Se devo dire la verità più conosco donne, e uomini, e più mi rendo conto di quanto stiamo cadendo in basso. Siamo un Pianeta di coglioni e decerebrati che pensano ai selfie piuttosto che a leggere un bel libro.

Renditi conto che i libri più letti, in questo periodo, sono quelli delle Sfumature di Grigio, in pratica si parla (credo) di sesso, scopare e altre cose pruriginose messe a caso su carta. Ho provato a leggerli ma per fortuna sono diventato momentaneamente cieco, il mio corpo si è rivoltato contro di me, meglio non vedente che “leggente” di certe zozzerie.

Ma è solo un problema di letteratura? Ovviamente no, basti vedere la monnezza che ci propinano al cinema, in tv e in generale come comunicazione. Ti trattano, non so se te ne sei reso conto, da povero insicuro che più è misero e più compra.

Ormai è nell’idea comune che avere la macchinona e femmine a dismisura sia motivo di vanto, ma ti rendi conto che banalità? Tanto ormai questo sito è destinato a morire, perchè? Semplicemente perchè leggo gli altri siti e mi cascano le palle quando vedo articoli a livello scimmia-rimorchiatore-grande scopatore.

In questi anni ho sempre tentato di far comprendere come le cose importanti della vita siano altre, certo in modo leggero e ironico, ma sembra proprio che non gliene freghi un cazzo a nessuno. In troppi vi piangete addosso perchè non potete avere la ragazzetta della vostra vita, oddio come soffrite, poveri…

Ma cresci! Anzitutto il 90% di quelli che si lamentano, in realtà, quasi neanche conoscono la Dulcinea di turno (se non sai chi è Dulcinea fatti una bella ricerca su google…), semplicemente hanno visto un culo della madonna e si sono invaghiti di quello.

Confondi la lussuria con l’amore, l’attrazione con i sentimenti, per quale ragione? Prima di tutto, secondo me sia chiaro, la prima causa è che ormai ci stiamo tutti rincoglionendo, plasmati dai media che ci martellano con informazioni inutili e che ci danno stereotipi fasulli che servono solo a vendere profumi e vestiti.

Pensi davvero che se ti vesti di marca, con un profumo costoso e un orologio di valore, tu stia migliorando come essere umano? Se sei un inetto in seduzione, anche con questa “roba” (e se non capisci neanche questa citazione ritorna su google o meglio a scuola) e con le super tecniche iper-potenti che spacciano in giro, resti una mezza sega!

Meglio che andare a piedi...
Meglio che andare a piedi…

Un cazzo di beta che è convinto che l’unico modo per “pucciare il biscotto” sia apparire e non essere, ecco cosa sei. Quando vedi quei tipi arroganti ingioiellati sulle BMW cosa pensi? Prima di tutto, a pelle, ti sono antipatici e poi però, purtroppo, li invidi.

Tutto ciò è di una ipocrisia assoluta. Proviamo a fare un bel giochino, immagina te, una ragazza e il tipo sul BMW che finite su un’isola deserta. Avete con voi soltanto poche cose utili per la sopravvivenza, più ovviamente il portafogli (il suo gonfio di carte di credito).

Che differenza c’è, in quella situazione, tra voi due? La BMW è a casa. Le carte di credito inutili. Il conto in banca come se non ci fosse. Gli amici potenti non possono aiutare. Te, invece, cos’hai? Se hai fatto un lavoro di crescita personale su te stesso allora avrai:

Autoironia, necessaria per sdrammatizzare.

– Se hai combattuto tutta la vita per essere migliore non ti spaventerà di certo così facilmente una situazione simile in cui la prima nemica è la solitudine.

– Capacità di gestire le emozioni altrui, come quelle della donna spaventata che avrà bisogno di essere confortata o comunque vorrà vedere accanto uno che non ha paura.

– Una cultura, sapere e conoscere è fondamentale. Aiuta sia a sopravvivere che a “intrattenere” gli altri.

– L’essere abituato a non avere tutte le comodità, a faticare, a spezzarsi la schiena per sopravvivere.

Altruismo.

Se poi anche l’altro ha tutte queste capacità forse allora non era un semplice arrogante con i soldi, ma un alfa, come te! Però, come spesso accade, e ti posso assicurare che di ricchi o finti tali ne ho conosciuti tantissimi, questi è solo uno “con i soldi” e niente di più.

Io non ho la verità assoluta in mano, però posso proporre le mie esperienze come esempio (che potrebbe essere anche sbagliato, sia chiaro). E visto che questo è un sito di miglioramento personale e seduzione questo articolo ha comunque un senso rispetto al “topic” principale.

La mia esperienza.

Anni fa ero pure io un coglioncello che invidiava, seppur poco, chi aveva denaro e donne. Trovavo quei personaggi da BMW, figa e arroganza veramente odiosi e li detestavo. In un periodo della mia vita, avevo circa 20 anni, ho tentato anche di imitarli, con più abiti da fighetto e atteggiamenti simili, con scarsi risultati.

bmw_sex
Ps: io ho una moto BMW…che fa ottimi mezzi di locomozione!

E’ andata così per tanti anni, tra alti e bassi, avventure senza valore e la ricerca di una persona speciale che, però, non arrivava. Di certo l’aggressività e l’arroganza, nel lungo periodo, fanno scopare di più del “bravo ragazzo“.

Per cui la seduzione “spicciola” comportava qualche risultato. Poi ho iniziato a studiare linguaggio del corpo, seduzione, psicologia e mettevo tutto in pratica. Eppure non ero felice, soddisfatto, c’era qualcosa che non mi andava bene e non mi faceva essere felice.

Il primo passo verso la “liberazione dell’animale che è in me” l’ho avuta quando ho iniziato a meditare e conoscere alcuni elementi delle discipline orientali, come lo Zen. Sia chiaro, non sono un esperto, ma ho assimilato quello che secondo me è giusto e l’ho elaborato in chiave personale e moderna, seguendo quindi un mio personale percorso di crescita.

E ad un tratto non vedevo più un “pelo di figa” che fosse uno, eppure ero sereno, avevo trovato la mia strada e tutto quello che avevo studiato, imparato e vissuto stava germogliando in una consapevolezza che è semplicemente “serenità“.

chissenefrega2E cosa c’entra con la seduzione? Che ora seduco con una naturalezza e facilità che prima non avevo, mi godo la vita, i rapporti con le donne nella loro interezza e sinceramente me ne fotto se qualcuno è più ricco, bello, fortunato o intelligente.

Questo mondo non è un campo di battaglia e la vita non è una gara, al massimo una personale corsa ad ostacoli che facciamo da soli, non c’è neanche il pubblico! Ma allora, se le cose stanno così, che senso può avere invidiare, che senso ha la “roba” di cui sopra?

Non crediate che la seduzione sia quella che vi fanno vedere in tv o al cinema, del tipo con la tartaruga che oltre ad avere tre lauree fa anche volontariato: quella è finzione! Chi ha amato, o lo è stato, si rende conto che la persona oggetto dei sentimenti era più che imperfetta, eppure non potevi fare a meno di lei, non l’avresti scambiata neanche per Angelina Jolie (forse… ;)).

Unisciti alla discussione

27 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. ciao Sensei, “spulciando” un pò tra i tuoi articoli ho provato a cercare qualche suggerimento, ma in realtà avrei bisogno più di un tuo parere e per la precisione di un ebook che possa indirizzarmi verso la via più giusta per me. In questi mesi ho avuto modo di conoscere varie ragazze cercando inoltre di adottare quel meccanismo “ironia-contatto fisico”, che solo in poche circostanze c’è stato successo in altre proprio un buco nell’acqua, però senza scoraggiarmi. Il succo del discorso è questo, non riesco a capire quando devo agire e quando no, cioè la maggior parte delle ragazze le vedo attratte da me, ci esco, passiamo una bella serata però poi dopo varie provocazioni e giochi non si concretizza nulla.. cioè.. ho vari “impicci” ma ti racconto solo uno che vale anche per gli altri…da vari mesi esco con questa ragazza di origini portoricane, è una ragazza molto bella, ho sempre cercato di non sopravvalutarla troppo per vari motivi, che io stessa tante volte mi sono sentita troppo osservata dagl’ altri e questa cosa mi metteva a disagio ma a lei non l’ ho fatto mai capire. Tra noi era nata come amicizia poi però per le sue troppe battute “maliziose”, con tanto di risposte da parte mia, abbiamo avuto qualche diverbio ma poi ci siamo chiarite.. quando una sera stavamo insieme (come le altre volte) la vedevo strana, con atteggiamenti che fino ad una sera prima non aveva, confessandomi, l’ultima volta che ho dormito da lei ha avuto pensieri su di noi, io rimasi stupita perchè non feci nulla per provocare queste reazioni in lei, fatto sta le dissi che anche io avevo desiderio di baciarla e cosi successe che lei prese l’iniziativa….da quel momento in poi i rapporti cambiarono, lei si spaventò di quello che era successo io ho cercato di starle vicino ma con i suoi atteggiamenti troppo scostanti e dalle sue risposte acide ho cominciato ad assecondarla, sparendo. Si fece risentire lei dopo una settimana, confessandomi di nuovo che per lei era strano avere quei tipi di pensieri perchè mi vedeva come un’amica (inoltre essendo lei “etero”), ma poi un’altra sera è successo un altro episodio che da amiche normali o da persone normali non accadono, ma lei è convinta del contrario…ora come ora al nostro rapporto non so dargli una definizione, so con certezza che lei è curiosa ad avere un rapporto con una donna ma oltre al bacio non riesce ad andare oltre, per paura o per non so cosa…so per certo che in questo ultimo periodo sta cercando di farmi ingelosire con un’altra anche se non palesemente, però tramite foto e cavolate varie dice che le piace e che vorrebbe andarci, ma continua a cercarmi ed a chiedermi di uscire, a farmi battute ecc……io non so più come fare, cioè….se le dico esplicitamente che ci andrei, me la gioco perchè era quello in cui lei puntava, il fatto che io stia dietro di lei, se non glielo dico andiamo avanti ancora così….cioè bo….sono stanca di questi giochetti, vorrei arrivare più al dunque senza tempi lunghi….ho fatto in modo che lei sapesse che non sono gelosa e non voglio altro da lei e viceversa, però poi percepisco che non è così… in questi mesi ho acquistato molta autostima, però mi manca il concretizzare, come posso fare per essere completa? scusami il papiro a presto

    1. Come al solito sarò schietto: non conosco molto bene il vostro universo e le dinamiche ad esso associate. Personalmente penso che siamo tutti soltanto persone e che il genere non sia altro che un involucro, nulla di più. Questa tipa mi sembra solo molto confusa e se tu non ti dimostri più risoluta sguazzerà nel caos consapevole, e felice, di non dover prendere alcuna decisione (donne o uomini). Credo che tu non agisca per paura, e la paura ha un effetto ben preciso sulle persone, dalla notte dei tempi, paralizza (e poi c’è la fuga, ma in questa noi uomini siamo più esperti!). Ti fai troppi problemi su quello che pensi lei vorrebbe, ma che te ne frega! Pensa prima di tutto a cosa vuoi tu e agisci di conseguenza, ovviamente usando un minimo di sensibilità che non ti manca. Se le cose andranno ne sarai felice e se non andranno allora avanti la prossima, non siamo su questa Terra per soffrire a causa degli altri ma per essere felici con loro. Non le permettere di giocare con te, fai tu le regole e soprattutto rispettale. Alle donne, ma in generale a tutti, piacciono quelli risoluti e chiari, quelli che rischiano e si espongono e forse, dico forse, dovresti provare anche tu a farlo. Magari non ti farà “concludere” con lei, ma di sicuro è la strada per la propria felicità e serenità.

  2. Buonasera Sensei..
    In questo sito sulla seduzione si parla poco di relazioni o consigli per la giusta impostazione della relazione.. Quasi come se la seduzione non rientrasse nella normale vita di coppia. Non é una critica fine a se stessa, ma soltanto il mio punto di vista (quello di un lettore fedele).
    Voglio chiederti una cosa:
    É normale che all’inizio di una relazione ci siano le “tresche” di una vita da single che rimangono ancora aperte ?
    Se due persone si vedono e si sentono regolarmente non dovrebbero chiudere tutte le storielle passate (occasionali e non )?
    Secondo me si ! Ma allora perché cavolo accontentarsi di donne che si comportano in questo modo !?!
    Scendere a compromessi va bene, ma il limite della dignità non va mai superato.
    Che ne pensi, sono troppo inflessibile ?
    Di norma quando si verifica qualcosa di simile (o anche solo un principio) catalogo le ragazze nella lista :” Ok cara.. Con te non farò mai nulla di serio!”
    Sbaglio?

