Nella lezione precedente (Come parlare ad una ragazza lezione n.1) abbiamo visto una routine standard per rompere il ghiaccio con una ragazza che ti piace molto la “Ragazza Domatrice” (o RD). La routine ha avuto successo e finalmente hai accesso a lei per poterla finalmente conoscere e sedurre.

Per prima cosa il tuo linguaggio corporeo deve essere chiaro e sicuro. Quindi ripassiamolo a dovere con gli articoli sul Linguaggio del corpo. Il come parli e il come ti poni è importante più del contenuto stesso dei tuoi discorsi.

Non devi impressionarla oppure ottenere la sua ammirazione, devi semplicemente sedurla, che è quasi più facile!

Adesso è il momento di divertirsi un po’, non prenderti sul serio ne’ tantomeno fare lo stesso con la RD. Adesso sei una situazione di vantaggio, goditela e mantieni la calma. Sarà lei a farti domande, magari vuole sapere il  tuo nome, cosa fai nella vita o cosa studi. Devi essere vago e prenderla in giro a riguardo. Ad esempio se ti chiede cosa fai per lavoro le rispondi con qualcosa di totalmente falso e fantasioso.

ESEMPIO:

RD: “Che lavoro fai?”.

TU: “Riparo accendini usa e getta” oppure “Domatore di leoni” ecc ecc.

Stai sicuro che otterrai sia che lei si diverta sia che si incuriosisca, ovviamente tu neanche sottotortura dovrai dirle la verità.

Alla domanda susseguente, ad esempio in che zona abiti, rispondile seriamente. Il trucco è dirle una cosa vera ed una chiaramente falsa. Eviterai che si innervosisca e questo misto di gioco e  serietà le genererà ancora più curiosità e non saprà mai se la prenderai in giro o meno. È un metodo semplice ma veramente efficace. Unica eccezione è se ti domanda il nome, è il momento di dirglielo (ricorderai la lezione precedente in cui non dovevi neanche presentarti).

In questa interazione non dimenticare mai il contatto fisico, inizia in modo scherzoso ed amichevole, poi magari con una lieve spintarella ad allontanarla, oppure quando le devi dire una delle risposte “false”, tirala a te delicatamente per sussurrarle all’orecchio che nel tempo libero “smacchi i leopardi”. Toccarla ti allontanerà dalla Zona Amicizia.

Ricorda che ci deve essere una escalation di contatto fisico (vedi ebook Il Percorso della Seduzione), perché se ti fermi ad un contatto amichevole non otterrai nulla di più che la sua amicizia su facebook! Con il gioco deve quasi credere che non tin interessa, ma il tuo corpo le deve chiaramente far capire che la desideri. È questo il trucco per abbattere le sue difese anti-seduzione. Con le parole la distrai e con il contatto fisico le fai avere il messaggio che lei è attratta.

Nel prossimo articolo vedremo come “chiudere”, in modo da ottenere ad esempio il numero di cellulare, un appuntamento (istantaneo) oppure addirittura un bacio.

RD non avete scampo!

36 Commenti

  1. Non sono d’accordo con il Senseri che per cambiare sia necessario per forza un lungo periodo di tempo.
    A volte basta davvero un mese e per cambiare basta capire meglio se stessi ed essere più rilassati nei rapporto con gli altri. La rilassatezza è la chiave di tutto. E a volte può bastare un mese. Spesso si capiscono tante cose anche leggendo un paio di libri seri di psicologia “pratica”.
    Quello che dobbiamo capire tutti noi che leggiamo il sito è che per essere seducenti dobbiamo migliorare dentro. E il migliorare dentro non è una cosa che si limita ai rapporto con le donne. Qui non si parla di recitare una parte con le donne, ma di migliorare in un senso più ampio: migliorare verso il mondo: essere pià socievoli, rilassati, tranquilli, aperti, sicuri di ciò che siamo e facciamo, senza temere gli altri, senza temere di parlare di noi stessi, senza timore di esporci. E’ questa la chiave per vivere meglio e automaticamente vivremo molto meglio i rapporti umani, siano essi con gli amici e siano essi con le donne.

