona. Può sembrare una frase semplice da scrivere ma è importante.
        Tornando al commento. Il fatto che hai detto che la seduzione ha effetto con il tempo, è una cosa a cui non avevo mai pensato! Se sono stato seducente, ad esempio una sera, e come se rimarrebbe un ricordo positivo di me per una ragazza? Come se al momento non si sarebbe resa conto dell’essere attratta?
        Poi giusto per capire meglio.
        Quando intendi l’auto-sabotarci, nel mio caso riguarda il “mio non far nulla,dopo seduzione, inutile” o quando speravo un po’ che non accettasse per paura di non sapermi comportare all’appuntamento o entrambi?

        • Il ricordo, l’impressione rimane, ma non è eterna.
          Auto-sabotarsi è un atto personale che ognuno pone in essere per paura di raggiungere lo scopo prefissato, non può essere spiegato o capito con un commento, è qualcosa che devi comprendere tu iniziando a immergerti nella tua mente e personalità, nel tuo passato e capire le ragioni profonde che ti portano all’infelicità.

          • ok grazie Sensei
            Eppure mi sembri molto chiaro, anche se non si può spiegare con un commento!
            Credo di capire il motivo per cui speravo che non accettasse l’invito.
            Volevo uscire con lei perché mi piace ma avevo anche un senso di inadeguatezza nei suoi confronti. Non avevo sicurezza in me stesso. Ero quasi convinto che all’appuntamento sarei stato una frana. In poche parole in me, forse, combattevano l’istinto e la mia vera personalità contro quella parte di me che, forse, il sistema sociale è riuscito un po’ a sopprimere , quella parte che si sente insicura, non all’altezza di lei. Forse è proprio il “vorrei ma non posso” che spieghi negli e-book Sensei!
            Sono risposte che magari col tempo riusciremo a darci meglio!
            Comunque Sensei pian piano l’animale che è in noi riusciremo tutti a liberarlo e allora vivremo la vita con una visione più ampia, reale!

  3. Se una ragazza rifiuta un tuo invito ad uscire significa necessariamente che non le piaci perchè altrimenti avrebbe accettato sicuramente?

  4. Ho conosciuto una ragazza, è la vicina di casa di due mie amiche (con una si conosce da quando avevano 5 anni, ora hanno 20 e 19 anni, mentre l’altra dovrebbe essere 3 anni che si è trasferita in quella via dove abitano loro). Lei è molto carina, mi è piaciuta subito: è solare, simpatica, spiritosa ed intelligente! Io è da un po’ che leggo il sito, sapevo quindi come interagire con lei grosso modo: sono stato ironico, leggero e fatto contatto fisico (eravamo seduti di fianco e sono arrivato a metterle un braccio attorno alla vita e appoggiarle la testa sulla spalla, con lei che poi ha poi “ricambiato” mettendo la sua sulla mia). Vorrei chiamarla e chiederle di uscire, il problema è che lei, abitando a due passi da queste sue amiche, passa tanto tempo tutte le giornate con loro e mi imbarazzerebbe un po’ se fossero tutte e 3 insieme quando volessi invitarla (magari potrebbe anche rifiutare l’invito perché imbarazzata davanti alle sue amiche), come potrei agire? Io pensavo di cercare di chiamarla in un orario in cui sia improbabile che sia con loro… che dici?

    • Vedi di crescere! Hai paura, sei imbarazzato, ma ti rendi conto che atteggiamento da re dei beta stai avendo! Chiamala e smettila di frignare come un bimbetto di 5 anni per la miseria.

  5. Interrompo di nuovo… mi scuso perchè rileggendo il commento che ho scritto mi sono accorto di aver scritto male con molti errori, la fretta, la tipa del commento era la barista ;).
    Alla fine ci tenevo a dire che il mio stato d’animo attuale e la mia visione d’insieme della seduzione l’ho personalmente riassunta con un pensiero che deriva da una mia grande passione, l’astronomia.
    “LE DONNE SONO COME LE STELLE NEL CIELO, ALCUNE SI ACCENDONO, ALTRE SI SPENGONO, MA SE DISTOGLI LO SGUARDO DA UNA STELLA TI RENDI CONTO CHE CE NE SONO MILIARDI, UNA DIVERSA DALL’ALTRA “

  6. Ciao Sensei, poco fa scrissi che sto cominciando il mio personale percorso, visto che più di una volta scrivi negli articoli che alcune esperienze possono aiutare, allora ho deciso di scrivere questa mia esperienza che mi è accaduta in questi giorni e spero che possa essere d’aiuto per capire tante cose per chi vuol provare a diventare un seduttore partendo praticamente da zero.
    Da 2 settimane spinto dalla mia ritrovata verve vitale ,dopo anni di letargo post delusione pesante amorosa, leggendo questi articoli mi son deciso a guardarmi allo specchio, già non sono un gran chè più mettiamoci un fisico da trentenne che non fa più nulla da 6\7 anni e il disastro è completo. Ma nella vita capita di leggere Tps (non smetterò mai di essertene grato) e spinto da un fuoco vitale che mi ero dimenticato ho deciso di cominciare il mio percorso, l’età e l’esperienza cmq. mi hanno permesso di comprendere appieno il significato delle parole specialmente quelle scritte nei tuoi articoli, pochi concetti , semplici , e incredibilmente veri…. quello che scriverò ora ne è la lampante dimostrazione.
    Ricomincio a correre dopo anni, e scopro di sentirmi già meglio, perdo 2 chili in 1 settimana, già che ci sono rispolvero pure i pesi che tenevo in soffitta, ogni giorno ho sempre più voglia di rimettermi in forma, sono sempre più felice di sentirmi vivo ( mi muovo, muoversi è vita )
    Una sera decido di andarmene a prendermi un aperitivo, cerco di mettermi qualcosa di decente con un buon profumo e parto, quella sera conobbi una bellissima ragazza, molto giovane, si siede al tavolo con me ed un mio amico e comincia a parlare del più o del meno, dentro più ci parlo più mi rendo conto che lei è davvero carina, così decido di passare a parlarci qualche giorno dopo, ci gioco, ci scherzo, poi quasi per caso arriva il priimo contatto, le ho detto che aveva le mani da pianista (io suono la chitarra) e lei alza i suoi palmi verso di me, io faccio la stessa identica cosa appoggiando i miei ai suoi, sorride divertita e sembra essere a suo agio nonostante lei insiste a voler saper tutto su di me, ma io resto sempre sul vago senza mai dirle nulla di me (non mi interssava, a me interessava lei) , questo tira e molla va avanti per un paio di settimane, anche se effettivamente non ci andavo tutti i giorni, non volevo essere troppo presente, poi decisi di prendere una decisione, dovevo chiederle di uscire, era già passato troppo tempo, decisi di farlo, così qualche sera fa andai convintissimo, mentre mi prepara la mia birretta, mi parla di un ragazzo che aveva conosciuto la sera prima, e di quanto fosse stato brillante perchè dopo poco che lo conosceva con una scusa qualunque gli aveva chiesto il numero, lei mi disse che ad uno così glie l’avrebbe data subito…..
    scoppiai a ridere, lei mi guardò e mi disse se tutti gli uomini fossero così, e io non potei che sorridere e dargliene atto aveva perfettamente ragione, aveva trovato effettivamente un vero Alfa, e gli dissi pure che glie l’ avrei data pure io ad uno così…
    cmq. il mio obbiettivo personale era di chiedederle di uscire al di là di tutto … e la sera dopo lo feci, davanti a genete al bar, me ne fregai di tutto e di tutti e gli chiesi di uscire, il due di picche arrivò secco come non mai, ma non fa nulla, perchè ho capito da questa storia che agire e farlo sicuri e convinti in se stessi è una cosa fondamentale, io credo che le donne adorano gli uomini sicuri i veri Alfa, alla fine è un 2 di picche ma per il futuro varrà oro, chissà quanti ne beccherò ancora, ma non importa, per migliorare e crescere ed imparare a sedurre, si rischia , si sbaglia, ogni giorno che passa mi sento sempre più convinto e sicuro, è una sensazione bellissima, pensare che una volta mi deprimevo per settimane, mi arenavo per cazzate mirabolanti, le palle le abbiamo tiriamole fuori 😉

  7. in effetti devo ammettere che è vero, come dici tu cerco di programmare troppo, devo rinunciare ad avere l’illusione del controllo (semi cit.), ovviamente è più facile a dirsi che a farsi, ma ci sto lavorando… rileggendo i commenti mi sembra di aver capito che, in linea di massima, l’importante è averla sedotta prima e quindi la si può anche invitare a casa propria il giorno stesso che la si ha conosciuta se lo si è fatto, poi conoscendo come sono fatte le ragazze, potrebbe anche non accettare seppur le piacessi… in quel caso fare un passo indietro, vedere quello che succede e… quel che sarà, sarà!

