Serve davvero seguire il Percorso della seduzione o è solo uno strumento di marketing? Ogni tanto amo mettere in evidenza alcuni commenti che dimostrano quanto sia utile e importante seguire un metodo per amarsi di nuovo.

Di seguito il commento di un lettore di TpS che sta crescendo e maturando. La sua dote migliore, a mio giudizio, è la volontà di stare meglio supportata da una buona dose di amor proprio.

Non è diventato un seduttore (almeno per ora), eppure ha ottenuto di più con la ex seguendo qualche semplice consiglio piuttosto che con atteggiamenti che prima riteneva giusti e, come dice lui, da finto galantuomo dell’800.

Come in molti possono vedere non ha stravolto tutto nella sua vita, ha solo compreso che certi comportamenti non sono “giusti” e lo mettevano in una luce sbagliata.

E’ riuscito a uscire da un tunnel di autocommiserazione mettendosi in discussione, spero che sia utile per molti per capire che si può e si deve migliorare. Seguendo il Percorso della Seduzione o altro non è in fin dei conti importante, ma serve agire.

I grandi (o piccoli) risultati di un lettore di TpS

Buongiorno Sensei, scrivo non perchè in cerca di consigli o chissà cosa (son comunque benvoluti, sia chiaro), ma semplicemente per ringraziarti; un insegnamento che ho avuto dalla vita è stato quello di essere grati a chi spendendo il suo tempo ti dà qualcosa.

Faccio un piccolo riassunto; sono single dopo una lunga storia di 6 anni (storia finita in maniera tranquilla da ambo le parti) dallo scorso maggio; ad agosto inoltrato ho conosciuto una ragazza più giovane di me e non mi chiedere come (o meglio ora lo sò un po’ di più come, ma allora non avrei saputo rispondere) sono riuscito a suscitarle abbastanza interesse da riuscire ad avviare una frequentazione (ero cotto già dopo mezza giornata….).

E’ stato tutto molto veloce su ogni piano, ma ad oggi mi rendo conto che la velocità l’ho messa io (troppa fretta…primo errore)…premesso che lei aveva comunque un bel po’ di questioni in sospeso oltre a molti irrisolti con un suo ex (sapessi quanta inutile logica ci ho messo invece di comportarmi da persona matura) , ad ogni modo per farla breve in due mesi sono riuscito a commettere tutti gli errori possibili ed immaginabili passando dall’essere interessante all’essere di troppo… (zerbinismo, comportamenti da amicone del cuore, quello che pensavo fosse tatto ma in realtà era più paura di essere me stesso anche nel contatto fisico, bisogno, pressione, dare peso ad ogni singola parola/messaggio, addirittura dichiarazione, etc..tutti) puoi immaginare come è andata giustamente a finire, (Poi per carità le colpe sono bilaterali, ma io preferisco assumermi le mie), quindi con frasi solite che non stò manco ad elencare ma che contenevano i vari confusione, amicizia, scintilla etc etc…e sapessi quanto ci sono stato male allora.

I primi passi del Percorso di Sol

Se non altro a quel punto ho avuto la decenza di non commettere gli altri errori possibili quali stalkeraggio, regali, lacrimoni pubblici (me li son tenuti per me in privato) etc etc…mi sono fatto totalmente da parte tenendomi tutto il mio dolore per 2 mesetti (parliamo di dicembre e gennaio circasenza contare che ogni volta che la incontravo più per contingenza di situazioni che per mia volontà, sono sicuro che lei avesse ben chiaro sia da come mi ponevo che da come parlavo quanto fossi inadeguatamente debole e quanto le mie parole fossere artificiosamente incoerenti con quanto in realtà io volessi davvero (lei).

Nel mentre, siccome ero convinto (all’epoca) di non aver commesso particolari errori e non riuscendo a capire i vari perchè (cosa c’è da capire poi….), mi sono imbattuto, ad oggi per fortuna, nel tuo sito, ed ho iniziato a comprendere in maniera più chiara che quelli che io pensavo essere i giusti comportamenti, erano in realtà gli atteggiamenti di un moccioso tredicenne che ha paura di non essere accettato quindi evita di mostrare la sua natura, e cerca piuttosto di compiacere tutti e tutte ad ogni costo.

