“La mia ragazza mi dice che le sto troppo addosso”

“La tipa che mi interessa dice che le sto troppo addosso”

“La mia ex che voglio riconquistare dice che le sto troppo addosso”

“La tizia dell’università ha confidato a un’amica comune che le sto troppo addosso”

Debbo forse continuare o questi esempi sono sufficienti per capire? L’errore tra i più comuni, e spesso anche irreparabili, è quello dell’eccessiva pressione. Commettendolo si rovinano qualsiasi metodi seduttivi, comportamenti, flirt, e strategie possibili.

Soffocare una ragazza significa “sempre”, prima o poi, perderla.

Le sto troppo addosso? quindi che faccio?

La cosa è molto più semplice di quanto si possa credere e con un banale esempio spero di riuscire a farti capire del gigantesco errore che stai commettendo.

L’esempio della saponetta (e non ha nulla a che vedere con giochi omo-erotici nella doccia del carcere).

Quando conosci una ragazza metti in pratica la tua seduzione, utilizzi:

Insomma tutte le armi che hai imparato grazie al Percorso della Seduzione, e sin qui tutto bene. Il caos esplode quando lei ti piace di più, la conosci e ti infatui dei suoi begli occhioni da gatta e movenze da fiera pericolosa e sensuale: in pratica ti piace e ti eccita!

E anche qui tutto nella norma. Poi però scatta un altro elemento: la paura. E se lei non mi ha risposto al messaggio perché sta con un altro? Se non le piaccio? Se mi vede come un amico?

E così a pioggia una serie di domande che prendono la tua autostima è la falciano con facilità anche troppo disarmante.

E cosa accade quindi?

Che le stai troppo addosso!

Tu puoi anche pensare che non sia così, purtroppo la sua percezione sarà opposta e si sentirà limitata nelle sue azioni e parole. Le trasmetterai davvero, senza accorgertene, paura, insicurezza, sfiducia.

La seduzione è fatta di emozione e le stai trasmettendo emozioni non belle!

Tornando alla saponetta: per quanto possa sembrare un po’ facilone e svilente devi vedere una ragazza come una saponetta (femministe occhio, non travisate!): se sei sotto la doccia e ti cade a terra la saponetta appena usata, per prenderla la afferri con tutta la forza? E in caso riuscissi a farlo la stringeresti per evitare che cada di nuovo?

Direi di noi. La raccoglieresti con delicatezza e ti basterebbe tenerla nel palmo della mano, senza fare alcuna pressione e lei resterà lì, comoda comoda. Se stai seducendo una donna, o è la tua ragazza o amante, tienila in palmo di mano.

Con la delicatezza e la leggerezza si conquista una persona, non con la coercizione e la forza.

 

73 Commenti

  1. Mamma mia come è difficile sensei.è quasi un mese e mi sembra un secolo.tengo duro,ma ancora stà dentro al cuore.mi faccio forza,penso che x lei,non c è voluto molto a voltare pagina e quindi non posso fare altrimenti.il suo silenzio,è eloquente più di mille parole.se avesse avuto ancora del sentimento,sarebbe venuta fuori.è ancora amica mia di facebook.avevo pensato di xancellarla,ma poi mi è sembrato un gesto infantile.come anche il what app è attivo.non ho mai scritto,non ho mai comnentato i suoi post.io continuo a praticare il social x il cinema e qualche commento sulla politica.insomma sensei,questa è la fase più acuta,dove ho la certezza matematica di averla perduta.non sò se ha un altro(possibile),è ancora una donna appetitosa e procace x i suoi 54anni.stasera ê proprio dura.

  2. Giustissimo sensei.martellare non l ho mai martellata,non è proprio nel mio carattere,l ho lasciata andare senza scalpitare,ma son passati tanti giorni,e non credo proprio che si farà sentire,nemmeno con il sms killer.quindi,sono in grado di comprendere che io non sono ancora riuscito a dimenticarla,e io x lei non ci sono più.grazie sempre x le risposte.

  3. Ciao sensei.21giorni senza la mia donna.ricordi,tre anni io 56e lei 53anni.non l ho mai sentita,e io non ho fatto nulla.sono grande,e conosco il dolore del abbandono.ci sono momenti atroci,e momenti che sembra di stare meglio.ho avuto diverse esperienze nella mia vita,ma questa mi ha fatto veramente innamorare al 100%.non voglio annoiare te,e gli altri utenti.sono consapevole di non avere nessuna speranza,certe cose si sentono,anche se è tutto finito con una telefonata,con la classica scusa,voglio stare da sola,non so cosa voglio e bla bla.certo,da una donna grande.mha!ciao sensei e grazie x i tuoi bellissimi post.

    • Te la metto giù molto semplice: se ti ama e tu non la contatti apprezzerà il gesto e si farà risentire. Se non ti ama non lo farà comunque. Se ti ama e la martelli scapperà. Come vedi anche la logica è dalla tua parte.

