“La mia ragazza mi dice che le sto troppo addosso”

“La tipa che mi interessa dice che le sto troppo addosso”

“La mia ex che voglio riconquistare dice che le sto troppo addosso”

“La tizia dell’università ha confidato a un’amica comune che le sto troppo addosso”

Debbo forse continuare o questi esempi sono sufficienti per capire? L’errore tra i più comuni, e spesso anche irreparabili, è quello dell’eccessiva pressione. Commettendolo si rovinano qualsiasi metodi seduttivi, comportamenti, flirt, e strategie possibili.

Soffocare una ragazza significa “sempre”, prima o poi, perderla.

Le sto troppo addosso? quindi che faccio?

La cosa è molto più semplice di quanto si possa credere e con un banale esempio spero di riuscire a farti capire del gigantesco errore che stai commettendo.

L’esempio della saponetta (e non ha nulla a che vedere con giochi omo-erotici nella doccia del carcere).

Quando conosci una ragazza metti in pratica la tua seduzione, utilizzi:

Insomma tutte le armi che hai imparato grazie al Percorso della Seduzione, e sin qui tutto bene. Il caos esplode quando lei ti piace di più, la conosci e ti infatui dei suoi begli occhioni da gatta e movenze da fiera pericolosa e sensuale: in pratica ti piace e ti eccita!

E anche qui tutto nella norma. Poi però scatta un altro elemento: la paura. E se lei non mi ha risposto al messaggio perché sta con un altro? Se non le piaccio? Se mi vede come un amico?

E così a pioggia una serie di domande che prendono la tua autostima è la falciano con facilità anche troppo disarmante.

E cosa accade quindi?

Che le stai troppo addosso!

Tu puoi anche pensare che non sia così, purtroppo la sua percezione sarà opposta e si sentirà limitata nelle sue azioni e parole. Le trasmetterai davvero, senza accorgertene, paura, insicurezza, sfiducia.

La seduzione è fatta di emozione e le stai trasmettendo emozioni non belle!

Tornando alla saponetta: per quanto possa sembrare un po’ facilone e svilente devi vedere una ragazza come una saponetta (femministe occhio, non travisate!): se sei sotto la doccia e ti cade a terra la saponetta appena usata, per prenderla la afferri con tutta la forza? E in caso riuscissi a farlo la stringeresti per evitare che cada di nuovo?

Direi di noi. La raccoglieresti con delicatezza e ti basterebbe tenerla nel palmo della mano, senza fare alcuna pressione e lei resterà lì, comoda comoda. Se stai seducendo una donna, o è la tua ragazza o amante, tienila in palmo di mano.

Con la delicatezza e la leggerezza si conquista una persona, non con la coercizione e la forza.

 

36 Commenti

  1. Andata come dicevi te.uscito,buon contatto fisico da parte mia,anche se l ho sentita sempre rigida.comunque ho tentato il bacio,anche xchê,parliamo di una donna di 52 anni,non è stupida e le mie intenzioni le ha capite,è sempre uscita.insomma,si è scansata,e ha detto:sei una persona ottima,piacevole,sei in grado,anche se sei troppo energico(intendeva nervoso),ma FISICAMENTE,non sei il mio tipo.non ti manca niente eh,carlito ti porti bene i tuoi anni,ma non ti vedo come amante.mi sono ricordato,metodo socratico e ho agito di conseguenza.non sono un francescano,me la sarei fatta volentieri.è una donna un pò in carne ma piacente.frienzonato alla grande.hai scritto un bel articolo sul 2di picche.me sà che devo voltà pagina.

    • Va bene così, è lei che ci rimette dammi retta. Chissenefrega di una scopata in più o in meno, la dignità non ha prezzo, hai agito secondo quello che volevi, il resto è silenzio (cit.).

  2. Sai senesi,il percorso e tuoi blog,mi hanno fatto capire,chiaramente i miei punti deboli.oltre al complesso del brutto anatroccolo,che mi affligge da ragazzo,ho capito che la mia peggior nemica è stata la insicurezza.oggetto brutto,che mi ha tagliato le gambe già in fase di inizio.quante volte,visto che le donne mi piacciono molto,ho desiderato,ma mi son bloccato lì,non solo x il rifiuto,ma anche al pensiero che gli amici miei e la ragazza di turno,potevano pensare dopo la eventuale due di picche che già era nella mia testa.oggi,tutte queste cose,non sono ancora sconfitte,ma quantomeno le ho razionalizzare.ti faro sapere come è andata con la tipa,se riesco a vederla.ciao e sempre grazie x le perle di esperienza.

  3. Ti volevo diredopo qualche giorno la tipa mi ha mandato un sms di scuse,dicendomi ti voglio bene siamo amici.vpglio provare a rivederla e sedurla.ecco quello che ti ho scritto.sicuramente sono friendzonato,ma voglio provare a portarla a letto.

    • Potrebbe essere una bella sfida, anche se, a mio modestissimo parere, a volte la vera sfida è non accettare sfide…

  4. Lei mi attrae molto fisicamente, un pochino meno mentalmente, pur apprezzandola tantissimo come persona: proprio non riesco a vederla come partner. Rare volte ho avuto le idee chiare come in questa situazione,cosi come rare volte sono stato tanto sereno, prerogativa che penso possa giovare anche lei. Vorrei farle capire( non a parole,ovvio) che il sesso possa rappresentare la sublimazione(anche se parliamo di carne) del nostro disinteressato stare bene. Per “pazienza” intendevo proprio quello: empatia e leggerezza: ce la metter tutta. Poi ovvio che nel “salvarsi” l’ultima parola spetti a lei e soltanto a lei.

  5. Gentile Sensei,
    con la ragazza in questione sono in uno stallo totale, e dire che pensavo di aver fatto un passo molto importante in avanti, baciandola. Dopo la festa di paese tutto il gruppo in disco: da premettere che si tratta della seconda volta che la vedo dopo le vacanze(non le prime, ci e tornata una seconda volta senza che lo sapessi). La solita intesa, una escalation che gia in auto e a livello seduttivo, e in disco diventa estrema. Insomma,contatto fisico a quantita industriale; rifacendomi al titolo dell’articolo, le sto addosso, ma fisicamente. La bacio un paio di volte pur se a stampo, e un’ altro paio si scansa. Me ne frego e continuo. Finiamo in mattinata, con lei che ridacchia come una cretina qualsiasi cosa veda o senta.
    Dopo un paio di giorni ci risentiamo via chat, le solite paranoie femminili: dice che non la penso. Vado di ironia su sta cosa salvo poi dirle che mi tocca dimostrare che non e cosi, e la invito. Accetta, salvo poi dare buca all’ ultimo. E sono due,anzi tre, visto che pure in disco le avevo proposto inutilmente di andarcene in un posto tranquillo. A questo punto le ipotesi sono due
    1. non le piaccio abbastanza. Mi vede come un giocattolino utile per divertirsi al bisogno
    2. fa fatica ad instaurare rapporti dopo la storia finita male.
    Nella prima ipotesi immagino debbe toglierle il giocattolo, nella seconda dovrei continuare a sedurla con pazienza? Ovviamente accetto consigli e reprimende(che immagino arriveranno). La ringrazio

    • Reprimende non ce ne sono, ormai l’hai sedotta, sei in una fase diversa che è più “personale e umana” in cui sta molto alla tua empatia piuttosto che a qualche consiglio. Prima di tutto partirei dal capire cosa davvero desideri e poi mi comporterei di conseguenza anche se, da quello che mi dici tu, sia ancora un po’ traumatizzata. Però devi capire che tu non puoi fare nulla a riguardo, solo agire in base al tuo personale bisogno e modo di essere. Se questo la aiuta a risolversi bene, altrimenti addio, perché ci si salva da soli. Fare altrimenti sarebbe un’inutile forzatura che non comporterebbe altro che sofferenza per entrambi.

  6. Ah niente è andata male.dopo pochi minuti che eravamo in macchina,gli lo fatta guidare,come la volta prima,si è arrabbiata x una battuta che gli ho fatto.quindi,x tutta la serata una discussione,dicendo che io sono disattento,che le ho mancato di rispetto.non mi sono fatto toccare dal suo stato di animo.ha pure voluto pagare il conto dicendo,siccome la volta prima avevo pagato io,così eravamo pari,che la ho delusa,e che con un tipo come me non c è intesa.sai che ti dico,ma vai a raccogliere le margherite in tangenziale.grazie senesi.

  7. Ciao sensei.ho incontrato,dopo tanti anni,una donna che frequentava un amico.roba di 25anni fà.ci siamo scambiati il numero,abbiamo preso un caffè e 10giorni fà siamo andati a cena.ho cercato di fare contatto fisico,l ho vista irrigidirsi,comunque ha kasciato fare.nella conversazione,ha detto che con me,non si metterebbe,xchè mi trova troppo energico(questa parola ha usato),agguungendo,che è stata con uomini di vari tipi,anche mostri,xchè lei non fà caso al aspetto,ma al contenuto.bene,mi sono fatto scivolare il tutto cambiato discorso.l ho riaccompagnata a casa,mi ha salutato dandomi la guancia,io l ho baciata sil collo e sr ne andata.domani,la rivedo.ho la senzazione di essere friendzonato,però,domani vado di bacio.non credo di aver fatto errori grossolani.la donna in questione ha 50anni.grazie.

    • Carissimo però dovresti pormi qualche quesito, io non sto qui per fare commentini sulle vostre avventure! Mi domando però come tu possa trovare attraente una tale gattamorta, che vuole uomini mosci e senza energia… Impara ad amarti di più, sei anche tu che scegli non solo lei.

  8. Mi permetto di rispondere a cetamon.la domanda che hai posto,è il dubbio amletico che mi ha tormentato x tutta la vita.sono anni che segue il sensei,e anche se sono lontanissimo dal essere un seduttore,sto togliendo mi(von fatica),la pesante zavorra di credere che solo i belli possono.non lo sono mai stato,ho sempre sofferto il mio 1,72.mi sono sempre curato,sono ancora asciutto e tonico ,le donne le ho avute,di rifiuti non se ne contano.alcune volte,mi sono reso conto,proprio seguendo TPS,mi sono fatto rifiutare da solo,con la paura di non piacere fisicamente,e quindi messaggi di insicurezza,zerbinate,nessun contatto fisico e altri errori.pensa che anni fa,ho frequentato una donna,che x mesi,mi ha paragonato al suo ex,che assomigliava ad Alain Delon.immagina ,ndo annavò,detto alla Romana come io sono.x non parlare degli abbonamenti in frirend zone.c chiudere,sono ancora un neofita,però,fatico e provo a mrttermi alla prova.grazie al Senesi.

  9. Salve Sensei, mentre leggevo questo articolo mi sono imbattuto sul link che riporta al tuo manuale sul linguaggio del corpo. Nella presentazione del tuo manuale hai scritto che per saper sedurre dobbiamo sviluppare la capacita’ di intercettare le donne che ci mandano segnali e che siano ben predisposte nei nostri confronti, e fin qui ok. Ma se abbiamo pochissime donne a mandarci segnali, o nella peggiore delle ipotesi nessuna appare interessarsi a noi come ci dobbiamo comportare? Come fare in modo per far si che piu’ donne ci guardino e ci lancino segnali per aumentare i nostri approcci? Grazie mille.

    • Il linguaggio del corpo è fatto di due vie, mi sembra che ti focalizzi solo su quanto loro dicono, ma quello che dici tu? E poi dovete finirla di fissarvi che la seduzione sia quella dei filmacci o dei media in cui il figo di turno entra nel locale e si squadra la strafiga o cose simili. Le donne possono guardare, desiderare e ammiccare da qui a scegliere qualcuno ce ne corre.

  10. Salve sensei, so già cosa fare ma vorrei una tua opinione a riguardo dato che non ho nessuno con cui confidarmi. Premetto che con questa ragazza ci sono già andato a letto, ma da un Po di tempo mi ha come dire messo in standby, a suo dire perché forse a settembre potrebbe lasciare la mia città e non vuole storie a distanza. Nel frattempo mi evita e ci vediamo pochissimo, lei dice che non vuole perdermi ma a me sembra stia facendo di tutto per allontanarmi. Tu cosa avresti fatto?

    • Ognuno agisce in base alle proprie esperienze e volontà, non c’è un giusto o sbagliato. Probabilmente non sarei neanche finito in una situazione simile, però se tu non comprendi cosa vuoi da lei davvero diventa tutto inutile.

  11. Oss sensei! L’ho appena rivista. Sale sul bus e mi saluta, provo a fare subito contatto fisico, ma lei me lo nega. Non mi scompongo e scalo di una marcia. Parliamo un po’, mi chiede come sto e, sapendo anche che per lei sono vicine, le dico che stavo meglio in ferie. Poi, appunto parliamo un po’ delle sue future, degli ultimi giorni prima della partenza che sono i più duri e dell’aereo da prendere. Poi (trascorsi 5 minuti) mi dice :”dai, ti saluto vado a sedere”. Ovvio che avrei preferito che rimanesse, tuttavia il mio linguaggio del corpo rimane rilassato. Evito per esempio di cercare i suoi occhi nello specchietto interno e la lascio chiusa nel suo mp3. Un paio di fermate dopo sale un’altra ragazza che conosco, contatto fisico (una banale stretta di mano ma la condizione non permetteva molto di più) e contrariamente a lei si ferma a chiacchierare. Andiamo avanti finché non scende, e io, complice la sua piacevolezza, converso disinvolto, gesticolando. Quando scende (la target girl) sembra ancora piuttosto chiusa (almeno è il messaggio che arriva a me), giro il collo per accennare un saluto e lei replica dicendo”ciao” alzando la mano. Ovviamente la lascerò bollire nel suo brodo ma come vedi un semplice SMS di buone ferie il giorno della partenza? O sarebbe meglio il metodo Siberia? Chiaramente dopo aspetterò di rivederla al suo ritorno.

    Grazie e a presto!

    Intisol

    • Secondo me tu hai fatto sin troppo, forse è arrivato il momento di lasciar fare davvero all’Universo e vedere cosa c’è effettivamente da part sua e quali sono (e sono state) le sue intenzioni con te. Ancora sembra confusa e solo lasciandole spazio, e la paura di perderti, credo possa chiarirsi (nel bene e nel male). Direi che deve partire da te un freddo polare, non fare nulla, ma nulla!

      • Perfetto. Se ho capito bene stop anche al contatto fisico. Ci avevo già pensato. Metto però un attimo le mani avanti: come gestire un suo eventuale ritorno? Come dosare il caldo ed il feddo? A quando un articolo sui “ritorni di fiamma”?

        Grazie ancora!

          • Soccia sensei che mattinata intensa! Ah, a proposito, oss! L’ho appena rivista, non me l’aspettavo, un’altra persona! Subito un bel sorrisone quando mi vede (non azzardo subito il contratto fisico) e un bel “ciao!”. Io faccio: “o non ci vediamo mai o ci vediamo molto spesso!” E lei replica “eh si, non ne puoi di me?” Io “ma no, figurati”, e tante risate. Subito a chiacchierare affiatatissimi, le mostro le foto delle ferie spiegandogliele, sono posti che in parte vedrà a fine agosto, che qualcuno lo ricorda perché lo postavo su Whatsapp e mi dice, di non saperne molto perché quando va in Sardegna ha poche possibilità di muoversi oltre la spiaggia. Poi andiamo sul concerto di Vasco dove ha lavorato nell’organizzazione, il calcio, la vita di tutti i giorni. Tutto molto naturale, a partire dal suo linguaggio del corpo, questa volta molto ben disposto e propositivo (seduta col busto piegato in avanti verso di me e sorriso d’ordinanza). Prima di scendere piccolo siparietto: mi saluta e le dico “fai la brava in Grecia” lei: “anche tu” io “guarda che io mica vengo!” Lei ride e io aggiungo “al massimo farò il bravo qui” poi riparto col contatto fisico (solito bacio sulla mano), sembra irrigidirsi ma questa volta lo prende. Una volta scesa mi risaluta sorridendo.

            Non ti dico a presto perché stamattina ti ho già rotto i maroni anche troppo!

            Grazie e un abbraccio.

            Intisol

  12. Un aggiornamento della situazione. Dopo qualche giorno di stallo lei mi informa del suo avvenuto rientro.Passano due giorni nei quali sono incasinatissimo: la sento via telefono, mi chiama scherzosamente scemo,insomma tutto come sempre. Fino a ieri,quando,avendo la giornata libera, decido di invitarla a bere un drink, pegno di una scommessa persa da lei. Rifiuta, senza annaspare scuse o altro,mi dice un “no” secco che non lascia spazio a sfumature di sorta. Decido di lasciar stare, ben sapendo che molto difficilmente debba aspettarmi un segnale da parte sua. Ieri sera esco con un amico, e non me la ritrovo in un posto che frequento abitualmente? (so per certo che lei davvero vi si trovava per caso). All’inizio non la riconosco,fatto sta che non la saluto nemmeno quando mi accorgo di lei(erroraccio,lo so). Fino a quando me la ritrovo davanti,e allora mi abbraccia con una carica erotica impensabile se confrontata col rifiuto di poche ore avanti. Nemmeno un minuto e lei che torna a parlare con la sua amica e io pure. Capisce, Sensei? Questa mi applica il caldo freddo dopo un reset-vacanza dopo che nel primo appuntamento quasi mi supplicava di darle una possibilita! Lei viene da una relazione a suo dire molto importante, salvo poi concedersi, come spesso accade, al primo che capita. Ora puo essere che, passato qualche mese,sia restia a qualunque relazione, anche solo di sesso? Qual’e il suo parere? N.B sta cacchio di tastiera proprio non mi da lettere accentate!

