I tre argomenti preferiti degli uomini quando parlano tra di loro sono nell’ordine:

  1. Donne,
  2. Calcio,
  3. …e ancora donne (magari che giocano nude a calcio).

Effettivamente siamo un po’ duo-tematici, ma che ci volete fare, siamo fatti così. Mi sono sempre chiesto se ci fosse una relazione diretta tra il nostro amore per le donne e quello per il calcio. Se ci fosse, appunto, una relazione diretta tra questi due universi apparentemente distanti milioni di anni luce.

Io l’ho scoperta, o meglio, grazie ad un boemo dall’aria sorniona ed irriverente mi sono reso conto che la seduzione è come il calcio, il calcio di:

Zeman!

Chi non si ricorda zemanlandia, il paradiso del bel gioco, del calcio sfrontato ed irriverente, dello spettacolo e dei goal a tutti i costi? Un uomo che ha trasformato una piccola squadra in un parco giochi del pallone, quel Foggia ricco di talenti ma soprattutto portatore di un dogma: Tutti all’attacco!

Perché il gioco di Zeman è come la seduzione?

  • Sedurre non significa fare quello che fanno tutti,
  • sedurre non è giocare in difesa,
  • sedurre non è arrendersi alle prime difficoltà,
  • sedurre non significa temere l’avversario.

Zeman è seduzione perché ha inventato un nuovo modo di giocare e soprattutto di vedere il calcio giocato. In cui l’unico modo per difendersi è attaccare, sempre e comunque.

Per il boemo è fondamentale l’aspetto fisico, essere in forma per non arrendersi mai, per correre fino all’ultimo minuto senza risparmiare alcuna energia, buttare il cuore oltre l’ostacolo. Questo ottimismo pervade ogni azione delle sue squadre ed ogni uomo che si rispetti deve essere ottimista. Chi si difende ha paura, non ci si deve nascondere dietro mille scuse, che l’avversario (o la donna che ci piace) è un osso troppo duro e che non si può battere. Così ragionano i perdenti terrorizzati dalla sconfitta o da un risultato troppo severo. Ma è meglio perdere 5-0 avendo tentato in tutti i  modi di vincere ed uscire dal campo stremati o strappare una squallida, quanto inutile, sconfitta per 1-0?

E sedurre una bella ragazza è la stessa cosa. Puoi osare fino all’ultimo, facendo contatto fisico, provando a baciarla anche 5 volte la stessa sera prendendo solo rifiuti. Oppure puoi tergiversare 4 ore a far finta che ti interessi le idiozie che dice e tentare uno squallido bacetto davanti al portone di casa sua (ovviamente prendendoti un rifiuto).

In entrambi i casi non avrai vinto, non l’avrai conquistata, ma c’è una differenza:

Se giochi all’attacco non avrai nulla da biasimarti, sarai cresciuto ed avrai imparato moltissimo. Al contrario, nell’altro caso, ti ritroverai a galleggiare nella bassa classifica per tutta la vita.

Dobbiamo imporci una nuova mentalità per essere liberi dalla paura di sbagliare, affrontare a testa alta anche i nostri peggiori incubi ed avversari, perché se non decidiamo noi stessi di giocare per vincere, allora perderemo sempre. La sconfitta vera non è nel tabellino di fine partita, ma quella che ci portiamo dentro ogni giorno per non aver dato il massimo e non aver rischiato.

Peggiore del perdere una partita c’è il rimpianto di non averla vinta perché ci si è chiusi in difesa. Quante ragazze vi sono rimastedentro”, di traverso perché se solo aveste osato di più forse sarebbero state vostre? Sono comunque troppe, che sia una o cento.

A fine partita Zeman non valuta il risultato (solo) per i punti che la squadra ottiene, ma guarda a come la sua squadra ha giocato, se ha dato spettacolo, se non ha avuto paura, se ha attaccato. In questo modo si vince sempre. Non conta quante stelle ti appunti sul petto, quante coppe hai in bacheca o quanti rigori ti regala l’arbitro, l’unica cosa che ha un valore è cosa pensi tu, di te stesso.

Il grande insegnamento di Zeman è proprio questo, e non lo racconta a parole, visto che parla poco! Ma con i fatti, e come in seduzione conta quello che fai e non quello che dici. Mettere la propria faccia ed avere il coraggio delle proprie azioni (e dichiarazioni), senza vittimismo o scusanti. Basta così poco per essere uomini.

Ora SMETTI di fare il catenaccio, inizia l’era del TUO 4-3-3.

Non sono le vittorie che ti rendono orgoglioso di te ma sono le ferite che si rimarginano.

 

63 Commenti

  1. ah,ti aggiungo un piccolo particolare. quando le ho detto che sto attraversando un periodo positivo si è ammutolita come se il fatto che io stia benissimo pur senza lei l’abbia infastidita. 🙂