  4. Ciao sensei volevo esporti la mia situaione ed avere un tuo parere..Sono stato lasciato dalla mia ex ragazza dopo una settimana speldida in grecia appena siamo tornati nella nostra citta con un banalissimo nn provo piu le stesse cose di prima.Mi ha ferito e mi sono allontanato per un po di tempo.Ad un complanno di un amico in comune ci siamo rivisti dopo un paio di setiimane senza sentirci e abbiamo avuto 10 min di intimita dove ho scoperto che prova ancora forti sentimenti per me ma in questo momento vuole stare da sola.Ed io ho accetato questa situazione.Nella settimana successiva alcuni amici gli hanno riferito che stavo uscendo e lei ha avuto una reazione mandandomi un messaggio dicendomi che nn dovevo uscire per lei e cose di questo genere io le ho risposto dicendo che si sentiva troppo importante e che semplicemente avevo voglia di uscire con i miei amici e mi ha chiesto scusa.Ci siamo rivisti nel weekend che per concidenze siamo andati a bere qualcosa nello stesso posto e durante la serata l’ho invitata a bere qualcosa con me e ha accetato e scattato subito l’attrazione e ci siamo baciati piu volte dopo le ho chiesto se voleva tornare con me a casa ed mi ha risposto di si e siamo finiti a letto insieme.Nella settimana succesiva nn l’ho ne chimata ne messagiata tranne sabato scorso che ero tornato a casa un po ubriaco e le ho mandato un mex che lei ha ricabiato.la mattina mi conattata lei e mentre si parlava l’ho invita la sera ad uscire ed ha accetato siamo stati al mare e le ho trasmesmo forti emozioni dicendole che nn volevo fare l’amore fin quando nn me lo chiedesse lei e per poco nn siamo finito dinuovo a letto.Lei poi quando l’ho acvopagnata mi mada un messagio dicendo che gli ho trasmetto belle senzazioni e stata una serta perfetta ma che vuole tornare alla realta e che questa serata la puo far riflettere sicuremnte e solo il tempo ci dara le giuste risposte.Cosa ne pensa?.Grz per gli aiuti che fornisce

  5. Ciao sensei.20giorni di silenzio,e io continuo nel mio re set aggressivo.il viaggio dentro al tunnel del dolore continua,con fasi in cui sembra sto meglio,e momenti di feroce nostalgia.però,sono molto soddisfatto della mia preservata dignità.non ho fatto nulla,non mi sono inzerbinato,sono letteralmente sparito.continuo nel mio lavoro SDI commesso viaggiatore,vado in palestra(come ho sempre fatto),ti dirò che a 56 anni sono asciutto muscoloso e tirato,con un buon regime alimentare.insomma,ti volevo aggiornare.la rabbia x esser lasciato così,senza la possibilità di un viso a viso,c è ada una donna di 53 anni,mi aspettavo più lealtà.ma anche questa passerà.sono consapevole,che una che fugge così,non la vedrò più.niente SMS di esplorazione da parte sua,e se fosse saprei come difendermi.non rispondendo.insomma ti volevo salutare e cerco di essere un Alpha anche se ammaccato.

  6. Ciao sensei.sono alla seconda settimana,e il dolore,anche se a fasi alterne c è.sono consapevole,che ormai è una cosa andata,anche che non si è mai fatta sentire.io,non ho fatto nulla.niente SMS,niente ricerche di amici comuni x sapere.totalmente sparito.forse,dono uno stupido,ma mi aspettavo dalle figlie(25 anni una 20la piccola)dopo essere stato x tre anni quasi un padre a loro fibre,almeno un messaggio.niente come non fossi mai esistito.non è solo la fine di questa storia,capita che la amore svanisce,ma la ferita più grossa,è che non ho avuto nemmeno la possibilità di parlatci a viso.comunque,oggi è più dura del solito,e la sua mancanza la sento molto.la mia città Roma,è piena di lei e dei suoi ricordi.oh,non piango e bado avanti,so che è un viaggio lungo e faticoso,ma stringendo i denti,kavoromvafo in palestra,so che con la pazienza,mi lascerò alle spalle questa storia a cui ho dato tanto,.ciao e scusa.

    • Non ti devi scusare. Immagino che per le figlie possa essere anche per loro doloroso, sono state costrette da una scelta che non hanno preso a vedere una persona “forse” cara andarsene dalle loro vite. Sono giovani e non credo sappiamo come comportarsi, se ci pensi anche tu chiedi qualche consiglio, in più sei un adulto.

  7. Una settimana senza Simona,è il dolore è atroce.però,ho la mia dignità,e sono sparito completamente.sai che c è,sono sempre più convinto,che sto andando nella direzione giusta.ogni giorno,aggiungo mattoncini che mi danno motivo di soddisfazione x il mio carattere pieno di dignità.in questo rapporto,non ho nulla da recriminarmi,ho amato lei e le figlie intensamente,e forse questo la ha fatta sentire troppo sicura.ma io sono così a 56 anni,non faccio giochini.non succederà mai,ma se x magia dovesse farsi sentire,ti giurò che la mando in tangenziale.un po,lo devo al tuo TPS se riesco a gestire questa situazione,che credimi fa un male cane.

    • Ti comprendo, purtroppo di fronte al dolore non si può fare altro che soffrire e sperare che passi il prima possibile. Come giustamente dici è fondamentale non perdere il controllo e tenere a mente la propria fondamentale dignità. I giochini lasciamoli ai beta, tieni duro e come stai vedendo e ben sai piano piano il tempo ti aiuterà a stare meglio. Se hai la coscienza a posto non hai nulla da recriminare. Tieni duro.

  8. Ciao senesi.sono passati 5 giorni,da che la mia storia di 3anni è chiusa.io,mi sto facendo il mio viaggio(dolorisissimo).ci sono momento,che sembra di stare meglio,e momenti in cui il dolore è così forte,che sembra spa carmi lo sterno.non è solo la fine,o che questa signora(53anni),non ha più sentimento,questo me ne son fatto una ragione.mi ha lasciato di sasso,che non mi ha dato nemmeno la possibilità di parlatvi a voce,magari x dirci ciao,sapere delle figlie.che so.capisco, che esiste la viltà,e non è facile affrontare certe situazioni.non sono un tipo pericoloso e non ho mai fatto del male a nessuno.quindi.MHz.tengo duro comunque,so che ci vorrà tempo,perché ero profondamente innamorato di lei.