  8. Il mio dubbio era proprio questo! Mi ricordo che nell’ebook scrissi che se vuoi fare sesso con una ragazza devi fare di tutto per ottenerlo anche al primo appunamento perché tanto non se la sarebbe presa!Ora mi chiedo: è sbagliato, in linea di massima, provare a spingere troppo sul acceleratore con una ragazza appena conosciuta ed aspettare l’appuntamento o è l’invitarla a casa che magari è esagerato? Se andassimo a fare un giro e mi capitasse l’occassione dovrei osare o potrebbe compromettere la conquista (dopo averla baciata s’intende)? So che dici sempre, e condivido pienamente, che non c’è una regola fissa, ma sono un po’ confuso dopo quello che ho letto sul ebook e il tuo commento che dice che la fretta in seduzione è una pessima consigliera!

    • Ma nell’ebook non ho scritto di avere fretta! Il concetto è chiaro, sei tu che cerchi da me una risposta precisa e infallibile, prova a rileggerlo e non c’è scritto quello che dici tu, ma solo che se una ti piace di provarci anche la prima sera, se l’hai sedotta.

  9. Io non sono mai stato il tipo di persona che frequenta locali ma, da un po’ di tempo, per via anche di persone che ho conosciuto, ora ogni tanto mi ci ritrovo! Ho provato ad approcciare delle ragazze e devo dire che è anche divertente, nonostante il caos mi faccia capire poco o nulla di quello che dicono! Ora, considerando che in questi contesti non è raro che si trovi qualche ragazza che sia in cerca anche solo di una partner per divertirsi un po’, ci può stare osare di più e magari invitarla appena incontrata a casa propria cosa che, ovviamente, con una donna appena conosciuta in un altro luogo evito di fare?

    • Dipende dalla situazione, da lei, da te e da tanti altri fattori. Di solito, comunque, meglio evitare: la fretta è una pessima consigliera in seduzione.

  10. ciao sensei
    dopo qualche uscita “di gruppo” con alcune amiche ho invitato ad uscire una che mi piace per un “banale” caffè/aperitivo nel pomeriggio…l’ho invitata il giorno prima anche per darle il tempo di organizzarsi..
    Mi ha detto che mi avrebbe fatto sapere ma solo in tarda serata del giorno dell’eventuale “appuntamento” mi ha mandato un messaggio di scuse dicendomi che era andata al mare e che tornata stanca le è preso sonno…mi ha chiesto anche come stessi…
    a me è sembrata una scusa molto banale visto che parliamo di una 40enne…
    io solo la mattina seguente le ho mandato un sms scrivendole “tutto bene grazie. buona giornata”
    ora secondo te come mi dovrei comportare ? la ignoro per un po’ ? provo a reinvitarla ? oppure la lascio perdere definitivamente ?
    grazie

    • Dipende a che punto è la seduzione con lei, in generale ti direi di aspettare qualche giorno per poi invitarla di nuovo.

  11. Sensei, l’ho lasciata tranquilla, e per caso l’ho incontrata pochi giorni fa in un locale,e lei, beh era… Con un suo “amico”… Io sono andato ugualmente a parlarle, ci ho scherzato un po’, ecc… Ma lei mi era sembrata parecchio fredda, come se non gliene fregasse proprio nulla (la sensazione che mi ha dato è stata proprio questa). Il suo linguaggio del corpo però non mi era sembrato scostante.
    Inoltre, in maniera indiretta, le ho chiesto se era interessata a venire con me a un evento, ma lei mi ha risposto che Voleva andarci con una sua amica, dicendomi anche “beh se proprio vuoi, ci vai con qualcun altro”.. A quel punto, poco dopo, mi ha pure presentato il suo “amico” (con cui non parlava afatto), e mi ha salutato, doveva andare a casa…

    Qualcosa mi dice che questa occasione è stata persa… Tu che ne dici, Sensei? Dovrei cercare ancora un qualche contatto o dovrei lasciarla andare?

    • Se fossi in te la lascerei andare, non siete ne innamorati ne altro per cui struggersi per unadelle tante non vale la pena.

  12. Sensei, ho “quasi” fatto come hai detto tu, cioé di lasciar fare l’Universo… Nel senso che, un paio di giorni fa, la ragazza di cui ti ho parlato nel post precedente, mi ha contattato indirettamente (tramite commenti du fb)… A quel punto l’ho contattata in chat, lei sembrava felice di sentirmi, ed ha anche accettato l’invito ad uscire…

    Bene, la sera stessa, durante un’uscita con due amici (sia miei che suoi), scopro che anche lei sarebbe venuta nella discoteca un cui stavamo andando (l’ha invitata la sera stessa uno dei miei amici)…

    Questa volta non faccio lo scemo, ma ci parlo, ci scherzo, ci ballo, contatto fisico più che amichevole, e lei anzi mi abbraccia, si stringe, gioca ecc… Però dopo circa un paio d’ora cambia, si raffredda, e siccome la discoteca non è neanche il mio forte e non so ballare, di tanto in tanto ci parlo, ma niente di più… Da come stavano andando le cose, per non fare danni ho trovato una scusa e me ne sono andato… Il giorno dopo l’ho chiamata e non ha risposto, poi però le ho scritto e in sintesi le ho chiesto di uscire, ma lei se n’é uscita con un “oggi non mi va e poi devo studiare”, alché ho risposto con un “va bene, buono studio, ci sentiamo, ciao”…
    io so all’incirca quali saranno gli eventi in cui andrà con le sue amiche nei prossimi giorni…

    Cosa dovrei fare? Secondo te dovrei cercare di invitarla di nuovo domani/dopodomani, o dovrei cercare di incontrarla per caso? oppure dovrei fare un altro mini-reset per chiamarla tra qualche giorno?

    • Lasci fare l’universo ma poi il giorno dopo come il peggiore degli Orsetti del cuore la chiami e infatti lei ti ha rifilato un due di picche gigantesco. Lasciala tranquilla per un po.

  13. Gia le ho fatto qualche apprezzamento e le ha fatto piacere, posso andare ancora un po’ avanti a far così ma poi cosa le posso dire, visto che non è una incontrata al bar ma è una mia insegnate

  14. Ciao sensei seguo il sito da un po’ di tempo, ho 24 anni frequento in questo momento una scuola di francese, mi interessa un’insegnate che è sulla trentina, c’è possibilità che senza creare imbarazzi lei mi dica di si ad uscire, o è troppa la differenza di età?

  15. Sì, difatti sono Consapevole di aver agito da completo idiota.. Quello che volevo sapere è se si può porre rimedio alla presente situazione con questa qui, e in quale modo, se devo aspettare/sperare di rivederla dal vivo oppure se non sia inopportuno scriverle..

  16. Ciao Sensei,

    una settimana e mezzo fa, dopo tanto tempo, in una discoteca, ho incontrato una ragazza che avevo visto molto tempo prima, solo una volta.. Io non mi ricordavo di lei, ma lei di me sì… E beh, sono stato un completo imbecille, perché non ho agito nonostante lei mi inviasse segnali ben precisi (occhiolino, sorrisi, inviti ad avvicinarmi, cose così…) Quando me ne sono andato lei mi guardava pure col muso…

    Qualche giorno fa la incontro di nuovo in un altro locale, qui ho avuto un suo contatto, e nonostante stesse già parlando con un tipo, riesco, per un po’ a “strappargliela”, ma anche qui ho agito come un completo idiota, perché dopo un minuto se ne è andata e non l’ho vista più (e preciso che anche in questa occasione mi ha mandato lo stesso genere di segnali)… Il giorno dopo l’ho contattata, le ho chiesto di uscire, ma lei mi ha invece proposto un’uscita di gruppo (abbiamo degli amici in comune)… Il giorno prima di questa ipotetica uscita le ho inviato un paio di messaggi, ma lei non ha risposto (anche se li ha visualizzati)…

    Arrivato a questo punto credo di fare un mini reset, ma non so se sia la soluzione migliore… tu che ne pensi?