  2. rieccomi qua sensei! sto attraversando veramente un bel periodo,sono molto solare,rilassato e seducente. mi sento con diverse ragazze,ci esco.. è tutto ok! non fosse che,arrivando in ritardo ad una cena con amici,mi sono ritrovato che mi hanno tenuto il posto occupato…. proprio vicino ad N! nessun problema. arrivo,saluti tutti,lei compresa che risponde glacialmente e prendo le redini della serata. come un vero alfa. lei ride delle mie battute,si ammutolisce quando intervengo nei suoi discorsi o in quelli della sua amica seduta al suo fianco a cui ho dato mille attenzioni.. a N invece do zero attenzioni. dopo un’ora abbondante di tempo mi rivolgo direttamente a lei per la prima volta. mi metto a fissarla sorridendole,lei inizialmente evita il mio sguardo.. poi mi fissa. non aspettava altro. mi perdo per la prima volta a fissarla. quanto è cambiata in due mesi,sembra quasi che abbia seguito i tuoi consigli. è migliorata veramente molto come aspetto.. ed è pure più spigliata,più sveglia. le chiedo come sta,mi risponde che sta bene,poi con un tono un po trascinato ricambia la parola. ricambio con lo stesso tono. ci alziamo,cambiamo sede. passano 2 ore dove non mi rivolgo a lei in nessun modo.. scherzo con tutti gli altri,evito lei. poi le rivolgo una battuta diretta su un suo comportamento che quando ci frequentavamo detestavo “non hai imparato proprio niente eh ;)” tutto con molta leggerezza. niente,arriva il momento di salutarsi,avremmo proseguito la serata in posti separati. mentre andiamo alle macchine mi ritrovo da solo con lei,fatalità. le parlo,questa volta appare molto contenta di essere considerata. in quel momento ero a corto di fantasia e senza pensarci le ho praticamente rifatto la domanda che le ho fatto a cena.. ma poco male. mi risponde che la sua vita è com’era prima. nessun cambiamento,tutto monotono… le aggiungo che la trovo molto bene,cambiata. mi risponde immediatamente che mi ha trovato benissimo anche lei,”molto euforico” e mi chiede com’è la mia vita. le rispondo che sono in un periodo positivo e che sto finalmente ritrovando me stesso (la mia fissa quando ci siamo conosciuti,uscivo da una storia importante). saluti tutti e saluto lei schiacciandole delicatamente il naso,cosa che facevo sempre quando ci frequentavamo. lei apprezza,chiude gli occhi come se volesse godersi il momento e ridacchia. piglio su gli amici e me ne vado. mi sono sentito veramente bene con me stesso dopo questa serata. la voglio. lei tra pochi giorni parte per un mese per la francia e magari me la ritroverò al suo ritorno. userò questo mese per fare tutte quelle cose che non ho mai potuto fare causa scuola,amici rompicazzo,seghe mentali.. ma poi voglio prendermela. come gestire questa situazione? scusa se mi sono dilungato sensei,ma volevo fornirti un’analisi più dettagliata possibile.

  3. non fraintendere,non è paura.. è solo che non voglio assolutamente peggiorare la situazione andando a rovinare il reset che sto facendo. ti confesso che mi mette moltissima soggezione,da quando ha passato quella serata ad ignorarmi.. e io questo potere non glielo voglio dare.

  4. ciao sensei,l’open day è stato molto divertente,ho avuto l’occasione di conoscere alcune ragazze con cui uscirò domani sera in compagnia della mia spalla. Non ho incontrato N,ma non fa niente. domani sera,prima di raggiungere queste ragazze,il mio amico vuole passare comunque da questa sua conoscente a salutarla.. dici di cogliere l’occasione per andare a fare due chiacchiere con N? conta che il tempo a disposizione sarà pochissimo.. e sicuramente mi vedrà li dentro. e ci saranno anche tutte le amiche che sanno chi sono,ma che non ho mai conosciuto. sono molto indeciso,mi sembra un set piuttosto difficile dato il tempo molto ridotto.

  5. cavolo! Hai ragione.. io DEVO farcela, lei non mi risponde nemmeno a un messaggio come ” ehi come stai?” non mi caga nemmeno a volte. Lei deve essere la preda, non io!

  6. sensei ti aggiorno. l’uscita di sabato prossimo probabilmente salterà perchè al mio amico non frega nulla della ragazza che l’ha invitato e credo che terremo quella festa come ultima risorsa nel caso di sabato sera senza idee. in ogni caso.. lunedì vado all’open day della scuola di N perchè devo assistere all’esame di un mio amico,e ci saranno tutti gli studenti e soprattutto le studentesse.. Tra cui N che sicuramente non si aspetta di incontrarmi. credo proprio che andrò a farci due chiacchiere se la incontrerò! Ovviamente con estrema leggerezza e ironia!

    • Secondo me in questo momento non hai altre possibilità, lei ti vede come un povero spasimante tanto gentile innamorato, che significa che per lei sei uno zerbino. Il reset ti serve per farle cambiare idea e dimostrare a te stesso che hai la forza per farlo, a quanto pare non ne hai abbastanza.

  7. ciao sensei! eccoti le novità! innanzitutto una novità molto gradita è che in questa settimana sono andato avanti a sedurre con grande naturalezza,e ciò mi fa stare molto bene. ma veniamo al sodo.. sabato prossimo un mio caro amico nonchè mia spalla mi ha dato un’idea. Lui è stato invitato da una ragazza con cui è uscito una volta al suo compleanno,e sicuramente ci andrà. a questa festa è presente anche la ragazza di cui ti ho parlato qualche post prima con cui attualmente sono in reset totale da 10 giorni che per comodità chiameremo N. Oltre a N saranno presenti anche molte loro amiche,alcune molto interessanti. Il mio amico mi ha proposto di,con la scusa del “non volersi sentire un pesce fuor d’acqua”,imbucarmi alla festa. Mi consigli di accettare? E che comportamento mi consigli di tenere con N? la mia idea è di arrivare,ignorarla inizialmente,parlare a raffica con tutte le sue amiche e poi iniziare un caldo/freddo con lei. che te ne pare?
    Ah,in più volevo raccontarti di una cosa che mi è successa oggi. Parlavo con questa ragazza molto carina,inizialmente si mostrava molto superiore a me,quasi se la tirava,mostrava zero interesse. Le ho tirato un CAP piuttosto pesante sul un “difetto fisico” davanti a tutte le sue amiche con molta ironia.. CAP che poi ogni tanto ripetevo. La prima reazione è stata negativa,d’incazzatura. pensa che più tardi abbiamo giocato insieme a calcetto e mi ha colpito molto duramente 😀 da quel momento però mi ha mandato idi a ripetizione. sguardi continui,ridere alle mie battute nonostante fossero dirette solo ad una persona e che lei non poteva assolutamente capire,ottima risposta al contatto fisico.. tutto questo perchè sono stato un po maleducato e un po spregiudicato? alla faccia..

