Come ci si prova con una donna?

“Grazie al mio lavoro ho la fortuna di conoscere molte donne, faccio il truccatore per lo spettacolo. Conosco sia gente famosa che magari ragazze ancora sconosciute, ballerine, attrici e comparse. I miei amici mi prendono in giro perché secondo loro dovrei rimorchiare come un pazzo data la situazione. Eppure con le ragazze ci scherzo, ci parlo e le conosco, ma poi o non riesco ad invitarle oppure quando trovo il coraggio regolarmente si inventano un motivo per non accettare. Leggendo il sito ho capito che forse è il linguaggio del mio corpo che non comunica bene cosa desidero e quindi, come tu insegni, c’è incoerenza tra quello che dico e quello che il mio corpo trasmette. Oltre a questo, sinceramente, non ho idea di come provarci, sia per uscire che anche per baciarla, come si fa?”

Prima di tutto è FONDAMENTALE capire cosa si desidera realmente, che sia un’avventura o una storia di sesso, oppure se semplicemente ci si vuole buttare in una qualsivoglia relazione e vedere cosa succede. Sembra una cosa banale, ma la maggior parte degli uomini non ne ha idea, che si parli di una sconosciuta o della migliore amica fare chiarezza è d’obbligo.

Fermati qualche giorno, non fare nulla e comprendi cosa vuoi.

Esercizio: ora che sai cosa desideri un piccolo esercizio, immaginati di riuscire nel tuo intento (conquistare la ragazza). Focalizzati semplicemente sul fatto che l’hai sedotta, non importa come o quando, l’unica cosa che devi visualizzare è il tuo successo. Ti fa stare bene? Se sì allora è veramente quello che vuoi.

Ora è il momento della seduzione vera e propria, il come provarci.

Prima regola: il tuo corpo deve trasmettere sicurezza (02. Il linguaggio del corpo), allenati quindi a seguire sempre i consigli sul sito, anche con le donne che non ti piacciono. Sedurre non è un interruttore che accendi a piacimento, chi seduce è seducente sempre.

Seconda regola: calma, non avere fretta di concludere ne’ che ti scappi, un po’ di fatalismo aiuta.

Terza regola: il giusto contatto fisico. È la chiave per rompere la barriera dell’amicizia da subito e quella sorta di imbarazzo quando ci si conosce (03. Il contatto fisico).

Quarta regola: non avere mai paura di un rifiuto. Anche io ho preso molti NO, eppure sono felice e soddisfatto della mia vita, sono le delusioni che ci fanno imparare e crescere.

A questo punto l’unica cosa che devi fare è chiederle di uscire, o il suo numero di cellulare, le frasi ad effetto non esistono tantomeno formule magiche che le faranno dire da subito di sì. Quello che devi fare è semplicemente seguire le 4 regole e rischiare.

Pensi che per baciarla sia molto diverso? È la stessa identica cosa, c’è solo un elemento al quale non puoi sottrarti: il rischio, la sfida.

Friend Zone, ovvero la “La zona morta” (Stephen King)

“Sensei, in tv in questo periodo fanno un programma che si chiama Friend Zone. In pratica parla di amici, di sesso diverso, di cui uno è innamorato dell’altro. Si dichiarano con la scusa di un appuntamento al buio. Anche io mi trovo nella stessa situazione di molti ragazzi, ad alcuni va bene ad altri no. Secondo te esporsi in quel modo, se conosci il programma, è giusto?”

Conosco e vedo già da tempo il programma Friend Zone su MTV. Per motivi di “studio” e statistici lo analizzo per migliorare le mie capacità in seduzione, e per poi proporre le mie considerazioni.

Il programma in questione è assai interessante, fa leva sul fatto che quasi ognuno di noi ha avuto una infatuazione per una bella amica, magari non la migliore amica, ma comunque avrebbe volentieri voluto provare a farci una storia.

Trovo positivo il fatto che finalmente, a volte dopo quasi dieci anni, dei ragazzi trovino la forza, o la disperazione, per dichiararsi e tentare di prendere ciò che desiderano. Dopo aver visto decine di coppie si arriva ad una facile conclusione statistica: le ragazze dicono quasi sempre di no, i ragazzi invece quasi sempre di si.