  17. Ok va bene proverò anche se come hai scritto a volte mi capita di aver paura di sbagliare e questo mi blocca perché sono uno che pensa molto.. E ho il timore che se dovesse rifiutarmi dalla volta dopo ci sia disagio sia da parte mia che sua.. Scommetto che questa cosa a me non debba interessare

  18. Ciao Sensei, ho un consiglio da chiederti, posso dire di essere un bel ragazzo ho 20 anni, ma non sempre riesco a fare quello che dovrei per provarci con una ragazza.. Ho conosciuto questa ragazza ad un corso di inglese che sto frequentando, diciamo che abbiamo parlato poco e la maggior parte delle conversazioni le abbiamo fatte nelle conversazioni in inglese, tutto questo si è svolto ridendo e scherzando, ma mi sento frenare perché non so come fare ad approcciarmi visto che praticamente ci vediamo ad ogni lezione e abbiamo poco tempo per parlare e se facessi un passo falso potrei rovinare tutto in partenza e da li in poi ci sarebbe sempre un distacco , non so proprio che fare.. Leggendo vari commenti praticamente è stato sempre detto di buttarsi, ma cosa dovrei dire per invitarla ad uscire per conoscerci?

    • Ti va un aperitivo dopo la lezione, magari un giorno di questi? Insomma, tu invitala come ti viene meglio, quello che conta è che lo fai in modo semplice e diretto. Se hai paura di sbagliare allora non agirai mai.

  19. Ciao Sensei, ho conosciuto da poco una ragazza in un gruppo di amici dell’università. Il primo giorno c’è stato solo uno scambio di sguardi ma la sera stessa lei ha chiesto ad un mio amico il mio nome e mi ha aggiunto su facebook ( la cosa particolare è che ha chiesto solo di me e aggiunto solo me tra tutte le nuove persone che ha conosciuto quel giorno). Oggi abbiamo parlato da soli e domani vorrei chiederle di uscire… COme dovrei interpretare il suo gesto? Qualche consiglio per chiedergli di uscire conoscendoci comunque poco?? Grazie!

  20. Ho conosciuto una ragazza tramite delle mie amiche, siamo usciti in gruppo qualche volta finché, dopo aver creduto di averla sedotta, provo a baciarla. Risultato: 2 di picche. Mi dice che non le piaccio e che non vuole uscire con ragazzi più piccoli (18-20). Io, dopo questo suo comportamento (forse sbagliando), decido di optare subito per un reset che, incluso oggi, dura da 6 giorni. La ragione per la quale ti scrivo però è che lei ieri mi ha mandato un SMS con scritto “Ciao, come va? è da un po’ che non ci sentiamo”. Aggiungo anche che a me sembrava stesse molto bene con me e che un po’ mi hanno sorpreso le parole che mi aveva detto. Come pensi che sia meglio agire ora? Continuo il reset per altre 2-3 settimane, oppure dopo questo messaggio lo posso interrompere in qualche modo per riprovare subito?

    • devi capire che un reset non le farà cambiare idea, non è che se lo fai poi lei ci sta! La funzione del reset è sia quella di darle tempo per riflettere e sentire la tua mancanza SIA quello di darti l’opportunità di meditare su te stesso, i tuoi errori e cambiare, migliorare. Come vedi lei si è mossa ora sta a TE decidere come risponderle, questo è crescere e prendersi le proprie responsabilità.

  21. Buonasera caro Sensei, ascolti, se, dopo aver ricreato l’atmosfera, si chiede un appuntamento ad una ragazza, con la quale c’era già stato contatto fisico, e questa risponde in modo ambivalente, senza accettare né rifiutare, una risposta come ” mmm sì, ma ne parleremo in un’altra occasione per decidere i tempi… “, ma, durante la conversazione, sembrava non aspettasse altro che quella proposta, cosa significa? Voglio dire, è un velato e cortese rifiuto? E, considerando che non si può certo contare sul fatto che sia lei a farsi sentire per decidere sul da farsi, dovrei farlo io col rischio di inzerbinarmi? E’ un terreno un po’ difficile!

    • Troppe seghe mentali, aspetta almeno una settimana e poi invitala, se non accetta allora vuol dire che non le piaci.

  22. Gent. Sensei,
    a capodanno ho conosciuto una ragazza con la quale ho trascorso 2 ore, nelle quali abbiamo ballato, ci siamo baciati più volte e abbiamo fatto molto contatto fisico. Sembrava molto focosa e attratta da me, come altri presenti mi hanno fatto notare. Abbiamo fatto una foto insieme (che in questi giorni verrà pubblicata), le ho chiesto il numero, lei mi ha chiesto il nome per aggiungermi su facebook, mi ha presentato alle sue amiche, mi ha detto dove abita e mi ha fatto diversi complimenti. Le ho detto che mi sarebbe piaciuto uscire con lei e ha dato segni di tentennamento, ma che mi sono parsi normali. Dopo queste 2 ore insieme e dopo la mia proposta mi è venuta ancora a cercare per salutarmi un’ultima volta.
    Dopo 2 giorni le ho scritto (sms di rito, ma non troppo banali, che hanno sempre funzionato), lei mi ha risposto con palese sufficienza, sempre con grande ritardo, come se le avessi dato fastidio, ovviamente non mi ha più cercato su facebook.
    Com’è possibile un voltafaccia simile?
    Dovrei chiederle comunque di uscire o c’è qualcosa di meglio che si può fare?
    Grazie in anticipo!

    • Come ho scritto in un altro commento poco fa è inutile tentare di capire le donne, lascia stare. I fatti sono che per ora ti risponde con sufficienza ma ti risponde, per cui forse è il caso che tra un paio di giorni la chiami e parlate, perchè in troppi si nascondono dietro gli sms per paura e questo le ragazze lo sanno.

  23. Alessio2:
    premetto che mi fa piacere che ci sia l’ ”intromissione” di altri,perchè in un sito-blog come questo penso che lo scambio reciproco di esperienze,positive o meno,possa aiutare tutti,chi le condivide e chi le legge.
    Probabilmente quando hai postato il tuo commento non c’era ancora il mio del 30 novembre.Leggilo,se ti va.Puoi capire come lei,pur facendo a volte la stronzetta,altre volte è l’esatto opposto,e mi sembra la ragazza più simpatica e divertente del mondo,ieri mi sono divertito parecchio,ad esempio.
    Certo non ti dico che sia ‘dolce’ perché non lo è quasi mai,anzi il suo carattere è spesso un po’ acido in generale,ma non solo con me,sento come a volte parla di alcune sue ”amiche”,di come considera quelli che a tutti i costi vogliono fare i buoni e i gentili…è il suo carattere,e forse mi ha affascinato anche questo di lei,anche perché io non sono poi così diverso,pur avendo (e so di aver sbagliato) all’inizio mostrato solo il mio lato ‘tenero’,pensando come un idiota che servisse a qualcosa,poi per fortuna TpS mi ha illuminato.
    Comunque,detto questo,condivido le tue alternative.
    Le motivazioni del tuo punto 1) non le condivido perché penso possa darmi molto lei,nonostante certi suoi modi di fare.
    La 2) in realtà è quella a cui penso da tempo,ma il Sensei recentemente mi ha sconsigliato di farlo dicendomi di osare ma in altro modo per il momento.Cosa certa è che io prima o poi lo farò,me lo sono ripromesso,ora è presto anche per i casini che ho combinato le ultime volte…ma quando d’istinto sentirò di farlo lo farò,senza premeditarlo giorni o settimane prima perché sarebbe deleterio in termini di ansia,aspettative etc..

    SENSEI: perché mi facevi quelle due domande l’ultima volta? Che elementi trai dalla mia risposta? Sai che il tuo parere mi interessa sempre,anche quando non è quello che vorrei sentirmi dire…

    • La tua insicurezza conn le ragazze è palese anche attraverso un pc, e si intuiva che non avevi molta esperienza ma soprattutto di tipo sentimentale. Per questa ragione continuo ad essere dell’idea di prenderti dle tempo e imparare un minimo di seduzione con ragazze che ti coinvolgono di meno.

  24. junior.senior: Sai, anche io, un po’ di tempo fa, la pensavo come te, se una mi piaceva volevo andare fino in fondo anche se lei mi trattava male… alla fine quello che ottenevo era un nulla di fatto e un carico di sofferenza che dovevo sopportare perchè non riuscivo a conquistare questa o quella ragazza, mentre loro se la godevano perchè avevano me sempre disponibile e le facevo sentire delle regine(in poche parole le mettevo su un piedistallo)…non puoi capire che rabbia che mi faceva…
    Ora ho capito,anche leggendo “Donne che amano troppo” di Robin Norwood, che effettivamente io davo troppo e ricevevo quasi niente se non niente. L’articolo del Sensei: “Lasciala andare”, dice delle cose,a mio parere, molto giuste che dovresti rileggere e comprendere. Ma capisco che tu adesso vuoi andare fino in fondo perchè non credi a quello che diciamo e devi provarlo sulla tua pelle ed è giusto cosi. Comunque io, se fossi in te, avrei 2 scelte:
    1) la lascerei andare perchè una così è meglio non averla accanto…
    2) la affronterei e alla prima occasione proverei a baciarla senza crearmi troppi problemi su quello che potrebbe pensare e quindi rischierei. Ma penso che tu non sia ancora pronto per fare questa cosa perchè ci vuole tanta faccia tosta e coraggio e,in più, devi essere sicuro di te e deciso…
    Credo, correggimi se sbaglio Sensei, che queste siano le uniche tue scelte per avere qualche briciola di possibilità con lei.

