Come Scopare bene: 7 Consigli Semplici per Farla Godere

Imparare a scopare bene è possibile, benché non sia cosa da tutti.

Molte persone, forse soprattutto gli uomini, non hanno la volontà di fare il primo e necessario passo, che è quello di ammettere che non si è campioni a letto e che si ha (sempre) qualcosa da imparare.

Se sei su questa pagina forse ti sei reso conto che hai bisogno di migliorare la tua performance sessuale. Oppure sei una di quelle persone che sa che deve migliorare sempre per cercare di essere la migliore versione di sé.

Oppure sei semplicemente curioso di un argomento piuttosto avvincente, che è la questione dell’imparare a scopare bene.

Quale che sia, è un ottimo motivo.

Accettando che puoi e che devi migliorare il tuo rendimento sessuale, parti dall’osservazione che ci sono due fonti di insegnamenti sul sesso che sono quasi del tutto inaffidabili e su cui non devi affatto basarti.

Una fonte del genere sono le leggende urbane, falsi miti e storie che si raccontano fra ragazzi. L’altra sono i video porno che, specie se professionali, contengono alcune pessime indicazioni su come si scopa bene.

Cominciamo quindi col considerare la grande questione di sfondo.

Come sapere se sei bravo a scopare?

Domanda lecita perché non puoi di certo decidere nella tua testa che sei bravo a scopare e far finta che questo sia tutto quello che conta. C’è almeno un’altra persona la cui opinione va consultata. Ed è un’opinione che, su questa questione, conta più della tua.

La tua partner sessuale è la prima a cui devi rivolgerti per avere un giudizio sulla tua scopata, sui suoi dettagli e fasi e sulle cose che lei personalmente vorrebbe cambiare. Per scopare bene e far provare piacere serve conoscere la partner. Non esiste perciò l’opzione del non chiedere mai la sua opinione.

La maggior parte delle donne non avrà problemi ad offrirti almeno un’indicazione. Spetta a te applicarla e fare in modo che ogni successivo incontro sia, per quanto possibile, migliore del precedente.

La donna ti parlerà dei preliminari che preferisce, delle zone erogene, della durata, dell’intensità, del ritmo — tutte questioni che per l’uomo che vuole scopare bene costituiscono oggetto di studio.

La comunicazione è la chiave per scopare bene in un rapporto di coppia duraturo.

É però anche vero che, seguendo delle buone linee guida e facendo tanta pratica, tu possa diventare bravo anche nella cosiddetta “botta e via” (one night stand), in cui non conosci bene la partner e non hai l’aspettativa di rincontrarla.

Come Scopare bene: Dura di più

Il primo fatto tecnico che determina la buona scopata è la durata, ovvero quanto a lungo riesci a stimolare la donna con intensità. Si pensa solitamente alla penetrazione.

I lettori maschili a questo punto vorrebbero un’indicazione numerica precisa: quanto dovrei durare per scopare bene?

Il problema del rispondere a questa domanda ha a che fare con la questione precedente sulla donna particolare. Siccome donne diverse provano piacere in modo diverso ricevendo agli stessi stimoli sessuali hanno anche bisogno di tempi diversi. Ecco quindi un’altra questione che un partner intelligente scopre da sé, studiando le reazioni della donna durante il sesso o chiedendole direttamente.

L’eiaculazione precoce è il problema fisiologico che cambia tutto. Se con la penetrazione non riesci a durare più di due minuti la difficoltà dello scopare bene è molto concreta. Su TuPuoiSedurre troverai svariati consigli su come durare di più. Considera però anche l’importantissima questione dei preliminari.

L’importanza dei preliminari per scopare bene

I preliminari hanno una speciale importanza fisiologica per il piacere delle donne: causano rilassamento, eccitamento e lubrificazione — per molte donne i tre requisiti per raggiungere l’orgasmo.

Eppure gli uomini si permettono talvolta di trascurarli, pensando forse che la percezione maschile del sesso coincida con quella femminile, per cui il loro sentirsi pronti al sesso corrisponde allo stesso grado di eccitamento nella donna.

