La seduzione non è solo miglioramento personale, serietà e lavoro su se stessi: altrimenti sai che palle! La leggerezza non è solo un comportamento da avere con le ragazze ma anche un modo di essere, anche un minimo di frivolezza in più aiuta, fa vivere meglio e aumenta le possibilità di seduzione.

Nei vari articoli e ebook ho parlato dell’importanza dell’aspetto fisico, inteso come fascino e look, non come bellezza. E’ importante che comprendi quanto un look curato, non eccessivo, sia più utile della pura e semplice avvenenza fisica.

In pratica puoi pure non essere bello, ma se sai sedurre e ti curi a dovere piacerai molto di più di un bambolotto belloccio da copertina!

Per quanto riguarda i vari aspetti esteriori c’è tutta la sezione Migliorare l’aspetto fisico, in questo articolo ti parlerò invece di quelli che secondo me sono la parte più divertente e forse più importante del look: gli accessori.

Partiamo dalle basi: diciamo che hai un look sufficientemente curato, abiti che ti permettono di stare in mezzo alla gente almeno senza vergognarti, attinenti al contesto in cui ti trovi. Eppure capita di vedere, facendoci caso ovviamente, ragazzi ben vestiti che però non comunicano nulla.

Perchè il look è proprio questo: comunicazione.

Come per il linguaggio del corpo sei in grado di dire senza parlare così con l’abbigliamento dici molte cose. Facciamo un esempio, se racconti una storia divertente si presume che faccia ridere, giusto? Sbagliato! La storia è solo uno strumento, ciò che la rende divertente è la persona che la racconta e i suoi tempi comici. Un bel look è una storia divertente che però sei TU a renderla comunicativa.

Il look non è solo vestirsi, ma comunicare emozioni, cosa che porta ad essere prima di tutto interessanti e poi anche affascinanti. Almeno in prima battuta, poi entreranno in campo la seduzione, il linguaggio del corpo e il contatto fisico.

Questo discorso serve a farti capire quanto effettivamente un look curato e “coerente” su chi sei tu sia utile in seduzione. Ripeto: utile, non è la sola seduzione.

E gli accessori?

Hai presente la storia divertente dell’esempio di prima? Se uno la racconta sempre con lo stesso tono della voce difficilmente farà sbellicare dalle risate. Servirà quindi fare delle pause, cambiare il tono della voce, in pratica aumentare le proprie capacità comunicazionali per valorizzare il racconto e renderlo più coinvolgente.

Gli accessori sono l’equivalente di tutto questo, sono la parte più “frivola” e comunicativa, il famoso tono della voce, però del tuo intero look. questo significa, quindi, che un bel look senza accessori è come una storia narrata sempre con lo stesso monotono tono di voce.

Quali sono gli accessori più importanti?

Tutti e nessuno, ognuno dipende da una serie infinita di fattori ma, soprattutto, dipende da te e da quanto ti piacciono e ti ci trovi a tuo agio.

Daytona-rolexOrologi: molti uomini, e donne, li adorano. Sono dei veri feticci e strumenti per raccontarsi. Ad esempio un bel Rolex Daytona potrebbe dire di te che ami lo sport e l’eleganza, oltre al fatto che ti piacciono le belle cose e che te le puoi permettere… Conosco molte persone nel settore degli orologi di lusso e sono una vera e propria “casta” e anche se io stesso ne sia un fan assoluto, alcuni modelli dimostrano anche la grande capacità dell’uomo di creare oggetti bellissimi.

Anelli: uno massimo due! Altrimenti rischi di sembrare Mister T, personalmente mi piacciono molto e ne porto sempre uno sul pollice. E’ un semplice anello in argento acquistato in Turchia che ha tutta una sua storia, volendo può essere anche un argomento d conversazione, se proprio non si ha altro da dire.

Krusty_il_ClownCalzini: sono un accessorio? Possono esserlo, ce ne sono alcuni particolari, colorati o anche molto costosi. Se ti va di “sdrammatizzare” il tuo look possono essere quello che fa per te (nb. non esagerare, sembreresti Krusty il clown!).

Gioielli: in generale anche un bel gioiello da uomo può avere il suo fascino, si deve stare attenti per non sembrare uno zingaro in tangenziale, tipo collanona d’oro. Meglio andare sul classico che esagerare, almeno all’inizio. Di sicuro evita sempre l’eccesso, come dico sempre anche in seduzione meglio fare qualcosa di meno che di troppo.

Scarpe e cinte: le ho messi insieme perchè il loro abbinamento è indice di cura ed eleganza. Ad esempio, con un vestito o una giacca, è d’obbligo che siano abbinati (nero e nero ecc). Evita fibbie da texano dagli occhi di ghiaccio, una cinta semplice ed elegante attira di più che una pacchiana.