  25. E ti rispondo che il tuo parere per me è importante,ovviamente,se no non starei a scriverti qui oltretutto,a leggere tutto il sito e tutti i tuoi commenti(da settembre ogni santo giorno vengo qui a leggere le tue risposte ai commenti,e sono cose che mi aprono la mente,davvero,non sto esagerando).
    Tu già da tempo mi hai inquadrato benone,devo dire,ma io so veramente quanto la mia situazione personale mi pesi,in primis per lei e anche per altro,nonostante i miglioramenti importanti che ho fatto grazie ai tuoi articoli,ai tuoi commenti e ai tuoi ebook.
    Comunque ti rispondo subito:non sono mai stato fidanzato,come dicevo altre volte ho solo alle spalle rifiuti,tre per la precisione.
    Dovuti forse a tanti aspetti di me,che ero un tipo poco socievole ai tempi della scuola,ma sta di fatto che io aspettavo sempre che magicamente succedesse qualcosa,e poi non accadeva nulla ovviamente,e allora io conoscevo solo due vie,dichiararmi o invitarle,col medesimo risultato anche perché due delle tre erano pure fidanzate,venni a scoprire dopo.
    Comunque questa mi da sensazioni diverse,mai provate da me prima,al di là della forte attrazione fisica(mi basta fare un leggero contatto fisico per vedere i risultati su di me… 🙂 ),per questo voglio provarci fino in fondo.
    Diciamo che se questo non è amore allora non lo era nemmeno lontanamente per le altre,ed è comunque quanto di più vicino all’amore io abbia mai provato,mettiamola così.
    Vero è come dici tu che non sto agendo né di istinto né di esperienza…Devo riprendere il controllo di me,azioni ed emozioni come dici,perchè tutti i buoni propositi post reset sono andati a farsi friggere,ho finito come l’anno scorso a farmi ‘comandare’ dai suoi stati d’animo,a dar peso alle sue parole facendomi condizionare da lei,dimenticando che l’unica cosa che conta è il mio agire,come dici tu.
    Devo riportare la seduzione sul terreno del gioco,di cosa anche divertente,liberandola dal senso di drammaticità che ho dato alla mia.
    Oggi ad esempio siamo stati insieme 2 ore,nella prima parte per vari motivi ci siamo scontrati,c’è stato un diverbio.Verso la fine abbiamo riso e scherzato perché lei ha cominciato a parlare come una bambina per scherzo,io sono stato al gioco,l’ho alimentato e poi abbiamo finito per raccontarci aneddoti,sempre in tono allegro e scherzoso,di quando eravamo davvero entrambi dei bambini,e abbiamo passato così una mezz’ora circa.In questi momenti sto davvero bene,mi sento bene,come se parlassi con una persona che conosco da una vita,e mi succede solo con lei.Spero che questi momenti servano ad aumentare l’empatia tra noi,anche se dall’altro non vorrei mi portassero in zona amicizia a lungo andare,cercherò di evitarlo spingendo sul contatto fisico,osando come mi suggerivi tu,esponendomi di più.

  26. Quello che dici è giusto e condivisibile Alessio2,ma io un lungo reset di quasi 4 mesi (tutta l’estate più settembre) l’ho già fatto,proprio per cambiare e migliorarmi,ho fatto molti passi avanti dal punto di vista personale,e se ne sono accorte anche le persone che mi circondano pur non sapendone i motivi.
    Proprio quei mesi mi hanno fatto capire quanto realmente tengo a lei (al contrario di come capitava con altre prima,che riuscivo a dimenticarle dopo un po’),francamente se non vogliamo usare la parola amore non saprei come dire,ma ora sta di fatto che mi sento attratto e legato a lei più di prima se possibile,è una cosa irrazionale ma ci sono anche elementi razionali (per una serie di ragioni che sarebbe troppo lungo spiegare) che mi dicono quanto lei possa essere un’opportunità importante per me,lei più di altre.
    Il sito l’ho letto tutto,più due ebook,ma per un motivo o l’altro finisco sempre per sbagliare di nuovo.E’ come se quando me la vedo a fianco il mio cervello non riuscisse più a ragionare bene,non sono più lucido…
    SENSEI: non lo so se non ce la faccio a lasciarla andare,so però che non voglio! Per i motivi che ho appena scritto,io la voglio e la ritengo un’opportunità troppo importante per me.
    Penso inoltre che se il destino o l’ Universo come dici tu mi ha dato la possibilità di riaverla a lezione quest’anno (cosa tutt’altro che scontata) un motivo ci sarà,è una nuova possibilità per me,e voglio sfruttarla.
    Non è né di quelle situazioni impossibili né quelle che racconti anche tu in cui il ”lui” di turno ha fatto una seduzione al limite della perfezione e poi le cose non sono andate comunque…allora lascerei andare sereno,consapevole di aver fatto tutto il possibile anche se poi non è bastato,ma così no,lo vedi tu stesso che faccio ogni tipo di errori,se mollassi tutto così potrei vivere col rimpianto di non averci saputo provare come si deve,e non voglio che accada perché sono cose che fanno male,più di un suo definitivo rifiuto.
    Per questo voglio andare avanti,oltretutto per lavoro devo comunque continuare a frequentarla (tra l’altro resisterle,proprio fisicamente intendo,quando ce l’ho accanto è durissima,non mi era mai successo con nessuna prima).Avrò la possibilità di fare un mini-reset di 15-20 giorni nel periodo di Natale,poi si vedrà,nel frattempo cercherò subito di cambiare registro con lei.
    Ti ringrazio per tutto il tuo aiuto nei mesi passati e ti sarò grato se di tanto in tanto vorrai continuare a rispondere ai miei commenti futuri sulla questione pur non condividendo la mia decisione di non mollarla.(Ma il mio personale percorso continua,a prescindere)
    Con tanta stima e riconoscenza.

    • Io ti do solo la mia idea, il mio parere, magari per farti anche soltanto riflettere per qualche attimo. Credo che la vera forza nei rapporti interpersonali di qualsiasi genere sia nel trovare il giusto equilibrio tra esperienza e istinto e mi sembra, in questo momento, che tu non segui ne l’uno ne l’altro, ma soltanto un capriccio. Spero di sbagliare e credo anche che tu debba rirpendere il controllo delle tue azioni ed emozioni e allora, forse, le tue chance conlei aumenteranno. Mi sorge il dubbio: quante ragazze hai avuto? E di quante ti sei innamoratod avvero e sei stato ricambiato?

  27. junior.senior : Mi intrometto anche io e dico che sono pienamente d’accordo sia con Sensei che con yngwie83. Mentre resetti e la lasci andare ti consiglio caldamente anche di rileggerti TUTTO il sito perchè mi pare chiaro che non fai quello che dice e scrive Sensei. Perchè usi la logica e fai il confidente con una che ti piace quando sul sito c’è chiaramente scritto che non si deve fare? In più quando lei ti fa delle affermazioni sgradevoli tu neanche rispondi a tono! Ammetto di aver fatto anche io questi errori ma alla fine ho capito e me la sono cavata da solo perchè sul sito c’è TUTTO scritto, sta solo alla nostra sensibilità e un po di esperienza capire dove stiamo sbagliando e come agire di conseguenza anche grazie alla nostra intelligenza, e non penso che tu sia uno stupido! Devi anche capire che la dignità è un qualcosa di troppo importante e non devi assolutamente perderla, ancor di più per una che non ti vuole e ti tratta male, perchè rappresenta l’amore che hai per te stesso. Solo quando riesci ad amarti puoi dire di amare veramente una persona… Il consiglio che voglio darti anche io è, durante il reset, prima di riprendere “l’equilibrio”(come dice Sensei) emotivo prendendoti cura di te stesso(sul sito,ripeto,c’è tutto quello che si deve sapere basta solo leggerlo e comprenderlo) e POI metterti veramente in discussione sia con le ragazze che nella vita in generale e sbagliare, sbagliare e ancora sbagliare tante volte come abbiamo fatto e continuiamo a fare tutti noi che non vogliamo essere dei mediocri in questa vita. Tu vali molto e devi capirlo, a questa ragazza non vai bene come sei adesso e devi lasciarla andare per il tuo bene e andare avanti senza MAI arrenderti(chi si ferma è perduto!).