Con questo non voglio dire che se una amica è tale, lo rimarrà in eterno, ma se non si fa nulla per sedurla dirle semplicemente che ti piace non la conquisterà. Il problema di questi ragazzotti americani sta proprio lì, pretendono che basti dichiararsi ad un’amica per farla sciogliere come neve al sole. Spero che con questo ti sia reso conto che dichiararsi è il male puro, ha soltanto una funzione: uno sfogo del proprio malessere, la necessità di uscire in qualche modo dalla “friend zone” anche distruggendo l’amicizia stessa.

Come dicevo le ragazze il più delle volte rifiutano il loro amico perché questi sono effettivamente amici, l’unica differenza con le loro amiche sta nel loro diverso genere sessuale! Quindi per uscire dalla “friend zone”, per entrare nella “sex zone” (chiamiamola così) si deve cambiare alla base il proprio atteggiamento e rapporto.

Prima di tutto focalizzarsi che si vuole fare sesso con la ragazza obiettivo, dimenticarsi che è un’amica e prima di tutto “azzerare” il rapporto, magari allontanandosi per un po’ e nel frattempo modificare atteggiamento, immagine e modo di comunicare non verbale (il linguaggio del corpo).

Friend zone” è un programma molto utile per chi vuole imparare a sedurre od uscire dalla zona amicizia, soprattutto perché si notano tutti i milioni di errori da non commettere. Prima di tutto sperare che basti un gesto grande per sedurre.

Sbagliato: si seduce giorno dopo giorno, con calma e pazienza.

A cosa serve il linguaggio del corpo per conquistare una ragazza

“Ciao Sensei, sono ormai un assiduo frequentatore del sito da quasi 3 mesi. Personalmente ho iniziato il percorso dal punto 2, dato che fisicamente mi sento già tranquillo. Prima di tutto volevo chiederti informazioni sull’e-book, quando uscirà e che tipo di contenuti ci saranno. Mi spiego, sono contenuti pratici o come a volte mi è capitato sono solo frasi fatte e parole al vento? Tornando al mio problema, non riesco bene a capire l’importanza del linguaggio del corpo, ma soprattutto mi sembra di non avere gli strumenti per usarlo a dovere, sono sicuro che nell’e-book ci sarà di più, ma nel frattempo puoi darmi qualche informazione in più? Grazie di tutto!”

Andiamo per punti, l’e-book è ormai completo, al massimo in 2 settimane sarà acquistabile sul sito. Mi scuso per la lunga attesa ma volevo che il percorso fosse il più chiaro e diretto possibile. Avendo io stesso letto vari manuali di seduzione mi sono reso conto che spesso hanno una grande forza comunicativa ma, una volta finiti, si rimane ancora molto dubbiosi su che cosa si è letto e soprattutto non restano in mente azioni pratiche da compiere o esercizi per migliorare. Quindi ho pensato di cambiare ottica e creare una vera e propria sequenza che fosse reale e che permettesse al lettore di avere punti di riferimento ben precisi. La struttura è quindi la stessa del sito ma per ogni punto c’è molto di più (es. nella zona VM.18 ci sono esercizi di alcune settimane per durare di più).

Il linguaggio del corpo è assai complesso e ricco di sfaccettature, dare una linea guida univoca per ogni ragazza è pressoché impossibile, anche se esistono alcune azioni che hanno una maggiore possibilità di avere un determinato significato.

Prima di tutto devi saper comunicare con il tuo corpo e far si che la comunicazione non verbale e verbale siano coerenti e per farlo devi essere consapevole di ciò che vuoi e non ne devi avere paura. Troppi uomini credono di dover reprimere il desiderio di fare sesso con una ragazza, così si comportano come educande senza stimolarne gli impulsi sessuali. Il risultato è che loro desiderano portarla a letto, il loro corpo lo dice chiaramente ma a gesti e parole dimostrano il contrario. Questa mancanza di coerenza rende la seduzione impossibile.

