Sembra quasi che le regole per una relazione a distanza siano più chiare e nette di quelle della fisica! Come se per farla funzionare sia sufficiente seguire qualche consiglio (a volte anche giusto, ci mancherebbe), per avere la certezza che duri.

Sinceramente trovo giusto capire qual’è il metodo che renderà, o dovrebbe rendere, una storia più solida e superare anche le immani difficoltà di un amore a distanza. Per mia esperienza personale non è facile, ma se stai in un rapporto di questo tipo già te ne sarai reso conto.

Prima di elencarti una serie di suggerimenti che ti potranno aiutare ti chiedo di fermarti a pensare bene, perché stiamo parlando del tuo rapporto (con lei o lui) che nessuno meglio di voi conosce e comprende. Per qui ogni singola “regoletta” che trovi qui o altrove la dovresti valutare usando anche la tua esperienza e sensibilità.

Ricorda anche che le relazioni a distanza, come tutte, soffrono di alti e bassi e possono finire anche senza una ragione apparente. Detto questo iniziamo con l’ABC per provare a rendere la tua storia più solida e appagante.

Relazione a distanza: la gelosia

Per quanto se ne possa dire la causa principale (quasi unica a dire il vero) è la mancanza di fiducia nell’altra che porta inevitabilmente alla gelosia. Ma finché quest’ultima è più gestibile stando nella stessa città, se lei/lui sta a centinaia di chilometri diviene una belva assetata di sangue pronta a farti a pezzi.

Una relazione a distanza non è solo chiacchiere al telefono...
Una relazione a distanza non è solo chiacchiere al telefono…

Qualsiasi dubbi si tramuta in una certezza (negativa) e piano piano la fiducia che pensavi di avere vacilla finché l’altra persona esplode e ti lascia perché si sente oppressa. Oppure sei tu a dirle addio perché è impossibile sopportare il malessere.

Cosa fare quindi? Il miglior metodo, in generale, per disattivare la gelosia è parlarsi e spiegarsi le cose. Ovviamente, vista l’importanza del problema, si può affrontare telefonicamente ma quando ci si vede è opportuno discuterne. Molti pensano o sostengono che sia meglio, nei momenti in cui si sta insieme, goderseli e basta.

In linea di principio sarebbe anche giusto, però le relazioni si fortificano di fronte alle avversità, è lì che si mettono alla prova e si instaura realmente la FIDUCIA nell’altra persona. Meglio prendersi una bella mezz’ora per affrontare le cose che non vanno bene, ovviamente non deve essere ila prima cosa di cui parlare, magari è meglio a metà fine settimana.

Relazione a distanza: vivetela come un’avventura

L’ottimismo è il sale della vita, diceva qualcuno. E in effetti non è un grande idiozia, anzi! E se stai vivendo una relazione a distanza è utile averne un po’ di riserva.

Sposta l’ottica di quello che vivi: non è per forza un male stare distanti, ha dei lati intriganti che dovresti saper valorizzare. Ricorda che la distanza, quindi senza incontrarsi di persona, portano a un aumento potente e a volte incontrollabile del desiderio.

Il sesso più bello e spinto è quello dopo un litigio o dopo una lunga assenza. Il cervello fantastica e aumenta quindi la voglia dell’altro a livelli così alti che non sarebbe possibile vedendosi spesso. In vece due amanti che si incontrano una volta al mese, che si amano e desiderano…

Sfrutta la distanza per giochi erotici intriganti, leggeri e piccanti. Ormai si hanno talmente tanti strumenti di comunicazione che mandare un file è tanto banale quanto immediato. Se sei un ragazzo non ti lanciare subito nella richiesta esplicita di foto, magari di determinate parti. Gioca, prediligi prima la fantasia, la frase. Raccontale cosa le faresti, o dove. Insomma dai “fiato” alla tua sessualità invece di banalizzarti con una noiosa foto del…….. ci siamo capiti!

E’ altrettanto ovvio che una ragazza dovrebbe giocare ma anche scatenare il desiderio attraverso le parole ma anche le immagini. Perché? L’uomo è più un animale visivo che viene eccitato dalle parole ma forse ancor più dalle immagini. E poi ci sono anche video, webcam e tanto altro ancora.

E poi quando vi incontrerete il desiderio, se lo avrete curato e valorizzato giorno dopo giorno porterà a delle notti di super-sesso! In questo caso, secondo la mia esperienza, pensare troppo non fa bene, come pianificare eccessivamente: la passione è già così alta che basterà una stanza da letto per miagolare di piacere e strappare le tende!