  28. Che la situazione mi stia distruggendo lo so,è davvero pesante da sopportare come dici tu yngwie83,ma io non voglio mollare perché ho la consapevolezza che se cambio realmente una chance posso averla con lei,ed è quello che mi sembra che dici anche tu Sensei,o pensi che non ci sia più speranza?

    • Continui a sbagliare… solo un uomo con le palle sa lasciare andare una ragazza, se nonc e la fai non è per varie ragioni importanti e profonde, ma solo perchè TU non ce la fai, il resto sono solo parole e scuse.

  29. Sensei ancora una volta hai ragione!
    Lo so che in quell’episodio ho commesso tutti gli errori possibili,e questa è la cosa che mi fa più rabbia. Fino a maggio scorso io non conoscevo TpS e quindi ho passato quasi un intero anno scolastico a combinarne di tutti i colori con lei,non mi spiegavo perché le cose non andavano con lei quando solo un paio di mesi prima percepivo dei segnali di interesse da lei.che è stata in realtà la prima a sciogliersi,a spostare il nostro rapporto dal professionale a un livello personale,confidenziale.Da lì paradossalmente le cose sono peggiorate perché io ho iniziato a mostrare il mio interesse facendo l’orsetto del cuore e lo zerbino.Il resto è storia,lo sai anche te… Ma ti dico che mi fa rabbia perché io ora so dove sbaglio,so di sbagliare in questo e quello prima ancora che me lo dica tu ma poi ci ricasco sempre,nei soliti errori,ti giuro che vorrei prendermi a pugni in faccia! Ogni voltami dico ‘ok,da domani le cose cambieranno’ e poi invece….La ”cosa” non è mai andata in primis per errori miei secondo me,penso tu alludi a questo.Credo che se al posto mio ci fosse stato non dico un maestro come te,ma uno bravo 1/10 di te lei sarebbe stata conquistata da mesi.Perchè alla fine è una ragazza più piccola di me,che non si ritiene bella perché in effetti non lo è anche per gli altri (per me lo è,ovviamente),non è fidanzata (e forse non lo è mai stata) e quindi in queste cose ha zero esperienza (non è che io sia tanto meglio eh….ho solo preso qualche due di picche in più). Insomma,non dico una preda facile ma leggendo le storie degli altri ci sono imprese più complicate (sulla carta) che conquistare lei…Certo,è un bel po’ stronzetta,sembra che si diverta a giocare con me,a farmi male.
    Ora penso mi ci vorrebbe una breve pausa da lei,per riordinare le idee e poi ripartire all’attacco,ma attualmente non è possibile. Cercherò di essere più solido,sereno e freddo,di uscire dalla sala d’attesa in cui come dici tu mi ci sono infilato da solo.Ogni volta buoni propositi e poi cado nei soliti errori.Uffa!!! Spero di poter REALMENTE cambiare atteggiamento dalla prossima volta con lei!
    (E non ritorno più sui discorsi dell’altra volta,farò come se non ci fosse mai stata quella discussione,penso sia la cosa più giusta)

  30. @junior.senior: Scusa ancora l’intromissione, ma leggo nei tuoi commenti che, passami l’espressione, non ci sei più con la testa, non sei sereno, lucido, sei entrato in un vortice che ti sta rovinando.
    Mi viene da darti un solo consiglio (Non ho letto tutti i tuoi commenti, credo però che sia stato tra i primi – se non il primo – che può averti dato Sensei): Resetta e lasciala andare. Fanculo Lei, fanculo le lezioni, non contattarla, non risponderle, non vederla, non cercarla. Cambia numero di cellulare, cancellati dai vari social network, eliminala dalla tua vita. Riprenditi la tua. So bene, credimi, che è difficile all’inizio ma questa situazione – da quel che leggo – ti sta distruggendo. Per te è una cosa enorme, ti sta rovinando. E’ una ragazza (a quanto sembra anche stronzetta) che non ti vuole, punto, niente di più. Non fa nulla, succede. Riprenditi la tua vita, perchè te la stai rovinando e – ripeto ancora – Sparisci TOTALMENTE dalla sua vita. Sparisci e non contattarla mai più.

    • O come dice yngwiew83 oppure impari a gestire la situazione dandole comunque ripetizioni (alla fine è un lavoro, non te lo scordare) e lasciandola andare davvero, sta a te trovare la tua strada.

  31. A rileggere il mio commento (un po’ patetico,lo so) può sembrare che non mi abbia detto niente di così trascendentale,ma ti assicuro che l’effetto che ha avuto su di me è stato pesante,perchè poi me lo sono sentite dire da lei una dopo l’altra quelle cose.
    Sarei un signor nessuno che non la conosce e poco dopo,come quasi sempre del resto,mi dice ‘vedi questa foto’,’vuoi vedere questo video?’ e altre cose che riguardano lei naturalmente,mi vuole raccontare fatti suoi .Fesserie,piccole cose,per carità,ma si vede che mi vuole coinvolgere.Poi però quando sono io a farle una domanda che scaturisce da quello che mi dice lei o così perché noto una cosa mi dice che mi devo fare gli affari miei.
    Ma c’è un senso a tutto cio’? E’ normale?
    Io con le persone mi rapporto in maniera semplice:o ci voglio avere a che fare o no,se do confidenza so che si finirà a parlare di cose personali,altrimenti non do confidenza.Lei invece è sempre ambivalente!

    • Il tuo commento non era “un po’ patetico”, ma molto patetico, eccessivamente! E basta, datti una svegliata, c’è scritto in decine di articoli e commenti che le ragazze sono come i ragazzi e che di seduzione non ci capiscono nulla e di non usare la logica e tu che fai? Usi una logica malasana per comprendere e scartabellare ogni minma cosa che dice e che fa. Lei sa che sei debole e privo di carattere, magari ancora non è sicura di te, se sei interessato ma di sicuro sa che così non ti vuole e questa “cosa” è destinata ad andare male se non ti dai una regolata. Lei non è ne confusa ne ambivalente, è solo una ragazza come tante (anche un po’ stronzetta da quello che scrivi) che si trova in una situazione che da un lato le da fastidio (ricorda che è li per le ripetizioni non per giocare) dalla’ltro se la gode perchè sei palesemente il suo orsetto del cuore personale. Ogni volta mi chiedi allora faccio questo, quest’altro o cosa senza capire che non esistono del cazzo di strategie valide se TU non sei solido, sereno e freddo. Renditi conto che in questo aneddoto hai fatto tutti gli errori possibili e immaginabili, anzichè focalizzarti su ogni minima cosa che dice questa perchè non provi a renderti conto di quanto sei diventato realmente patetico. Parli di amarla quando è palese che non è amore, l’amore non si regala così, non nasce perchè una ha un bel visino e ti fa stare bene, è qualcosa di molto più profondo. Magari di questa non ti piace manco come scopa e tu dici di amarla? Basta commenti da sfigato, basta piangersi addosso, datti una svegliata perchè sono mesi che sta cosa va avanti e se non va ci sarà un diavolo di motivo? Ti sei infilato da solo in sala d’attesa, ne devi uscire e scegliere una nuova direzione per te, per stare meglio.