  9. Caro Sensei,
    prendere le distanze non e stato difficile, visto che due giorni dopo la sua ultima risposta, lei e partita per una decina di giorni, tornando solo l’altro ieri, quando mi cerca per rivelarmi qualcosa di importante. Ha un cancro per il quale andra sotto i ferri a breve. La incoraggio e la invito a tener duro; tuttavia le confido che non le saro vicino, in quanto la mia vicinanza potrebbe rivelarsi un fardello piu che un beneficio, e questo perche lei non mi vede come un’ amico, l’unica cosa che possa offrirle. Lei ci rimane di merda. La tentazione di restarle accanto c’e, soprattutto grande e il senso di colpa nei confronti di una persona alle prese con tale dura battaglia. Ma penso anche che lei davvero soffrirebbe di piu con me al fianco, e non lo posso permettere. Come mi disse, si frequenta una persona per stare meglio. Ma un po vigliacco mi sento lo stesso

    • Non credo tu sia un vigliacco, anzi. Ci vuole coraggio nel prender alcune decisioni “impopolari”. Adesso potrebbe anche aver sofferto un po’, ma sono certo che se le fossi rimasto accanto per i motivi sbagliati sarebbe stato molto peggio.

  10. Lo sai cosa mi fa più male,oltre il fatto che sono innamorato di lei,dopo tre anni non mi può passare di colpo.il fatto,che ha preferito,al telefono,portami a me a definire il tutto.lo so che non è facile dire a una persona è finita non sento più nulla.però ero entrato nel suo mondo,le sue 2 figlie mi volevano bene e anche io a loro.comunque,non sto chiedendo ti soluzioni,sono lucido x comprendere che è una cosa finita,me ne devo fare una ragione.civ saranno giorni che il dolore sembrerà lieve,e altri,come oggi che il cuore è spaccato.sono un apprendista Alpha,ma conosco queste situazioni.scusa ancora il disturbo e così.

    • Per il dolore non c’è nulla da fare, ne medicine ne suggerimenti validi. Solo il tempo ti è amico e nemico allo stesso momento. Lascia che passi, poi potrai capire meglio e agire di conseguenza.

  11. Caro senesi.oggi,dopo tre anni mi è finito un rapporto importante.forse,questo mio post è uno sfogo e mi scuso con tutti.a 56 anni,come ci si sente lo so bene.mi è dispiaciuto,non essere nemmeno affrontato,siccome la istinto c l’ho,al telefono ha parlato di periodo di crisi e bla bla.non ho protestato,ho semplicemente detto,che non dono un giocattolo,rispetto la sua decisione,ma non voglio strascichi ripensamenti.so solo io come mi sento.però,mi vivrò il dolore,che farà il suo corso e poi,si va avanti.ti dirò,il fatto che c è TPS,mi fa sentire meno solo.ciao.

  12. Ciao Sensei ,mi serve un consiglio e ti spiego la situazione .
    L’ Anno scorso sono stato con una ragazza ,una cotta estiva , tanto estiva che pur volendoci davvero tanto Bene appena e’ tornata al suo paese mi scrive e mi fa capire che stava con un altro . Quest’ Anno l’ ho incontrata di nuovo ma non l’ ho neanche guardata per tutta l’ Estate o almeno il giusto per accorgermi che continuamente mi osservava . Mi arrivavano voci in effetti che voleva riprovarci con Me ma io un po’ per Orgoglio , un po’ perche’ stavo a sbattere la testa contro al muro per una tipetta di quelle che appena si sentono volute Bene se ne vanno soddisfatte , insomma non le ho mai parlato se non qualche ora prima che partisse e li mi sono ricredeto su di lei che mi ha detto che c’era stato un grosso malinteso e ci siamo scambiati di nuovo i numeri sapendo entrambi dove volevamo arrivare .
    Infatti ci siamo scritti , chiamati ,videochiamati e tutto andava per il meglio . Adesso lei e’ a Casa di un suo Amico con la sua ragazza e ci e’ rimasta una settimana . Solo che da 3 Giorni non mi risponde piu’ come facevamo prima . Prima mi ha dimostrato di volermi Bene , di tenerci a Me e appena non mi ha scritto piu’ forse perche’ era con gli Amici , forse perche’ ha poco Tempo per massaggiare e quando ce l’ ha e’ stanca io ho fatto l’errore di STARLE TROPPO ADDOSSO , scriverle messaggi di testo per dimostrarle che ci tengo , se anche lei prova le stesse cose per Me e lei risponde : Sisi anche per Me la stessa cosa .
    Le chiedo : se hai perso interesse basta dirlo cosi’ smetto di stare sulle spine .
    E lei la solita risposta lavativa : Nono .
    Partiamo da presupposto che mi faccio un sacco di complessi perquanto può darsi che non risponde perche’ e ‘ occupata , ha detto che non manda tanti Cuori perche’ non li usa spesso . Le ho chiesto allora quando ricominceremo a sentirci , ha detto che lo faremo quando tornerà a Casa sua …
    Io Spero che scrivendole senza risposta per due Giorni ( uno non mi ha risposto perche’ ha detto che ‘ stata male ) non sia caduto troppo in basso facendole perdere interesse anche perche’ quando le ho chiesto se ‘ cosi’ poteva rispondere di si invece che dire : Nono . Anche perche’ a giudicare dalle cose che ci scrivevamo e le chat vietate ai minori 😂 in due Giorni mi sembra strano questo cambiamento . Spero che sia come dice lei , che non usa il telefono quando e’ li anche se entra e nemmeno visualizza . Consigli Sensei ? Cosa posso ancora fare ? Lei torna a Casa sua Domani

  13. Una domanda te la faccio.quando sono in tensione o in imbarazzo,non divento rosso(magari),non balbetto ma tendo a sudare copiosamente in viso.è una cosa terribile.non succede sovente,ma quando capita viene da sprofondare.che cosa potrei fare?

    • Non devi risolvere il sintomo, ma la causa. Quindi comprendi cosa e perché ti mette tutta questa ansia tanto da farti sudare. E’ un lavoro profondo e difficile ma il tuo corpo ti sta dicendo qualcosa da tempo, basta ignorarlo.