    • Vai alla festa di sicuro, conosci altre ragazze e vedi cosa ti va di fare sul momento, se vuoi parlare con N. ci parli altrimenti no! E’ tutto nelle tue mani, in caso il caldo/freddo che hai prospettato potrebbe andare bene, dipende poi da come lo fai…
      Di solito più le ragazze sono belle e più sono insicure sui loro “difetti”, perchè abituate a fare leva sullìaspetto fisico e non su altre qulità, così basta colpirle nel modo e momento giusto per farle crollare. Non dico che devi andare in giro a mortificare le persone, però seduzione ed educazione raramente vanno d’accordo.

  8. Grazie Sensei credo che che farò così.. Ma se tipo lei mi dice o scrive :”Perchè non mi caghi più?” io cosa dovrei risponderle?
    In questo reset devo proprio non parlarle più? Come faccio a ignorarla se ce l’ho in classe per 5 o 6 ore?

  9. Io le palle le tiro fuori sempre! Ma non capisco a cosa serve fare adesso il reset.. e soprattutto quanto devo farlo durare questo reset? come ti ho detto ho poco tempo, fino al 9 giugno

  10. Sensei, come ti ho detto io ho intenzione di provarci fino al 9 giugno e non oltre.. Quindi il reset se lo faccio adesso come faccio a ridomandargli di mettersi insieme a me? Già venerdì , sabato e oggi ho fatto un mini-reset ma lei nemmeno si è fatta sentire..E non riuscirei a ignorarla, mi piace troppo..illuminami Sensei!

    • Ignorala, scrivere: “non riuscirei a ignorarla, mi piace troppo..” è da sfigato e perdente, tira fuori le palle e comportati da uomo.

  11. Cosa serve il reset adesso? Intanto non lo potrei fare mai perchè sfortunatamente è in classe mia, Sensei..la vedo ogni giorno e per fare il reset dovrei sparire! Poi avrei deciso di provarci fino al 9 giugno, quindi visto che non posso fare il reset quale deve essere la mia prossima mossa?

  12. il mio look l’ho già stravolto 6 mesi fa quando è finita la storia più importante della mia vita,non mi sento proprio di cambiare di nuovo. magari aggiungerò qualche dettaglio. sul sedurre e conoscere nuove ragazze.. l’ho sempre fatto,anche quando uscivo con lei 😀 quel giorno la manderò fuori di testa. caldo/freddo estremo. grazie.

  13. Sensei, Il problema è che lei mi vede come suo amico e non di più..! vedo i bei risultati come messaggi ” Ti voglio bene <3 grazie di esistere <3" a volte ci sono a un centimetro dalla faccia e vorrei proprio baciarla però davanti a tutti i compagni non è il massimo..chiariamoci però: io lo farei, ma non so come la prenderebbe lei. Ho deciso di provarci e non mollare fino alla fine della scuola, quindi il 9 giugno.. Che devo fare? devo richiederle di mettersi insieme a me? e quando? ormai non manca molto al 9 giugno

    • Fai un RESET aggraessivo e totale, scompari, ignorala, falle sentire la tua mancanza, non cedere a nessun suo tentativo di riaprire i contatti.

  14. sensei purtroppo per me quello che stai dicendo non è molto facile da mettere in pratica.. oltre che divertirmi a sedurre mi piace molto anche tentare di comprendere le persone,le vedo come degli enigmi.. e tendo ad ossessionarmene. cercherò di mettere da parte questa mia caratteristica,ma non sarà semplice. probabilmente questa qui me la ribeccherò ad un’altra serata che capiterà tra un mesetto.. ovviamente conto di mantenere il “silenzio stampa” con lei,non la cercherò in nessun modo. la sera dell’incontro pseudocasuale però vorrei sedurla,per soddisfazione personale. solo che per me è una situazione nuova,è quasi come se stessi tentando di sedurre una ex.. che tipo di azione potrei tentare secondo te?

  15. Sensei, sono nuovo del sito ma ho letto molte tattiche di seduzione e ti aggiorno che con lei va molto bene! Abbracci, carezze, “ti voglio bene” solo che lei vede “un altro ragazzo” e pure più piccolo di me e di lei ( io e lei abbiamo la stessa età) e questo fa parecchia rabbia.. Io le emozioni gliele faccio sentire ogni giorno, sono un tipo molto romantico! E soprattutto non mollo mai!

  16. Sensei!!! è importantissimo! Oggi una mia amica che amo ( ne sono sicuro, dopo mesi e mesi) e che ho un bel rapporto tra carezze, abbracci e robe così, mi ha domandato se domani posso darle la mia felpa che le piace tanto e se me la può riportare lunedì al ritorno a scuola, perchè il sabato sera e la domenica non la vedo.. Questa cosa l’avevo già fatta mesi fa..Le ho già detto di sì ho fatto bene? Con la felpa potrei usare anche qualche asso nella manica per dare una svolta fatale nel nostro rapporto??
    PS. a dicembre mi sono dichiarato e lei mi ha respinto con il classico ” è meglio che restiamo amici” ma il nostro rapporto è sempre molto molto bello e in crescita e naturalmente sempre con il modulo 4-3-3 grande Sensei spero che mi risponderai prima di domani mattina, perchè a questa ragazza ci tengo veramente tanto!

    • Ma secondo te ti serve la “scusa della felpa” per sedurla? Se dopo il suo rifiuto hai applicato tutto quello che c’è qui di seduzione ora è giunto il momento, se non ha dato segnali di interesse, invece di continuare a fare lo zerbino, di fare un bel reset e farle sentire la tua mancanza. Una felpa è solo un oggetto senza significato, contano le emozioni e le sensazioni che le fai provare. Dagliela comunque, ma soprattutto agisci, 4-3-3 sempre e non avere paura di attaccare!