    • Sono dell’idea, come per esempio scrivo negli ebook, che si cambi giorno dopo giorno, attimo dopo attimo, quello che intendo dire è che per avere una cambiamento molto profondo e duraturo serve tempo perchè ci si deve confrontare con nuove realtà e situazioni che potrebbero far vacillare un “nuovo te” ancora non realmente solido sulle sue basi. E per essere ancora più precisi uso un termone più specifico ancora: non cambiare, ma migliorare.
      Sul resto concordo al 100% con quello che scrivi.

  2. Ciao Sensei ti chiedo un consiglio. L’altro giorno ho cercato di applicare sul campo i tuoi insegnamenti. Purtroppo la “preda” era più interessata al mio amico e si vedeva la differenza di trattamento. Infatti a lui le metteva le mani sul collo e a me un semplice bacino..Anche se ho parlato, riso, scherzato, giocato con le sue mani (contatto fisico). Adesso non voglio fare il beta maledetto e so che occorre pazienza per queste cose. Ma come ci si comporta quando hai un caso come il mio. OK che sono alle prime armi ma mi sento come un soldato che va in guerra con il manico della scopa. Dimenticavi che la tipa abita molto lontano da me e la vedo forse una volta al mese..

  3. ma non ha poco senso fare un reset dopo una sola volta in cui le abbiamo parlato? Cioè non andrebbe fatto solo quando commettiamo degli errori?
    Quindi per “chiudere” dobbiamo fare caldo-freddo e contatto fisico?

    • Infatti non ha senso, prima devi sedurla (contatto fisico, ironia, linguaggio del corpo), se le cose non vanno fai un reset e poi il caldo/freddo.

  4. Sensei , siamo noi che dobbiamo tornare a parlarle, ma dopo quanto tempo consigli di farlo se la vediamo tutti i giorni?
    Il terzo articolo per la chiusura come si chiama che non lo trovo?

  5. Ragazzi sentite questa che mi è capitata questo fine settimana (ormai quando mi capitano non posso fare a meno di pensare a voi 🙂 ).
    Ero a Padova per un master che sto frequentando, che si tiene in un albergo. Il sabato incrocio un paio di volte quest’uomo, ci scambiamo uno sguardo ma niente di più . La domenica mattina ci rivediamo nell’atrio dell’albergo, sale in ascensore con me . Ci salutiamo, ci guardiamo e io gli sorrido. Dopo un minuto di silenzio lui (sfacciatissimo) “pensavo….chissà se stessimo insieme come saremmo a letto io e te”. Io rimango stupitissima dell’uscita, ma il modo in cui l’ha detto (tra lo sfacciato, lo scherzoso e la faccia da sberle) non mi fa sentire offesa. Gli rispondo (ironica) “una persona che sa stare nel presente….complimenti!!”. Scoppiamo a ridere e lui ” a che ora finisci?” . Quando gli rispondo oggi pomeriggio alle 5 se ne esce con ” ti aspetto nell’atrio…..andiamo a prenderci un caffé. Ne abbiamo bisogno!!”. Poi il caffè non l’abbiamo preso, perché avevo il treno. E non gli ho dato neanche il numero, perchè era di Napoli e solo di passaggio. Ma è stato un bel brivido in un grigio fine settimana di pioggia e studio 😉

    • Come vedete pur essendo stato molto seduttivo anche sto tipo, per varie ragioni, ha preso un due di picche. a volte un po’ di fatalismo aiuta!

  6. Eh infatti lo immaginavo che non è proprio la cosa giusta da fare…. Ma secondo te è un complimento da evitare anke quando gia si é baciata la ragazza obiettivo e gia si è andati a letto insieme?

  7. Secondo te fare ad una ragazza un complimento/apprezzamento sui suoi occhi é una cosa da fare o meglio evitare nella fase d’approccio.. Forse è troppo da “zerbino/orsetto del cuore ?
    Secondo la tua esperienza quando è opportuno fare un complimento simile?
    Grazie. Ciao!

  8. @markguet: è normale rimanerci male se le cose non vanno come vorresti, per imparare a fregartene ci vuole pazienza, tempo e tanta pratica. Sono solo ragazze, ne trovi quante ne vuoi. Un po’ nella vita si deve soffrire, essere uomo vuol dire imparare a farlo e ad andare avanti.