Ad ogni buon conto, son passati 2 mesi circa in cui grazie a quanto leggevo (e-book compreso, e a proposito complimenti anche per il romanzo, molto bello e scorrevole) ho iniziato quantomeno a provare ad essere un po’ migliore, sia come atteggiamento verso me stesso, anzi in primis, che verso gli altri.

Sono ancora ai primi passi del mio percorso, però ogni giorno cerco di volermi sempre più bene e di apprezzarmi cercando di limitare un po’ i miei difetti ed i miei atteggiamenti da galantuomo del 1800 (in realtà da zerbino da mettere in friendzone a piacimento).

il percorso della seduzione ebookCon lei fino a una settimana fa era all’incirca un paio di mesi che non la sentivo ne vedevo (soprattutto per mia scelta…non che volessi resettare o cosa, semplicemente avevo capito che continuare a star male così non mi avrebbe portato da nessuna parte con lei e con chiunque altro/altra, e siccome vederla mi faceva ogni volta pensare di non stare migliorando per nulla, ho preferito evitare tutti i contatti) e onestamente mi ero tranquillamente messo il cuore in pace (avevo ripreso il percorso con la palestra iniziata l’estate scorsa ma interrotta a dicembre per quanto stavo male..di cosa poi?…uscire di più, conoscere nuova gente, e diciamo a mettermi nell’ottica di andare avanti per la mia strada), poi come un fulmine a ciel sereno si è rifatta viva qualche giorno fa.

Ora, a vedermi da fuori non sò come mi sono comportato sia al telefono che poi dal vivo quando ho fatto capitare di incontrarla (altra cosa strana fatta da me), ma qualcosa di buono devo averlo combinato visto che alla fine abbiamo passato una bella giornata/nottata assieme.

La differenza reale che ho notato, è che seppur avrà sicuramente capito all’istante che ho un debole forte per lei (questo al momento mi risulta impossibile mascherarlo e comunque non mi interessa neanche farlo), quando ci siamo incontrati ho cercato di essere il più leggero possibile (sicuramente avrò comunque commesso degli sbagli di troppa gentilezza), non ho assolutamente toccato argomenti come la passata esperienza, se non in chiave ironica, ho fatto molto ed istantaneo contatto fisico e mi sono reso conto che sapevo perfettamente cosa volevo, e sicuramente sono riuscito a trasmetterlo, non mi sono mai inalberato in giustificazioni o corrucciamenti se qualcosa che diceva magari mi scocciava o non mi trovava d’accordo (parlare di amicizia da abbracciati è un po’ un controsenso in termini, ma solo non dando peso alle parole ma ai gesti lo si capisce) ma ho semplicemente fatto finta di non averla sentita cambiando argomento o facendomici una risata o contestandola se la trovavo ridicola o se non ero d’accordo.

Al momento ci sentiamo solo via wa, che io odio come tutti i social, ma anche lì sono migliorato; niente messaggi strappalacrime o discorsi seri, solo tanta leggerezza e ironia/atteggiamento scherzoso (alla fine l’ho capita che le parole servono già a poco quando si fanno a quattrocchi, figuriamoci per iscritto), l’ho capito grazie al percorso.

Non ho la più pallida idea di come e se la cosa si evolverà, non ho nessun tipo di aspettativa a parte far valere che io comunque sono certo di cosa voglio e non mi abbasserò a niente di meno (amicizia o altro sul tema), onestamente non sò neanche se è stata solo una giornata e via o se si ripeterà (magari è stato solo un ritorno di fiamma tipo botta e via che lei ha voluto, ma posso solo, penso, lasciarle i suoi spazi,tempi e la migliore impressione che posso su di me e sui miei miglioramenti ).

sicuramente non presserò ne farò il mocciosetto bisognoso o offeso se le cose prenderanno una piega sbagliata; spero di riuscire ad avviare qualcosa di bello con lei perchè ci tengo molto, ma sarò molto tranquillo se non dovesse accadere(peraltro son quasi certo che solo la mia pazienza molto elevata abbia potuto sopportare certi suoi comportamente anche in passato, penso che persone con un atteggiamento più dignitoso l’avrebbero mandata a quel paese già alle prime paranoie sull’ex..).

quindi in conclusione grazie e scusa per la lunghezza del post.