  32. Ciao Sensei,so già che quello che ti scriverò ti farà arrabbiare e hai tutto il diritto di mandarmi a quel paese,ma sento il bisogno di parlartene.Ieri ho fatto un passo indietro,perchè sono un coglione.Iniziata la lezione mi accorgo che lei non si era esercitata da sola come le avevo detto in un sms che le ho mandato giorni prima,perché dovevo inviarle una foto di un formulario che mi aveva chiesto. Quando le chiedo siegazioni dicendole che le avevo pure mandato un sms (al quale aveva risposto ”sisi”) mi dice che se ne era dmenticata,che comunque legge solo gli sms in cui le dico a che ora vederci (immagina come potevo sentirmi…).Mi accusa di fare troppo,cioè più del mio dovere e che non dovrei romperle le scatole con queste cose (di studiare,esercitarsi etc..). Le rispondo che non deve parlarmi così,che lo faccio innanzitutto per dovere,ma anche perché ci tengo che lei migliori e vada bene (il mio cervello diceva che ovviamente lo faccio perché ci tengo a lei anche in un altro senso,ma non potevo dirlo…). Lei sembra non capire,anche da altre piccole cose che mi ha detto deduco che è come se lei non fosse minimamente consapevole del mio interesse (mentre altre volte sembra l’opposto…non ci capisco nulla!). Poi non ricordo bene come ci siamo arrivati mi vado a impelagare in una discussione,come un idiota,in cui lei mi dice che le persone importanti della sua vita sono 2-3,che io non la conosco perché lei viene da me a studiare. Ribatto che io penso sia vero il contrario,credo di conoscerla,di conoscere il suo carattere,anche perché con me lei parlava di tante cose sin dall’anno scorso (lei mi chiedeva persino mesi e mesi fa cosa ne pensavo del suo carattere,com’è secondo me).
    In pratica questo credo dovesse essere per giustificare il suo punto di vista secondo il quale io mi preoccupavo eccessivamente di lei,oltre il dovuto,metre dice che sono solo chi le fa ripetizioni…
    Io ci sono rimasto male male,di merda,perchè per me è stato in pratica come sentirmi dire che io non sono nessuno per lei…
    Ho sbagliato a entrare in questa discussione,a sottolinerarle come il nostro rapporto è sempre stato non solo quello semplice tra insegnante e studente,ma è evidente e lei invece mi viene in pratica a dire il contrario! Che senso ha?
    Avrei dovuto svicolare e non risponderle in quel modo,lo so,ma sono stato travolto dalla discussione e non ci ho visto più…
    So che non bisogna dar troppo peso alle parole,che non mi deve interessare che lei mi veda come uno con cui si può confidare etc…però stavolta lei ha esagerato.
    Questo tutto nella mezz’ora iniziale,poi abbiamo proseguito come al solito,più serenamente,e visto che non era più possibile fare una lezione fredda ho approfittato per fare contatto fisico,al quale non si è sottratta,e ho puntato di più visto che ha sempre il giubbino addosso,alle mani,i capelli lunghi che spostavo per parlarle,la gamba sulla quale ho appoggiato la mia mano per diversi secondi mentre le spiegavo una cosa.
    Ora,scusami veramente,ripeto lo so che ho sbagliato,sono uno stupido,però vorrei chiederti:la prossima volta faccio finta che quella discussione iniziale di ieri non ci sia mai stata,senza tornare più su quelle cose? Sentirsi parlare così dalle persona che ami è terribile….da un lato vorrei dirle in faccia quanto mi ha fatto male sentirla parlare così dicendo anche cose non vere secondo me,il che lo tradurrei in un comportamento freddo,serio e distaccato,dall’altro però non vorrei sembrare così il bambino che si è offeso per quello che ha detto e che ci sta ancora a pensare. Ti prego,dimmi tu,non voglio più sbagliare.Grazie per la tua pazienza.

  33. grazie! ma quindi se non la incontro per caso ha senso contattarla per vederla nel contesto universitario…sei d accordo? mi è sembrato di capire che con il numero non ci devo fare niente finche non le chiedo di uscire…giusto? o posso comunque farmi sentire quel minimo per creare un poco di aspettativa..io sono indeciso per questo chiedo a te! grazie e scusami se sono sceso nel dettaglio, ma non mi capita spesso di avere l onore di potere confrontarmi con te ,e ne volevo approfittare! 🙂 grazie ancora per la disponibilità sei il n 1!!

    • Non esagerare, do solo la mia idea. E in questo caso, secondo me, non dovresti usa il cellulare per alcuna ragione, a cosa ti servirebbe, si sduce dal vivo…

  34. ciao sensei.è lap rima volta che ti scrivo ma ti seguo da tanto tempo e oltre a farti i miei complimenti vorrei avere un tuo parere rigurado ad una ragazza conosciuta una sttimana fa.L ho conosciuta al bar dell universita e dopo un po di chiacchere e un approccio dei migliori ottengo il suo contatto facebook con la scusa dei materiali di studio ecc..cosi ci sentiamo quasi subito e facciamo due chiacchere nelle quali mi sembra molto simpatia e ben disposta nei miei confronti…cosi dopo due giorni mi faccio vivo dicendole che se era in un universita potevamo studiare assieme mi risponde molto volentieri e il giorno dopo quando la incontro poi di fatto la porto a bere un caffe e li ci conosciamo davvero e parliamo e scherziamo per un po,e subito dopo andiamo a studiare un oretta e mezza in biblioteca,dove ho fatto sentire la mia presenza parlando e flirtando leggermente…cosi ci salutiamo e mi dice che le ha fatto piacere vederci e mi ringrazia per il caffe…alche io scompaio per un giorno e le riscrivo chiedendole se fosse in universita..lei vede il messaggio su facebook tardi(essendo una ragazza che lo usa davvero poco e di questo ne sono sicuro)..cosi a quel punto facciamo due chiacchere nelle quali si scherza e riesco ad ottenere il suo numero di telefono e darle il mio..tutto cio è accaduto ieri(giovedi) ..oggi è venerdi e io non so che fare esattamente: se utilizzare fin da subito il numero per sentirla e magari vederla entro la fine del week end..o se tenermelo per la domenica e farmi sentire quel giorno chiamandola e proponendole un orario in cui ci vediamo lunedi in universita?(essendo entrambi per forza di cose lunedi presenti,tra lezioni e altro…ed essendo che quando ci siamo salutati era implicito che ci saremmo rivisti da settimana prossima con l inizo delle lezioni) tu cosa mi consigli’ mi piace molto come tipo..una bella ragazza ma con la testa..vorrei giocarmela bene..resto in attesa di un tuo consiglio maestro 🙂 un saluto,un tuo fan

    • Hai il suo numero, vi state conoscendo con calma, che senso ha correre? Aspetta di vederla casualmente all’università, poi magari martedi o mercoledi la chiami per vedervi. Non correre, non ne hai bisogno ed inizia da subito con un lieve contatto fisico o finisci diretto in zona amicizia.

  35. Diretto, ma come?
    Il punto Sensei è che non vedo un buon modo per riuscire a creare una situazione in cui siamo da soli io e lei.
    Se la chiamassi o le mandassi un sms rischierei di beccarla col suo ragazzo, e buonanotte..
    per questo preferirei farlo a voce. Fa sicuramente un altro effetto e la risposta sarebbe più facilmente positiva. Purtroppo però non so come!
    Domani mattina forse ho la fortuna che prendiamo lo stesso treno di andata. Se la trovassi da sola la invito a mangiare qualcosa insieme e posso giocarmela. Se invece ci fosse l’amica con cui la incrocio sempre avrei un terzo incomodo..
    Come potrei ottenerla questa “uscita”?

    • Il come lo devi trovare tu, mica sono lì e di certo non te la devo sedurre io ma ci devi pensare tu! ti posso consigliare sul come, su come porti o cosa dire ma il resto sta solo a te. A volte se l’Universo non ci da alcuna possibilità forse un significato c’è e sta a noi capirlo e poi, cosa molto più difficile e matura, accetarlo.

  36. Ok ho capito, seguo la via che mi hai indicato nell’ebook senza mille dubbi e ripensamenti dopo ogni lezione. Comunque è vero, sono insicuro, pieno di se e ma, nonostante la preparazione teorica, perché una cosa è sapere in linea di massima come agire e un’altra è saperxi comportare nelle svariate situazioni che ti capitano. Probabilmente lei percepisce la mia insicurezza come dici tu…ma sai, è così difficile avere a che fare con le persone in generale, figurati in una situazione come la mia che per te sarà routine, ma per me è nuova, sono sempre un novellino…la paura di fare la cosa sbagliata mi condiziona, e poi finisco per fare una cosa ibrida tra freddo e caldo in situazioni come quella che ti dicevo con le che mi fa domande. Ti domando perché a volte sono proprio in difficoltà…ci tengo molto a lei, che mi da sensazioni diverse da tutte le altre ragazze alle quali mi sono avvicinato, e così mi metto addosso tanto pressione, che sappiamo non aiuta in queste cose…
    Comunque ok, mi prendo le mie responsabilità, vado di freddo la settimana prossima, magari se fiuto l’occasione solo un momento di caldo.

  37. Ciao Sensei, ieri ho fatto l’unica lezione che faremo questa settimana e mi ha dato però, nonostante quello che ti scrivevo l’altro giorno degli elementi per i quali sperare.
    Innanzitutto è venuto fuori che lei da me ha freddo, di qui dunque si può spiegare il fatto che ultimamente si tiene la giacca, non per evitare il mio contatto fisico (almeno spero).
    Siamo stati insieme solo un’ora ma è stata un’ora intensa tutta piena di ironia (con autoironia da parte mia) e leggerezza. Ho volutamente limitato il contatto fisico, visto i segnali di fastidio visti, ho fatto i famosi due passi indietro limitandomi a qualche toccatina veloce. Insomma abbiamo riso e scherzato, tuttopartendo dal fatto che io ho fatto qualche gaffe (involontaria) e lei ha cominciato a farmi “ma oggi sei rincoglionito!?” e io ci ho scherzato su e siamo andati avanti su questa linea per tutto il tempo anche per altre cose delle quali abbiamo riso. Io sono stato bene, e penso anche lei, dopo ero piacevolmente sorpreso di come è andata la lezione che sono rimasto con un sorriso ebete per 15 minuti (davvero, è l’effetto che mi fa questa ragazza….)
    Ora mi chiedo:attuo come dicevo un freddo intenso la prossima volta o spingo su questa linea aumentando il contatto fisico?
    Facendo autoanalisi mi rendo conto di non aver saputo fare il freddo sempre a dovere prima, perché come ti dicevo lei in qualche maniera un sorriso e una battuta te le strappa sempre, e in proposito ti chiedo:mi è capitato di dover fare per mia scelta una volta il freddo e lei mi ha chiesto se avevo visto un film recente, portando quindi la discussione su cose personali .In una situazione simile come replicare, rispondere freddamente e cambiare argomento? Se non rispondessi sicuramente mi rifarebbe la domanda…
    Dimmi tu su questi due punti, cosa faccio la prossima volta e come mi regolo nella situazione precedente, o simili.
    Grazie!