  9. È verissimo ho provato a farlo questo gioco e funziona perfettamente il mio problema è che a volte giocando finisco non proprio con il farmi male ma con qualche graffio…. Una cosa che ho imparato dalle tue “lezioni” è stata quella di riuscire a controllarmi in presenza della ragazza obiettivo diventando un vero avatar a volte di ghiaccio facendo finta che sia tutto tranquillo ma appena sono solo vorrei essere anche li un avatar e non pensare a nulla… una volta cadevo in tentazione inviando qualche messaggio o fare qualche chiamata mandando cosi tutto all’aria ora riesco a trattenermi ma emotivamente ho ancora da lavorare… Purtroppo mi prendo male quando non va come vorrei… Qualche metodo per evitare anche questo??
    Continuo a complimentarmi per il sito…

  10. @paranormal45: per capirci un po’ di più dovresti leggere qualche altro messaggio corporeo positivo. Sembrerebbe interessata a te, in che modo è difficile dirlo, bisogna anche vedere se è una tipa espansiva o no. Possibilità ci sono, non ti infilre nella zona amicizia facendo tutto quello che lei ti dice, osa sul contatto fisico ed invitala ad uscire, le prime volte va bene anche in gruppo con altri amici in comune.

  11. Sensei cmq lei ieri sera mi ha chiesto se un giorno uscivamo dato che lei è al mare ci incontravamo il 27 e io ho proposto di guardare un film e andare al centro commerciale e a fine conversazzione mi sono fattolasciere il suo numero ma nn so come “comportarmi” il 27

  12. un paio di giorni fa ho conosciuto una ragazza che era una amica di una mia vicina che nn avevo mai visto e allora gli ho detto solo ciao e poi quando eravamo a casa di un altro mio vicino abbiamo guardato un film e dopo il tipo ha iniziato a fare foto e le si era messa dietro di me e aveva preso un contatto fisico e poi abbiamo iniziato a parlare e nel pomeriggio siamo andati a centro commerciale io gli ho offeto da bere e doveva comprarsi delle cose allora a me mi ha preso per un braccio e mi ha portato con lei ,
    nn so cosa vorrebbe intendere lei con questi “gesti” e sinceramente è bella e smpatica la signorina allora vorei qualche consiglio se riesci
    P.s. so che ci riuscirai
    P.s.s. nei vecchi messaggi avevo usato il telefono

  13. @paranormal45: se mi scrivi in modo più comprensibile prometto che ti rispondo! Perchè non ho capito che vuoi dire…

  14. Ciao io ppchi giorni 2 giorni fa ho conosciuto una ragazza era andata a casa di una mia vicino e mentre eravamo a casa di un mio amico lui aveva iniziato a farmi foto e lei si era attaccata aa me tipo mi stringeva le guando ecc.. ed era la prima volta ke la ho vista poi siamo andato tutti ad un centro commerciale dove gli ho offerto del succo . sapresti dire qualcosa a riguardo ?

  15. @tony:se fossi in lei con te non ci verrei mai! Perchè? Rileggiti quante domande fai, piene di insicurezze e paure, smettila! Agisci, ti ho detto come, comportati da uomo e prenditi qualche rischio. “Situazioni concrete”??? Devi imparare a cogliere le opportunità, e a creartele, come? AGENDO!

  16. Innanzitutto Grazie. Comunque è difficile comportarmi con lei in compagnia degli altri come se fossimo soli. Gli amici di lei ci guardano, siamo sempre in gruppo, lei parla anche con gli altri. Se diventassi troppo insistente nelle attenzioni fisiche verso lei, rischierei di diventare pesante e sgradevole agli occhi di tutti, soprattutto se lei dimostrasse di non accettarle. In pratica dovrei restare attaccato a lei per tutta la serata? Per quanto riguarda la gentilezza, eliminandola completamente non dovrei chiederle neanche come sta? Ho letto le tue indicazioni, ma tra la teoria e la pratica c’è un abisso. Mi potresti descrivere una situazione da creare nel concreto? Grazie infinitamente

  17. @tony: 1. comportati come ti comporteresti da soli.
    2. purtroppo devi fare proprio quello che è scritto sugli articoli, visto che fin’ora quello che hai fatto non ti ha portato a nulla DEVI cambiare, anche facendo cose che non credi siano giuste.
    3. elimina totalmente la gentilezza.
    4. Segui il Percorso.