Forse così è troppo...
Forse così è troppo…

Tatuaggi: chiamarli accessorio mi sembra riduttivo, però possono avere lo stesso effetto. Immagina ad esempio un look classico e un po banale con bei jeans e camicia bianca di lino, non è che inspiri chissà quale emozione, aggiungigli un avambraccio tatuato e il tutto cambia e comunica con più forza. Non è detto che sia migliore o peggiore, solo più “potente”.

Sembrano piccolezze ma le donne le notano, come capiterà a te con il tempo quando anche tu inizierai a comprendere la forza che questi accessori hanno a livello di look e immagine. Non serve fare grandi stravolgimenti o eccedere in oggetti costosi, comprendi cosa piace a te e focalizzati su quello, poi più avanti potrai trovare piacevole indossare sciarpe di cotone o lino, oppure una pashmina particolare. Un po’ di frivolezza aiuta ad alleggerire i problemi della vita, senza eccedere!

Gli accessori secondo le donne.

Le donne sono molto più attente al dettaglio di quanto non sia l’uomo medio. Noi siamo meno attenti alle combinazioni di colori, come ci sta un abito o anche agli accessori. con gli articoli precedenti ho dato spunti per essere irreprensibili, con questi piccoli “consigli” vorrei che tu provassi a fare un passo in più e diventare più “interessante” da punto di vista dell’immagine.

Alle ragazze piacciono, in generale, uomini curati e attenti al loro look. Gli accessori sono l’ultima frontiera in questo, e in fin dei conti basta veramente poco.

E’ ovvio che se poi se una scimmia con tre neuroni, insicuro e pauroso poi andrai comunque in bianco. A questo ti serve il Percorso della Seduzione, piccoli passi per essere più attraente e più seducente. La seduzione la si può imparare, basta farlo!

 

Unisciti alla discussione

8 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Perché sono un po’ più purista della alfaness che hai promosso tu…
    Mi sembra che in questo articolo sia emerso più un : “per piacere di più ecc.” che il solito , realista e più che utile : “per piacerti di più..”
    Hai sminuito secondo il mio parere non poco il lavoro su se stessi che prima o poi ovviamente e in un modo naturale (appoggiando i remi sulla barca ) cambierà il tuo modo di essere e di esprimerti (anche attraverso i vestiti e accessori )

    1. Accetto il tuo parere, pur trovandolo troppo “purista” e semplicistico. La vita, dalla mia esperienza, non può e non deve essere presa con troppa serietà o si diventa dei musoni incazzati e anche un po’ ottusi. Per essere un alfa dovresti conoscere più cose possibili e accettare le diversità altrui. Sperimentare e giocare sul look ti offre la possibilità di avere un differente punto di vista rispetto al tuo. dopo aver fatto più attenzione, ad esempio, alla parte degli accessori o all’abbigliamento si può decidere se ci piace o meno, se ci diverte, ci fa stare bene o semplicemente è lontano dal nostro modo di essere. Sperimentare, comprendere, accettare: questa è alfaness.

  2. ciao sensei, leggendo l’ebook diventa un’alfa mi è sorto un dubbio. Quando parli di non dover comportarsi come uno zerbino, precisamente quando fai l’esempio di quando la ragazza ci da buca cinque minuti prima dell’appuntamento, bisogna rimanere imperturbabili come se non fosse accaduto nulla… però poi dici che dopo un po, poco prima del prossimo appuntamento la si deve chiamare per ricambiare il favore. Insomma un po occhio per occhio, dente per dente. Ma in questo modo non si comunica indirettamente il proprio fastidio del suo atteggiamento? Mi sembra un po una contraddizione.

    1. Il discorso è molto complesso, semplificando se una si comporta così il più delle volte lo fa per mancanza di educazione o rispetto verso di te. Con ragazze che fanno così è utile prima di tutto fare come se non fosse successo nulla, così da farle capire che il mondo non gira intorno a lei. In seconda battuta, vista la mente un po’ infantile di lei, le dovresti dare una piccola “punizione” (eviterei anche soltanto il concetto di schiaffetto, ma il senso è quello). E la comunicazione del tuo rimbrotto deve essere commisurata alle sue capacità di comprenderla: coerenza con lei. Fare “troppo” il superiore può essere visto come un atto di debolezza, quindi una piccola ripicca, ci può stare. Ricorda che quello che scrivo non sono comandamenti, ma consigli da utilizzare SEMPRE in base al contesto.

  3. Quando in un commento ad un precedente articolo, dove si parlava dell’immane quantità di informazioni presenti sul sito, dicevo che mi sarebbe piaciuto leggere qualcosa di specifico sui vari punti del percorso intendevo proprio questo. Grazie.