    • Sei arrivato al centesimo commento e ancora non hai capito come agire? Io ti posso mostrare una via ma ora devi avere tu il coraggio di seguirla da solo senza avere sempre mille dubbi per ogni cosa. Questa tua insicurezza lei la percepisce e la allontana da te, prenditi delle responsabilità e agisci in base a quello che tu senti e ritieni giusto fare.

  38. Mi scuso per non averlo scritto nel commento precedente, ma ho pensato che potesse essere un elemento utile in più. La ragazza in questione frequenta l’università nella stessa città in cui la frequento io.. Magari potrebbe essere un qualcosa da poter sfruttare, anche se non so bene come.

  39. Buonasera Sensei.
    Sono un appassionato lettore del tuo blog, da cui ho già imparato molto, e non sono più alle prime armi. Ho bisogno del tuo consiglio per risolvere una situazione intricata in cui non riesco a trovare un modo per “ottenere l’appuntamento senza chiederlo”. Il motivo è semplice, la tipa in questione è cugina della mia ragazza, ed è a sua volta già impegnata. (cosa di cui non mi importa nulla 🙂 ) Con lei ho già da tempo instaurato contatto fisico che ho visto ricambiato, seppur con segni, talvolta, di quelli che a me sembravano sensi di colpa, per i motivi che potrai immaginare.. C’è da dire che è una ragazza timida, e quello potrebbe essere in freno, ma penso di non aver dubbi sul fatto che non le dispiaccio per nulla; tant’è vero che una volta che la trovai da sola e facemmo due chiacchiere (lei è sempre molto a suo agio quando parliamo, nonostante la timidezza) mi saluto con un “ciao bello”, dopo cui mi sembrò vederla arrossire mentre si girava.
    Morale della favola, dopo questa lungaggine in cui ti spiegavo la situazione, questa ragazza mi attrae davvero tanto, ma non ho idea di come fare a ottenere una situazione in cui siamo da soli, così da poter agire liberamente. Se la chiamassi o le mandassi un sms esplicito in cui le chiedo di uscire non vorrei farle venire i sensi di colpa, e magari giocarmi l’occasione ( o magari la becco col suo ragazzo e buonanotte!). Come posso fare a ottenere questo “appuntamento non appuntamento”? Oppure dovrei secondo te essere esplicito?
    Grazie in anticipo.

  40. Ok Sensei,ho capito quello che dici,e quindi vedo che condividi il fatto che e’ presto per baciarla. Almeno per una volta ci vedo giusto! 🙂
    Ho pensato molto a quello che hai scritto e dunque a come procedere,e ho da fare alcune riflessioni.
    Il tuo quadro della situazione ci sta,pero’ io di avere il coraggio di espormi l’ho dimostrato con l’invito per il gelato rifiutato che ha dato il la’ al reset di inizio estate. Lei lo sa e lo sai pure tu,io non mi tiro indietro,infatto ti dicevo che ero pronto a baciarla!
    Tuttavia quel rifiuto a giugno e’ una ferita aperta,che sanguina e fa ancora male,sinceramente ora come ora non mi aspetterei da lei una risposta positiva,non “fiuto” ancora i presupposti per un “si” di lei.
    Sul prosegure l’escalation di contatto fisico fino a farlo intimo ok,c avevo pensato. Tuttavia proprio nelle ultime 3-4 lezioni si e’ creata una situazione che non mi piace,te la espongo:lei in pratica rimane con la giacca addosso,dicendo che sta bene cosi’ quando le dico che puo’ toglierla (a volte pure molti mesi fa se ne dimenticava di levarsela),l’ultima volta le hi fatto pure notare che c’erano i termosifoni accesi,ma niente,ha detto (con un sorrisetto) “sto bene cosi’ grazie”. La cosa mi puzza,non vorrei che lo facesse per evitare che io la tocchi,e cmq cosi’ le sensazioni che ho e posso dare sono minori,se si tiene la giacca,poi sommo la cosa al fatto che in due circostanza si e’ divincolta quando avevo il mio braccio intorno a lei,poco sopra il fianco….che faccio,continuo a provare e vedo che succede? E’ strano perche’ non l’aveva mai fatto. Io a quel punto sentendo che nin voleva ho tolto il braccio.
    A parte questo (dimmi tu come giudichi la cosa) ho pensato di fare un caldo/freddo piu’ intenso del solito,un freddo gelo (che difficilmente riuscivo a fare perche’ lei con battute,facce buffe etc. Un sorriso me lo strappava sempre) e la volta dopo un caldo caldo con rapida escalation come dici tu,SE me lo permette,e qualche battutapiu’ sensuale. Il tutto concentrato in poche lezioni,e vediamo come va….Poi magari procedo con un invito,o provo a baciarla,ma vedremo…
    Che ne pensi?

    • Un invito e basta non è esporsi, comunque leggendo quello che vedi sul suo comportamento la vedo molto difficile, le si sta chiudendo e non credo ci sia molto da fare. Secondo me prova in poche lezioni a sedurla e se non va lasciala perdere, non ne vale la pena.

  41. Allora Sensei,io penso di aver capito cosa dici,anche se non l’hai detto esplicitamente,anzi,l’ho capito gia’ dalla tua risposta precedente…..
    Ora ti espongo quello che penso,poi pero’ ti prego dimmi tu cosa ne pensi,non voglio fare mosse di cui potrei pentirmi,per questo ho bisogno di un tuo parere..
    Io ci penso ormai gia’ da un po’,vorrei (dovrei!?) BACIARLA!
    Ti riferivi a questo come gesto concreto,come “fatto”?
    Pero’ ci sono diverse cose che mi frenano,e comunque io prima di farlo volevo aspettare un tuo ‘via libera’ 🙂
    Ad altri vedo che lo consigli esplicitamente,quindi mi aspettavo lo facessi anche a me,col tuo lapidario ‘baciala’.
    Cmq dicevo,in realta’ il reset e’ finito da circa un mese,non so se te lo giudichi tanto o poco,io direi poco perche’ ci siamo visti in totale una decina di volte (quindi 10 lezioni),mediamente 2 volte a settiman,e avremo lezioni fino a fine maggio,quindi pensavo di prendermela comoda,senza fretta anche perche’ come dici tu la fretta e’ nemica della seduzione.
    Poi ovviamente asettavo di leggere suoi segnali positivi al “nuovo me”,cioe linguaggio del corpo intendo,piu’ che parole ma non ne vedo e quindi volevo portare avanti la seduzione con leggerezza,ironia,far arrivare io contatto fisico piu’ avanti e poi baciarla,come da manuale!
    Dimmi te se sono considerazioni giuste o meno….
    Percio’ mi dicevo di aspettare,che tanto il tempo c’e’ oltretutto,e non ti nascondo un pizzico di timore che lei rifiuti il bacio,proprio perche’ non ho molto a cui aggrapparmi per pensare che vada in porto la cosa (e se non va al 99,99% perdo anche la cliente,ma qua tu mi risponderesti se tengo di piu’ alla cliente o alla ragazza e io ti dico la seconda,quindi…..)
    Ieri poteva essere in realta’ la lezione giusta,ci siamo presi in giro a vicenda tutto il tempo,io ribattevo colpo su colpo,anche alle sue osservazioni un po’ acide,usavo l’autoironia per rendermi inattacabile come insegni tu,poi verso la fine mi ha detto che voleva mettere la musica,io le ho detto di si ma solo se metteva cose che piacevano a me,lei allora mi ha chiesto cosa volevo sentire pero’ ad ogni mia proposta (il tutto sempre in tono scherzoso,leggero,allegro) trovava un motivo per dire che era meglio ascoltare altro,e allora quando gliel’ho fatto notare mi ha detto ridendo che lo faceva apposta! Insomma,l’avrei baciata,ma sono stato bloccato da quei “pero'” precedenti…
    Ora ti prego Sensei rispondimi e dimmi tu,provo a baciarla appena posso,nonosante le mie riserve che ti ho esposto? O tu pensavi ad altro,hai altre idee prima del bacio?