  17. ah,quando è entrata nel locale aveva uno sguardo che era tutto un programma,qualcosa di veramente divertente ai miei occhi perchè ho saputo decifrarlo. era uno sguardo spento,come quello che avevamo da bambini quando dovevamo dire ai nostri genitori di aver preso un brutto voto a scuola. sicuramente non uno sguardo di festa o di indifferenza 🙂

  18. Rieccomi qui,devo assolutamente parlarti della ragazza di cui ti ho già parlato il 6 aprile,non quella del 14. ieri sera esco con amici,e senza che fosse stata invitata me la trovo li. ci rimaniamo tutti di stucco,dato che lei non fa assolutamente parte del mio gruppo,ha solo una forte amicizia con una nostra amica e conosce il suo ragazzo. basta,tutti gli altri per lei sono sconosciuti..eccetto me. capisco che era un’improvvisata e non un qualcosa di architettato perchè per lei non avevamo nemmeno prenotato. comunque arriva e ovviamente non mi saluta,dati i 20 giorni di reset attuato da entrambi. mi diverto un sacco ma intanto perdo qualche secondo di tanto in tanto ad osservarla.. piuttosto malinconica,non a suo agio,sempre con il cellulare in mano a messaggiare con chissà chi. e a parlare con solo una persona. bah. passo la serata per i cazzi miei,nell’ultima mezzora porto i suoi due unici conoscenti in disparte e la isolo,volevo vedere cosa faceva. ed eccola che se ne resta li a guardarsi le punte dei piedi.. noto il suo sguardo su di me qualche volta,ma non abbastanza da considerarlo un IDI. a fine serata sono parecchio su di giri,saluto molto affettuosamente i suoi due amici e mentre sono avvinghiato alla sua amica le dico.. “Ti ricordi di me?” lei mi risponde secca “si,mi ricordo” io:”fantastico,allora stammi bene” ho stampato un bacio sulla guancia alla sua amica e me ne sono andato via filato. che te ne pare del mio comportamento? e soprattutto hai qualche idea sul suo?

    • C’è una cosa che dovete imparare: smetterla di chidervi le ragioni o motivazioni del comportamento delle ragazze! Hai tenuto un comportamento coerente e chiaro, goditi la soddisfazione di essere stato abbastanza forte per farlo senza andare a trovare inutili spiegazioni, altrimenti se agisci per “lei” e non per te in un certo senso diventi tu stesso un orsetto del cuore anche se ti sei comportato da maschio alfa. E’ importante la ragione per cui fai qualcosa, se l’azione è giusta ma la motivazione non lo è, allora è come se fossi uno zerbino. Lei ha reagito, ha provato emozioni contrastanti di rabbia, insoddisfazione e forse anche desiderio, che te ne frega di sapere il perchè?

  19. ho provato a riapprocciarmi con la ragazza di cui parlavo sopra,con scarsissimi risultati. sto sbagliando qualcosa,chiaramente. oggi provo a chiamarla,il numero è occupato. dopo una decina di minuti mi scrive un sms dove mi chiede se avessi bisogno di qualcosa,notare che lei il mio numero non ce l’aveva quindi non può ricondurlo a me. io in risposta la richiamo,ma non risponde. mi invia un altro sms dove mi dice di non aver sentito il telefono. a quel punto le scrivo chi sono,e che volevo fare due chiacchiere. mi risponde di ricordarsi.. provo con qualche battuta e qualche riferimento alla musica di cui condividiamo la passione a riapprocciarmi a lei ma non ottengo risultati,non dimostra nessuna voglia di messaggiare con me. accantono tutto,lascio stare.. sto pensando che forse domani dovrei riprovare a chiamarla e questa volta evitare di parlare del più e del meno e provare a farle qualche domanda diretta sulla vita,sulle persone.. argomenti con cui sono riuscito a farla parlare volentieri a ruota libera per parecchio tempo sabato. ammetto che la debacle di oggi mi ha decisamente demotivato.. hai qualche consiglio da darmi?

    • Aspetta alcuni giorni, ma credo che se non ti risponde possa avere le “sue” ragioni, magari insensate e molto femminili, ma con le quali non ti ci puoi minimamente scontrare. Pazienza e calma, non ti agitare, non la tempestare di chiamate o sms. Prenditi 3-4 giorni di pausa e poi chiamala.

  20. eccomi qui con il resoconto di una serata veramente piacevole..e spero anche fruttuosa! locale con band che suona dal vivo con amici,individuo qualche sconosciuta degna di attenzioni e dopo un po di osservazione trovo il momento giusto per approcciarmi. ho sfruttato le dinamiche che ho appreso leggendo The Game e le ho detto ciò che secondo me il suo linguaggio del corpo stava comunicando a tutti.. ciò inizialmente l’ha imbarazzata moltissimo,perchè ho azzeccato in pieno la sua situazione emotiva. con tanta,tanta ironia sono riuscito ad alleggerire la situazione e ne è venuta fuori una conversazione decisamente piacevole.. che ho interrotto nel momento in cui mi sono reso conto che questa ragazza era innamorata persa di un mio conoscente. niente,mi sono congedato e sono tornato nel gruppo. dopo un po avvisto un’altra preda,mi reco da lei e inizio a parlarle a ruota libera.. trovo un’intesa veramente pazzesca con questa ragazza che ha veramente tantissime sfumature caratteriali in comune con me. ciò mi spaventa ma mi affascina enormemente! e noto in lei un grande entusiasmo nel parlare con me! purtroppo la conversazione sfocia su argomenti diciamo.. poco seducenti,piuttosto deprimenti.. per entrambi (ex,drammi passati). e non ho avuto la lucidità in quel momento di virare su qualcosa di più soft,più leggero. questo porta ad una sorta di perdita di entusiasmo da parte di entrambi e all’interruzione della mia escalation di contatto fisico. al momento di salutarci le riesco a “strappare” il numero di telefono,che mi da immediatamente senza pensarci ma.. anche senza entusiasmo. la saluto con un caldo abbraccio che viene ricambiato solo in parte. insomma,credo di essermela giocata piuttosto male per le chances che avevo. conto di provare a chiamarla domani pomeriggio e di farci due chiacchiere.. e magari più avanti invitarla nel weekend a mangiare un gelato. qualche consiglio?
    nonostante tutto vedere un “me” che risulta seducente in maniera naturale mi ha divertito veramente molto. 😀

    • Mi smebra che sei andato bene e che soprattutto ti sei goduto la seduzione per quello che è:un gioco. Unico consiglio che posso darti è di continuare con tanta leggerezza ed ironia.

  21. oggi l’ho richiamata. ironia,due chiacchiere e poi le ho proposto un pomeriggio insieme. inizialmente mi sembrava entusiasta di parlare con me,era di ottimo umore. quando le ho proposto l’uscita è cambiata,mi ha detto di aver bisogno di un po di tempo per stare da sola. fiutata la fregatura l’ho congedata e sono uscito a farmi gli affari miei,avevo già intuito tutto ciò che stava per accadere. torno a casa,apro facebook,mi trovo un suo messaggio dove mi dice che i suoi sentimenti verso di me sono cambiati rispetto a quando la nostra “storia” è incominciata. le ho detto subito che un discorso del genere fatto su facebook mi disgusta. non si è fermata,è andata avanti con le sue. le ho augurato buona vita e sono uscito ad allenarmi. per come la vedo io è chiusa,stasera esco a rimorchiarmene una migliore 😉

    • Questo si che è l’atteggiamento giusto! Una che non ti dice certe cose di persona ma utilizza una chat non vale molto come persona.

  22. ah aggiungo che,un po per noia un po per sentire come stava,ho appena interrotto il reset con una brevissima telefonata giusto per dirle che sono ammalato,parlarle del mio gatto e chiederle un po di lei. niente,mi sono trovato davanti un muro.. seppur si sforzasse di fingersi normale era incazzata nera.. si aspettava chissà cosa,di essere scaricata magari.. e sentirsi me invece che le parlo come se niente fosse l’ha decisamente sorpresa. pensavo di invitarla da me questa domenica,anche se sento odore di rifiuto 🙂

  23. ciao sensei.. sto frequentando da circa due mesi e mezzo una mia coetanea rimorchiata ad una festa. Una volta calata la maschera da superdonna che si portava addosso,si mostra essere una ragazza molto chiusa,asociale e per certi versi pure infantile.. infatti si è guadagnata,da me,il soprannome di SUPER IO. Lei è tutto ciò che non mi piace,quanto di meno compatibile con me in assoluto.. ma per qualche strana ragione ne sono molto attratto. mi confessa addirittura che sono il suo primo ragazzo perchè tutti l’anno bocciata per via della sua indole votata alla serietà.. ma qualcosa mi porta a vedere del buono in questa ragazza,quindi decido di frequentarla. inizialmente tutto bene,sono presissimo.. ma con il passare del tempo tendo a perdere un po di “carica”.. questo dovuto anche al fatto che mi sento abitualmente con altre ragazze. lei invece,si dice a parole sempre più entusiasta di noi e mi comunica,attraverso parole fortissime,di credere in un futuro con me. non solo,mi chiede anche velatamente di mettersi con me. io le rispondo che per me è presto,perchè non abbiamo ancora vissuto quelle emozioni che possono portarmi a desiderare di stare insieme ad una persona. questo perchè,per tutto questo tempo,non siamo mai andati oltre il bacio. non solo,credo di aversi pomiciato appassionatamente massimo 3 volte.. perchè lei non si lascia andare completamente,me ne accorgo.. e quando lo fa il superio che dorme dentro di lei si risveglia e come un impulso elettrico la blocca. ho provato a farle superare questa fase con tanta,tanta dolcezza.. massaggi,baci sul collo.. queste cose al posto di rilassarla la irrigidiscono ulteriormente. come se non bastasse spesso bidona le nostre uscite preferendo trascorrere le sue serate in casa,piuttosto che dare un “dispiacere” ai suoi genitori. lunedì è stata l’ultima volta in cui ci siamo visti,me la sono presa con lei perchè,ad una festa con amici,mi trascurava e per aver interrotto bruscamente l’unico vero momento di passione che abbiamo avuto (nonostante fossimo riusciti ad appartarci in un posto molto romantico e inizialmente mi sembrava entusiasta di questo) adesso sono in reset totale da 5 giorni,da quando ci siamo salutati quel giorno con un bacio dove ho sentito una grandissima paura di “non essere abbastanza” da parte sua ho interrotto tutti i contatti.. lei sa che quel giorno me la sono presa,e sa anche che mi farò sentire io quando lo vorrò,non mi cerca. durante questo reset non ho potuto fare nulla anche perchè sono a casa ammalato,quindi non troverà un nuovo me. anche perchè io non sento il bisogno di cambiare. mi piacerebbe dare un’ultima chance a questa ragazza ma vorrei che mi dimostrasse qualche volta con i fatti di tenerci,perchè delle parole sinceramente non mi importa. e vorrei che quella passione che sento in lei non venga sempre interrotta… come posso gestire al meglio questa situazione secondo te? ho già avuto a che fare con ragazze “chiuse” per via di esperienze negative passate.. ma questa le batte tutte.

    • In questo caso il reset nonserve a te per migliorare, ma a lei per riflettere. Se poi non fa nulla vuol dire che non doveva andare, di sicuro non puoi cambiare una persona o spingerla a farlo, puoi soltanto starle accanto e magari indicarle la via, nulla di più, poi sta a lei. Sinceramente credo che questa “storia” non abbia molto senso e che sia il caso che tu decidi di chiuderla, mi sebri preso dalla sindrome di Don Chisciotte che tenti di salvare la locandiera di turno scambiandola per una principessa…

  24. secondo me non si può paragonare la seduzione al calcio perchè, a differenza della seduzione, nel calcio conta anche e soprattutto la difesa e se vuoi ottenere un risultato positivo devi difendere quando l’avversario attacca…la mentalità di gioco di Zeman è buona per la seduzione ma nel calcio non mi sembra molto efficace dato che Zeman nella sua carriera non ha ancora vinto manco una coppetta 🙂

  25. @ste: i momenti bui e le le difficoltà fanno parte della vita ed anche della seuzione. Ci sono momenti in cui riesci ad andare in bianco con ragazze bruttine che non hanno storie da anni ed altri in cui rimorchi e seduci qualsiasi bellezza anche per strada.
    Si deve imparare a prendere questi momenti con “filosofia”, in tempi di guerra ci si mette l’elmetto in trincea e si aspetta che la pioggia di bombe finisca (magari senza disdegnare qualche sortita in attacco). Questo non vuol dire arrendersi, ma non pretendere da se stessi sempre il “meglio”, pensare che non siamo mai “abbastanza” anche verso le nostre capacità (vedi capitolo Il segreto rivelato sull’ebook). Se poi il periodo dura troppo allora io di solito faccio una serata di gioco. Esco e ci provo con tutte (quele almeno decenti), solo con il fine di interagire con delle ragazze, non mi prefiggo lo scopo del sesso, solo del cazzeggio. Prova.

  26. ciao sensei, torno a scrivere a distanza di un pò di tempo per chiederti consiglio.
    ultimamente la mia situazione sentimentale è piuttosto sterile: oramai sono quasi 4 mesi (tralasciando gli intrallazzi estivi) che non riesco a concludere nulla, non aiutato certo anche dai posti che frequento (in primis discoteca). comunque, oggi ho rivisto, a distanza di 4 mesi, la rd di un tempo, quella che mi annichiliva completamente: ti posso dire che, nonostante non fossi assolutamente intimidito da lei, non ho concluso nulla e di questo me ne accorgevo proprio quando eravamo insieme. la cosa mi ha fatto riflettere parecchio: non è che c’è qualcosa in me che non va? questo è poco ma sicuro, ma cosa? non posso considerare questo un episodio sporadico, perchè vedo che mi capita con tutte le altre ragazze, da appunto qualche mese. il problema è che nell’istante in cui sbaglio con una ragazza, sono in grado di farmi un autoanalisi e di capire cosa ho sbagliato e come l’ho sbagliato; riesco a distinguere chiaramente i segnali di interesse e viceversa in una donna nei miei confronti; so perfettamente come devo agire, ma non agisco… c’è insomma quello che cerco di dire è che di seduzione penso di capirne abbastanza, il problema è che mancano i risultati: un pò come una ferrari, che però viene utilizzata solo in città e quindi su strade molto lente, quando in realtà è un bolide. in credo in me stesso, anche perchè ho un bel fisico e penso di essere bello (anche perchè ho avuto tante conferme su questo dal gentil sesso). ma allora dove sbaglio? forse credo troppo in me stesso da autodistruggermi? ti è mai capitata una situazione del genere?

  27. Ah, ecco, giusto perché sono un matematico (diciamo così…) dico: “come volevasi dimostrare”. Risponde ora: “Che peccato, leggo solo ora, ma perchè non mi è arrivato prima?”.
    Mi fa sorridere!!! E’ troppo forte, dai!!! Cosa mi consigli? Faccio il bravo alunno: ovviamente non devo far vedere che me la prendo, tranquillo, sereno. Tanto prima o poi ti piglio! Non insisterò con gli inviti mi sa.. Devo sembrare un minimo distaccato, senza però denotare scoglionamento per il comportamento suo, giusto? E sfruttare ogni occasione

  28. Sensei, stamattina ci siamo ritrovati ad un convegno, ho scherzato in tranquillità e l’ho un po’ presa in giro. Ho anche avuto un minimo contatto fisico, passandole la mano sulla schiena uscendo dalla sala del convegno. Oggi le ho scritto se voleva un caffè e ovviamente non ha nemmeno risposto……..Vuole proprio condurre lei le danze, mi sa.
    Cmq ho scelto di invitarla per rischiare un minimo, alla fine mica le ho chiesto di sposarmi e che cavolo!
    Che palle, ora ho azzerato tutti gli effetti positivi che avevo conquistato!!!!!

  29. @franco: se è l’istinto a parlare dagli sempre retta, ma se è veramente lui mi raccomando. Per il contatto fisico devi un minimo esporti, puoi stare tranquillo che gli altri non se ne accorgeranno minimamente, ovviamente se non esageri. Ma meglio poco contatto che nulla!

  30. Eh però il caldo non è semplicissimo… Oggi incontro casuale in mezzo ai capi, poi complimento sull’abbigliamento (sei un genio…) a cui ha reagito benissimo dicendomi che vorrebbe sempre sentirsi dire cose così e che l’ho “colpita e affondata”.. Dovrei cercare di vederla da soli con calma, per cercare di attuare il giusto contatto fisico, ma non vorrei sembrare contraddittorio invitandola (anche perché al primo invito dirà sicuramente di no, la conosco)… Non so, l’istinto dice che è presto.. Che ne pensi?