  14. Mi stavo rileggendo il tuo e book diventa un maschio alfa.la strada è lunga,ma sono pieno di volontà,e vorrei cominciare con calma a usare la pratica.sai uno dei punti dove sono carentissimo,e sono convinto,che mi prnalizxxa moltissimo.iquando mi trovo di fronte una donna che mi piace,faccio fatica a guardare negli occhi.e sai perché.purtroppo ho un leggero strabismo di venere,e questo mi ha sempre condizionato.usare autoironia?È un bel ostacolo.paradossalmente,ho un bel taglio di occhi allungato,pero questo difetto.

    • Certe situazioni non si risolvono cercando scuse, ma affrontandole a viso aperto. Ora basta: da oggi in poi le guarderai negli occhi.Fallo e basta!

    • Fermati, prendi le distanze da una persona che ti sta solo facendo soffrire. Si sta con qualcuno per stare meglio, non peggio .

  15. CaroSensei,
    la serata ha preso una traiettoria completamente diversa da quella prevista, e cioe una liquidazione decisa. Passo a prenderla e premetto che quello che ho da dirle non saranno certo paroline dolci, per poi esporle grossomodo il contenuto del post precedente. Stupita, ribatte che il tizio e un amico di famiglia che conosce da otto anni, che questa persona non si e approfittato di lei ma anzi l’ ha aiutata tantissimo nel periodo post separazione, trascinandola fuori di casa a svagarsi contro la sua volonta. Le voci che ho sentito sono malelingue e lei non fa sesso dai tempi dell’ ex. Le spuntano due lacrimoni; mi sento un c###### e. Aggiunge che la serata l’ ha trascorsa con lui, complice di una notte fatta per ubriacarsi, delusa dai miei sospetti. Ma ritrova il sorriso, chiede di andare a ballare, l’accontento. Intesa mostruosa anche nella danza. La riaccompagno a casa, la bacio piu volte, non si scansa, anzi. Mi confida di essersi innamorata, ma che vuole certezze; le ribadisco la mia posizione, che voglio essere sincero. Mi riferisce il suo malessere, chiude il portone dietro di se. Oggi non ha ancora acceso il cell. Non vorrei aver fatto una cazzata, la sto solo facendo soffrire. Se la mollo senza dirle niente chissa in quale stato sprofonderebbe; non so proprio cosa fare…

    • Lo fai apposta o cosa? Io ti do dei consigli, tu non li accetti (ci sta sia chiaro!), fai casini e poi mi chiedi altri consigli. Lo so che ti sembrerò un po’ “stronzo” pure io, ma forse è il momento che diventi un uomo e la smetti di comportarti così. Non per me, figurati non mi costa molto rispondere ai tuoi commenti, ma lo devi a quella ragazza e a te stesso. Tu sai cos’è giusto fare, è che non hai il coraggio di farlo…

  16. Sensei,
    la ringrazio tantissimo per le belle parole, una vera botta di autostima. Rimango tuttavia della mia opinione: il fatto che mi sia comportato da alfa non vuol dire che lo sia. Ma questo importa poco o niente a nessuno. Importa la prova che mi tocca stasera. Andiamo con ordine: ieri si fa sentire via chat per invitarmi ad uscire, io lei e un’ altra persona.Di chi si tratta? Il ragazzo(o uno dei ragazzi) che se l’e sbattuta per bene appena uscita dalla famosa relazione per poi riempire il paese dell’ eroica gesta. Pensavo avesse rotto e invece rieccolo alla carica, con lei disposta ad aiutarlo. Ovviamente ho rifiutato. Lei se l’e presa, e crede chiarimenti. Stasera la vedo e la mollo. Ci vuole dignita: la cosa mi ha dato fastidio se non altro perche mi chiedeva rispetto per piccole mancanze, salvo poi disprezzarsi da sola accettando l’invito di chi la considera un pezzo di carne. Stasera mi sente, altro che leggerezza, e chiudo il sipario.

  17. Gentile Sensei,
    Con la ragazza uscita da una relazione con convivenza onestamente non so più come comportarmi. Il rapporto prosegue sui binari dell’ambiguità più marcata. Usciamo insieme e il contatto fisico è sempre estremo e lei ci sta alla grande, ma al momento del bacio non c’è una volta che non provi a scansarsi: solamente quando le prendo il volto con vigore allora sembra ammorbidirsi, anche se solo per pochi secondi; poi emerge la parte razionale, si stacca, mi dice che non può, che vuole fare sesso solo con il suo futuro ragazzo, che prima di concedersi a chiunque ha bisogno di prove, tipo presentarsi ai genitori. Non sono un maschio alfa però ho ritenuto che un comportamento degno di tale categoria fosse farle intendere che il mio interesse verso di lei è solo fisico, che non ci metteremo mai insieme: tutto questo per non illuderla. Avrei potuto prometterle il mondo solo per ottenere quello che volevo, e abbandonarla, sola tra le sue macerie emotive. E invece questa cosa ha contribuito ad innalzare ancora di più le sue barriere difensive: onestamente non le voglio fare del male, anche a costo di perdere l’obiettivo, come pare stia avvenendo. Poi capita che, anche un poco volutamente, non le mandi nemmeno un messaggio in 24h e la sera me ne esca con gli amici senza farglielo presente. Esplode la sua rabbia, mi dice che devo informarla su qualsiasi cosa faccia, al che le faccio notare che nessuno può accampare tali diritti su di me. Si definisce possessiva con tutti i suoi amici, e che facendo così la tratto male, che sono uno stronzo. Poi però mi abbraccia, lancia frecciate sulla possibilità di essere una coppia, mi abbraccia in pubblico, si inarca su di me. L’altra sera mi confessa che la sua attrazione per me è solo mentale e non fisica. Onestamente mi sembrava sincera quando me lo disse, e fermo restando che ritengo l’attrazione mentale più importante di quella fisica, un campanello d’allarme in me s’accese. Secondo lei l’attrazione mentale e quella fisica sono imprescindibili? Si può essere attratti solo mentalmente da una persona, pur essendo questo uno step successivo all’attrazione fisica? Voglio dire, come spiegato bene anche sul sito, la prima cosa che si guarda in una persona è il fisico, e solo dopo subentra l’interesse verso la personalità e il modo di essere. Non le fossi piaciuto fisicamente, non avrebbe iniziato a frequentarmi. E tutto quel contatto fisico allora, cos’è? E la gelosia che mi dimostra mentre volutamente mi volto a guardare altre ragazze? Onestamente le sfide del genere mi piacciono, tuttavia, non fossi stato sereno e distaccato, avrei già lasciato perdere. Vorrei però provarci un altro po, magari ispirale maggiore fiducia in me(farle eliminare gli “stronzo” che tra serio e faceto mi appiccica) insomma fare leva sulle armi indicatomi nella sua risposta precedente, empatia e leggerezza. Dopo, solo dopo, la lascerei in balia dei suoi fantasmi(non dorme la notte per gli incubi) perché davvero, non saprei che fare.