    • Se pensavo che dovevi baciarla ti intimavo a farlo. Quello che dicoè che sedurre non è solo leggerezza e ironia da una parte e baciarla dall’altra, ma di mezzo c’è molto altro, come osare una battuta più sensuale o fare un’escalation di contatto fisico più intimo o anche invitarla seriamente senza ridere o con battute ad usicre insieme. Ti devi esporre perchè così come stanno le cose adesso lei ti vede come uno simpatico acuisa di piacere ma che non ha il coraggio di mostrarsi. Il rischio di un rifiuto c’è e sempre ci sarà ma devi metterlo in conto e avere la forza di affrontarlo se eventualmente ci sarà.

  42. Cioe’ col tuo “agisci davvero” intendi qualcosa in particolare?
    Io sto facendo,meglio che posso,quello che ho appreso dal sito e dai tuoi ebook…o credi che ora dovrei fare qualcosa di piu’ deciso,di piu’ forte?

  43. Ok Sensei,ammetto che a volte esagero come nel controllare che fa su fb o farmi seghe mentali per quello che dice ma…..tu non pensi di essere stato un po’ troppo duro nel rispondermi? 🙁
    Capisco che posso averti fatto arrabbiare,pero’ ti ho scritto quello che mi e’ venuto in mente alla luce di cio’ che sta accadendo e perche’ come ti ho gia’ detto a lei tengo veramente,e quando si e’molto coinvolti si rischia di far casini e farsi problemi inutili. Se ci pensi in maniera un po’ piu’ serena,non credi che sia normale (non dico giusto,ma normale,comprensibile) che io abbia certi timori?
    Comunque,ripeto,lo so che ho esagerato,e allora me ne freghero’ di questo tipo,faro’ come niente fosse (cmq quello che ti ho detto e’ quello che
    so io,non so se c’e’ dell’altro,ma l’idea che qualcuno le metta le possa mettere le mani addosso non la sopporto…..).
    Col tuo commento mi vuoi dire che devo farmi meno seghe mentali,essere meno ossessivo e agire di piu’: lo faro’. Poi pero’ osservo i suoi comportamenti,le sue risposte per capire le sue reazioni ai miei comportamenti,avere una sorta di feedback,e questo non dovrebbe essere sbagliato,se fatto in una certa misura.
    Comuque,al di la’ di questo,che mi dici? Proseguo su questa strada nei mei comportamenti con lei,col caldo/freddo?
    E una cosa:il prenderla scherzosamente in giro va bene nei momenti di caldo?

    • Proprio non vuoi capire…
      Ma una seduzione può durare così tanti mesi senza che tu abbia agito realmente, esponendoti? Non con le parole, ma con i fatti…

  44. Ah ho dimenticato un particolare:la cosa che mi ha meravigliato sulla sua battuta in merito al fatto che io forse “ammettevo” che lei e’ brava nel canto e’ che io l’anno scorso non ho mai nascosto che mi piacesse come cantava,anzi spesso le facevo i complimenti (non molto apprezzati,tra l’altro)……ora solo perche’ non ne faccio piu’ pensa che io abbia cambiato idea e cerca il mio consenso? Mah…..
    Comunque un’ altra osservazione che mi sento di fare,non so se puo’ aiutarti nel rispondermi,e’ che lei sembra del tutto normale,cioe’ come se il periodo pre-reset non ci fosse mai stato (con invito rifiutato annesso),come se non fosse piu’ consapevole del mio interesse….

    • Tu non leggi quello che scrivo e non vuoi minimamente capire il significato profondo di TpS! Renditi conto che sei geloso di un suo “compagnuccio” di classe che le mette i p”mi piace” su fb, ma dico stiamo scherzando o cosa? Ti stai letteralmente arrovellando e attaccando ad ogni diavolo di inutile minchiata che sta decerebrata ti dice per trovarci qualcosa quando l’unica cosa che conta è se la vuoi davvero o meno e quindi il tuo agire. Ti assicuro sei ormai il vero re degli orsetti del cuore, l’essere zerbino non dipende solo da come ti poni con lei o se le rispondi a tono o la sgridi se fa ritardi, ma dipende da come sei tu nel profondo e lei ti tiene per le palle al punto che ti metti a controllare cosa fa su fb una mezza ragazzina? Svegliati! O agisci davvero oppure la mandi a quel paese anzichè sbiascicare una situazione inutile, deleteria e ormai al limite del ridicolo nella quale ti stai crogiolando da tantissimi mesi neanche fosse l’amore della tua vita. Riprenditi.

  45. Buongiorno Sensei!
    Torno a scriverti da fine ottobre per aggiornarti sugli sviluppi.Se ti ricordu in un altro post ti avevo scritto dell’ultima lezione in cui l’avevo rimproverata per avermi risposto in modo sgarbato,feci insomma una lezione fredda. Nella settimana successiva ci siamo visti 3 volte,di cui 2 lezioni abbastanza calde e la prima delle 3 solo con alcuni momenti. Ho cercato il contatto fisico (non si sottrae mai,solo una volta si e’ un po’ divincolata,forse perche’ per diversi istanti avevo una mano poco sopra il suo fianco e l’altra mia mano sopra la sua contemporaneamente),sono stato il piu’ possibile leggero e ironico (ad es. le prestai il bianchetto e dissi,sempre in tono scherzoso,”a me nin manca niente”,lei replico’ “tranne il cervello” e li’ ho sorriso e le ho detto “si hai ragione,stavo per dirlo pure io!”,insomma cose cosi’,e a situazioni simili l’anno scorso non ero capace di replicare con ironia,ma me la prendevo o mi bloccavo).
    La settimana dopo non ci siamo visti per altri suoi impegni,l’ho rivista martedi’ e ho dovuto un’altra volta rimoroverarla perche’ fece un notevole ritardi in quanto si era addormentata a casa…..le detto che la cosa non mi piace anche perche’ non e’ la prima volta e che non si deve ripetere,se no mi deve pagare anche il tempo che sto ad aspettarla. Detto questo ( e non lo facevo mai l’anno scorso,subivo e basta in suoi atteggiamenti/comportamenti) ho proseguito la lezione sulla linea del freddo anche se non sono mancati accenni a questioni extra-studio. Ad es. quando si parlava di impegno,lavoro e risultati che si ottengono di conseguenza lei parla del canto,io le stavo per dire “ma se…..” (non mi ha fatto finire,volevo dire che non valeva se era frutto di talento naturale) e lei mi fa ” Ah,allora lo ammetti che sono brava!”,io sorridendo (non era cmq quello il mio intento) alzo le mani e dico “ma io non ho detto niente….”.
    Ci rivedremo oggi,e io oltre a chiederti un parere generale su come vedi le cose,se devo proseguire cosi’,vorrei esporti un fatto che mi sta facendo arrovellare negli ultimi giorni. Ho notato che c’e’ un suo compagno di classe che da un mesetto le mette spesso i mi piace su fb,e lei ieri ne ha messi due a lui,immagie profilo (una foto di lui da bambino) e immagine di copertina. Di altri eventuali mi piace non posso sapere perche’ lui non ce l’ho tra i miei amici ovviamente. Inoltre quando sta da me a volte chatta con questo su whattsapp. Insomma non molto per sospettare qualcosa di concreto,ma potrai immaginare che la cosa mi sta spavenando abbastanza…..Allora ti chedo,che devo fare? Devo cambiare o accelerare la mia strategia per questo sospetto o per ora ignoro il fatto e vado avanti come nulla fosse? Avevo pensato di farle una battuta del tipo,visto che riceve spesso mess. e notifiche, “ma stai sempre a chattare col tel.,figuriamoci se fossi fidanzata!”,cosi’ tanto per cercare di capire qualcosa in piu’ dalla sua reazione…..che ne pensi,la faccio o no?
    Grazie e scusa la lunghezza del commento!

  46. Sensei qualche giorno fa ho scritto un commento dove ti chiedevo se fosse giusto dare una risposta ironica per prendere in giro la ragazza quando si comporta male, faceva la acida etc… Tu mi avevi risposto che era giusto rispondere cosí. Se peró lei dopo la mia risposta mi ricambia con un altro commento come quello precedente (come capita spesso) io continuo con l’ironia, oppure meglio cercare, ovviamente sempre con leggerezza di cambiare discorso per cercare di non commettere errori gravi e semplicemente fregarsene lasciandosi scivolare addosso tutto quello che dice?

    • L’ironia va sempre bene, però se lei esagera meglio farglielo notare con garbo. Quello che mi sembra strano è che continui a corteggiare una povera maleducata isterica che ti risponde sempre male…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here