Come conquistare una barista è una delle richieste che, in anni di TpS, mi è stata fatta maggiormente.

Diciamo subito che avrei evitato ma vista la grande richiesta proverò a mettere in ordine alcuni consigli pratici per aumentare le tue chance di conquista. La prima regola è la pazienza, che vedremo in seguito.

Adesso vorrei che ti focalizzassi su una serie di concetti che servono come preparazione per una strategia di conquista valida e semplice. Perché devi capire che lei sta sul posto di lavoro e non puoi metterla in imbarazzo o creare inutile confusione, deleteria per il suo impiego e per la seduzione stessa.

La realtà è che lei deve flirtare con tutti, che si tratti di una barista la mattina alle sei che fa i caffè oppure di una da discoteca alle due di notte.

Il datore di lavoro le assume anche per la loro immagine, sfruttandola per guadagnare grazie a chi pensa di poterla “comprare” e non sedurre. Di persone insicure che anziché andare diretti verso di lei comprano cocktail e cornetti sperando che lei li noti.

Quindi non te ne uscire con frasi inutili e da beta del tipo: mi sorride sempre, mi guarda negli occhi, mi sfiora la mano ecc ecc.

Sono solo strumenti di lavoro che lei mette in pratica, tu non sei speciale per lei, sei uno dei tanti. Se per caso pensi che non sia così allora ti prego di andartene da questo sito perché, purtroppo, sei talmente fuoristrada e hai il cervello così spappolato dal sistema da credere in tutto quello che vedi.

Come conquistare una barista o cameriera: regola 1, la Pazienza

Come conquistare una barista è un processo lungo e faticoso, di rado (molto di rado), accade che si riesce a sedurne una con una facilità di disarmante in pochi minuti. Non perché siano a prova di seduzione ma perché STANNO LAVORANDO.

Sono ragazze che devono portare a casa la pagnotta, non galline che stanno lì per farsi toccare il culo da qualche porco pervertito.

Regola 0: il rispetto. Ricordati questo, non importa quanto lei sembri interessata o flirti con te, la devi assolutamente rispettare e capire che fare la cameriera o la barista è solo un lavoro, non uno status che ti da il permesso di fare lo stronzo!

Inizia conoscendola con un saluto e un sorriso. Tutto qui? Esatto. Lei è bombardata da migliaia di messaggi e gesti ogni giorno. Il tuo non è migliore né speciale, ma deve farti entrare in un ambito confidenziale per il quale serve tempo.

Ogni giorno, o almeno sovente, vai nel suo posto di lavoro, prenditi qualcosa e falle un saluto. anche un semplice gesto con il capo, questo ti renderà ai suoi occhi familiare. Saprà che esisti, anche perché sarai uno dei pochi, se non l’unico che la tratta da persona e non da culo e tette!

Come conquistare una barista o cameriera: regola 2, il linguaggio del corpo

Molti pensano che si debba chiacchierare all’infinito con lei, che come detto sta lavorando!

linguaggio del corpo

Non ti ascolterà perché sarà concentrata su quello che deve fare, su altri clineti o sul suo capo che la tiene d’occhio.

Leggi gli articoli su TpS sul linguaggio del corpo così da poter comunicare con lei senza romperle le scatole. Anche qui si tratta di piccoli gesti, di tempi brevi ma precisi in cui si instaura in dialogo.

Se accade subito e i modo rapido bene, altrimenti desisti e prova la volta seguente. Stare lì come un labrador in cerca di croccantini è il male assoluto!

Come conquistare una barista o cameriera: regola 3, l’approccio diretto

Diciamo che grazie alla tua attenzione e delicatezza lei ti ha notato, credimi che è così, ma lei non ti darà MAI alcun vero segnale di interesse perché sarà tarata sulla modalità “flirtare con tutti per lavoro”.

Quindi starà a te agire e approcciare. Anche in questo caso ci vogliono pazienza e rispetto, aspetta il momento giusto in cui capisci che potrebbe dedicarti qualche minuti per fare due chiacchiere e approcciala. Un saluto diretto “ciao” e una battuta o qualsiasi cosa ti venga in mente che non dimostri che sei il classico “seduttore di serie B”.

Parla con lei come se fosse una tua amica e non una ragazza che non vedi l’ora di spogliare. Mostrale sano interesse ma su di lei, evita di impelagarti in discorsi banali sul suo lavoro (fa la barista non la cardiologa!).

Una volta creato un legame sincero, dopo poco ringraziala e salutala. Bastano pochi attimi per rendersi interessanti, il fatto che sia tu, dopo 2 minuti, a chiudere la conversazione ti farà guadagnare punti ai suoi occhi.

Dimostrerà che vuoi conoscerla ma che non è “ancora“, una priorità nella sua vita solo perché è carina. Diventerà importante in futuro, dopo che l’avrai conosciuta per quella che è.

Come conquistare una barista non è semplice, assolutamente. Ma fatto con molta delicatezza che però non deve essere sinonimo di paura o timidezza. Dimostrale che ti interessa e che vuoi conoscerla.

Ma soprattutto devi essere PAZIENTE.

