Conquistare una collega di lavoro è una situazione che si verifica molto spesso. Senza scomodare la scienza o la sociologia mi sembra ovvio che nel contesto di lavoro sia normale conoscere persone e flirtare in continuazione.

Infatti molti economisti “moderni” hanno visto come la promiscuità aumenti la produttività. In pratica avere un interesse, che sia sessuale o sentimentale, per qualcuno spinge gli impiegati e gli operai a dare di più.

Anche a me è capitato di avere flirt e relazioni a lavoro e devo dire che sono molto divertenti, appaganti e pericolosi! Dalla seduzione fino alla rottura (spesso compresa) si è a rischio, che si tratti di vivere male sul posto di lavoro o addirittura di essere licenziati.

Le tecniche per conquistare una collega di lavoro

La base è quella della massima e assoluta discrezione. Se nella maggior parte degli articoli e ebook esorto le persone ad osare, sul posto di lavoro invece consiglio di agire evitando di farsi notare e creare problemi.

La scelta di essere discreti a una duplice valenza:

  1. Stai lavorando, a meno che non sei ricco e non hai problemi economici, il rischio di incappare in qualche guaio è concreto. Non solo nell’ambito stesso, ma ci potrebbero essere situazioni ancora peggiori che vanno fino a sfiorare le molestie sessuali. Certo perché provarci con una persona, magari con un po’ di contatto fisico, può dar luogo a fraintendimenti ma anche ripicche. Potrebbe essere lei a farti una vertenza oppure il capo che rosica perché ci provi con una che invece interessa a lui.
  2. La stessa seduzione in ufficio ha una serie di codici di comportamento finalizzati anche al successo. Lei /lui si potrebbe sentire a disagio se tu sei troppo esplicito, potrebbe avere il timore di essere etichettata come una facile. Oppure potrebbe già avere un altro senza disdegnare una sveltina nel ripostiglio dei toner!

Una volta compreso che la discrezione è la base per conquistare una collega di lavoro (o anche un collega), vediamo come agire realmente.

Dalla teoria all’azione

Sedurre è sedurre, per quanto ci possano essere differenze sul luogo, contesto o persone alla fine si tratta sempre di generare attrazione in una persona verso di sé. Ricordati sempre che la discrezione è la base.

Detto questo l’arma di seduzione in ufficio più efficacie (e discreta) è sempre un mix tra flirt, linguaggio del corpo e un lievissimo contatto fisico molto casuale.

Flirtare lo definisco in un articolo come il ninja della seduzione perché lo poi utilizzare senza che gli altri se ne rendano conto. E anche se dovessero capirlo non è detto che un flirt debba per forza portare al sesso.

Il Linguaggio del Corpo: Come Capire se le piaciTutti flirtano in continuazione. Poi c’è il linguaggio del corpo, che è ancora più discreto del flirt e per certi versi anche più potente. Ti consiglio di leggere l’ebook sul Linguaggio del Corpo nel quale spiego attentamente non solo a leggerlo, ma anche come utilizzarlo come strumento di seduzione.

Aperto, sciolto e comunicativo. Evita facce da incazzato che fanno molto bambino imbronciato e poco maschio alfa che sorride alla vita. Guardala negli occhi cercando il contatto visivo ma senza esagerare.

Falla sentire accolta nel tuo spazio (es. postazione di lavoro) aprendoti e facendola accomodare come se quell’ambiente fosse lì solo per lei.

Il contatto fisico per sedurre una collega di lavoro

Sappiamo perfettamente che il contatto fisico è una potentissima arma di seduzione che evita con una certa efficacia la malefica zona amicizia. In generale le persone pensano di osservare ma in realtà notano ben poco.

Ad esempio non in molti sanno quanto realmente conta il contatto fisico in seduzione e quindi non sono capaci di leggerlo e capirlo. Quindi puoi farlo, ma senza esagerare, seguendo anzitutto la escalation e poi andando ancora più lentamente di quanto tu faccia di solito (o si dovrebbe fare all’esterno).

Conquistare una collega di lavoro: ti mando il curriculum?
Conquistare una collega di lavoro: ti mando il curriculum?

Ricapitolando, per conquistare una collega di lavoro senza farsi licenziare e aumentando le tu chance dovresti seguire questo breve decalogo:

  • Discrezione.
  • Flirt.
  • Linguaggio del corpo.
  • Contatto fisico.

Detto questo ti consiglio sempre di pensarci bene, almeno un milione di volte, prima di scatenarti nella seduzione con una/un collega di lavoro. Spesso i problemi e i fastidi possono essere superiori ai benefici.

2 Commenti

  1. Buonasera Sensei,
    L’articolo è interessante e mi riguarda da vicino. Nel mio luogo di lavoro, mi è capitato che alcune ragazze ci provassero con me e che me ne piacessero altre.

    Come spesso accade, quelle che ci provano più esplicitamente non mi attraggono a sufficienza.

    Trovo invece interessante una ragazza che tempo fa mi guardava, spesso da lontano, spesso a lungo. Ha un non so che di particolare, mi sono sentito legittimato ad avvicinarla. In realtà mi sono solo seduto accanto a lei sui mezzi, lei mi ha guardato freddamente, da allora praticamente mi evita.

    Non so se sia un caso, ma vedo che le sue colleghe mi lanciano occhiate o mi evitano, se mi incrociano tirano dritto. Sono un ragazzo normale.

    Sono tentato di lasciar perdere tutto. Insistere non mi sembra il caso. Sembrerei disperato.

    Non le pare?

    • Perché non inizi con un “ciao”? Piccoli passi senza essere aggressivo o invadente e vedi cosa accade. Tu dici di voler lasciar perdere, ma cosa? Non hai ancora fatto nulla e ti basi solo su “sensazioni” o sguardi…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here