Come anche tu hai scritto, questi argomenti non sono nulla di nuovo che noi non sappiamo già inconsciamente, peccato che molti (me compreso anzi in primis) le dimenticano col tempo e con la conformazione a questo mondo in cui viviamo. Non ho la presunzione di esser diventato chissà chi, ma un po’ migliore, meno spaventato e forse un filino più sereno sì…poi vedremo cosa mi porterà la vita e questo percorso che stò cercando faticosamente di portare avanti ogni giorno.

16 Commenti

  1. Ciao Sensei,

    Come va? Spero che tu abbia passato delle buone vacanze e che ti sia divertito. Anche io l’ho fatto e ci voleva!! Ahahah sono andato a fare un campo di volontariato, dove ho conosciuto una ragazza che mi ha incuriosito o ho cercato di sedurla. Il risultato ottenuto non so se sia positivo o meno! La prima sera al campo ho provveduto a fare battute, a usare l’ironia e a fare contatto fisico (toccate casuali alle braccia, mani, per poi passare in maniera intenzionale alle gambe) mentre si giocava tutti insieme a carte. Passano due giorni molti intensi, in cui non riesco a fare ampio contatto fisico, se non per le solite spintarelle, tocchi alle mani, roba pseudocasuale. Quel che noto è che lei difficilmente ricambia e, talvolta, sembra infastidita (es. Mi è capitato togliesse la mia mano dal ginocchio o dal viso). Gli ultimi tre giorni di campo, sembra rivolgermi meno attenzioni e si focalizza verso altri miei compagni. Ho interpretato inizialmente questo atteggiamento come un segnale di scarso interesse, tanto che ho iniziato a rivolgere maggiori attenzioni ad altre sue amiche senza però obiettivi seduttivi e nella piena tranquillità. Essendo io un tipo solitario, talvolta mi capitava di isolarmi leggermente dal gruppo… Sono momenti che spesso mi prendo per me, per pensare.. Ma credo abbiano attirato la mia preda, che ogni tanto mi spronava a unirmi a loro o mi chiedeva se avessi qualcosa che non stava andando per il verso giusto. Sta di fatto che l’avevo lasciata un pò perdere, questo perchè non riuscivo a capire se fosse o meno interessata a me. Il giorno della partenza ho però notato una certa apertura, faceva contatto fisico in maniera pseudocasuale, mi rivolgeva la parola più frequentemente e sembrava girasse maggiormente intorno a me. Questo mi ha portato in treno a farle grattini sulla schiena, con massaggi al collo, alla spalla e ai fianchi. Sembrava gradisse bene, anche se c’erano altri nostri amici. Naturalmente ho stoppato più volte (per farle sentire la mancanza) e ripreso senza chiederle il permesso o altro. All’arrivo in stazione, dopo i saluti se ne è andata con le sue amiche… Ma a un certo punto si è girata a guardarmi, tanto che l’ho risalutata con un gesto della mano. Avevo previsto che mi avrebbe ricontattato e lo ha fatto la sera stessa scrivendo: “ehi mionome 🙂 volevo dirti grazie!! Notte!” al che gli ho risposto piu tardi utilizzando l’ironia. Dopo due giorni di silenzio ho provveduto oggi ha scriverle (dimmi, secondo te ho sbagliato?) con la scusa di aver provato una cosa da lei consigliata. Adesso mi chiedo, come proseguire? Non scrivo più e attendo lo faccia lei? (questa sarebbe la via a cui avevo pensato). Come gruppo abbiamo deciso di vederci fra 15 giorni, quindi pensavo di non invitarla per un’uscita e vederci prima all’incontro di gruppo…ma non so se sia la soluzione migliore, che dici? Grazie e scusa per il papiro