    • Se le tue intenzioni, e comportamenti, sono davvero quello che scrivi allora secondo me tu sei davvero un alfa. Mettere lei prima dei tuoi impulsi sessuali è atto di maturità e coraggio che in pochi hanno (di recente ho avuto più di una discussione con un utente che credo debba imparare da te). Evita di farti domande sui suoi perché, sui suoi comportamenti. Quello che conta è che tu sai cosa vuoi, fai di tutto per ottenerlo ma seguendo una giusta morale (es. senza mai mentirle e con la massima chiarezza). Se poi non andrà come speri puoi star certo che avrai già vinto come uomo. Meglio essere una persona migliore che farsi una scopata in più (in molti dovrebbero impararlo). E’ una persona, da quello che scrivi, ferita e problematica che non puoi salvare, puoi solo evitare di affossarla. Sii leggero, divertente e spensierato sempre dicendole che da lei vuoi solo sesso, non una fidanzata. Poi starà a lei decidere. Ricorda che è confusa, è probabile che non dica mai davvero quello che pensa, solo frasi fatte o mezze verità per non esporsi emotivamente.

  18. Ti volevo chiedere.mentre su seduce con contatro fisico ecc,si può usare la parola xon complimenti fisici o psicologi vwrso l obbiettivo che si intende sedurre?frasi carine al orecchio e altro.ciao e grazie.

  19. Andata come dicevi te.uscito,buon contatto fisico da parte mia,anche se l ho sentita sempre rigida.comunque ho tentato il bacio,anche xchê,parliamo di una donna di 52 anni,non è stupida e le mie intenzioni le ha capite,è sempre uscita.insomma,si è scansata,e ha detto:sei una persona ottima,piacevole,sei in grado,anche se sei troppo energico(intendeva nervoso),ma FISICAMENTE,non sei il mio tipo.non ti manca niente eh,carlito ti porti bene i tuoi anni,ma non ti vedo come amante.mi sono ricordato,metodo socratico e ho agito di conseguenza.non sono un francescano,me la sarei fatta volentieri.è una donna un pò in carne ma piacente.frienzonato alla grande.hai scritto un bel articolo sul 2di picche.me sà che devo voltà pagina.

    • Va bene così, è lei che ci rimette dammi retta. Chissenefrega di una scopata in più o in meno, la dignità non ha prezzo, hai agito secondo quello che volevi, il resto è silenzio (cit.).

  20. Sai senesi,il percorso e tuoi blog,mi hanno fatto capire,chiaramente i miei punti deboli.oltre al complesso del brutto anatroccolo,che mi affligge da ragazzo,ho capito che la mia peggior nemica è stata la insicurezza.oggetto brutto,che mi ha tagliato le gambe già in fase di inizio.quante volte,visto che le donne mi piacciono molto,ho desiderato,ma mi son bloccato lì,non solo x il rifiuto,ma anche al pensiero che gli amici miei e la ragazza di turno,potevano pensare dopo la eventuale due di picche che già era nella mia testa.oggi,tutte queste cose,non sono ancora sconfitte,ma quantomeno le ho razionalizzare.ti faro sapere come è andata con la tipa,se riesco a vederla.ciao e sempre grazie x le perle di esperienza.

  21. Ti volevo diredopo qualche giorno la tipa mi ha mandato un sms di scuse,dicendomi ti voglio bene siamo amici.vpglio provare a rivederla e sedurla.ecco quello che ti ho scritto.sicuramente sono friendzonato,ma voglio provare a portarla a letto.

    • Potrebbe essere una bella sfida, anche se, a mio modestissimo parere, a volte la vera sfida è non accettare sfide…

  22. Lei mi attrae molto fisicamente, un pochino meno mentalmente, pur apprezzandola tantissimo come persona: proprio non riesco a vederla come partner. Rare volte ho avuto le idee chiare come in questa situazione,cosi come rare volte sono stato tanto sereno, prerogativa che penso possa giovare anche lei. Vorrei farle capire( non a parole,ovvio) che il sesso possa rappresentare la sublimazione(anche se parliamo di carne) del nostro disinteressato stare bene. Per “pazienza” intendevo proprio quello: empatia e leggerezza: ce la metter tutta. Poi ovvio che nel “salvarsi” l’ultima parola spetti a lei e soltanto a lei.