 

 

7 Commenti

  1. Ciao Sensei, ho bisogno del tuo aiuto.
    Sto effettuando il reset, come da te indicato nei tuoi ebook. Al momento sto esplorando nuove frontiere, cercando di uscire fuori dalla mia zona di comfort, e affrontando i limiti personali che mi hanno sempre legato al palo. Ho trascorso la mia serata in un pub, quasi obbligandomi, dal momento che tendo ad essere una persona piuttosto chiusa. Ho notato che una donna di ben venti anni più grande di me, mi lanciava sguardi a dir poco fulminanti. Lei era con tutte le sue colleghe/amiche e non ho avuto il coraggio di affrontarla. C’è stato uno scambio di sguardi, ma niente di più. Lei ha anche simulato uno sbadato incidente, urtandomi e poi chiedendomi scusa, e io non ho voluto cogliere l’occasione. La mia attenzione era tutta sulla barista. Ci lanciavamo sguardi pieni di simpatia. Alla fine della serata ho provato ad osare in modo spudorato, complice anche il fatto di avere bevuto parechcio. Mi sono seduto accanto a lei. lei aveva finito il suo turno, così le ho chiesto se avesse finito di lavorare per la serata. “Sono stata fortunata”, mi ha risposto lei. E poi si è girata a parlare con un uomo di mezz’età, chiaramente non il suo tipo né tantomeno un possibile flirt. Allora dopo dieci minuti, sempre seduto accanto a lei, le ho chiesto:” Come fai a sapere che sei fortunata?”. E lei sorridendo con malizia ha risposto:” lo so e basta”. A quel punto, non le ho più rivolto la parola, ma ho iniziato a giodcherellare con le dita sulla sua schiena. Le mie dita facevano su e giù lungo la sua schiena, e io con fare totalmente non curante, quasi fosse una casualità. Dopo cinque minuti si è girata e mia ha detto:” Ehi! La vuoi smettere?!”. Io l’ho ignorata. Non ero crucciato, ero tranquillo. Ho smesso di giocherellare con lei. Ma notavo che continuava a toccarsi i capelli, mentre parlava con l’uomo di mezz’età, dandomi le spalle. Alle volte si girava guardandomi, più e più volte. Ma lì a quel punto l’ho ignorata. A fine serata sono andato via. Ora, io credo che il suo fosse un test. Voleva vedere se avevo il coraggio di mostrare sfrontataggine dopo che aveva avuto l’ardire di mostrarsi indignata ( e posso assicurarti, io non credo lo fosse per davvero. Mi aveva lanciato sguardi di simpatia per tutta la sera, e anche dopo avermi rimproverato continuava a girarsi per vedere se la consideravo). Ora sono andato via da quel pub intestardito. Vorrei tornarci domani e darle il mio numero scritto su un pezzo di carta. Dal ragazzo timido che ero fino a ieri, all’improvviso mi si è accesa una sorta di lampadina. Tu che consiglio mi suggerisci? Avrei dovuto osare ancora di più?

    p.s. dopo averla accarezzata sulla schiena, e dopo la sua reazione, un suo amico si è seduto al posto suo chiedendomi se fossi apposto. Io guardandolo ho sorriso e ho detto che stavo aspettando che il mio amico finisse di suonare sul palco. Lei è poi tornata al posto suo. Ho lasciato tutto sul non-detto. Era chiaro che ci stavo provando con lei in modo esagerato, era chiero che fossi seduto lì solo per quello scopo, ma con faccia di bronzo ho simulato tutt’altro.

    • Mai sedurre ubriachi, si fanno solo cazzate. Mai toccare una ragazza in modo diretto come hai fatto tu, serve una “escalation”, come ho scritto a più riprese. Lasciare il bligliettino è davvero un modo infantile: il numero si chiede guardandola negli occhi.

  2. …ecco io non ho mai capito perchè ci sono tipologie di donne con cui sembriamo avere un bonus. Non è che io sia un genio della seduzione, ma con bariste e cameriere sono quasi sempre andato a segno.
    Non so perché.
    E ribadisco che non ho particolare successo con le altre professioni!
    Con una, se non si fosse rivelata una psicopatica, mi ci sarei anche sposato 😀

    Comunque grande Sensei..ormai sono fidanzatissimo ma torno sul blog sempre molto volentieri.

    • Vera questa cosa del bonus, ci sarebbe da fare uno studio di settore. Ti auguro il meglio e di continuiate a coltivare la tua alfaness e felicità!

  3. Salve Sensei, riguardo a questo articolo vorrei porti un quesito interessante, secondo il tuo punto di vista c’è possibilità di sedurre ragazze che lavorano in un night club ? sembrerà strano ma penso e credo siano ragazze come altre….è una mia curiosità e vorrei avere anche il tuo punto di vista al riguardo…

  4. No dai Sensei, chi mi hai ricordato!! Roba di parecchio tempo fa. Premesso che le discoteche non mi hanno mai attratto particolarmente, durante una vacanza in montagna una sera ci infiliamo nel dancing dell’albergo. Quasi tutti imbranati e timidissimi all’epoca ma con noi uno che in quel senso ci batteva tutti e che purtroppo non è più tra noi strappato alla vita da un male incurabile (a proposito di “come soffro per quella che non mi guarda….). Ebbene, unica cubista nella piccola pista da ballo, ovviamente strafiga in abiti succinti, lui ci si piazza davanti e inizia a muoversi all’unisono con lei finché uno di noi, impietosito, gli dice : “oh, guarda che quella sta li perché la pagano!” E lui…”ehm si, si….ma io lo sapevo eh…”. Personalmente non sono credente e non so se in paradiso ci siano davvero quaranta vergini ad attenderci, ma mi piace pensare che dove sei tu adesso di cubiste ne hai a vagonate! Ciao Marione, ti hanno voluto bene in tanti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here