Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei! Ma come fai? Sei forse un mago? Credo,con questa affermazione, di aver catturato la tua attenzione…

Molto spesso capita che mi si scriva qui perché non si sa come gestire un’appuntamento o non si sa cosa dire a una ragazza.

Esistono tanti argomenti di conversazione che possono andare bene, si va dai viaggi (gettonatissimi), alla cultura o anche parlare degli altri (il classico spettegolare). Di certo qualunque sia l’argomento scelto sono d’obbligo leggerezza e ironia, specialmente nei primi appuntamenti.

Però in molti confondo il tenere compagnia come farebbe una nipote con la nonna con la seduzione. Infatti immagino che si esca con una ragazza per conquistarla, non per intrattenerla.

Ecco il punto focale: sedurre. Quindi puoi anche avere tutti, ma proprio tutti, i migliori come diventare un maschio alfaargomenti di conversazione senza riuscire, però, a farla tua. Perché accade? Anzitutto perché non hai deciso cosa vuoi da lei, o almeno non lo hai accettato nella tua testa.

Vuoi sedurla! Quindi accettalo e agisci di conseguenza, non credere che lei possa tirarsi indietro se ti vede un po’ sfacciato, anzi! Ricorda che se lei è uscita con te ci sarà un minimo di interesse da parte sua, o no?

Non credo che tu voglia comprare un attico nella temuta zona amicizia, quindi è il momento che cambi atteggiamento. Farlo è meno complicato di quanto tu possa pensare, certo ci vuole la volontà del Maschio Alfa e non la paura del cucciolo sperduto nella steppa siberiana.

Come gestire un appuntamento: flirt, contatto fisico e ironia

La vera arma anti zona amicizia, come spesso sostengo, è il contatto fisico. Toccarla significa superare le vostre barriere emotive con uno strumento molto più potente del dialogo. Ad esempio quando la saluti non le dare la mano oppure due mezzi bacietti sulle guance, mica sei a una rimpatriata con i parenti.

Trova in te il coraggio di osare, supera le tue paure e dalle un abbraccio sincero e caldo che le dica lui, al posto delle parole: “Sono contento di vederti“, vedrai che già questo passo disintegrerà tra di voi una marea di inutili barriere.

dimmi-cosa-mangi-e-ti-diro-che-sei
Dimmi cosa mangi e ti dirò che sei…

Quanto deve durare? Diciamo che secondo la scienza servono 30 secondi di abbraccio al giorno per migliorare addirittura anche il sistema immunitario. Dato che non sei il suo medico di fiducia 30 secondi sono un’eternità.

Per cui è sufficiente che duri poco, anche un attimo se non ti senti a tuo agio o hai paura di essere troppo invadente. Ma in fondo che invadenza c’è nel dire a qualcuno che sei contento di vederlo e dimostrarglielo?

Una volta rotto il muro del “contatto fisico” ti basterà continuare con piccoli gesti (come trovi qui sul sito o sugli ebook) e poi inizierà la parte del flirt.

Flirtare con una ragazza è altrettanto importante perché se con il contatto fisico hai comunicato a un tipo di livello molto profondo, con il flirt puoi stimolare la sua fantasia.

Questo perché flirtare significa, in linea di massima, giocare con lei. Ricorda questo concetto di gioco perché entrambi vi dovreste divertire, se si diverte solo uno non è flirt. Per capire come fare ti consiglio di leggere l’articolo sul Flirt.

Ma le due cose vanno fatte una prima e una dopo? Assolutamente no, si tratta di rendere TUTTO l’appuntamento un mix di contatto fisico, flirt e ironia. Questa è l’unica parte che, purtroppo, più di tanto non può essere insegnata ma va imparata con l’esperienza.

Non puoi pensare di imparare a sedurre leggendo roba sui siti, va bene per capire e imparare in teoria cosa fare, ma la vera sfida è applicare quanto letto e mettersi in discussione rischiando anche degli errori e delle figuracce.

Se sei alle prime armi, e stai imparando come conquistare una ragazza, allora anziché uscire con la tipa che pensi di amare, mettiti alla prova con una che ti interessa meno o anche nulla. Passa con lei una bella serata e seducila usando quanto letto.

Ovviamente non è finita qui, l’ironia dovrebbe essere presente in tutta (o quasi) la serata. Che sia per disinnescare i suoi malefici test, oppure per raccontarti senza sembrare uno scolaretto che recita la lezione.

Dimmi cosa mangi e ti dirò che sei, che significa?

Immagino che quando hai letto questo titolo ti sia incuriosito e così ti sei messo a vedere dove andavo a parere. Cosa c’entra “dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei” con un articolo che indica alcune linee guida su come gestire un appuntamento?

Tutto e niente, è bastato buttarti lì una considerazione su di TE e subito ti sei incuriosito e ti sei messo a leggere questo articolo. In questo post ti ho dato delle linee guida su come gestire un appuntamento.

Una delle più importanti, che spesso si tralascia, è di ascoltare e di mettere la persona che sia ha di fronte al centro dell’attenzione. Tutti, o quasi tutti, desideriamo essere ascoltati e

come fare sesso
come fare sesso

capito, vogliamo parlare di noi con qualcuno che ci comprenda e apprezzi.

Quindi fai domande su di lei, chiedile qualcosa (magari se veramente ti interessa) senza avere timori. Se non vorrà risponderti non lo farà, semplicemente. E poi quello del cibo è un gran bell’argomento di conversazione.

Ti consiglio di leggere Afrodita di Isabel Allende in cui si parla del potente e sensuale mix che c’è tra sesso e cibo. quindi potrai capire che è un argomento di conversazione sensuale, divertente e che mette lei/lui, al centro dell’attenzione.

Nel prossimo articolo ti dirò come effettivamente parlare della commistione tra cibo e sesso in modo da incuriosirla e sedurla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *