Di seguito il commento di una persona che segue Tp da molti anni, ma che soprattutto si è sempre messo in gioco partendo da una situazione in cui finiva spesso in zona amicizia (o con un due di picche).

Si dice che un maestro è davvero tale quando viene superato dai suoi allievi. Pur non sentendomi un “vero maestro” posso però affermare con il massimo orgoglio che costui è andato davvero oltre le mie aspettative.

Come ha fatto? Ha seguito sto benedetto Percorso della Seduzione, ma lo ha fatto davvero! Si è messo in gioco spazzando via le idee che prima lo bloccavano a terra e lo avevano incastrato in un loop di comportamenti non sani.

Adesso lui è contento, sereno, seduce e rimorchia come ha sempre desiderato  e si sente una persona migliore, quella che sapeva di essere ma che non aveva avuto il coraggio di diventare.

Ecco il suo commento:

Yngwie83

Ciao Sensei,
oramai ti scrivo principalmente per raccontarti esperienze…
Te ne racconto una accadutami ieri sera.
Rientro dalla palestra verso le 22, cena doccia e vado a bere una birra con un amico.
Dopo aver fatto un giro in qualche pub decidiamo di concludere la serata in un terzo locale. Qui, noto una ragazza che mi guarda spesso.

Faccio il finto tonto con la scusa di andare ai bagni e passando la tocco in modo palesemente voluto ma che poteva esser tranquillamente giustificato come involontario. Così, per sentire la sua eventuale reazione. Che è stata più che positiva, ha mantenuto il contatto per tutta la durata del mio “passaggio” senza problemi, il tutto senza nemmeno guardarci in faccia.

Quando rientro dal bagno e incrociamo lo sguardo e mi sorride, io mi avvicino e le chiedo il nome dicendole che mi sarebbe piaciuto conoscere il nome di quel sorriso (lo so, è una frasaccia da fotoromanzo ma, fanculo, in qualche modo dovevo provare ad avvicinarla!).
Da qui, iniziamo a parlare e subito continuo col contatto fisico in maniera graduale ma costante; la musica (da schifo) è alta e questo mi aiuta ad avvicinarmi ed aumentare notevolmente la superficie del contatto.
Piccola postilla: lei è insieme ad un’amica e circondata da 4 quarantenni che fanno notevolmente i piacioni.
La faccio breve… la seduco in tutti i modi imparati nel percorso: contatto fisico sino allo stremo, le parlo all’orecchio e le dico che mi piace, ridiamo, scherziamo e “non ci stacchiamo un attimo”. Qui le chiedo il numero e lei mi fa il primo test. Mi dice che è ancora presto, che ci siamo appena conosciuti e che NO, non me lo darà. Io me ne sbatto e gioco il jolly… prendo un fazzolettino dal bancone del bar, chiedo una penna alla barista (ne avevo una con me ma ho preferito che lei vedesse che non mi mettevo alcuno scrupolo a fare questo davanti ad altre persone), scrivo il mio numero e glielo infilo in tasca dicendole: “ora tu hai il mio, fanne buon uso” il tutto ad un millimetro dall’orecchio e sussurrandole successivamente che profumava di buono.

Il suo linguaggio del corpo si apre ulteriormente, senza rendersene conto ci troviamo lei seduta su uno sgabello e io dentro le sue gambe a parlare e flirtare. Mi giro intorno e vedo i “quattro dell’Ave Maria” visibilmente in soggezione e piuttosto spaesati. Lei inizia a passare inconsciamente la lingua e a mordersi le labbra.

Qui decido di tentare… ho messo la mia faccia tosta migliore (cosa fino ad ora praticamente mai successa) e sti gran cazzi se poi non dovesse andare… provo a baciarla. Lei, si scosta gentilmente, senza scatti, dicendomi che è presto,e che non posso avere tutto subito e che se dovessi rifarlo mi prenderei uno sganassone. Le rispondo che gli schiaffi presi per questo sono i migliori. Mi dice anche che è senza macchina perchè è venuta con l’amica. Qui le dico di scegliere… “o ti bacio adesso o ti accompagno a casa, però non ti bacio”. Lei ride e dice che non ci crede che io non provi a baciarla nuovamente e rifiuta il mio passaggio dicendomi che avremo modo di rivederci sicuramente, ora era troppo presto. Io accetto e continuiamo a flirtare.

La serata finisce così… lei va via con l’amica. Ma prima di andare mi dice una cosa che mi ha fatto capire che il percorso è quello giusto. Testuali (o quasi) parole sussurrate all’orecchio: “Sei stato perfetto, nessuno ci ha mai provato con me in questo modo, mi hai completamente spiazzata. Non so se ti chiamerò, ma se dovessi la prima parte la abbiamo già superata. Tanto ho il tuo bigliettino nella tasca sinistra, giusto?” Ed è andata via.
Io… cazzo sono contento.
Faccio una considerazioncina… Non so perchè ma ora provarci non mi crea nessuna ansia. Questa settimana sono stato tre giorni a Roma e ad una cena con una splendida ragazza campana abbiamo flirtato a più non posso. Avessi avuto a disposizione anche il dopocena non so come sarebbe andata a finire.

Ora faccio così, se una mi piace, ci provo. Punto. Non vorrei passare per uno di quelli che ci prova con tutte, ma so che non è così perchè… Io ci provo con chi decido di provarci non con la prima che vedo. Prima aspettavo ad “innamorarmi” per provarci (e infatti non era amore e mandavo tutto a farsi benedire) Ora… testo il mio percorso, in attesa di trovare quella giusta. E questo grazie a tee Sensei…
Ora, non so se chiamerà e questo non è importante. Però sò che l’ho sedotta.

Chissenefrega se chiamerà o meno, quando una ragazza arriva a dirti “sei stato perfetto“, il risultato finale poco importa. Perchè lui ha capito che puoi essere perfetto ma non farla tua per un numero infinito di ragioni delle quali non te ne deve fregare nulla.

61 Commenti

  1. Ciao Sensei,
    ti scrivo qui perchè non ricordo un articolo inerente a quello che sto per raccontarti. Il titolo potrebbe essere “storie di persone che non riesco a capire” o “sembra che me le cerchi tutte io ma vabbè, anche questa è esperienza”.
    Provo ad essere sintetico.
    Ricordi che ti dissi della tipa che conobbi quando andai a dare un esame professionale? Ecco, un mese fa decido di ricontattarla.
    Rispetto alla volta scorsa, mi gioco meglio le carte, gioco più di “fioretto” che di sciabola e iniziamo a sentirci. Lei abita ad un’ora da me e lavora ad’un’ora da me… dall’altra parte.
    Siamo tutti e due molto impegnati lavorativamente e incontrarci, per il momento veniva male. Tuttavia ci sentiamo h24, messaggi, messaggi vocali, chiamate di un’ora anche più volte al giorno. Iniziamo a volerci conoscere non più per gioco ma davvero. La tensione sessuale è altissima, ci provochiamo pesante, lei si masturba pensando a me e ascoltando il suono della mia voce, mi manda le foto delle mani inumidite e non solo. Parliamo molto e ci confidiamo in maniera sempre leggera e ironica. Mi sembra una persona che sotto la maschera della “figa imperiale che fa la VIP” abbia una bella personalità. E’ molto intelligente, scrive in maniera impeccabile ed è molto recettiva e sveglia.
    Io, decido di volerla conoscere meglio e così anche lei.
    Qualche giorno fa… primo sclero.
    Passa dal voler fare la doccia con me al dirmi che non vuole farsi male e che la distanza è una cosa impossibile, così da un momento all’altro e con una velocità disarmante. Io la chiamo, mi mantengo calmo e impassibile; capisco la sua paura. Lei cerca in tutti i modi una scusa un appiglio per mollare tutto. Io non gliene do manco mezzo e anzi, la metto alle strette chiedendole esplicitamente che cosa vuole fare con me. Le dico che io ho scelto di vivermela e giocarmela ma che le scelte si fanno in due e la sua non la posso fare io. NOn sarebbe giusto nei miei confronti e nemmeno nei suoi. Perchè, qualora dovesse andar male, la colpa ricadrebbe su di me. La sento che si sta allontanando e la tranquillizzo, le spiego che le sue “paure” le ho anch’io e che potremmo provare ad affrontarle insieme; mi dice che le piaccio tanto che vuole di più che insieme si può tentare. Lei si tranquillizza e riprendiamo a sentirci come sempre. Stanotte altra “bagnata” pensando a me…
    Riesco a liberarmi per stasera, glielo dico e lei è entusiasta.
    Lavoro sino a poco fa per poter andare da lei qualche ora prima e passare più tempo insieme. Continuiamo a sentirci e a provocarci come sempre. Ad un tratto io dico: Mi devo ricordare di andare a comprare i preservativi! Lei “non preoccuparti, non ne hai bisogno, prendo la pillola”.
    Io le dico che sono abituato a fare sesso con il preservativo e ci scherzo dicendole che sono soldi ben spesi, lei mi chiede se l’ho mai fatto senza. Io le dico che è successo raramente e solo quando conoscevo davvero una persona e che non credevo che il preservativo fosse un problema. Qui mi dice che non lo è ma che allora ci vedremo quando ci conosceremo davvero perchè lei non è solita concedersi a chi conosce così poco. Io acconsento e anzi le dico che stasera sarebbe la prima occasione per iniziare a frequentarci dal vivo e conoscerci. Qui, ribadisce che ci vedremo quando ci conosceremo davvero, risposta stizzita e di ripicca a quello che le ho scritto.
    Al che io le scrivo che vorrei sapere come faremmo a conoscerci senza vederci, che vorrei conoscerla, che rispetto ciò che mi ha detto sul concedersi ma che io USO il preservativo. E che mi sembra assurdo questo suo nuovo cambio di rotta per una cosa del genere. Ancora non risponde.
    Considerazioni: La prima volta mi ha dato l’impressione che stesse cercando un appiglio per potermi allontanare, uno qualsiasi. Ma non ha trovato nulla.
    Ora invece, ci è riuscita. E su una cosa talmente ridicola che sta riuscendo a fare quello che la manderà a quel paese e lei sarà con la coscienza pulita perchè… Hai 34 anni e usi il preservativo?
    No n ti chiedo un consiglio, ti chiedo una tua opinione.
    Ho capito che, per volerle bene, non è la ragazza per me. Ma la soddisfazione di esser riuscita a darmi una colpa perchè la cosa non andasse non vorrei dargliela. Anche se probabilmente me ne dovrei sbattere altamente e mandarla a cagare. Cioè, manco ci siamo visti e vuoi che lo faccia con te senza preservativo? Ma siamo fuori? Ora mi tirerà fuori la storia che non mi fido e l’ho ferita, che l’ho trattata da appestata e che l’ho umiliata. Ma io so di non aver fatto niente di male. Mi spiace perchè, un po’ speravo potesse essere una bella possibilità. Ma mi sbagliavo. Ora aspetterò la sua risposta per chiudere la cosa…
    Peccato sembrava una bella storia, servirà come esperienza.
    Ti ringrazio per la tua opinione, mi sarà utile come sempre…

    • Ps. Ora si scusa, dicendo semplicemente che avremo altre occasioni e che le dispiace se ci sono rimasto male. Per me è bipolare…

      • Di certo non sta bene, quale sia la ragione in fondo a te non deve importare più di tanto. Ti posso assicurare che anche io ne incontro di matte, di tutti i generi e alcune anche peggio di quest’ultima di cui mi hai raccontato (anche se sembrano all’apparenza normali). Con lei, secondo me, qualsiasi cosa fai sbagli. Di conseguenza tanto vale agire in base a quello che tu vuoi, fregandotene anche di una sua eventuale reazione, se le cose vanno così bene altrimenti avanti la prossima. Goditi il piacere della conquista, stai bene con lei per quel che si può, il mondo è strapieno di disturbate/i che non possiamo salvare.

        • Si, sto lasciando passare anche questa ma ora se vuole me, deve esporsi molto di più. Le cose si fanno in due e non posso essere sempre io quello che si sbatte per riuscire a vedersi e poi, tra l’altro, se la prende pure in saccoccia. Se vuole me come dice, che me lo dimostri, io l’ho già fatto. Nel frattempo mi godo questo e non mi precludo altro.
          Grazie ancora, Sensei… è sempre un piacere parlare con te!

  2. Bellissima lettera! l’importante è avere fiducia in se stessi. Ha fatto bene a provarci se in quel momento ne sentiva la necessità, tuttavia fatico a trovare il motivo per cui essere felice. In due serate ha ottenuto ben zero risultati.

    • GrazieSensei ti rispondo con molto piacere.
      Passare dal credere che esista solo una persona e non essere mai stato una possibilità per lei, al riuscire a provarci con chi in quel momento ti piace – senza aspettare la “grazia” di essere scelti da qualcuna che nemmeno ci piace – è un qualcosa che, credimi, rende felici.
      Ma questa è la minima parte. Io, personalmente, non baso i miei rapporti sull’analisi statistica. Qui non si tratta di un 2-0. Quello va bene nella schedina, non tra persone. Per ottenere un “risultato” come tu lo chiami basta molto molto meno. Io ho parlato di seduzione che -a differenza di ciò che ha scritto una ragazza in qualche precedente commento – credo sia l’essenza di tutto. Sedurre vuol dire coinvolgere, attirare a sè, fare in modo che tra due persone ci sia la “chimica” che muove il mondo. Per una scopata a lungo andare basta qualche strategia da PUA. Ma il gioco della seduzione, quello sano, e il piacere della conquista “in modo sano” (è bene specificarlo non si sa mai che si pensi che conquistare significa fare la collezione di figurine) di una persona che vale, che merita per poter semplicemente vivere dei momenti insieme è qualcosa che va oltre la sola scopata.
      Non pretendo che tu sia d’accordo, ma ti auguro di provare le sensazioni che ho provato io…
      PS… Se leggi i commenti sotto… lei ha chiamato.. 😉

  3. Ciao Sensei,

    dopo 5,5 settimane di contatto 0 (tolto un incontro casuale come da commento sopra), o la incontro stasera casualmente, oppure domani la chiamo.

    Se di persona come devo essere? contatto fisico si o no? altri suggerimenti?

    Grazie 🙂

      • Buongiorno! Update: ieri sera non è venuta dove mi aspettavo. l’ho chiamata, era commossa e le si fermavano le parole in gola. Tra una chiacchiera e l’altra, ci siamo dati appuntamento per un caffè; mi ha detto subito di sì. Stiamo a vedere…..

          • Ciao Sensei, ti aggiorno sull’incontro, forse non ho mandato il messaggio prima. Ci siamo visti. Un po’ di freddezza iniziale e fatica nel prendere il ritmo della discussione. Mi ha subito detto “quanti cambiamenti che noto nel vestire”e anche “sei dimagrito vero? io sono ingrassata invece” . Mi ha chiesto se avessi iniziato o meno una cosa che mi aveva suggerito lei e mi ha fatto alcune domande su quello. Lei ha fatto dei miglioramenti rispetto alla sua situazione precedente, molto bene. Dopo 20min, ho detto che dovevo andare e si è stupita “ah, di già?”. e mi ha richiesto ” mi ha stupito che mi hai chiamata e non ho capito lo scopo dell’incontro di oggi, pensavo mi odiassi e non mi volessi più vedere”. Ho risposto con un semplice “ma che odio, è una discussione normale, mica dovevamo riaprire vecchie discussioni”. Abbiamo riso e scherzato, con qualche battutina e contatto fisico (sulle mani/braccia + 2 baci all’inizio e alla fine). Alla fine le ho detto ciao, mi ha fatto piacere. Niente altro. mi sono girato senza aspettare una sua risposta e me ne sono andato alla macchina senza guardarla più. Ora siamo di nuovo nel silenzio…commenti? cosa te ne pare?

          • Se non si fa sentire (come farà), ha senso risentirla fra una settimana e offrirle di nuovo un’uscita un po’ più lunga?

          • Avrai solo un’altra chance: chiamala e invitala, se accetta bene altrimenti non potrai più fare altro.

          • Ciao Sensei, ecco un nuovo importante aggiornamento. Stasera sono uscito sul Tevere e l’ho incontrata casualmente con 2 amici. Ha insistito che mi sedessi e, non essendoci sedie si è seduta su di me, abbrancciandoci e continuamente toccandoci anche perché la prendevo in giro. I suoi amici andavano e venivano e quindi abbiamo iniziato un po’ a parlare più intimamente, scherzando finché mi chiede se la porterò ancora in bici “dato che siamo amici”… ovviamente sorriso e dico di sì, anche se la parola amico non esiste.
            Domanda 1: non do peso a questa frase, giusto?

            Faccio per andarmene e ha voluto accompagnarmi alla metro e ha detto che è triste e mi ha fatto capire che voleva un abbraccio… si è stretta tanto a me. Le ho dato 2 baci sulla fronte e me ne sono andato.

            Ci rivediamo giovedì sera. La voglio baciare, c’era un feeling ed un contatto molto migliore di quando stavamo insieme fidanzati; diciamo che tutto sembrava come le prime uscite appena conosciuti. Che voglia!

            Domanda 2: prossima volta bacio direi, no?

            Mi ha detto che non le era ancora chiaro l’incontro dell’altra volta (era il 1o, oggi siamo al 2ndo) e non capisce i miei loschi piani (ridendo). Mi ha detto che non mi scriveva perché non sapeva bene… ha provato ancora a dirmi “scrivimi l’ora precisa giovedì” e le ho ribadito che doveva scrivermi lei!

            Cosa ne pensi?

          • Per ora tutto sta andando bene, ricorda che potrebbe comunque cambiare idea all’ultimo momento, quindi piedi a terra e occhi fissi sull’obiettivo.
            1. Non ha molto senso, non siete amici, lo sa anche lei ma le serve metterti in un “gruppo” di persone per identificarti.
            2. Non è detto, ormai la seduzione ha poco senso, devi sentire il momento e agire di conseguenza.

          • Ciao Sensei,

            ti aggiorno. Siamo usciti e dopo un po’ mi ha chiesto un mini massaggio al collo gliel ho fatto con baci sul collo. Dopo un po’ l’Ho rifatto provando a baciarla da dietro ma più volte ridendo, mi ha detto di non provarci. Ci ho riprovato ancor dopo un po’ ma niente bacio per ora. Da precisare che anche quando abbiamo iniziato a frequentarci all’inizio me l’ha fatto sudare sto maledetto bacio, ed il sesso pure.

            Capito che ci sto provando l’avrà capito ecco ahahah,altro che amicizia. Il feeling era alto, come se non ci fossimo mai lasciati.

            Mi diceva ‘potremmo andare a mangiare qui, potremmo andare di là’ ecc.

            Ci rivediamo sett prossima. Non le scrivo più fino poco prima dall’ora, no?

            Cosa ne pensi globalmente?

          • Ormai il reset ha fatto il suo, ora sta a te viverla nel modo giusto. Eviterei di tempestarla di messaggi ma anche di scomparire del tutto.

          • Ciao Sensei,

            ti aggiorno. dopo il silenzio di 3 giorni, le ho scritto oggi che vorrei vederla. mi ha risposto che vuole essere sincera e che sta uscendo con un altro ragazzo e dunque non le sembra il caso.

            A me suona di cazzata gigante, ha paura di fare i conti con le sue emozioni; io le ho viste settimana scorsa quando ci siamo visti, le piaceva stare con me.

            Cosa mi consigli di fare?

          • Fai come se non fosse accaduto nulla, che lei si veda con qualcuno non ti deve importare, per ora.

          • Alla fine l’ho chiamata e abbiamo parlato un po’; mi ha detto che nel caso possiamo vederci, ma senza doppio fine. Si è scusata dell’avermi illuso comportandosi come se fossimo ancora insieme le 2 volte precedenti (grande confidenza), ma le è venuto naturale. Dice che è felice e che la sua decisione l’ha presa 2 mesi fa, e non ci torna sopra. A voce sembrava molto decisa ed irremovibile della sua scelta.

            la domanda è: a seguito di queste affermazioni (che ok le parole contano poco), persevero nello scriverle di uscire, oppure è effettivamente ora di mollare?

      • Ok capisco, dare un segno di presenza ogni tanto.

        Secondo te ha senso che ci si riveda 2/3 volte la settiman facendo anche cose che si facevano insieme molto particolari oppure è presto ed meglio aspettare il fatidico bacio?

        …. ad esempio sto wknd avrei casa libera, ma mi sembra troppo presto invitarla a dormire (cena è impegnata), no? aspetterei post bacio, npn credi?

        E’ difficile dosare l’acceleratore, non so se gasare o tenera il gas puntato

        Grazie!

        • Debbo dirti la verità: ora sta davvero a te. Il reset serviva a sbloccare una situazione che non riuscivi a sbrogliare, bene. Il caldo freddo a riaprire i giochi, ancora bene. Adesso scatta la vera seduzione e chi meglio di te, che l’hai già conquistata, può sapere come agire. A intuito, ma potrei sbagliare, forse vuole più spazio ma anche un tuo essere più deciso nel prenderla e farla tua.

          • Io credo che lei (come me) abbia paura di rifare gli stessi errori e vada piano piano per riconoscerci, riacquisire fiducia ecc…mia opinione
            Lunedì ci vediamo, organizzo una cosa semplice ma molto carina e romantica che apprezzerà sicuramente. Stiamo a vedere.

            In ogni caso ti ringrazio molto per i tuoi consigli Sensei, grazie davvero

          • Ciao Sensei,

            ieri le ho scritto (da giovedì quando siamo usciti non ci si sentiva) un messaggino stupido con una foto, mi ha risposto con una foto, ancora un mess a testa e fine, piuttosto asettici entrambi. Mi fa innervosire il fatto che non mi scriva lei…. mi fa pensare che non sia così interessata, ma dall’altro lato ho letto il tuo articolo https://www.tupuoisedurre.it/se-non-si-fa-sentire-non-chiama/. Ora ho sempre “paura” di elemosinare scrivendole….ok che non è mai stata una che scriveva molto (nemmeno all’inizio), però bo, un po’ di bilanciamento non sarebbe stato male. Domani dovremmo vederci; il pomeriggio vengono degli amici che abbiamo conosciuto insieme e non so se scriverglielo per dirglielo o meno, sembra che elemosino sempre. (giovedì mi ha scritto lei per l’orario della sera). Sono combattuto da un lato sul non scomparire come mi hai detto, dall’altro sul farmi sentire . penso che hai già capito senza che io continui ecco ahahah

          • Se non ti va di scriverle perché ti sembra di elemosinare allora non lo fare, mica dovete sentirvi in continuazione.

          • No lo so, hai ragione. Però tra i due sono sicuramente io che spingo la “barca” ecco. Ieri l’ho chiamata, non mi ha risposto e oggi le ho scritto quello che dovevo dirle per telefono (stupidata), dicendole anche che possiamo evitare di fare i freddi al telefono e addittura può chiamarmi… ha detto ridendo di non esagerare. Poi ha detto che ha un po’ di PENSIERI PER LA TESTA e degli impegni fastidiosi….ci saremmo dovuti vedere stasera ma salta probabilmente perchè ha un’amica in crisi. Ad esempio domani posso ancora, ho tempo, ma scriverglielo ancora sembra di essere bisognoso (il resto della settimana non posso, sono via)

            Mi piacerebbe che ogni tanto si facesse viva anche lei, oltre che me. dal vivo è tutto bellissimo con tanta confidenza, poi si torna in una sorta di “paura di uscire dalla propria comfort zone” scrivendo all’altro.

            Tu che sei esperto, come la vedi? benissimo dal vivo, asettica nel normale. Non riesco a togliermela di mente, pazzesco!

          • Dovete capire che non sono qui per dare rassicurazioni, e se le chiedete dovrebbe farvi riflettere sul potere che una persona ha su di voi e su quanta poca autostima vi abbia lasciato. Devi anche lottare contro la marea che ti spinge al largo, non puoi essere alla sua mercé, devi reagire. Se sei convinto di aver fatto tutto il possibile è giunto il momento in cui NON fai più nulla: vuoi una persona accanto perché desidera starci o perché tu l’hai convinta che è la cosa migliore da fare?

          • Capisco. Ormai sono un po’ di settimane che ti aggiorno sulla mia situazione; penso che io stia facendo davvero tanto, sia per me stesso sia per la riconquista. Ora le lascio un po’ di spazio non facendomi sentire, ha degli impegni noiosi che le danno parecchi problemi fino a giovedì, vediamo un po’ cosa succede poi.

            Grazie Sensei

          • Certo, però dirle ancora “dai usciamo a berci un caffè” suona di bisognoso. Mi pare di lottare contro i mulini a vento.

            Con che tempi potrebbe aver senso ora richiederle di uscire? già questa settimana/oggi oppure lasciare un po’ di spazio tipo 1 settimana di mezzo?

          • Mi pare che ti stai un po’ perdendo, un po’ più di sicurezza per la miseria! Ti stai trasformando in un beta che chiede le tempistiche, cosa dire e cosa fare: Tu non sei così! Non è che se le mandi un sms due ore dopo cambia nulla…

          • Ho assimilato la chiusura e sto decisamente meglio; l’esser stato nella speranza 2 mesi mi ha torturato per bene. Ora vedo il da farsi, anche se telefonicamente l’altro giorno ha chiuso qualsiasi possibilità lei!

  4. Ciao Sensei,
    provo a riscrivere il commento, ieri mi ha dato un errore di connessione e non so se è arrivato. Nel caso, cancella pure questo.
    Oggi ti scrivo per raccontarti delle sensazioni mai provate. Sono per me la prova della grandezza del percorso di TpS. Ma anche della responsabilitá che esso comporta.
    Provo a farla breve.
    In queste due settimane mi sono capitate talmente tante cose che mi hanno disorientato un po’. Da noi si dice (te lo traduco) “alle volte troppo e alle volte nulla”. Questo è il caso del troppo…
    Primo: Vado a dare un esame per la mia professione e la segretaria della societá mi mangia lettetalmente con gli occhi. Io utilizzo solo un buon linguaggio del corpo, non le dico praticamente una parola. Il giorno dopo mi contatta col suo numero privato, iniziamo a provarci pesantemente e in maniera molto esplicita. Lei è una che ci sa fare e mi lascia in sospeso… ma non me ne frega un cazzo e ti spiego perchè…
    Ho conosciuto una ragazza davvero carina, una di quelle per le quali vale la pena corteggiare e non semplicemente rimorchiare. Stiamo procedendo a piccoli passi. Al momento preferisce che ci vediamo in compagnia e non da soli, ma continua a messaggiare con me per tutto il giorno. È una ragazza che mi piace, e soprattutto… mi ispira qualcosa di più che una semplice scopata.
    Terzo: la ragazza dell’articolo mi ha chiamato.
    Lei è rimasta stordita da come l’ho sedotta. Ci scoperei volentieri e non voglio niente di più perchè ha giá famiglia e non mi piace impelagarmi in queste situazioni. Lei sa benissimo che sarebbe solo sesso e le va bene.
    Qui nascono i miei pensieri… è tipo lo yin e lo yang da te descritti… da un lato la voce che mi dice scopala fino a che non sei sicuro dell’altra, dall’altro quella che mi dice che se una ti interessa davvero non è corretto, per te e per lei, fare il doppio gioco. Parafrasando il manuale… io voglio essere un lupo non un leone.
    Non chiedo cosa dovrei fare, perchè lo so giá, il problema è che so che è difficile rischiare una cosa sicura temporanea per un’incognita. Ma sono fatto così e rischierò… anche se è dura.
    PS ironico
    Mai avrei pensato di mettermi problemi per le troppe donne! Paradossalmente è il lato oscuro del percorso!
    Però la vedo come una crescita del maschio alfa.
    Mi piacerebbe una tua opinione.

    • Il lato oscuro del Percorso è la parte più bella ! Battute a parte (fino a un certo punto a dire il vero), ti sta accadendo la cosa più ovvia: ti stai “inalphendo” e questo le ragazze e l’universo lo percepiscono subito. Io non andrei troppo a filosofeggiare su cosa è giusto e sbagliato, se scoparsi una mentre si seduce un’altra sia eticamente giusto, in fondo non stai con nessuna delle due e fintanto che sei sincero su quello che desideri e come ti poni non ci vedo nulla di male. Il sesso è energia, potente e meravigliosa, perché non scatenarla? E poi ricorda i benefici di avere molte “scelte”, l’abbondanza mette nella giusta prospettiva quello che ci accade introno e ci fa vedere le ragazze con un pizzico di lucidità in più, che non guasta mai. Detto questo sta sempre a te decidere, ma ricorda che la “colpa” è stata inventata dall’uomo, non credo da Dio. Io personalmente, se sono davvero interessato a qualcuna, non provo alcuna pulsione sessuale verso le altre, ma è soggettivo…

  5. Buongiorno Sensei,

    ieri sera sono uscito con una ragazza; è stato bello avere qualcuno che ti corresse dietro, ti apprezzasse, ti desiderasse e flirtare in generale; mi ha fatto aumentare l’autostima e il fatto che ancora “ci so fare” con le ragazze. Ho tenuto un buon comportamento alpha sicuro di me e delle mie “qualità”, scherzando, prendendo in giro, facendo un po’ il caldo un po’ il freddo ( ci sono ampi margini di miglioramento qua). Sicuramente un bel passo in avanti. La serata è terminata con molteplici baci ecc, ma era intuibile vista la situazione creata prima. Bhè, grazie dei consigli 🙂

    Settimana prossima spero nell’incontro casuale con la mia ex e offrile un incontro… e vedere come va

  6. Buongiorno Sensei.
    Gradirei lasciare anche io la mia piccola testimonianza sul percorso fatto.
    In realtà però, vorrei girarti un messaggio che mi è arrivato da un mio caro amico, mentre stavamo facendo un discorso (non di donne).
    Cito il mio amico:
    “Una cosa invece, permettimi di farti i complimenti, sei davvero cresciuto molto. Veramente, (non te lo dico dall’alto di un trono, ma da persona a persona) tra di noi credo che tu abbia avuto un non lo so un cambiamento o semplicemente una visione delle cose, molto matura. Ritengo che in parte sia dovuto alla tua spontaneità. Se poi accompagni alla spontaneità un ragionamento lineare ecco che sei a cavallo, e ciò che dici (dirai) non può (e non potrà) essere messo a tacere da un no.”
    La cosa mi ha fatto riflettere perché ho pensato: è più difficile che una persona molto vicina a me si accorga di un cambio così netto, rispetto magari ad una persona con cui non ci si vede da molto? O sbaglio?

    • Hai ragione, poi dipende anche dalle persone, alcune sono più sensibili e attente, altre meno. In generale mi sembra che ti sia successo qualcosa di bello!

      • Assolutamente. Magari è più difficile accorgersene da soli (almeno per me), per è bello che qualcuno abbia notato la cosa. Non che fosse necessario dimostrarlo o altro, solo che questa è una sorta di ulteriore prova che il percorso su di me ha funzionato.
        È una cosa che auguro a tutti questa.

  7. Ciao,

    Lunedì potrei forse incontrarla perché ha un suo evento.

    Vado e sfrutto l’occasione per invitarla ad uscire giovedì/venerdì o evito apposta e la chiamo proprio lunedì, (non in orario evento) così passerebbero 8 gg da quanto detto nei mess sopra?

    Grazie

      • No, domenica scorsa l’Ho incontrata con suoi amici. le ho detto ciao X e basta. Ho riso e scherzato coi suoi amici e non l’Ho degnata di mezzo sguardo.Era palesemente triste.
        (trovi i miei mess qui sotto che descrivono meglio l’incontro). Ti ricordo che 28gg sono già passati.

        Altra cosa; visto che l’altra volta non l’Ho degnata di mezzo sguardo, questa volta farei un po’ di caldo freddo o solo freddo? a pag 139 regola 4 non mi é chiaro se bisogna fare caldo freddo o solo freddo.

        Mi rispondi ad entrambe le domande per favore?
        Grazie

          • In verità sono due perché la prima te l’avevo fatta nel messaggio precedente, poi tu mi hai fatto un’altra domanda. Il senso è la vedo o no lunedì?
            Se mi potessi aiutare te ne sarei grato.

            Riguardo caldo freddo cosa dici?

          • Di rilassarti e capire che il Percorso non funziona come credi tu: non ti dico tutto quello che devi fare ma sta a te prendere da solo delle decisioni. Per il caldo/freddo ti ho già risposto e detto di farlo. Per le tempistiche non sono nei tuoi panni e nemmeno nei suoi, quindi sii uomo e prendi una decisione da solo.

          • Ok va bene, grazie. Semplicemente non mi era chiaro del tutto il punto 4 pp 139 se andasse applicato o meno caldo freddo. grazie

  8. Ciao Sensei, torno alla carica.

    Lunedì potrei rivederla (sarà impegnata per fatti suoi). Vale la pena o è meglio far passare 7 10 giorni come mi hai detto sopra, con decorrenza domenica quando l’Ho vista?
    Questo implicherebbe aspettare altri 7 giorni per provare a ricontattarla dopo?

    Grazie

    • Non è matematica, non posso dirti di preciso quanto tempo attendere, ecco perché il Percorso è utile: t da gli strumenti per prendere le decisioni con un minimo di autonomia in più. Per esperienza ti posso dire che la fretta porta solo a fare danni…

  9. Ciao Sensei,

    ho preso il manuale per riconquistare la ex.
    E’ quasi un mesetto in cui non c’è il ben che minimo contatto. Mi ha lasciato dopo che l’ho lasciata io per darle una lezione 2 mesi fa. Il mese dopo lei ha lasciato me. E’ una dura, una romana vera, abbastanza orgogliosa di 27 anni. Nel manuale non ho ben compreso come passare dalla fase di silenzio all’azione, considerando che difficilente ci si può incontrare per caso e andare a degli eventi che lei organizza mi sembra alquanto ridicolo. (cosa ne pensi?)

    Vorrei appunto capire come muovermi dalla fase di non contatto al primo contatto.
    Il fine è farsi sentire nella speranza che mi scriva lei poi,
    oppure farsi sentire e già offrirle un’opportunità di vedersi (tipo “ti va un gelato domani sera?”)?

    Probabilmente opterei per SMS o chiamata; niente che abbia l’orario di visualizzazione e quindi sia pressante. LA chiamata: la potrei usare ma non so realmente cosa dirle se non appunto come va e dirle del gelato.

    Cosa mi suggerisci come prima uscite da proporre nel sms/chiamata, che non sia il gelato? deve durare poco e interrompersi sul più bello immagino, in modo tale da lasciarle l’amaro in bocca e la voglia di scrivermi

    Devo essere caldo freddo?

    Se penso ora all’incontro mi viene un’agitazione tremenda, e il caldo romano non aiuta ahahah

    Se c’è una sezione più adatta dove postare il mio mess fammi sapere.

    grazie in anticipo

    Manuel

    • Rivederla serve a mostrarle il “nuovo” te, farle capire che hai compreso i tuoi errori e che sei andato avanti nella tua vita. Deve essere una cosa rapida, massimo cinque minuti. Se lei organizza un evento non ci vedo nulla di male ad andarci, è chiaro che lo faresti per rivederla, oppure potresti andarci con un amico e trovare una motivazione plausibile. E’ chiaro che le verrebbero dei dubbi, ipotizzando che tu sia lì per lei, ti basterà mostrarle il nuovo te, parlarci 5 minuti, a questo punto ne basterebbe anche qualcuno di meno e salutarla prima che lo faccia lei: “Ti lascio lavorare”, le stampi un bacio e un caloroso abbraccio e ti fai per resto del tempo gli affari tuoi senza degnarla di uno sguardo (neanche uno)!

      • Ok, capisco.
        Nel caso invece non ci si incontri proprio, posso chiamarla e offrirle di rivederci, con frasi del tipo “mi va un gelato, domani sera potrei aver tempo verso le 21, ti va?” ovviamente dopo averle chiesto come va.

        cosa ne pensi?
        il primo messaggio dopo la fase di contatto 0 è già quella con cui si offre di un’uscita, oppure è giusto per farsi sentire e qualche giorno dopo offro l’uscita?

        Sopra dici bacio, ma sulla bocca o guancia?

        • Il fatto che tu stia cavillando e cercando risposte “certe e precise per ogni occasione” mi fa capire che non sei proprio pronto. Sedurre una donna è istintuale, non può essere un diagramma di flusso meccanico e preciso! Addirittura vuoi sapere cosa dirle??? Ma io non posso dirtelo perché non vi conosco, non avrebbe senso alcuno darti frasi fatte che ti assicuro farebbero solo danni. Non l’hai mai invitata per vedervi? E poi mi sembra che tu abbia una paura fottuta di incontrarla visto che avresti la possibilità di farlo ad uno dei suoi eventi eppure ti ostini co sta “caxxo” di inutile telefonata da beta…

        • Il fatto che tu stia cavillando e cercando risposte “certe e precise per ogni occasione” mi fa capire che non sei proprio pronto. Sedurre una donna è istintuale, non può essere un diagramma di flusso meccanico e preciso! Addirittura vuoi sapere cosa dirle??? Ma io non posso dirtelo perché non vi conosco, non avrebbe senso alcuno darti frasi fatte che ti assicuro farebbero solo danni. Non l’hai mai invitata per vedervi? E poi mi sembra che tu abbia una paura fottuta di incontrarla visto che avresti la possibilità di farlo ad uno dei suoi eventi eppure ti ostini co sta “caxxo” di inutile telefonata da beta…

          • Ciao,

            grazie per le risposte.
            Update:
            Ci siamo visti ieri sera in un famoso posto qua a Roma, io coi miei amici, lei coi suoi. Sono entrato in questo posto e ho parlato con dei conoscenti, poi cerco i miei amici e vedo che stanno parlando con gli amici di lei. Io arrivo, saluto tutti e le dico Ciao Marta e stop. Lei risponde con un semplice Ciao, mi squadra da capo a piedi (avevi nuovo look e abbigliamento). Poi non la degno più di mezzo sguardo, niente e mi metto a ridere e scherzare coi suoi amici, ero brillante e molto su di morale. Avrei voluto in un secondo tempo fare un po’ di “caldo”, ma se ne sono andati subito (erano già in partenza quando siamo arrivati). Quindi niente, finita così. mi ha visto in tutto il mio nuovo io. Era molto triste e sola (ho notato e mi hanno anche detto i miei amici) , in compagnia di certe persone che proprio non digerisce.
            Ora aspettiamo sue mosse, e se non arrivano, magari settimana prossima la contatto

            Cosa ne pensi?

            Grazie
            ciao

LASCIA UN COMMENTO