    Carlo

    1. Per mia scelta non do consigli di coppia perchè ogni coppia è differente e le cose vanno se devono andare, se questo non accade significa, secondo me, che o non si era pronti come singolo individuo o come nucleo familiare. In un mondo perfetto ci si dovrebbe sedurre, all’interno di una relazione, un po’ ogni giorno.
      Anche qui è soggettivo, è personale il punto in cui si vogliono mettere da parte gli “altri” per un qualcosa di più stabile, a ognuno di noi spetta la propria decisione.

      1. Non è che la risposta sia arrivata..
        Spero di non accontentarmi mai in questa vita, ho questa idea..
        E si fott@no le tr**e, meritano solo di essere trattate come tali. E sia !

  3. Caro sensei,Volevo sapere se hai letto qualche libro di Andrea Favaretto e il libro di Elia Gelmini che parla di seduzione.te cosa ne pensi?ciao e auguri x la estate.

    1. Il primo l’ho letto e sinceramente non mi è piaciuto. Personalmente trovo più interessanti, se presi nel modo giusto, altri autori come proprio i famosi PUA che non amo assolutamente. Ma come ben sai l’aspetto critico è fondamentale per imparare il meglio anche da chi non ci piace! Ti consiglio di leggere “The Game”, il “Mystery Method” (per la visione diversa che danno dei rapporti), Paul Ekman per il linguaggio del corpo (a mio giudizio il n.1). Elia Gelmini non lo conosco.

  4. Ciao.
    Ho letto l’articolo e mi ha incuriosito la parte in cui parli degli elementi delle discipline orientali, come lo zen.
    Non per fare pubblicità o altro, ma mi chiedevo se potessi consigliarmi qualche libro in proposito.
    Grazie

    1. Personalmente penso che parte dello Zen sia proprio il Percorso di crescita personale, con relativi studi e scoperte. A grandi linee ti posso consigliare giusto un paio di libri che sono, a mio giudizio, un buon punto di partenza:
      – Lo Zen e il tiro con l’arco.
      – Lo Zen e l’arte della manutenzione della motocicletta.

  5. Hai ragione ho esagerato…allora in base alle tue esperienze cosa mi consiglieresti?perche essere lucidi e molto complicato

    1. DEVI prendere tu delle decisioni! Crescere, migliorare e cercare di diventare un alfa significa proprio questo.

  6. E allora ti chiedo tu se davvero vuoi bene una persona….cosa faresti anche sapendo che non ti vuole?rinunceresti o tenteresti?quando si parla di sentimento vero.

    1. Perchè esistono pure i sentimenti finti? Scrivi frasi fatte da baci perugina, che ne dici di provare a capir eil vero senso di quello che ti dico e smetterla di agire come in una sit-com americana anni 90?

  7. Ciao sensei, mi ha aiutato tanto il tuo sito… non lasciarci mai. Devo dirti che ultimamente mi sento triste perché nonostante abbia capito di aver fatto dei miglioramenti personali e nella seduzione vedo che per gli amici mi sento come un nuovo nemico per loro, io credo che in me abbiano notato un cambiamento, considerandolo quasi una minaccia… non so perché ma è come se ora si rivalutassero inferiori a me, comportandosi male di conseguenza… questa cosa mi intristisce, mi fa sentire solo e tradito… per fortuna questo discorso non vale per tutti i miei amici, ma comunque noto quasi dell’invidia nei loro sguardi. Il mio percorso mi sta dando delle soddisfazioni nell’affrontare il mondo, ma tutto ciò che conoscevo sta andando in conflitto col mio nuovo essere… l’idea sarebbe di eliminare i falsi, credi sia la scelta migliore? Eliminare chi non ci accetta?

    1. Perchè “eliminare”, è una parola così aggressiva. Direi semplicemente che potresti imparare a farti scivolare addosso il male e prendere il bene dalle persone. E’difficilissimo, ma credo che tu possa esserne in grado, non si tratta di ipocrisia, solo di rendersi conto che non tutti sono allo stesso punto nel percorso di crescita e bisogna avere comprensione per chi non sta facendo molto. Ricorda che ci sono persone che, invece, sono molto più sagge ed illuminate di noi eppure sono proprio loro che ci mostrano una via alternativa senza allontanarci.