  23. Gentile Sensei,
    con la ragazza in questione sono in uno stallo totale, e dire che pensavo di aver fatto un passo molto importante in avanti, baciandola. Dopo la festa di paese tutto il gruppo in disco: da premettere che si tratta della seconda volta che la vedo dopo le vacanze(non le prime, ci e tornata una seconda volta senza che lo sapessi). La solita intesa, una escalation che gia in auto e a livello seduttivo, e in disco diventa estrema. Insomma,contatto fisico a quantita industriale; rifacendomi al titolo dell’articolo, le sto addosso, ma fisicamente. La bacio un paio di volte pur se a stampo, e un’ altro paio si scansa. Me ne frego e continuo. Finiamo in mattinata, con lei che ridacchia come una cretina qualsiasi cosa veda o senta.
    Dopo un paio di giorni ci risentiamo via chat, le solite paranoie femminili: dice che non la penso. Vado di ironia su sta cosa salvo poi dirle che mi tocca dimostrare che non e cosi, e la invito. Accetta, salvo poi dare buca all’ ultimo. E sono due,anzi tre, visto che pure in disco le avevo proposto inutilmente di andarcene in un posto tranquillo. A questo punto le ipotesi sono due
    1. non le piaccio abbastanza. Mi vede come un giocattolino utile per divertirsi al bisogno
    2. fa fatica ad instaurare rapporti dopo la storia finita male.
    Nella prima ipotesi immagino debbe toglierle il giocattolo, nella seconda dovrei continuare a sedurla con pazienza? Ovviamente accetto consigli e reprimende(che immagino arriveranno). La ringrazio

    • Reprimende non ce ne sono, ormai l’hai sedotta, sei in una fase diversa che è più “personale e umana” in cui sta molto alla tua empatia piuttosto che a qualche consiglio. Prima di tutto partirei dal capire cosa davvero desideri e poi mi comporterei di conseguenza anche se, da quello che mi dici tu, sia ancora un po’ traumatizzata. Però devi capire che tu non puoi fare nulla a riguardo, solo agire in base al tuo personale bisogno e modo di essere. Se questo la aiuta a risolversi bene, altrimenti addio, perché ci si salva da soli. Fare altrimenti sarebbe un’inutile forzatura che non comporterebbe altro che sofferenza per entrambi.

  24. Ah niente è andata male.dopo pochi minuti che eravamo in macchina,gli lo fatta guidare,come la volta prima,si è arrabbiata x una battuta che gli ho fatto.quindi,x tutta la serata una discussione,dicendo che io sono disattento,che le ho mancato di rispetto.non mi sono fatto toccare dal suo stato di animo.ha pure voluto pagare il conto dicendo,siccome la volta prima avevo pagato io,così eravamo pari,che la ho delusa,e che con un tipo come me non c è intesa.sai che ti dico,ma vai a raccogliere le margherite in tangenziale.grazie senesi.

  25. Ciao sensei.ho incontrato,dopo tanti anni,una donna che frequentava un amico.roba di 25anni fà.ci siamo scambiati il numero,abbiamo preso un caffè e 10giorni fà siamo andati a cena.ho cercato di fare contatto fisico,l ho vista irrigidirsi,comunque ha kasciato fare.nella conversazione,ha detto che con me,non si metterebbe,xchè mi trova troppo energico(questa parola ha usato),agguungendo,che è stata con uomini di vari tipi,anche mostri,xchè lei non fà caso al aspetto,ma al contenuto.bene,mi sono fatto scivolare il tutto cambiato discorso.l ho riaccompagnata a casa,mi ha salutato dandomi la guancia,io l ho baciata sil collo e sr ne andata.domani,la rivedo.ho la senzazione di essere friendzonato,però,domani vado di bacio.non credo di aver fatto errori grossolani.la donna in questione ha 50anni.grazie.

    • Carissimo però dovresti pormi qualche quesito, io non sto qui per fare commentini sulle vostre avventure! Mi domando però come tu possa trovare attraente una tale gattamorta, che vuole uomini mosci e senza energia… Impara ad amarti di più, sei anche tu che scegli non solo lei.

  26. Mi permetto di rispondere a cetamon.la domanda che hai posto,è il dubbio amletico che mi ha tormentato x tutta la vita.sono anni che segue il sensei,e anche se sono lontanissimo dal essere un seduttore,sto togliendo mi(von fatica),la pesante zavorra di credere che solo i belli possono.non lo sono mai stato,ho sempre sofferto il mio 1,72.mi sono sempre curato,sono ancora asciutto e tonico ,le donne le ho avute,di rifiuti non se ne contano.alcune volte,mi sono reso conto,proprio seguendo TPS,mi sono fatto rifiutare da solo,con la paura di non piacere fisicamente,e quindi messaggi di insicurezza,zerbinate,nessun contatto fisico e altri errori.pensa che anni fa,ho frequentato una donna,che x mesi,mi ha paragonato al suo ex,che assomigliava ad Alain Delon.immagina ,ndo annavò,detto alla Romana come io sono.x non parlare degli abbonamenti in frirend zone.c chiudere,sono ancora un neofita,però,fatico e provo a mrttermi alla prova.grazie al Senesi.

    • Ciao Carlito, il tutto va commisurato a parita’ di personalita’. Prendiamo due individui: uno e’ sopra la media, prestante con lineamenti del viso perfetti, l’altro e’ brutto, basso, stempiato con corporatura esile e lineamenti disarmonici. Entrambi si curano, hanno un’ottima autostima, sono ironici, flirtosi e sono sicuri negli approcci. Il primo ha piu’ possibilita’ di collezionare successi e vedersi aumentare l’autostima, il secondo invece rischia di collezionare due di picche. Poi certo, se sei bello ma hai sempre il muso imbronciato, non saluti nessuno, non sorridi mai e non lanci alcun segnale di interesse e’ ovvio che le donne non ti cercano. Le donne non piovono dal cielo per nessuno. Io ahime’ appartengo alla categoria dei “meno fortunati”: sono alto solo 1,70 spalle strette, poca barba, poca peluria, corporatura esile, insomma, sono privo di tutte quelle caratteristiche sessualmente attraenti agli occhi di una donna. Ma non e’ un problema, il mio percorso continua: sono pronto a mettermi in discussione e a fare tesoro dei miei errori. Accetto le critiche purche’ siano costruttive e utili per la mia crescita personale. E a tal proposito voglio lanciare un messaggio di incoraggiamento a chi si sente poco attraente: continuate sempre a lottare, lottare, lottare e a credere nei vostri sogni, provate soluzioni sempre diverse finche’ non trovate la vostra strada e non cedete alle difficolta’ che trovate. Per alcuni ci vorranno mesi, altri anni ma lottate sempre finche’ il membro tira. Tu ce l’hai fatta e spero tanti altri ti prendano da esempio.

