Femminicidio.
È un vocabolo che fino a poco tempo fa neanche esisteva; a causa del moltiplicarsi degli efferati omicidi ai danni delle donne è stato coniato per delineare un tanto preciso crimine, spesso con risvolti “passionali”, usando questo termine desueto.

Ma la passione nel femminicidio non c’entra proprio nulla, al contrario è la totale mancanza di vera passione per la vita e le donne a spingere nella maggior parte dei casi dei mezzi uomini ad atti orrendi e imperdonabili.

TpS è un sito in cui si aiuta a sedurre, ma mi sono reso conto nel tempo che forse non ho parlato a sufficienza della bellezza della donna, della sua importanza nella nostra vita e allo stesso tempo, però, di quanto siano fragili e indifese nei confronti dei loro uomini.
La donna più dell’uomo si lascia andare, si lancia nel vuoto, ha fiducia totale anche quando non dovrebbe darne. Così in troppe, in nome del loro amore, accettano angherie, prepotenze e vere e proprie violenze.

Spesso pensando:
Cambierà
Lo fa perché è stressato
Devo capirlo perché ha perso il lavoro
E’ colpa mia
Non dovevo guardare quel ragazzo, per questo mi ha picchiata
E decine e decine di altre scusanti verso questo “uomini” che si permettono anche soltanto di dare un ceffone.

Cosa c’entra uno schiaffo con il femminicidio?

come conquistare un donna rispettandola
Come Conquistare un donna? Rispettandola!

Tutto. Ogni azione violenta è un femminicidio, è una violenza, un assassinio dell’autostima e dei diritti inalienabili di una donna. Non esiste, per nessuna ragione agire in modi violenti e non c’è giustificazione che tenga.

Chi colpisce una ragazza è un vigliacco senza carattere, senza spina dorsale che scarica il suo fallimento personale e le sue frustrazioni su una persona che lo ama solo perché questa persona ha la forza di restargli accanto.
Anni fa lo stalking è diventato un vero e proprio reato perseguibile per legge, ma a parole, non con i fatti. La realtà è che chiunque vuole entrare e rimanere nella vita di qualcuno, a forza, è libero di farlo senza che questi si possa difendere.

E poi si legge sulla cronaca nera che lui la pedinava e minacciava già da qualche anno, dopo essere stato lasciato perché geloso e ossessionato da lei. Infine l’ha uccisa, dopo che la povera donna era andata anche dai carabinieri denunciando le minacce e solo per ricevere questa risposta:
Finché non c’è un crimine noi non possiamo fare nulla”.

Ma allora che cos’è realmente questo diavolo di reato stalking?
Nulla! Solo un mero strumento che qualcuno utilizza per i propri comodi, magari per mettere nei guai un ragazzetto innamorato davvero che ha solo il difetto di non arrendersi, magari a volte esagerando, senza però volere il male per la sua ex.

Se uno vuole commettere un reato, o è potenzialmente capace di farlo, si fa beccare così in flagranza di cazzata?!

Perché si commettono violenze verso gli ex (che sono spesso donne)?

no violenza donne
Basta Violenza!

Il più delle volte l’oggetto prima di pedinamenti, stalking e infine violenza è proprio un ex, che sia una ragazza o un ragazzo. Ovviamente le persone più a rischio (90% dei casi) sono donne, ma capita anche che siano degli uomini a subirne.

Le cause del mutamento che porta l’amore a divenire ossessione sono diverse per ogni individuo e spesso neanche valutabili in modo chiaro e oggettivo.
Probabilmente nessuno di questi “criminali” avrebbe mai pensato di comportarsi in modo violento, eppure succede.

Di sicuro una causa spesso scatenante è la gelosia, di cui abbiamo già parlato in un articolo, ma non quella bella gelosia che mette un po’ di pepe in un rapporto. Che fa sentire gli amanti desiderati e apprezzati, è invece un male potente a tal punto da prendersela se il partner guarda un’altra persona con un po’ di interesse.

La gelosia fa parte del gioco della seduzione che ogni giorno dovrebbe accompagnare una coppia. Eppure in alcuni casi, troppi, la gelosia diviene il fulcro di un rapporto, il collante che però non è solo scatenato da uno, ma spesso accettato passivamente dall’altro.
È giusto amare una persona accettando i suoi difetti e passando sopra alcune cose che non piacciono, ma entro certi limiti. Se lui/lei è troppo geloso è un vero problema che va affrontato insieme prima che la coppia scoppi o peggio.