  8. Sensei,
    devo ammettere che sono stato davvero fortunato qualche anno fa a imbattermi in questo sito.
    Condivido quello che dici e i tuoi principi.
    I tuoi articoli e i tuoi ebook sono veramente belli e istruttivi!

    Riguardo all’articolo secondo me questo tuo sentimento (che condivido) capita a tutte le persone particolarmente intelligenti e con una certa sensibilità.
    E’ normale che la massa, perché qui parli solo della massa della gente in generale..sia come i polli d’allevamento che citava nelle sue canzoni Gaber.

    Ti riporto un piccolo esempio di stasera.
    Con un aperitivo tra colleghi (poco più che ventenni, di qualche anno più giovani di me) li vedevo che parlavano dei palestrati muscolosi come un dato oggettivo di bellezza per conquistare le ragazze o che si vantavano (seppure scherzando ma comunque il messaggio sottinteso rimaneva) dei loro super smartphone.. Ascoltare questi pensieri, almeno a me, mette sempre una certa tristezza. Poi alla fine queste stesse persone che sono super festaioli, super attraenti (all’apparenza anche autoironici) spesso risultano essere molto accattivanti con le persone in generale. Alcuni di conseguenza anche con le ragazze. Questi però se presi poi a parlarci singolarmente sono molto spesso degli insicuri che dicono di non essersi realizzati.

    La difficoltà, o almeno per me lo è stata per un grande periodo ( anche adesso qualche volta), è quella di accettare questo tipo di persone per quello che sono. Una volta pensavo che in queste tipologie di persone ci fossero solo cose negative. E infatti le evitavo sempre. In realtà anche grazie a questo sito ho capito che anche in quelle persone (non proprio tutte in realtà ma sicuramente più di quelle che pensavo prima;) ) c’è qualcosa da imparare o che avevano qualche qualità.
    I libri “l’arte della manutenzione della motocicletta” e “Lila, indagine sulla morale” mi hanno veramente cambiato filosofia di vita.
    Posso sicuramente dire che rispetto a quando, forse ormai 2 anni fa, ho scoperto il sito e piano piano iniziato il percorso ho acquistato maggiore serenità e positività.

    Ho veramente tantissime cose ancora da migliorare soprattutto in seduzione ma anche per diventare maschio alfa.
    Ma tu mi hai fatto capire che lo potrò fare con i miei tempi sapendo che ci saranno sempre dei rispettivi alti e bassi.

    Per cui nel mio piccolo spero veramente che TPS non debba chiudere mai.

    Concludo con questo video sulla storiella zen dello sentirsi soli….(che sicuramente già conosci) però secondo me può c’entrare in un certo senso con l’articolo! 😉
    https://www.youtube.com/watch?v=mNNHXk1Xq0U&list=PLZkbxP_MdqZwrOh4UrlIAeTmpCk4sjDcB&index=53

  9. Sensei Buongiorno! Ti racconto brevemente la mia storia: conosco una ragazza circa 1 anno e mezzo fa ma non essendo attirato ne fisicamente ne caratterialmente la cosa si evolve in una amicizia in cui ci si vede da soli o con altri senza problemi per andare al cinema, a mangiare la pizza, ecc….fino a qua tutto bene. Negli ultimi mesi (da marzo) la tipa non so se stufa di aspettare da me qualche segnale (cmq davanti a battute di miei amici ha sempre detto che non le interessavo) ha cominciato ad uscire con altri ragazzi (in amicizia o altro non lo so), la cosa sorprendente (x me sopratutto che ho sempre avuto un carattere freddo) è che nel sapere queste cose ho provato una enorme senso di gelosia-rabbia quasi nemmeno fosse la mia ragazza…ora per questa cosa (in alcuni casi sono stato pesante e troppo aggressivo..anche per alcuni problemi di salute e famigliari che si erano aggiunti) c’è stato qualche momento di “scazzo” tra noi con lei che mi accusava di essere pesante (geloso) visto alcuni bidoni che mi aveva tirato all’ultimo minuto x uscire con altri e che io avevo pesantemente criticato come modo di fare. Io sinceramente sono in una confusione mentale molto forte (strano anche questo per me) indeciso se questa gelosia a cosa sia dovuta: sintomo di miei problemi relazionali o interesse per lei? Ora non so se per provocazione o meno continua ad informarmi quando vede il tale che sta frequentando e sinceramente non capisco (io faccio finta di nulla) a che gioco possa essere interessata verso di me. Sto facendo un reset totale da una settimana e la mente (ammetto che è riuscita con certi giochetti caldo-freddo a cuocermela per bene fino a farmi perdere anche autostima e controllo ) si sta riprendendo da tanti “film” che mi ero costruito da solo…

    1. Prendersi del tempo da soli è spesso la chiave per avere una visione più nitida, non avere fretta e vai avanti in questo modo.