  27. Salve Sensei, mentre leggevo questo articolo mi sono imbattuto sul link che riporta al tuo manuale sul linguaggio del corpo. Nella presentazione del tuo manuale hai scritto che per saper sedurre dobbiamo sviluppare la capacita’ di intercettare le donne che ci mandano segnali e che siano ben predisposte nei nostri confronti, e fin qui ok. Ma se abbiamo pochissime donne a mandarci segnali, o nella peggiore delle ipotesi nessuna appare interessarsi a noi come ci dobbiamo comportare? Come fare in modo per far si che piu’ donne ci guardino e ci lancino segnali per aumentare i nostri approcci? Grazie mille.

    • Il linguaggio del corpo è fatto di due vie, mi sembra che ti focalizzi solo su quanto loro dicono, ma quello che dici tu? E poi dovete finirla di fissarvi che la seduzione sia quella dei filmacci o dei media in cui il figo di turno entra nel locale e si squadra la strafiga o cose simili. Le donne possono guardare, desiderare e ammiccare da qui a scegliere qualcuno ce ne corre.

  28. Salve sensei, so già cosa fare ma vorrei una tua opinione a riguardo dato che non ho nessuno con cui confidarmi. Premetto che con questa ragazza ci sono già andato a letto, ma da un Po di tempo mi ha come dire messo in standby, a suo dire perché forse a settembre potrebbe lasciare la mia città e non vuole storie a distanza. Nel frattempo mi evita e ci vediamo pochissimo, lei dice che non vuole perdermi ma a me sembra stia facendo di tutto per allontanarmi. Tu cosa avresti fatto?

    • Ognuno agisce in base alle proprie esperienze e volontà, non c’è un giusto o sbagliato. Probabilmente non sarei neanche finito in una situazione simile, però se tu non comprendi cosa vuoi da lei davvero diventa tutto inutile.

  29. Oss sensei! L’ho appena rivista. Sale sul bus e mi saluta, provo a fare subito contatto fisico, ma lei me lo nega. Non mi scompongo e scalo di una marcia. Parliamo un po’, mi chiede come sto e, sapendo anche che per lei sono vicine, le dico che stavo meglio in ferie. Poi, appunto parliamo un po’ delle sue future, degli ultimi giorni prima della partenza che sono i più duri e dell’aereo da prendere. Poi (trascorsi 5 minuti) mi dice :”dai, ti saluto vado a sedere”. Ovvio che avrei preferito che rimanesse, tuttavia il mio linguaggio del corpo rimane rilassato. Evito per esempio di cercare i suoi occhi nello specchietto interno e la lascio chiusa nel suo mp3. Un paio di fermate dopo sale un’altra ragazza che conosco, contatto fisico (una banale stretta di mano ma la condizione non permetteva molto di più) e contrariamente a lei si ferma a chiacchierare. Andiamo avanti finché non scende, e io, complice la sua piacevolezza, converso disinvolto, gesticolando. Quando scende (la target girl) sembra ancora piuttosto chiusa (almeno è il messaggio che arriva a me), giro il collo per accennare un saluto e lei replica dicendo”ciao” alzando la mano. Ovviamente la lascerò bollire nel suo brodo ma come vedi un semplice SMS di buone ferie il giorno della partenza? O sarebbe meglio il metodo Siberia? Chiaramente dopo aspetterò di rivederla al suo ritorno.

    Grazie e a presto!

    Intisol

    • Secondo me tu hai fatto sin troppo, forse è arrivato il momento di lasciar fare davvero all’Universo e vedere cosa c’è effettivamente da part sua e quali sono (e sono state) le sue intenzioni con te. Ancora sembra confusa e solo lasciandole spazio, e la paura di perderti, credo possa chiarirsi (nel bene e nel male). Direi che deve partire da te un freddo polare, non fare nulla, ma nulla!

      • Perfetto. Se ho capito bene stop anche al contatto fisico. Ci avevo già pensato. Metto però un attimo le mani avanti: come gestire un suo eventuale ritorno? Come dosare il caldo ed il feddo? A quando un articolo sui “ritorni di fiamma”?

        Grazie ancora!

          • Soccia sensei che mattinata intensa! Ah, a proposito, oss! L’ho appena rivista, non me l’aspettavo, un’altra persona! Subito un bel sorrisone quando mi vede (non azzardo subito il contratto fisico) e un bel “ciao!”. Io faccio: “o non ci vediamo mai o ci vediamo molto spesso!” E lei replica “eh si, non ne puoi di me?” Io “ma no, figurati”, e tante risate. Subito a chiacchierare affiatatissimi, le mostro le foto delle ferie spiegandogliele, sono posti che in parte vedrà a fine agosto, che qualcuno lo ricorda perché lo postavo su Whatsapp e mi dice, di non saperne molto perché quando va in Sardegna ha poche possibilità di muoversi oltre la spiaggia. Poi andiamo sul concerto di Vasco dove ha lavorato nell’organizzazione, il calcio, la vita di tutti i giorni. Tutto molto naturale, a partire dal suo linguaggio del corpo, questa volta molto ben disposto e propositivo (seduta col busto piegato in avanti verso di me e sorriso d’ordinanza). Prima di scendere piccolo siparietto: mi saluta e le dico “fai la brava in Grecia” lei: “anche tu” io “guarda che io mica vengo!” Lei ride e io aggiungo “al massimo farò il bravo qui” poi riparto col contatto fisico (solito bacio sulla mano), sembra irrigidirsi ma questa volta lo prende. Una volta scesa mi risaluta sorridendo.

            Non ti dico a presto perché stamattina ti ho già rotto i maroni anche troppo!

            Grazie e un abbraccio.