Essi servono a preparare la donna per il sesso e la loro assenza è una causa comune dell’insoddisfazione sessuale fra le donne. Nota inoltre che la donna insufficientemente eccitata raggiunge l’orgasmo con difficoltà e richiede molto più sforzo e durata dal suo partner.

Il modo più pragmatico in cui si combatte il problema della durata insufficiente è appunto quello di investire più tempo ed energia nei preliminari, eccitando la donna di più e facendola godere in diversi modi. Mi riferisco ai massaggi, ai baci, alle carezze, al linguaggio erotico — ma soprattutto alla masturbazione e al cunnilingus o sesso orale.

(Ti ricordo che di fronte a seri problemi fisiologici come l’impotenza o l’eiaculazione precoce eccessiva si consiglia di consultare un esperto medico come un andrologo, urologo o sessuologo. I loro consigli pratici basati sulle tue specificità personali possono fare tutta la differenza nella tua vita sessuale.)

Intensità e ritmo per fare l’amore bene

Dopo la domanda quanto a lungo dobbiamo porci la domanda del come — la seconda questione tecnica più importante dopo la durata.

L’intensità e il ritmo di uno stimolo sono determinanti. L’orgasmo femminile solitamente dipende dalla correttezza dello stimolo. Un contatto troppo forte o troppo debole, troppo irregolare o troppo breve, potrebbe comportare l’impossibilità per la donna di raggiungere la soddisfazione.

Se vuoi imparare come scopare bene, il contatto fisico è fondamentale.

La stimolazione della vagina, ma soprattutto la stimolazione del clitoride, va eseguita con il ritmo e l’intensità giusti. Per scoprirli serve prestare attenzione al linguaggio del corpo della donna, alle sue reazioni intenzionali e involontarie, così come alle cose che ti dice. Una volta scoperto il ritmo giusto (fattore più importante dell’intensità), cercherai di mantenerlo. L’incapacità degli uomini di attenersi al ritmo giusto è una delle lamentele sessuali più comuni fra le donne.

7 Consigli concreti per scopare bene

Tutto quello che si è detto finora serve come conoscenza base per arrivare a trombare come si deve La comunicazione, l’osservazione, la varietà degli stimoli, la giusta durata, l’intensità appropriata e il ritmo corretto e costante sono delle linee guida affidabili e solide. Possono costituire la tua lista concettuale dei requisiti per una buona scopata.

Ora vediamo una serie di consigli concreti e pratici per scopare bene e soddisfare la donna.

1. Programma l’incontro

L’attesa del sesso può fungere essa stessa da preliminare perché eccita la donna. Esiste anche la possibilità di stimolare il suo eccitamento in preparazione alla scopata con un po’ di sexting.

La consapevolezza della scopata programmata permette inoltre alla donna di prepararsi, di vestirsi in una maniera che la farà sentire sexy e rilassata e per prendersi cura di sé in modo tale da sentirsi disinibita quando ti incontra.

La programmazione permette a te invece di preparare una scena ideale con tutti gli accorgimenti del caso, inclusi gli ausili erotici che preferite.

2. Procedi con gradualità e pazienza

Non trascurare nessuno dei preliminari che ti sembra possibile realizzare e che supponi che la donna apprezzerebbe. Prenditi il tempo per flirtare, per avvicinarti, per realizzare il primo contatto, il primo bacio, per fare qualsiasi attività erotica vi venga in mente (come ad es. lo spogliarello).

Procedi con gradualità affinché la donna arrivi al sesso vero e proprio pienamente eccitata e, idealmente, fradicia. É ovvio che tutta questa costruzione del suo eccitamento richiede pazienza. Ma una scopata fatta bene ne vale sicuramente la pena.

3. Usa il linguaggio erotico

Le donne solitamente apprezzano qualche parola erotica durante il sesso. Gli esempi sono le istruzioni che puoi darle sulle cose da fare (molte donne adorano questa forma di risolutezza da parte dell’uomo), ma forse ancora di più i complimenti e gli apprezzamenti.