Nulla vieta che si può anche organizzare un fine settimana particolare o romantico, anche se sarebbe meglio farlo ogni tanto per non banalizzarlo. Come vedi ho usato la parola “banale”, o sue declinazioni, più volte. Ciò dipende dal fatto che è proprio la routine a uccidere i rapporti a distanza, come in quelli “da vicino”!

Piccoli consigli da rivista (che sono comunque utili)

Di certo non è tutto sesso o gelosia! Ci sono anche altri piccoli accorgimenti che potresti avere per migliorare la tua storia a distanza. In generale sconsiglio di passare ore e ore al telefono parlando di tutto e di più.

relazione_a_distanzaPerché il 90% delle cose che dici potrebbero anche non fregare nulla a chi sta dall’altra parte che, però, essendo innamorato/a le ascolterà come fossero una sinfonia! Nel lungo andare potrebbe rendersi conto che non sono musica ma tue considerazioni/esperienze/aneddoti che sarebbe meglio che tu le raccontassi diluiti e non tutti insieme.

Conoscevo coppie a distanza che parlavano le ore su skype raccontandosi tutto, quando finalmente si sono riunite è accaduto l’irreparabile: non si sopportavano perché si ponevano tra di loro, anche dal vivo, come fossero a distanza.

Non stai vivendo una “relazione a distanza” ma una relazione con una persona che è distante. E’ un concetto molto diverso che ti dovrebbe far comprendere che devi rimanere te stesso e non lasciarti troppo condizionare dal fatto che siete in luoghi diversi.

Pianificate, non tutto però. Ad esempio è utile sapere quando ci si può chiamare senza disturbare. Alcuni potrebbero avere anche fusi orari diversi di molte ore.

Relazione a distanza, quindi poi che si fa?

Fino adesso abbiamo visto come gestire la tua relazione con una persona che sta lontana (spero sia un concetto chiaro), però ogni relazione o si sviluppa o muore.

Portarla avanti per anni, magari mettendo corna o litigando una volta a settimana può pure andare bene ed essere molto eccitante. Però deve avere una direzione, non dico il matrimonio (non sia mai!), ma a un certo punto vi dovrete ricongiungere.

Saperlo è un grosso stimolo per andare avanti, una sorta di obiettivo che aiuta la coppia e la unisce verso qualcosa da conseguire insieme.

 

12 Commenti

  1. Ciao Sensei, ho conosciuto questa ragazza Russa in Italia, all inizio grande entusiasmo da parte sua, poi è tornata la e dopo un mese ci siamo rivisti in nord Europa essendo lei di Mosca. adesso causa distanza si è raffreddata e la sento più distaccata. Prima mi cercava spesso adesso ogni 4/5 giorni. premetto che non siamo fidanzati, io vorrei prendere un volo e andare da lei, la sento diversa rispetto a prima e sono sicuro che se fossi con lei fisicamente sarebbe tutto diverso. lei fa la modella e purtroppo non ti nascondo che sono un po’ geloso. A volte ho L impressione che più la sento e più ci scriviamo su watsapp e più lei si raffreddi. Forse è il caso di prendere una decisione da uomo e andare da lei ?? andando avanti così a volte penso che non sia nemmeno il caso di cercarla e aspettare che sia lei a farlo. ormai il sentirsi spesso e complice la distanza di mezzo sembra che la rendano fredda e distaccata. non saprei più come gestirla andando avanti così.

      • Ciao Sensei volevo aggiornarti sulla situazione, dopo la discussione che ho avuto con lei nella quale era fredda e distaccata dicendomi che lei vive la e io in Italia e di fatto mi ha allontanato parecchio, io non L ho
        Più cercata minimamente, dopo circa 8/9 giorni si è fatta viva lei e mi ha scritto. Io mi sono limitato a risponderle e nulla più. prima mi allontana e dopo mi viene a cercare…come se il mio non cercarla piu L avesse destabilizzata e fatto venire dubbi. io continuo a non cercarla e lascio che sia lei a fare qualcosa. Devo ribaltare la situazione. Secondo te faccio bene a non cercarla e far si che senta la mia mancanza e sia io la preda e non più lei ? Grazie

          • Ho letto tutto…il problema principale è che non posso sparire per poi incontrarla dopo minimo un mese xche appunto lei non vive qua e un incontro con lei nn può essere casuale ma voluto da entrambi…L unica cosa che sto facendo è non cercarla mai e vedere lei come reagisce, L unica cosa che ho fatto quando mi ha scritto lei è stata quella di limitarmi a rispondere.

          • Significa che non le interessi, e se non puoi vederla dal vivo non puoi farle cambiare idea e sedurla.