Il passo dalla gelosia al femminicidio è più breve di quanto si voglia credere. Perché se dall’amore si passa all’amore geloso e infine all’ossessione non si torna più indietro se non distruggendo un rapporto e affrontando una situazione al limite.
http://www.youtube.com/watch?v=_hwTue_fiHo

 

Gelosia come anticamera del femminicidio.

femminicidio
Primo step: Autostima

Le donne passano sopra questa ossessione dell’uomo nei loro confronti perché lo vedono in difficoltà, con problemi lavorativi ed economici, stressato e sotto pressione giustificando i suoi malsani comportamenti.
Una persona con poca autostima ha paura, si sente inferiore e minacciata dagli altri uomini. Così crede che la sua compagna possa lasciarlo per chiunque, in modo particolare per chi ha più successo e così diviene geloso, possessivo.

Quella piccola gelosia che offriva qualche brivido in più nel rapporto lentamente prende il sopravvento nelle dinamiche di una coppia e per lui uscire la sera è solo un motivo di rabbia e frustrazione. Per infuriarsi perché lei è troppo provocante (quando magari solo due mesi prima questo lo rendeva contentissimo), per fare paragoni con altri uomini, con i loro abiti, vestiti, macchine.

Alcuni arrivano ad essere gelosi degli ex o dei colleghi d’ufficio (pure se sono gay!).
Donne, dovete mettere voi stesse prima di ogni altra cosa, prima dell’amore, prima del matrimonio e di qualsiasi uomo. Mai venire a compromessi con la violenza o l’ossessione di un uomo.

Un conto è capirlo e stargli accanto, un conto accettare passivamente la sua rabbia e violenza. Questo non è un atto d’amore, ma il vero amore è affrontare subito qualcosa che fa male ad entrambi: la gelosia che si tramuta in ossessione.

È come una minuscola crepa in una diga, se chiudete subito la falla non ci saranno ripercussioni di nessun genere. Magari qualche litigio in più, addirittura potrebbe portare alla fine del vostro rapporto, ma finirebbe perché avete lottato per il vostro uomo e per la vostra dignità.
Se poi lui non accetta il vostro aiuto, se continua lui stesso a picconare la diga per farla crollare dovete andarvene. Un uomo di questo tipo è autodistruttivo ma senza spina dorsale. Così anziché distruggere solo se stesso per prima cosa lo farà con voi.

Se lasciate correre, permettete a quella minuscola crepa di crescere e ingigantirsi, la diga ad un certo punto non sarà più in grado di tenere la forza dirompente dell’acqua che la sommergerà e spazzerà via ogni cosa che incontrerà nella sua folle corsa.

Una donna non è un oggetto: la regola del seduttore.

Un seduttore ama le donne, le desidera e conquista. Ma c’è una regola inalienabile che dovete sempre tenere a mente e mai dimenticare:
1. Le donne non sono oggetti.

Le donne sono persone come gli uomini, uguali in tutto e per tutto e per questo meritano il massimo rispetto. Puoi anche sedurre una donna solo per farci del sesso, per il piacere della conquista o il brivido dell’impresa impossibile. Quello che conta è che tu sia sincero e chiaro con lei (ovviamente giocando con la seduzione che un po’ per forza di cose modifica la verità).

  • Se un uomo va con 100 donne è solo un uomo che va con 100 donne.
  • Se una donna va con 100 uomini è solo una donna che va con 100 uomini.
  • Se un uomo va con 100 uomini è solo un uomo che va con 100 uomini.
  • Se una donna va con 100 donne è solo una donna che va con 100 donne.

I gusti sessuali, o il numero di persone che passano nel letto di qualcuno non sono motivo di classificazione o giudizio, non sono nulla di nulla (però usate sempre il preservativo!!!).
Finché le persone non lo capiranno la nostra sarà una società che giudica tutto e tutti, dando giudizi e colpe che in realtà non esistono.

Lavorate sulla vostra autostima, orientatevi verso esempi positivi di amore e tolleranza, diventate veri maschi alfa che non giudicano le persone da sesso, razza, religione o squadra di calcio!
Invece accettate le differenze come motivo di arricchimento e di apertura mentale, studiate, imparate e aprite le vostre scatole craniche. Lentamente sarete più forti, più sicuri, più leggeri.

È peggio un femminicidio o un omicidio?