È importante imparare ad osservare la tua donna obiettivo, sembra una banalità, ma spesso presi dall’agitazione non si vede a sufficienza chi sia ha di fronte.

Devi guardarla in viso.

Le prime volte non cercare “messaggi”, limitati per esempio a notare le caratteristiche del suo volto, il colore degli occhi, la forma delle labbra o come tiene i capelli. Appena sarai sicuro di aver “notato” tutto inizia a cercare microespressioni e gesti. Infatti non è soltanto il viso, ma tutto il suo corpo a mandare infinite informazioni.

Vediamo prima di tutto quali sono le zone più importanti per la seduzione:

–       Labbra (le bagna, le accarezza con dita o lingua, le manda in fuori)

–       Occhi (abbassa lo sguardo, pupille dilatate,sbatte le ciglia più spesso del normale)

–       Capelli (li ravviva, li sposta per far vedere il collo, ci gioca lentamente)

–       Mani (si auto accarezza, gira i polsi verso di te, ti sfiora)

–       Voce (ride con te, ride spesso, tono della voce come il tuo)

–       Abbigliamento (scopre più parti del suo corpo, si sistema i vestiti o li stringe per mettere in risalto le forme)

–       Postura (gira il corpo verso di te, le sue gambe si strusciano tra di loro)

–       Varie (lei fa il “mirroring”, arrossisce, si mette il rossetto o fa altre cose tipicamente “femminili”).

L’ordine è “orientativamente” dal più seducente a scendere. Dico orientativamente perché, nel linguaggio del corpo, ed in particolar modo nella seduzione certezza, non ce n’è!

 

È possibile conquistare una ragazza dopo una figuraccia?

Casanova potrebbe essere ben noto per le sue conquiste romantiche, ma non tutti sanno che ha spesso usato il cibo come un modo per il cuore di una donna.

Gli antichi egizi usavano il finocchio come afrodisiaco e si pensava che il miele “addolcisse” un matrimonio. Cibi come fragole, ginseng e coriandolo erano considerati modi per risvegliare l’Afrodite della Grecia antica, la dea dell’amore.

Nel corso dei secoli, il cibo è stato usato per estrapolare il sesso opposto. Ma i cibi in sé e per sé non sono l’unica proprietà che attira; la loro presentazione, consistenza e dimensioni fanno la differenza quando si tratta di corteggiare colui che ami.

Non devi portare quella persona speciale in un ristorante costoso per conquistare il suo cuore. Invece, qui ci sono 6 lezioni nell’arte della seduzione del cibo per aiutarti a romanticizzare l’oggetto dei tuoi desideri con un semplice pasto.

1) Conosci la tua storia alimentare

Le civiltà, inclusi gli antichi greci, usavano il melograno per sedurre membri del sesso opposto. Foto di vintagedept.

Quando pianifichi un menu, guarda al passato per trovare cibi che spaccano le calze dalla tua dolce metà.

Gli antichi egizi, i greci e persino i romani studiavano attentamente i cibi e i loro effetti sul cuore. I nativi americani hanno determinato i benefici per la salute di molte erbe, frutta e verdura insieme alle capacità degli alimenti di aumentare l’affetto.

Alcuni cibi, come il melograno, hanno attraversato culture e generazioni come un alimento proibitivo e romantico. Offrire un cibo che ha influenzato così tanti tipi diversi di persone nel tempo può aggiungere il fattore wow a qualsiasi pasto.

2) Sembra contare

La presentazione è la chiave per deliziare la tua data. Foto di waferboard.

Il modo in cui il cibo viene presentato è importante quanto il gusto che assaggerà. Il modo in cui il cibo sembra innesca la digestione della persona amata per iniziare il suo processo, che è una delle ragioni per cui si dice “la gente mangia con gli occhi”.

Prendi ciò che è speciale nel mangiare fuori in un ristorante e applicalo a casa: piatti grandi con porzioni piccole e cibo in pila e in posizione strategica.