          • Non è vero che non le interesso, siamo stati in vacanza insieme ecc…poi un po’ per litigi e discussioni ci siamo allontanati complice anche la distanza e qualche mio errore di gelosia. Per quale motivo mi ha scritto sabato dopo 8/9 giorni che non ci sentivamo ? Lei mi ha detto che quando verrà in Italia ci rivedremo o comunque io andrò la a marzo e spero che la ruggine che si è creata verrà spazzata via resettando. Comunque lei mi ha scritto, se a una non frega più niente non credo si faccia viva. In un certo senso sicuro gli manco, però nn posso cercarla io, devo farle sentire la mancanza.

  2. Ciao Sensei, ebbene si, eccomi a parlare di realzione a distanza.
    Questa ragazza l’ho conosciuta per impegni sportivi, abitiamo a 1h di macchina quindi nemmeno troppo lontano, ma nemmeno vicino. Lei era ed è TUTTORA fidanzata, convive da 3 anni con un uomo di 20 anni più grande di lei.
    In questi impegni sportivi c’è stata subito una grande intesa, parlavamo per ore e lei era da subito molto attratta: ho lavorato bene di contatto fisico, leggerezza e ironia, comportandomi come se fosse single.
    Dopo averla invitata ad uscire ci siamo baciati, lei era molto ma molto attratta. Una cosa a suo dire quasi inspiegabile. Mai successa con nessun ragazzo. Siamo finiti a letto la prima sera.

    Io venivo quasi trascinato dalla sua voglia di conoscermi sempre di più, per vedere come e se dal nostro incontro potesse sfociare qualcosa di bello. E sta succedendo.
    Mentre sia stata da subito con una voglia assurda di sentirmi e vedermi, adesso è un po’ più con i piedi per terra, sta ragionando su cosa fare con il fidanzato e mi dice che non sa ancora, che al suo tipo ci tiene tanto. Per lei è come un padre.
    Tutto questo è successo in poco tempo, ci frequentiamo da due settimane.

    La chiave di tutto sta proprio in quello che ti ho scritto prima.. lo vede come un padre, ovvero? Non c’è più attrazione tra di loro, o almeno lei non lo ama più, non lo desidera e gliel’ha detto. Lui invece tutto il contrario.
    Lei gli ha pure detto di andare via di casa, che vuole provare a stare sola, ma lui fa finta di non sentire. In tutti i sensi.

    Il punto della situazione è che con me c’è quello. C’è il fuoco, c’è la voglia di vedersi, ci sentiamo per ore al telefono e mi racconta di tutto, anche di lui, io ascolto perchè so che a lei fa piacere e le do gli spazi, senza ovviamente farmi dare per scontato. Non è lei l’unica che sta prendendo decisioni.
    Lei ha detto che deve chiudere bene la relazione, ha degli affari di avoro con lui e non può permettersi di perderli, quindi non deve farsi scoprire e non vuole farlo soffrire. Gli vuole troppo bene. Ma deve scegliere.

    Nonostante uno possa storcere il naso nei suoi confronti conoscendo quello che lei gli sta facendo, Sensei io ti dico che è una ragazza stupenda. A prescindere di come andranno le cose la voglio vicina, come ragazza spero. E’ la prima donna di cui mi sono preso più per quello che ha dentro che per l’aspetto fisico.
    Non pongo domande, spero che tu magari possa darmi qualche dritta su come dovrei comportarmi per farla scegliere con tutta la lucidità possibile, e come continuare a dare attrazione. Perchè per il resto lui non le ha mai fatto mancare nulla. Il classico “ragazzo perfetto” che da tutto ma non attrae. Mi ci sono trovato spesso io ed è da evitare come la peste soprattutto in questo momento.

    • Situazioni di questo genere sono complesse e molto personali, nessuno meglio di te può sapere (e sentire) cosa fare. Il difficile è trovare il giusto equilibrio tra esserci e non, tra far sentire che tieni a lei e lasciarle spazio. Le devi anche dare fiducia perché sarà lei, in fondo, a prendere una decisione e sperare che sia quella che desideri anche tu.

  3. Ho intenzione di provarci con una ragazza, a cui piacciono molto ma è anche fedele, che sta vivendo una relazione a distanza da qualche settimana; si incontrano una volta ogni settimana circa e stanno assieme da 3 anni (anche se magari non influisce molto le do comunque dettagli).
    Secondo lei ci sono qualche accortezze da seguire quando si vuole sedurre una ragazza che ha questo tipo di rapporto col fidanzato, o a cazzo proprio 🙂

    • Che sia fidanzata o meno poco importa, la regola base è farla stare bene evitando assolutamente di diventare il suo confidente/amico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here