Ricordati però di non esagerare. Le cose dette devono essere appropriate e suggestive, non devono creare distrazione. Vale la pena sperimentare sul lato volgare — molte donne vanno matte per le volgarità pronunciate durante il sesso.

4. Cambia posizione

Nella scoperta delle cose che piacciono durante il sesso la posizione è una delle considerazioni più lampanti. Cambia la posizione più volte per scoprire cosa piace alla donna di più quel giorno. Posizioni giuste diverse permetteranno, fra le altre cose, angolazioni diverse. Questo vuol dire stimolazioni in diverse parti della vagina e sensazioni diverse.

Anche su questo punto voglio avvisarti di non esagerare. Una posiziona efficace non serve che si cambi. Cambiare nel momento sbagliato può rovinare l’eccitamento che la donna ha costruito fino a quel momento.

5. Non pensare a te stesso

Con questo intendo ovviamente di non essere egoista e di tenere sempre a mente la partner. Ma intendo anche di non focalizzarti mentalmente sulla tua stessa apparenza: non pensare continuamente a come appari durante il sesso.

La tua concentrazione deve fissarsi sulla donna. Il tuo obiettivo è farla godere — non distrarsi pensando a te stesso che stai scopando.

6. Sperimenta con i giocattoli sessuali

Non avere timore nell’introdurre qualche giocattolo sessuale o ausilio erotico nei tuoi rapporti sessuali. Le donne li apprezzano molto e non ci troveranno sicuramente nulla di strano.

Di giocattoli sessuali ce ne sono di ogni tipo oggigiorno, soprattutto di quelli dedicati al piacere femminile. L’unico limite è la vostra fantasia. Non dimenticare nemmeno i lubrificatori artificiali e gli effetti dell’acqua e del ghiaccio, tutte esperienze intime che ogni donna sarà quantomeno interessata a provare. (Consulta le risorse di TuPuoiSedurre sull’argomento del sesso per ulteriori suggerimenti.)

7. Fai tesoro dell’esperienza

Il sesso è quell’arte in cui l’esperienza non è mai troppa perché c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare, come ti dicevo all’inizio.

Studiare la tua esperienza personale è un ottimo modo di migliorare e imparare a fare l’amore bene secondo le proprie caratteristiche personali e preferenze. Lo studio parte dall’osservazione della partner. Procede con l’adattamento ai suoi bisogni e desideri, fino ad un livello di competenza tale da poter dire di essere padrone dei suoi desideri.

Ma poi, come ho suggerito più volte, ogni donna è diversa e va studiata da capo. Si capisce quindi perché la comunicazione sia così rilevante, dall’inizio alla fine.

Imitare le tecniche altrui non è sempre una buona idea. Sia tu che la tua partner scoprirete strada facendo le cose che preferite, le cose che vi vanno bene e le cose che non fanno per voi. La vostra esperienza è in un certo senso unica e va considerata come tale.

Conclusioni

Come hai visto, per scopare bene è innanzitutto richiesto che tu sia capace di riconoscere le tue mancanze e che tu abbia la volontà di imparare a fare meglio. Inventarsi scuse per far finta di essere campioni della chiavata non serve a niente.

Riconoscere i propri errori permette di correggerli. Nel sesso, come nella seduzione e nella vita in generale, un errore evitato è di per sé un successo e un grande vantaggio. Ancora una volta, è la buona comunicazione con la partner cambia tutto. Sarà lei a fornirti indicazioni preziose su come scopare bene, a partire dagli errori che commetti e a partire quindi dalle cose da non fare.

Le questioni di performance sono cruciali e inevitabili — le questioni di durata, ritmo ed intensità. Queste si affinano con l’esperienza e prestando molta attenzione, sia agli effetti sulla donna che alle proprie reazioni corporee. L’esperienza esatta del sesso, con tutti i suoi tentativi, sforzi ed effetti inaspettati, è talmente importante che alcuni uomini decidono di registrare le proprie scopate con la videocamera. Ad alcune coppie piace rivedere le proprie esperienze in questo modo (così come gli piace vedere porno insieme), ma l’utilità del “replay” è anche quella di poter studiare la propria performance in dettaglio e a mente fredda.

Lascia un commento