Ad esempio, le verdure possono essere posizionate delicatamente sopra alcune fette sottili di carne di manzo, con il formaggio a pasta sottile triturata che completa entrambi. Scolpire le verdure in fiori o aggiungere la salsa di lamponi e la menta a una fetta di torta al cioccolato rende il pasto ancora più delizioso.

3) Scegli cibi che si sentano bene insieme

Accoppia i cibi le cui trame si fondono in bocca come pasta e gamberetti. Foto di Averill.

La trama del cibo spesso si applica tanto quanto la presentazione quando si tratta di interessare il tuo interesse amoroso.

Assicurati di accoppiare gli alimenti insieme le cui trame si completano a vicenda per creare un pasto ben arrotondato.

Le discipline orientali per durare di più

Vorrei iniziare ringraziando tutti per i numerosi commenti, le richieste di consigli e le domande sul mio libro in fase di elaborazione. Sto lavorando diligentemente, ma sono stato rallentato da alcuni problemi di salute. Quindi, se non riesco a rispondere alle domande, o la scrittura richiede un po ‘di più, per favore non prenderla sul personale. Continuerò a scrivere e rispondere quanto il mio tempo e la mia salute consentiranno.

Ora al divertimento … Ho una serie di domande da parte dei lettori su tecniche di pick-up artist, di gioco e di seduzione. Tutti sembrano voler sapere “sono reali”? Puoi davvero usare una tecnica per ottenere “qualcuno che si innamori di te” … o “vai a letto con te”? L’amore è solo un trucchetto, una tecnica o una presa?

La mia risposta a loro è SÌ … e NO. Qualsiasi strategia tecnica, tattica o appuntamenti non è un approccio a prova di errore, mai fallito.

Ma non limitarti a credermi sulla parola …

La scienza del gioco e della seduzione
Questo argomento è stato esplorato da un recente articolo di Oesch e Miklousic (2012) sulla rivista di Psicologia Evolutiva. Nell’articolo, i due autori descrivono i paralleli tra le tattiche di seduzione degli artisti del pick-up e ciò che la teoria della psicologia evolutiva dice del corteggiamento umano. Per coloro che hanno familiarità con la letteratura del pick-up artist e la comunità di seduzione, gli autori hanno scelto “classici” dal campo per valutare; The Mystery Method di Erik von Markovik e Rules of the Game di Neil Strauss.

Attraverso la loro revisione e valutazione della letteratura, Oesch e Miklousic (2012) trovano un considerevole supporto evolutivo per il modello generale di datazione. Più specificamente, prestano sostegno all’idea che il corteggiamento può essere compreso (e influenzato) come un processo a tre fasi di Attrazione, Comfort e Fiducia e Seduzione.

Attrazione – è definita dagli psicologi sociali come una valutazione positiva di un altro e il desiderio di iniziare il contatto e l’intimità. In altre parole, è l’emozione iniziale che attira due persone insieme. Sia la psicologia che gli artisti del pick-up sottolineano l’attrazione edilizia come il primo passo verso la relazione e lo sviluppo sessuale. Inoltre, gli artisti del pick-up identificano diverse strategie per costruire l’attrazione iniziale (che chiamano “openers”). Alcune di queste strategie, supportate dalla ricerca psicologica, includono il dominio sociale, il coraggio, l’umorismo o la popolarità (chiamata copia di scelta del compagno).

Comfort e fiducia – viene quindi sostenuto dalla teoria degli artisti del pick-up, dopo che è stata sviluppata l’attrazione. L’obiettivo di queste tecniche è costruire una maggiore connessione e senso di fiducia, sia per prolungare la relazione sia per rendere più probabile la successiva seduzione. La ricerca psicologica offre anche supporto per questa idea, osservando che l’esibizione di molte virtù morali, gradevolezza, empatia e reattività emotiva sono in effetti tutte le chiavi per mantenere una relazione intima.

Caro lettore, finalmente il nuovo sito è pronto. clicca il link o l'immagine

      www.ilsensei.it

E una volta sul nuovo sito vai sulla funzione "cerca"

e digita la parola chiave che ti interessa per trovare l'articolo.