    • Non posso entrare nella mente della gente! Tu devi sedurla, lo stai facendo? In parte sì, in parte no. Non puoi sperare che lei si sbottoni senza metterti tu in gioco per primo, se poi lei ti dovesse rifiutare allora avrai anche una risposta certa, ma finché speri che qualcosa accada senza che rischi rimarrai in questo limbo di paure e dubbi.

      • Beh, sì, in effetti dai miei commenti un poco di paura sicuramente trasuda, così come è oggettivo un certo immobilismo nell’agire. Analisi perfetta:meno pippe mentali, più azione e niente paura:un aspetto su cui devo ancora lavorare. La ringrazio ancora!

  13. Ho ritrovato una donna con cui avevo un brevi flirt tanti anni fa.ero quasi riuscito a portarla ca letto,quando un amico comune gli ha detto che la stavo prendendo in giro,e la cosa e finita lì.son passati anni,la ritrovo ci siamo visti x caffè,contatto fisico,ironia sbaciucchiamenti.ieri sera siamo usciti,e in macchina,con il caldo boia,abbiamo avuto un petting spinto.pero,non è voluta salire da me.io,(metodo socratico),ho accettato,anche mi sarebbe piaciuto averla del tutto.è ancora una bella donna.mi ha detto,che gli sono sempre piaciuto,ma proprio che rappresento qualcosa di più vuole aspettare.partirà e fino a fine settembre non la vedrò più.penso di essermi mosso abbastanza bene.che mi consigli?sempre grazie.

    • Io mi domando: quando troverai la forza di confrontarti con me da pari e non “chiedendo aiuto”? Io consigli non te ne do più, posso proporti il mio punto di vista ma è giunto il momento in cui fai un passo avanti e agisci e ti prendi le tue responsabilità. Poi di volta in volta ti potrò dire cosa ne penso, ma da pari. A questo aggiungerei anche una considerazione: torna a fine Settembre, quindi non la vedrai, quindi l’unica cosa che dovrai fare e scriverle due righe ogni tanto, magari anche una telefonata. Non credo si possa agire chissà in quali altri modi, o sbaglio?

  14. Salve Sensei! Torno a scrivere dopo qualche anno a causa di una situazione per me nuova: evitare di raffreddare il rapporto con una ragazza dopo un solo appuntamento, con successiva sua partenza per le vacanze,senza tuttavia starle addosso. Conosco questa ragazza incontrata casualmente con un’amica in comune: un’oretta piacevole, con intesa e contatto fisico amichevole. Mi chiede l’amicizia su fb, mi scrive per prima, chattiamo moderatamente(lascio spesso cadere per non finire in friendzone). Mi da senza problemi il cell. , mi anticipa nel chiedere un appuntamento,usciamo,contatto fisico estremo(anche parte intime),ma,deficiente che sono,niente bacio. A fine serata mi dice che l’indomani sarebbe partita una settimama in vacanza e ci salutiamo. Poco male, mi dico, sarei comunque sparito io un paio di giorni. Chattiamo sempre(3-4 mess leggeri cadauno).L’altro giorno,per la prima volta, sono io ad inviarle il primo mess. Adesso sono quattro giorni che non ci sentiamo,da parte mia per non opprimere una ragazza che in fondo si trova in vacanza, anche se globalmente penso anzi di essere stato anche un poco passivo(lei che mi scrive sempre per prima,lei che mi chiama per vederci). Insomma,una settimana di distacco quasi totale puo affievolire il suo interesse o devo mettere in dubbio l’interesse stesso,nonostante nel(singolo)appuntamento la vedessi presa? Sto pensando di non contattarla finche non si fa viva lei,altrimenti…fatalismo,lascio stare. Cosa ne pensa?

    • In questo momento hai piacere nel sentirla? Si, contattala. No, non contattarla. Non sei stato pressante, quindi non ci vedo nulla di male a farsi sentire un minimo.

      • Grazie mille! Vado di telefonata,in quanto l’ultimo giorno di chat lei mi era sembrata leggermente fredda:anche per questo ho interrotto la corrispondenza. Una telefonata invece non darebbe adito a fraintendimenti. Volevo ancora chiederle: e se da parte sua fosse una strategia, una sorta di “vediamo chi dei due cede nel farsi sentire prima”? Ma immagino che me ne debba fregare… Grazie in anticipo

LASCIA UN COMMENTO