            Intisol

  30. Un aggiornamento della situazione. Dopo qualche giorno di stallo lei mi informa del suo avvenuto rientro.Passano due giorni nei quali sono incasinatissimo: la sento via telefono, mi chiama scherzosamente scemo,insomma tutto come sempre. Fino a ieri,quando,avendo la giornata libera, decido di invitarla a bere un drink, pegno di una scommessa persa da lei. Rifiuta, senza annaspare scuse o altro,mi dice un “no” secco che non lascia spazio a sfumature di sorta. Decido di lasciar stare, ben sapendo che molto difficilmente debba aspettarmi un segnale da parte sua. Ieri sera esco con un amico, e non me la ritrovo in un posto che frequento abitualmente? (so per certo che lei davvero vi si trovava per caso). All’inizio non la riconosco,fatto sta che non la saluto nemmeno quando mi accorgo di lei(erroraccio,lo so). Fino a quando me la ritrovo davanti,e allora mi abbraccia con una carica erotica impensabile se confrontata col rifiuto di poche ore avanti. Nemmeno un minuto e lei che torna a parlare con la sua amica e io pure. Capisce, Sensei? Questa mi applica il caldo freddo dopo un reset-vacanza dopo che nel primo appuntamento quasi mi supplicava di darle una possibilita! Lei viene da una relazione a suo dire molto importante, salvo poi concedersi, come spesso accade, al primo che capita. Ora puo essere che, passato qualche mese,sia restia a qualunque relazione, anche solo di sesso? Qual’e il suo parere? N.B sta cacchio di tastiera proprio non mi da lettere accentate!

    • Non posso entrare nella mente della gente! Tu devi sedurla, lo stai facendo? In parte sì, in parte no. Non puoi sperare che lei si sbottoni senza metterti tu in gioco per primo, se poi lei ti dovesse rifiutare allora avrai anche una risposta certa, ma finché speri che qualcosa accada senza che rischi rimarrai in questo limbo di paure e dubbi.

      • Beh, sì, in effetti dai miei commenti un poco di paura sicuramente trasuda, così come è oggettivo un certo immobilismo nell’agire. Analisi perfetta:meno pippe mentali, più azione e niente paura:un aspetto su cui devo ancora lavorare. La ringrazio ancora!

  31. Ho ritrovato una donna con cui avevo un brevi flirt tanti anni fa.ero quasi riuscito a portarla ca letto,quando un amico comune gli ha detto che la stavo prendendo in giro,e la cosa e finita lì.son passati anni,la ritrovo ci siamo visti x caffè,contatto fisico,ironia sbaciucchiamenti.ieri sera siamo usciti,e in macchina,con il caldo boia,abbiamo avuto un petting spinto.pero,non è voluta salire da me.io,(metodo socratico),ho accettato,anche mi sarebbe piaciuto averla del tutto.è ancora una bella donna.mi ha detto,che gli sono sempre piaciuto,ma proprio che rappresento qualcosa di più vuole aspettare.partirà e fino a fine settembre non la vedrò più.penso di essermi mosso abbastanza bene.che mi consigli?sempre grazie.

    • Io mi domando: quando troverai la forza di confrontarti con me da pari e non “chiedendo aiuto”? Io consigli non te ne do più, posso proporti il mio punto di vista ma è giunto il momento in cui fai un passo avanti e agisci e ti prendi le tue responsabilità. Poi di volta in volta ti potrò dire cosa ne penso, ma da pari. A questo aggiungerei anche una considerazione: torna a fine Settembre, quindi non la vedrai, quindi l’unica cosa che dovrai fare e scriverle due righe ogni tanto, magari anche una telefonata. Non credo si possa agire chissà in quali altri modi, o sbaglio?

  32. Salve Sensei! Torno a scrivere dopo qualche anno a causa di una situazione per me nuova: evitare di raffreddare il rapporto con una ragazza dopo un solo appuntamento, con successiva sua partenza per le vacanze,senza tuttavia starle addosso. Conosco questa ragazza incontrata casualmente con un’amica in comune: un’oretta piacevole, con intesa e contatto fisico amichevole. Mi chiede l’amicizia su fb, mi scrive per prima, chattiamo moderatamente(lascio spesso cadere per non finire in friendzone). Mi da senza problemi il cell. , mi anticipa nel chiedere un appuntamento,usciamo,contatto fisico estremo(anche parte intime),ma,deficiente che sono,niente bacio. A fine serata mi dice che l’indomani sarebbe partita una settimama in vacanza e ci salutiamo. Poco male, mi dico, sarei comunque sparito io un paio di giorni. Chattiamo sempre(3-4 mess leggeri cadauno).L’altro giorno,per la prima volta, sono io ad inviarle il primo mess. Adesso sono quattro giorni che non ci sentiamo,da parte mia per non opprimere una ragazza che in fondo si trova in vacanza, anche se globalmente penso anzi di essere stato anche un poco passivo(lei che mi scrive sempre per prima,lei che mi chiama per vederci). Insomma,una settimana di distacco quasi totale puo affievolire il suo interesse o devo mettere in dubbio l’interesse stesso,nonostante nel(singolo)appuntamento la vedessi presa? Sto pensando di non contattarla finche non si fa viva lei,altrimenti…fatalismo,lascio stare. Cosa ne pensa?

    • In questo momento hai piacere nel sentirla? Si, contattala. No, non contattarla. Non sei stato pressante, quindi non ci vedo nulla di male a farsi sentire un minimo.

      • Grazie mille! Vado di telefonata,in quanto l’ultimo giorno di chat lei mi era sembrata leggermente fredda:anche per questo ho interrotto la corrispondenza. Una telefonata invece non darebbe adito a fraintendimenti. Volevo ancora chiederle: e se da parte sua fosse una strategia, una sorta di “vediamo chi dei due cede nel farsi sentire prima”? Ma immagino che me ne debba fregare… Grazie in anticipo

LASCIA UN COMMENTO