    • Come dico sempre in seduzione non ci sono regole fisse, tutto dipende da quello che tu hai intuito. Da quello che mi scrivi mi sembra tutto ancora un po’ freddo ma sta lentamente migliorando. E credo che questa già debba essere per te una vittoria. Sei partito “dal nulla”, per arrivare a un vero contatto fisico seduttivo, mesi fa ci saresti riuscito? Detto questo direi che adesso ti devi esporre un po’, scrivile in questi giorni senza esagerare e vedi le sue reazioni. Magari chiamala, che è una cosa che non fa più nessuno (solo sms e niente chiamate, male!). Se poi capita l’occasione per invitarla bene, altrimenti attendi. Farsi piani non serve mai, crea solo aspettative inutili.

      • Mesi fa non ci sarei assolutamente riuscito, anzi! Di passi in avanti, soprattutto sul contatto fisico ne ho fatti parecchi e sono molto soddisfatto. Sto prendendo il tutto con leggerezza e non mi sto facendo aspettative o programmi, in quanto come già hai capito, la situazione creatasi non mi è chiarissima. Detto ciò, seguirò i tuoi consigli, magari con una chiamata che fa un altro effetto dal semplice messaggio. Vedremo poi come si evolverà il tutto e ti farò sapere. Intanto grazie

          • Ciao Sensei, come promesso ti porto mie notizie! Alla fine ho deciso di non scrivere più alla tipa in questione (a cui secondo me non interessavo) e ho atteso. Come immaginavo lei non si è fatta più viva e io mi sono promesso di rinviare la questione all’incontro di gruppo del 9 settembre. Oggi tutto felice mi scrive un mio caro amico che ha partecipato al campo con me.. Si è messo insieme alla tipa in questione!! Ahahah era il ragazzo su cui lei rivolgeva l’attenzione (come ti avevo detto) e questo mi aveva messo in allerta. Finisce quindi qui la mia corsa!! Da una parte sono felice di averci visto bene (qualcosa ho imparato): il fatto che lei lo toccasse pseudocasualmente (e a me no) o che si mettesse sempre vicino a lui rivolgendoli spesso la parola, erano chiari segni di interesse nei suoi confronti e non nei miei. Dall’altra parte, lui invece non l’ha sedotta e non ha mai ricambiato il contatto fisico. Si limitava a parlare ed essere socievole. Quindi come sia accaduto il tutto, è un mistero. Ahah Probabilmente (immagino io) a lei piaceva e quindi si è data da fare per attirarlo a sè. Della serie… In seduzione non si può mai sapere, ed è inutile farsi aspettative.

          • E non scrivendole ti sei anche evitato una situazione spiacevole che poteva crearsi con il tuo amico. Fai bene a vedere i lati positivi di questa faccenda, è l’unico modo per imparare e migliorare.