  18. Alla fine le ho detto che ero impegnato e che dunque non potevo andare a pranzo con lei. Sono quasi 2 settimane che non la cerco. Ho tre domande da farti:
    1) Come mi devo comportare quando siamo insieme ad amici? Devo mostrare indifferenza o maggiore interesse anche davanti agli altri?
    2) Ho letto le indicazioni relative al contatto fisico, però mi risulta poco naturale toccarle il braccio o darle una spintarella giocosa mentre parliamo, li trovo fuori luogo…lei invece alcune volte mi tocca e si avvicina al mio viso, altre invece è distaccata.
    3) Quali limiti devo porre alla mia gentilezza? Del tipo aprirle la porta quando entriamo da qualche parte oppure ringraziarla per la giornata trascorsa insieme, li devo evitare?
    Grazie in anticipo per la tua eventuale risposta.

  19. @tony: vai a pranzo con lei, ma decidi tu orario e luogo, arriva anche 5 minuti in ritardo. Per il contatto fisico è tutto nel sito o nell’ebook.

  20. Grazie per la risposta. Sono 10 giorni che non ci vediamo. Oggi mi ha chiesto di andare a pranzo insieme giovedì. Cosa mi consigli di fare? Rifiutare dandole la disponibilità per un altro giorno? Oppure accettare? Mi potresti indicare un paio di situazioni reali che posso creare per iniziare l’escaletion fisica. Sono piuttosto timido e non vorrei sembrare invasivo nei suoi confronti. Grazie ancora.

  21. @tony: il tuo essere “gentile ed educato” è stato percepito come zerbino. Il contatto fisico deve portare a qualcosa, ci deve essere una escaletion fisica sempre più sensuale. Non essere uno yesman, dille di no se ti chiede di uscire e proponile tu cose precise da fare, gestisci l’interazione ed il rapporto. La devi prendere per mano, come se fosse una bimba, lei non deve avere potere decisionale. Non vuol dire essere ottusi, ma decisi e risoluti.

  22. Ciao Sensei, complimenti per il sito. Vorrei descriverti la mia situazione. Ho conosciuto una ragazza, in pochi giorni ci siamo scambiati i numeri di telefono, abbiamo pranzato diverse volte insieme e siamo usciti, anche se con altri amici. Dopo un mese circa lei si lascia con il fidanzato. Quando siamo soli parliamo di tutto, lei si avvicina, ci guardiamo negli occhi, cerca il contatto fisico, mi saluta baciandomi sulla guancia, ride a delle mie battute che non farebbero ridere nessuno… Da questi segnali mi sembrerebbe di capire che le posso piacere. In realtà lei è molto socievole, fa amicizia con tutti, è una persona aperta e a cui piace conoscere nuove persone. Perciò ho pensato che si comporti così perché lo è di carattere e non perché le piaccio realmente. Io mi sono sempre dimostrato gentile ed educato, no proprio come uno “zerbino” ma piuttosto premuroso, però mai in ottica di “amante”. Alcune volte lei alterna momenti di massimo interesse a momenti di passività emotiva. Devo modificare qualcosa nel mio comportamento. Cosa mi consigli? Grazie

  23. @sergan: vai da lei e ci parli, ma secondo te devi sempre avere scuse per parlare con una ragazza? Se cosi fosse non parleresti mai neanche alle tue amiche.

  24. Ciao sensei ho letto i 2 articoli sono super interessanti ma non ho capito una cosa hai detto che se va a buon fine salutare e andare ma scusami dopo dovrò tornare in qualche modo e che scusanti devo usare??

  25. “Dov’è la tua Ragazza?”…

    se le dici che non ce l’hai passi per uno sfigato che ci sta provando,
    se le dici che ce l’hai passi per una persona inaffidabile poichè ci
    stai provando con un’altra..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here