Gli uomini pensavano di essere padroni nell’uso del linguaggio del corpo, ma quegli uomini sbagliano se pensano che certe cose debbano essere dette a parole. Se riesci a leggere tra le righe, non corri il rischio di non colpire mai una donna che ti dirà di no.

Capire i segni della seduzione lanciati da una donna non è difficile. È questione di allenamento, di ascolto, di attenzione. Ma non è impossibile. Solo gli uomini sono spesso disattenti, anche se le donne spesso inviano segnali di seduzione per capire il loro livello di interesse

Capire i segni della seduzione
comprensione-segnali di-seduzione
Questo è il motivo per cui un pick-up raramente si scontra con un rifiuto ed è in grado di comprendere i segni della seduzione. Semplicemente, è in grado di catturare il sì di una donna prima di permettersi di pronunciarlo. Non ci vuole molto per scoprirlo, perché è una questione di espressione facciale, e devi credere in te stesso.

Un artista del pick-up sa che deve essere esercitata una considerazione da parte di una donna: il perdente è colui che si arrende alla prima difficoltà. Un piccolo sforzo verrà premiato con un grande premio: uscire dall’ombra dei novizi del trailer. Pensa a quanto tempo extra otterrai, se capisci che il volo deve essere considerato se sei solo un amico della donna che hai contattato.

Puoi andare immediatamente da qualcun altro con il quale puoi dimostrare che amante ardente sei. Dipende solo da come inizi a diventare un vero artista del pick-up. Con questa consapevolezza in mente, ora puoi tentare la fortuna di incontrare donne e provare a leggere i significati dell’azione mostrata dalle donne che intendi incontrare. Non c’è nulla di male nel provare. Solo il tuo ego sarà ferito nel caso ti venga negato, ma otterrai qualcosa dall’esperienza e saprai cosa evitare la prossima volta che proverai a uscire con le donne. Quindi abbi il coraggio di rischiare di distruggere il tuo ego e di avere il miglior momento della tua vita in caso di successo.

Unisciti alla discussione

4 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Ah! Ho scordato poi un pezzo.
    Perche` ho inserito queste persone negli NPD? Perche`erano esattamente come sono descritti nell’articolo.
    Quindi narcisisti, crudeli, basati solo sulle apparenze e che si facevano selfie (col bastone da selfie) ed altre idiozie varie in situazioni assolutamente fuori luogo (es una escursione didattica dell’università).

  2. Forse un po’ tutti, chi piu` e chi meno, ci siamo finiti un questa situazione, magari non a livelli patologici, ma magari vedere che la tua discussione viene molto “seguita” ti aumenta sicuramente l’autostima.
    Io non ci vado mai sui social, ma ad esempio, seguendo un forum su internet, anche se non sono un NPD ammetto di andarci spesso.
    Alla fine diventa comunque un po’ una “droga”.
    Sicuramente poi ci sono delle situazioni disperate, in cui ci sono persone deboli ed insicure che basano tutta la loro autostima sui social.
    Io ho conosciuto un gruppo intero di universitari (uomini e donne) che erano cosi`.
    Persone assolutamente negative, crudeli e narcisiste (ovviamente) ed immature, il cui unico pensiero era ed e` solo come apparire agli altri, senza poi avere realmente qualcosa da offrire in cambio se non offese ed insulti a chi non e`come loro (come me ad esempio).
    La soluzione? Son dovuto scappare, ho abbandonato il gruppo perche` la situazione era insostenibile.

    1. Credo che tu abbia fatto la cosa giusta, il rischio NPD è che si può essere vittime e carnefici senza neanche accorgersene.