      1. si, mi prenderò tempo per capire. Io non credo che alla fine tra me e lei possa nascere qualcosa di serio (non sono alla ricerca di sesso o storielle) visto la profonda differenza di valori che ci anima nell’agire. Quello che mi sorprende è la mia reazione (sono forse diventato un maniaco del controllo o un pazzo?) o forse visto anche il sommarsi di miei problemi di salute e famigliari ho scoperto che basta poco per far saltare per aria quella autostima che prima ritenevamo granitica? insomma c’è da riflettere

  10. Il problema e ke ho imparato a soffrire da persona matura (sensei qsto me l hai insegnato te con i tuoi articoli)ma non riesco a metterla da parte

    1. Arrivati ad un certo punto si deve camminare con le proprie gambe, cadere, rialzarsi, soffrire. Anche io, in situazioni simili alla tua, avrei sperato in un “consiglio risolutivo”, che però non è mai arrivato, e mai arriverà. Hai vari punti vista, informazioni e “tecniche”, adesso sta a te.

  11. Ecco questo e il punto…se io amo qualcuno da conoscere ed amare alla follia anche i suoi difetti come posso dimenticarla?
    Metto in chiaro lei non corrisponde
    Sono lo stesso ragazzo del commento di v per vendetta
    Tu mi hai aperto un mondo e l accettare alcune realta dolorose con il sorriso e la tranquillita
    Pero adesso sono due anni e io la amo come il primo giorno

  12. Personalmente credo che si dia un peso insostenibile a questa vita, e non vuol dire non dargli importanza; tanta invidia, gelosia, creazione di dogmi (e si, pure sulle parole del sensei) e magari, come lei sa sensei, pure il rovinarsi un periodo o tutta la vita per una intolleranza alimentare. Quello ha il cazzo più grosso del mio: ciò vuol dire che avrò vergogna del mio corpo e magari ci infilo pure qualche senso di colpa in mezzo. Tutto questo non ha per nulla senso; qui si sono dimenticati che nasciamo e muoriamo, come dicevano ai generali romani: memento mori. Ma non per fare il gufo; proprio per ricordare che cosa stupida è seguire quello che si considera “normale” e vivere male, quando poi tutto questo considerarsi normale sparisce assieme alla percezione di tutto quello che si ha. Perche se non si è ancora capito, tutto quello che si vede sente gusta e tocca è solo una nostra percezione

  13. Ti devo fare i complimenti Sensei. Hai proprio detto ciò che accade nella nostra società del cazzo.. cmq x farla breve, seguendo i tuoi consigli, si apre una nuova visione della vita, a chi vorrà veramente seguire la strada dell’alfa
    .io sono al miglioramento fisico e ho perso 2 kg in una settimana e continuo a calare.. lo so per essere solo un inizio, sarà poco, ma la voglia di migliorare x me stesso sicuramente mi porterà a risultati concreti.. grazie x i tuoi ebook e i tuoi articoli..

    1. In tutti i percorsi c’è una parte che è senza dubbio la più complicata e difficile: iniziare. E tu lo hai già fatto, ti pare poco?

  14. Ogni tanto è necessario ribadire questi concetti. E’ vero che nessuno ha la verità in tasca e che ogni cosa va osservata da diversi punti di vista però, ci sono delle linee di principio che sono oggettivamente giuste o sbagliate. Fa bene ogni tanto, quando siamo in cammino, che ci venga indicato dov’è la strada corretta altrimenti, nei nostri giustissimi e sacrosanti fuori percorso, si rischia di perdersi o sbagliare strada.
    P.S. Non credo che TpS sparirà semplicemente perchè quando si scrive coerentemente con ciò che si è, si crede in valori veri e si danno consigli per diventare Uomini di carne e anima e non fatti di cartapesta, ci sarà sempre qualcuno che “curerà quel giardino”. Altrimenti ci saremmo distrutti e estinti già migliaia di anni fa.