  31. @franco: stai andando bene, non dimenticare anche il caldo però! Che i complimenti siano particolari, cose un uomo comune non noterebbe, ad esempio il profumo, un abbinamento di colori o un abbigliamento particolare. Oppure che ha lo sguardo luminoso, la voce allegra. Non essere banale, tipo “come sei bella oggi” e schifezze simili.

  32. Ciao Sensei,
    ti ricordi di me? Ero quello della situazione buffissima al mare, io lei e…l’altro!! Se ricordi mi avevi consigliato un reset per togliere potere ad una fanciulla molto molto ostica e fidanzata non so quanto seriamente.
    Volevo dirti che sono tornato “in gioco” dopo un nettissimo reset..
    Ci rivediamo (per lavoro mi capita di incontrarla per caso molto spesso), “ciao ciao”, niente di che.. La sera mi scrive “come stai? sei sparito! ma allora volevi proprio qualcosa da me…” Rispondo dopo ore: “ma che stai a dire? Non ti capisco! Io tutto bene! Tu?”. Non risponde, segue sua freddezza per un paio di giorni. La ribecco per caso, faccio il simpatico, la prendo in giro, lei ride. Nei giorni seguenti ci scriviamo tre cazzate, io sempre sorridente e tranquillo, lei contenta di avermi “ritrovato” (almeno penso).
    Arriva il weekend, le scrivo una cazzata, non mi risponde. Il lunedi le riscrivo, come va come non va, niente di mieloso o che.. Lei risponde tutta entusiasta più o meno così “ciaoo (mille faccine nonostante i quasi trenta) !! ho notato la tua giacca nuova!! Io tutto bene!! Non sai come vorrei andare a cenare in tale posto una sera di queste…..” io faccio lo stronzo e non raccolgo: “non mi parlare di tale posto! Mi fai venire fame! Sono contento che stai bene, buona settimana!”. Passa mezz’ora, mi riscrive così “Scendo per un gelato, resterò in gelateria una mezz’oretta…” E io: “al gelato non si dice mai di no! Peccato, vorrei tantissimo farti compagnia, ma ho un impegno proprio adesso”. Lei diventa fredda, la incrocio dopo qualche ora (non proprio direttamente) e non mi guarda..

    Ho fatto bene secondo me, ma chi si crede di comandare?? Giusto o no, sensei?

    Comunque cerco di seguire l’alternanza caldo-freddo.. Vuoi che ti inviti? Non lo faccio! Il giorno dopo se ti vedo ti sorrido e ci piazzo un complimento e un contattino fisico (se riesco).. Dopo ciò credi di riavermi sotto il tuo controllo? Non ci sono… Potrei andare avanti così un secolo, non ho fretta, il reset mi ha dato consapevolezza.. Vediamo che succede..

  33. Sensei vorrei chiederti se gentilmente potresti cancellare il mio commento sopra siccome sbadadamente ho messo un nome, e troppo informazioni, non vorrei che uni di loro due potesse leggere il sito e capire chi sono, so che può essere di aiuto a qualcun altro o magari se si può, cancellare solo il nome della persona protagonista, grazie ancora per la risposta

  34. @Valerio: fare la faccia da duro è inutile per il semplice fatto che comunica emozioni negative. Al contrario un sorriso mette in automatico di buon umore la ragazza che in più non si sente aggredita. In più chi è sicuro di sè non ha bisogno di spaventare, ma sorride! Quella ragazza potrebbe volere tutto e niente, lei ti sta mandando dei messaggi ambigui probabilemte apposta perstuzzicarti e vedere la tua reazione. Potresti iniziare tu un lieve contatto fisico per vedere le sue reazioni.

  35. Ciao Sensei,
    ho da poco conosciuto il tuo sito solo nel momento in cui ho cercato
    di migliorare la mia “seduzione” e quindi accettato di non essere il
    massimo come seduttore, anche essendo consapevole di molti errori
    anti-seduttori di cui evitavo di fare, solo che non avevo mai
    considerato quello che era “seduttorio” come il contatto fisico, di
    cui dico la verità non pensavo ce ne fosse veramente bisogno anche
    avendo avuto diverse ragazze. Consultando il tuo sito mi sto chiarendo
    un pò le idee e devo ammettere che la base delle tue ideologie è molto
    simile alla mia, solo che la struttura soprastante in me è inesistente
    non so mettere in pratica certi comportamenti, ho sempre e solo saputo
    non commettere gli errori più comuni di cui hai parlato varie volte,
    tu potresti dire quello che vuoi per creare un manuale di seduzione,
    non vuol dire che sia un “legge scritta”, ma il fatto è che tutto
    quello che dici per me è molto realistico, non fà una piega quello che
    dici, è quello che ho sempre sostenuto ma forse non ho mai applicato.
    Sei bravissimo Sensei, e per chiudere però sono dubbioso su una
    regola, nelle regole su “Come approciare una sconosciuta” devo
    ammettere che faccio spesso una cosa da “NON FARE” e cioè “Non fare la
    faccia da tenebroso duro incazzato”, mi hai fatto capire che è un
    errore molto probabilmente, solo che non riesco a spiegarmi il perché,
    se gentilmente potresti spiegarmelo tu ne sarei veramente felice.
    Altra cosa riguardo al contatto fisico ha una mini-storia da
    raccontarti: Leggendo l’importanza del contatto fisico mi fai fatto
    riflettere su una situazione, in pratica il soggetto è la ragazza del
    mio amico, questa ragazza è più grande di me di qualche anno, la
    conobbi prima io che del mio amico che ha la sua stessa età, allora
    avrò avuto 15-16 anni, e lei a quei tempi (da single) su msn, in modo
    da non avere un approcio troppo serio, che se fossi stato più grande
    lei si sarebbe innamorata di me sicuramente perché mi trovava troppo
    carino, io neanche a pensare di provarci ( la ragazza ha tipo 4-5 anni
    in più di me). Con un pò di tempo la feci conoscere al mio amico
    (della sua stessa età), da allora sono fidanzati. Il punto della
    situazione arriva adesso, quando nelle ricorrenze ci incontriamo io e
    Luana, lei mi guarda sempre con sguardo fisso e fin qui niente di
    “anomalo”, ma il fatto è che quando ci avviciniamo a parlare, lei mi
    prende sempre l’avambraccio con una mano e me lo accarezza con le
    dita, ora non ti preoccupare non voglio farmi nessuna sega mentale, è
    per iniziare a capire il comportamento delle donne sotto questo
    aspetto, con la variante che è fidanzata. Potresti spiegarmi se
    succede qualcosa o proprio niente? Complimenti per il sito e al più
    presto comprerò l’e-book “Il percorso per la seduzione”, solo perché
    credo nelle cose che dici e non perché sono disperato, ma perché puoi
    insegnarmi cose con limiti realistici, e non cazzata con il solo fine
    di illudere la gente, e provocare solo altri dubbi a dei ragazzi come
    me.