Il femminicidio, anzi, l’uso di questo termine, deve sparire il prima possibile anziché divenire un vocabolo di uso comune. Personalmente lo trovo “razzista” perché vuole dare un sesso ad una morte. E allora come dovremmo chiamare la morte di un uomo per rapina? Rapinicidio? O sul lavoro? Lavoricidio (si usa morti bianche ma non se ne parla più perché non è di moda)? O di un gay? Gayicidio?

Per me è solo la morte di una persona per motivi talmente futili da far rabbrividire.

Usiamo il giusto termine: omicidio.

Uomini: amate le donne e siate forti per loro, amandole e lasciandole libere di scegliere come loro lo fanno con noi.

Traduzione del testo
Have u ever really love a woman?
Per amare veramente una donna
per capirla – devi conoscerla profondamente
sentire ogni pensiero – vedere ogni sogno
e darle ali – quando lei vuole volare
così quando ti troverai steso indifeso nelle sue braccia
sai che tu ami veramente una donna

Quando ami una donna dille
che lei è veramente voluta
Quando ami una donna dille che lei è l’unica
perché lei ha bisogno di qualcuno che le dica
che durerà per sempre
Così dimmi se hai mai amato veramente
veramente veramente una donna?

Per amare veramente una donna
lascia che ti abbracci –
finché tu sai che ha bisogno di essere toccata
tu devi respirarla – assaggiarla realmente
finché non la senti nel tuo sangue

e quando tu puoi vedere i tuoi futuri bambini nei suoi occhi
sai che tu ami veramente una donna

Quando ami una donna dille
che lei è veramente voluta
Quando ami una donna dille che lei è l’unica
perché lei ha bisogno di qualcuno che le dica
che starete sempre insieme
Così dimmi se hai mai amato veramente
veramente veramente una donna?

tu devi darle della fiducia – abbracciarla forte
un po’ di dolcezza – trattarla bene
lei starà sempre al tuo fianco, prendendosi buona cura di te

sì tu devi realmente amare la tua donna…

3 Commenti

  1. Sensei, cito una frase di un’altro sito, che ho letto, per porre una questione: “Viviamo in un paese bigotto e contraddittorio dove si preferisce insegnare alle donne come difendersi dagli stupratori piuttosto che spiegare a tutti gli uomini il modo corretto per relazionarsi con l’altro sesso.” Perchè, secondo te, non ci viene insegnato fin dalla gioventù, magari a scuola, come relazionarci con l’altro sesso? Sempre per il motivo della società che ci vuole insicuri per comprare cose?
    Se ci fosse questa materia di insegnamento, sono sicuro che diminuiranno sia gli stupri che le violenze sulle donne e,in più, migliorerebbero i rapporti tra le persone in generale…

    • La scuola non è fatta per questo, è fatta per imparare e stare in mezzo agli altri. La realtà è che la società è maligna e nel suo insieme ci rende difficile la socializzazione. Dovrebbero essere i padri a dare ai figli una visione più sana dei rapporti con le donne e quindi con la seduzione, la pubblicità si insinua proprio in questa lacuna genitoriale e per compensare le nostre paure ed insicurezze ci spinge a comprare roba, oggetti e status symbol. La frase che hai letto è tanto giusta quanto, a mio giudizio, inutile e molto studiata, è una grase di “comunicazione” subdola come le pubblicità che ci propinano, banale e molto poco pratica. Non c’è nulla di male ad insegnare alle donne come difendersi “dagli stupratori” (e vorrei vedere che ci fosse), come se insegnare agli uomini i rapporti con le donne fosse come spiegare la chimica, prendendo appunti e facendo esercizi alla lavagna!

  2. MI INCHINO! questa deve essere la prima cosa che un uomo, chiunque esso sia, deve capire prima di addentrarsi in questo mondo. le donne sono la cosa più bella del mondo! una delle pochissime ragioni per cui valga la pena di alzarsi tutte le mattine e sorridere al mondo, una delle poche ragioni per cui valga la pena vivere. l’amore di una donna, quello vero, è la cosa più bella del mondo: il piacere di stare per mano, il piacere di passare ore e ore abbracciati e parlarsi, il piacere di condividere la tua vita con loro e altri tantissimi piaceri!
    quando leggo o sento di uomini che ammazzano donne mi viene una rabbia maledetta! questi non sono uomini, ma schifezze! non ci si deve MAI E DICO MAI PERMETTERE DI FARE VIOLENZA SU UNA DONNA, MAI! non me ne vogliate, ma certa gente si meriterebbe per davvero la condanna di morte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here