  2. Buongiorno Sensei, è passato un po’ dall’ultima volta, e visto che leggendo i vari articoli qui presenti ho imparato molto, ci tenevo ad aggiornarti sulla conclusione, a meno di colpi di scena, della mia situazione. Dopo la nostra ultima uscita, prima di pasqua, non ci siamo più visti, io avevo azzardato ad un invito per il ponte del 25 aprile, ma dall’altra parte a parte una serie di impegni, non ho ricevuto controproposte, quindi ho lasciato perdere. Ci si sentiva un po’ in chat, ma anche lì dopo averla cercata un paio di volte sempre io, avevo capito che aria tirava; come hai scritto, ogni situazione, nel bene e nel male deve arrivare ad una conclusione, anche perchè altrimenti è solo un logoramento e basta. Circa tre settimane fà ci siamo visti di sfuggita e per sbaglio, e la sera ho ricevuto un paio di messaggi; se avessi voluto, credo che avrei potuto ripartire con molta leggerezza come l’ultima volta, ma onestamente mi ero un filino stancato, quindi facendo presente che la chat è uno schifo ho abbozzato di sentirci quantomeno a voce, e che non ero uno zerbino da contattare/vedere solo a piacimento.
    La risposta è stata molto particolare (chiaramente via chat…sia mai che ti affrontino a 4 occhi per dirti certe puttanate), contenente tutte le sovrastrutture mentali femminili per dire (almeno a mio avviso) che al momento non è cosa (e allora che cosa ci uscivi a fare con me…visto che mi hai cercato e ricercato sempre tu previo poi tirarti indietro quando le cose si facevano serie…), ma chiaramente anche con l’intento di non rovinare del tutto il rapporto, e lasciando aperta la porticina (ti scriverò quando sarò in grado di tramutare le parole in fatti….dimmi te che cosa dovrebbe significare , a me sà molto di : semmai prenderò da qualcun altro calci nel culo, caso mai, mi rifaccio viva tanto sei talmente coglione che ci ricaschi sicuro).
    Ora, a mio avviso avevo due scelte, fidarmi di quanto leggevo da vero beta (almeno secondo me) e rimanere affacciato alla finestra con aria speranzosa in attesa di un suo cenno, magari sopsirando pure, o, cosa un po’ più difficile, ma più matura, cancellare il numero istantaneamente, e chiudere ogni tipo di contatto, per dignità personale quantomeno.
    ho scelto la seconda opzione, dopo mesi di lavoro su me stesso, penso di dovermi quantomeno questo come rispetto, visto che da parte sua non l’ho ottenuto (questa è l’impressione che ho avuto, se rispetti una persona, la affronti e non ti nascondi dietro ad un ditino)…è stato difficile, sono onesto, e, visto da quanto non la vedo e oramai non la sento, nonostante tutto un filino mi manca, ma senza rancori, ne tristezza, stò andando avanti e piano piano il tutto stà sfumando (in questo credo di essere migliorato…è dura ma è proprio vero che bisogna avere il coraggio di non fare nulla, e a volte è più arduo che non lasciarsi prendere dall’emotività e dalla paura; ciononostante, stò cercando di fare mia la convinzione peraltro a questo punto corretta che in effetti è lei che ha perso me, non io..). Devo dire che a volte sono più che altro curioso di sapere come reagirei semmai si dovesse far risentire, ma conoscendo il coraggio del tipo in questione ne dubito fortemente.
    detto questo ti auguro buona giornata sensei, sono cresciuto molto da quando leggo questo tuo sito, o almeno ho questa impressione, e al momento questo mi basta, quindi grazie mille.

    • Sono contento di leggere dei passi avanti personali che hai fatto. Il cammino che hai intrapreso è lungo e tortuoso, ma porta a risultati insperati e meravigliosi, forse te ne stai già accorgendo. Da quello che scrivi credo che tu abbia fatto la cosa giusta (per te), ci dimentichiamo spesso di rispettare gli altri, figuriamoci noi stessi, fai bene a dare e pretendere rispetto. Se solo lo capissero tutti…

  3. Ciao sensei. Da poco una ragazza che esce con il nostro gruppo e con cui ho buonissimi rapporti ha scoperto che la mia ex la “stalkera” sui social. Me l’ha subito detto, e da allora continua a postare foto con scritto il mio nome ed un cuore, oppure scrive di smettere di vedere tutte le sue storie. Io ho sentito la voce che io le piacessi, come per infastidirla o non so, secondo te questo comportamento è una conferma oppure è qulcos’altro? Anche perchè lei la mia ex non la conosce neanche e non capisco perchè faccia così, anche perchè non ci siamo neanche mai baciati o altro. Spero che sia una domanda a cui tu possa rispondere, saluti e grazie per il lavoro che fai.

    • Mi spiace ma non faccio lo psicologo per persone spostate, non ho idea di cosa stia accadendo e sinceramente non credo sia molto interessante. Non comprendo neanche il tuo interessamento per questa inutile e tediosa faccenda. Se lei ti piace seducila, fine dei discorsi.