    Spero in una risposta, grazie Sensei.

  36. Grande Sensei! Io attacco sempre le ragazze anche se non c’è uno scambio di sguardi o un segnale che mi faccia capire qualcosa… L’importante è andarci nei luoghi dove c’è casino ma dove ce ne meno li entra la timidezza, le incertezze, la speranza di qualche sguardo, cosa inventarsi per attaccare. Bel Articolo per noi

  37. @Matteo: mi sa che del contatto fisico non hai colto il significato, e per certi versi neanche di questo blog. Io non parlo mai di rimorchiare, conoscere e provarci con 10 ragazze a sera e poi di scrivere i commenti sulle vostre conquiste. Se siete interessati a ste cose andate sul altri siti. Do consigli mirati per stare bene con se stessi e conquistare una ragazza che vi piace, una soltanto. Poi applicare quello che leggete qui vi darà più sicurezza e strumenti anche per andare a parlare con una sconosciuta e rimorchiarvela. Il contatto fisico non è una cosa che si fa a caso, ma servono sensibilità, empatia e rispetto. Elementi che il tuo amico non conosce molto bene. Si tocca mentre si parla, con grazia e a volte faccia tosta, rischiando un po’. Quello che dice la tua amica va preso con le molle, perchè se si torva di fronte idioti invadenti che le tastano le tette per fare i simpatici allora ha ragione. Ma sono sicuro che qualsiasi dei ragazzi con cui è stata la toccava quando si stavanao conoscendo e lei non se ne è mai lamentata. Non prendere come sempio uno che sbaglia, ma osserva quelli che fanno la cosa giusta.
    Ti ho editato il punto 3 perchè era fuori luogo e non c’entrava assolutamente nulla con il senso dell’articolo che non è sul calcio, ma sulla forma mentis.

  38. @Isac: se potete inserite i vostri commenti negli articoli che li riguardano, per una maggiore fruibilità degli altri utenti.
    Sul bacio hai ragione, come ho scritto in vari articoli (che me sa non hai letto…).

  39. Ciao Sensei, ti stimo molto per quello che dici, per come lo spieghi e per l’ottimismo che riesci a trasmettere. E’ circa un mese che leggo giornalmente i tuoi articoli e le tue risposte, ciò che ti scrivo oggi è più che altro una riflessione perchè ci sono alcune cose di cui non sono troppo convinto.
    1) E’ vero che qualsiasi rapporto tende a migliorare se vi è un minimo di contatto fisico (almeno, questo è quello che ho notato applicando i tuoi consigli), però conosco alcune persone che sono infastidite dalle gente che le tocca mentre parla. Proprio qualche giorno fa chiaccheravo con una mia amica e lei ad un certo punto se n’è uscita con “quanto non sopporto le persone che mentre parlano ti toccano!”.
    2) Il fatto di giocare sempre all’attacco, come spieghi in questo articolo, ti fa distingue dalla massa, è vero. Il problema è che ti fa distinguere in peggio. Il ragazzo spudorato (alias provolone), ossia quello che ci prova con tutte, è solitamente quello che alla fine non conclude nulla. Tu dici che al resto del mondo non frega nulla di noi, ed è vero. Però uno che ci prova con 5-6 ragazze la stessa sera, nello stesso bar, e magari proprio sotto il naso di tutte produce come unico risultato una brutta figura agli occhi di tutti. Le mie amiche assumono un’espressione quasi disgustata quando parlano di quei ragazzi che ogni sera ci provano con ogni ragazza disponibile all’interno del pub. Recentemente ti avevo raccontato del mio flirt con una barista…bè nel nostro gruppo, un mio “amico” ci provò con lei, con le sue amiche e con tutte le ragazze disponibili. Fece tonnellate di contatto fisico, battute sul sesso…e prese sempre picche! L’unica volta che gli andò bene, strappò un bacio ad una nostra amica durante una grigliata di ferragosto, in cui avevano più alcol che sangue in corpo. Adesso s’è fatto proprio una bella nomina!
    3) (non siamo allo stadio, evitate commenti e frasi che possano generare polemiche o inutili e ridicole discussioni, Il Sensei)

  40. Domanda che non c’entra con l’articolo.
    Ipotizziamo che siamo riusciti a fissare un appuntamento con una ragazza, e che tale appuntamento sembra andare abbastanza bene.
    Ora, è meglio baciare la ragazza il prima possibile, o è preferibile aspettare? Io sono dell’opinione che sia meglio baciarla il prima possibile se si ha l’impressione che ci stia, il bacio rompe tutta la tensione e fa passare il resto della serata con molta più tranquillità, mentre se si aspetta la fine si sta tutto il tempo “sotto pressione”, si rischia di perdere punti e alla fine può essere che ti venga l’attacco di panico e che te ne vada senza nemmeno baciarla… Sbaglio?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here