  4. Caro sensei,
    sono uscito tre volte con una ragazza, le cose stanno andando bene. Lei adesso è in vacanza per una settimana con suo padre, le scrivo, la chiamo, con che frequenza? Non ho nulla di particolare da dirle, sarebbe giusto per farmi sentire. Quando la tipa di turno è in vacanza non so mai come comportarmi perché io, in genere, quando sono in vacanza non ho molto tempo per sentire qualcuno e non mi frega neanche granchè (probabilmente non vale lo stesso per tutti). Però non farmi sentire del tutto potrebbe essere dannoso, una fa in tempo a “dimenticarsi” di me.
    Saluti da un tuo assiduo lettore

    • Chiamala una volta e scrivile 2-3 volte. Se poi dimostra che le fa piacere fatti sentire poco di più senza mai esagerare.

  5. Complimenti sol, e anche al sensei per aver dato peso alla sua esperienza; in quanto personalmente imparo più dalle esperienze rispetto che a dei consigli.
    Comunque per lei sensei: mi ricordo che aveva iniziato un racconto qui su “tu puoi sedurre”, 1 o 2 anni fa, riguardo a un ragazzo raccattato da un fenomeno delle donne, che gli fa appunto da maestro.
    Ecco a me interessa come va a finire, la continuerà questa storia?

  6. Buon giorno sensei, a volte la vita è molto strana e le persone anche di più; spero che questa mia esperienza di cui sopra serva a qualcuno, in ogni caso. Per quanto riguarda me, bhe, vorrei avere notizie migliori (peraltro migliori o peggiori è relativo, in questo caso alla situazione attuale, poi va a sapere). Diciamo che dopo una settimanella abbondante di chat, poca roba e molto leggera, perlomeno da parte mia non ho mai toccato argomenti pesanti manco sotto tortura, ho arrischiato l’invito ad uscire per una cosina tranquilla, peraltro su suo assist, ma la situazione dopo un breve stallo di paranoie stava già degerando nei soliti vecchi discorsi e scuse, (e anzi ad essere sincero ho insistito più del necessario, purtroppo, dovevo fermarmi ai primi dubbi senza far trapelare seppur di poco sensazioni come bisogno o altro e sicuramente ho sbagliato in questo perchè seppur di poco mi sono rifatto trascinare in digressioni logiche da cui non se ne sarebbe venuti fuori…bha, ho ancora molto da imparare) ho preferito tirarmene fuori e da allora visto che comunque quantomeno la chiarezza di cosa io volessi o non volessi non è mai mancata, non mi sono e non penso di farmi risentire (ad essere sincero non saprei neanche cosa dire oramai…), anche perchè se per scambiare due chiacchere faccia a faccia sembra che devo scalare l’everest, mi sento un pelo impotente. Poi magari sto sbagliando comunque (rischiando di passare da moccioso offeso) ma non riuscendo bene a capire gli imput che mierano arrivati (a livello fisico avevo intuito delle cose, ma come al solito appena si è passati al mero livello verbale quando non di chat, qundi senza la presenza fisica, marcia indietro e paura quasi palpabile)preferisco che sia lei a farsi viva se vorrà invece di perseguire il mio fastidioso difetto di insistenza, che comunque potendo essere solo verbale non smuoverebbe nulla manco a cannonate. Se hai qualcosa da aggiungere ne sarei felice, dal canto mio era solo per aggiornare che comunque questa situazione non smuoverà di un millimetro i miei buoni propositi.

    • La tua disanima è precisa e impietosa: non puoi fare molto altro, quello che spesso non si comprende è che si deve avere pazienza e la forza di lasciare andare situazioni che non si evolvono. Se lo volesse le basterebbe veramente poco per sbloccare il tutto, ma non lo fa ed è lei la protagonista di questa farsa, non tu. Per uscirne ti basta poco, se poi c’era interesse anche da parte sua si farà sentire, ne puoi essere certo.

LASCIA UN COMMENTO