Come fare con le ragazze stronze?

Ma soprattutto, come pensano in troppi, lo sono tutte o soltanto una piccola parte (di solito quelle molto belle)?

Non sono due domande a cui rispondere è semplice ne tantomeno è possibile farlo rapidamente. In questo articolo, che spero sia chiaro ha un incipit provocatorio, vorrei proprio parlare di questa tipologia di donne o, più precisamente, di quelle che pur non essendo “stronze” si comportano come tali.

Diciamo che uno conosce una ragazza, all’inizio ci va con molta leggerezza e attenzione, magari con ironia la prende in giro e tuttosommato non la mette neanche sul famoso “piedistallo” di cui si parla spesso su TpS. Insomma è una sana seduzione in cui l’uomo, nel modo giusto, interagisce con una donna e non con ragazze stronze.

Dopo un po’, però, succede qualcosa di strano, si innesca una sorta di meccanica malsana in cui i ruoli che prima erano chiari in cui entrambi andavano nel rapporto di pari passo si modificano. Lui, per qualche misteriosa ragione, si ammorbidisce, abbassa le difese emozionali e si lascia andare un po’ di più.

A quel punto, e questo mi scusino le lettrici ma è quasi una prassi che accada, la ragazza si confida, si apre e per certi versi in un momento che sembra il culmine dell’intimità riversa sul povero pirla di turno le sue problematiche, i suoi scheletri nell’armadio con la stessa naturalezza con cui Gengis Khan andava in guerra.

Uno Tsunami di emozioni, segreti e passione che prima sembrava neanche poter esistere travolge l’uomo che, anzichè fuggire a gambe levate o per lo meno trovarsi un appiglio per non farsi disintegrare dalle acque (rotte metaforicamente parlando), abbraccia il cataclisma con dubbia intelligenza e coraggio.

Si sente come un cavaliere senza macchia e senza paura che, per affetto (o anche orgoglio), deve difendere la povera principessa in difficoltà. Così senza neanche rendersene conto non la mette su un piedistallo, ma su una torre così alta da non vedere la cima. E il paradosso è che lui la catapulta la su, per poi egli stesso mettersi a scalare la nuda roccia neanche fosse il famoso Manolo!

Il risultato di tale situazione è, neanche a dirlo, un bagno di sangue (o bloodbath come dicono ad Oxford), in cui si celebra lo stillicidio della dignità maschile in nome di una persona che ha chiesto aiuto e si è mostrata debole.

Ma allora bisogna fare il Bastardo con le ragazze stronze?

Ci si potrebbe interrogare se la cosa migliore da fare sia, nel momento che lei apre le porte dei suoi armadi ripieni di scheletri, mandarla a pascolare le pecore in Aspromonte oppure dirle di si con fare attento e comprensivo mentre nel cervello svolazzano mutandine alla Gigi la Trottola oppure c’è una scimmia che suona i piatti alla Homer!

 

I più smaliziati, quindi, farebbero i bastardi. Le farebbero credere di esserci e continuerebbero a godersi le gioie del sesso e della sua compagnia, in pratica prenderebbero solo il meglio (che poi in realtà è solo ciò che è più facile e comodo), dimenticandosi dei problemi della povera matta di turno: che vada ad ammorbare delle sue paranoie lo sfigato di turno che mai se la potrà scopare.

Ora non voglio entrare nel merito della questione, delle ragioni per cui una donna riversi una parte dei suoi problemi sulla persona che frequenta, diciamo che in generale le motivazioni che ho visto, per esperienza, sono sostanzialmente le seguenti:

  • E’ una povera deficiente che nessuno ascolta realmente, di solito è molto bella e fa leva solo su quella sua unica qualità per relazionarsi con gli altri. Questo comporta che finchè la desiderano allora fanno di tutto per lei ma appena trovano poco di meglio la ignorano come si fa con i vigili al semaforo. La poveretta quindi è, in una parola, SOLA con una infinita voglia di comunicare, di parlare di sè e di essere ascoltata. Il problema è che una volta che uno lo fa questi, ai suoi occhi, perde di fascino e interesse e lo mette diretto in sala d’attesa. Insomma, non le va bene proprio nessuno.
  • E’ una ragazza normale che nella vita ha realmente avuto qualche mazzata di troppo, vuole leggerezza, divertimento e gioia nel proprio uomo, lui deve essere energetico e sempre allegro, vitale, un vero maschio alfa che la fa ridere. Eppure, ad un tratto, di fronte alla felicità, a questa gioia, sente finalmente il bisogno di mostrarsi davvero e di solito questo accade entro poche settimane (2 o 3), quindi molto presto. Così gli racconta le sue paure e fobie e alcune cicatrici del suo passato perchè lei VUOLE essere capita, compresa e non giudicata: nella sua azione non c’è malizia, anzi. I guai vengono dopo, perchè se lui si comporta come un bastardo il rapporto continua per un po’, spesso anche anni, per poi naufragare miseramente perchè non è reale e solido, ma di convenienza per entrambi. Lei fa finta di essere capita davvero e lui fa finta di ascoltarla. Oppure lui, invece, le dimostra affetto, comprensione e attenzioni, le dimostra una qualità che spesso viene vista come un difetto: la pazienza. Più avanti vedremo meglio questo concetto.
  • E’ nella sua natura lamentarsi, come tra gli uomini ci sono donne lamentose, pesanti e noiose il cui unico argomento di conversazione sono i loro problemi. Magari sono importanti e a volte anche molto gravi, ma se devono essere il  centro della propria esistenza allora una persona così è solo foriera di guai. Non c’è niente di peggio di chi spiattella la propria pena agli altri e poi non ascolta quello che hanno da dire, che continua imperterrita a crogliolarsi nella sofferenza per un masochistico piacere che mi è veramente arduo comprendere. Una persona del genere non guarirà mai e soffrirà sempre anche quando potrà essere felice: va evitata perchè trasformerà la tua esistenza in un incubo dal quale non potrai mai uscire.

Ci sono, chiaramente, infinite variabili di questi prototipi di donna, alcune sono un mix delle tre appena dette, altre invece sono totalmente diverse ed hanno delle ragioni così particolari e profonde che di sicuro non meritano di essere “valutate” con la men che minima superficialità.

 

 

E la famosa pazienza… con le ragazze stronze?

Prima ho parlato della “pazienza“, essa, a mio giudizio è la più grande forma di forza che un uomo possa dimostare ad una donna che gli interessa. In questo forse la vedo come un uomo di altri tempi, ma se uno crede che la ragazza che frequenta da poco (a volte anche solo 2 mesi o meno), sia quella giusta per lui, deve essere paziente, deve fare tutto il possibile per superare il momento in cui lei diventa una stronza!

E come farlo? Non c’è una regola fissa, un “modus operandi” standard che la porterà a superare le sue paure e difficoltà e non c’è neanche un tempo limite oltre il quale andare per aspettarla e dimostrarle puro e semplice affetto. In alcuni casi è necessario, ad esempio, un cattivissimo reset, in altri invece una presenza allegra e leggera. In altri ancora si deve fare quella che, a mio giudizio, è la cosa più difficile: affrontarla per scuoterla.

Cosa faresti alle ragazze stronze?
Cosa faresti alle ragazze stronze?

E’ difficile perchè questo la porterà, in alcuni casi, a vederti come un nemico e non come un possibile ragazzo con cui stare, fino a quando o avrà l’orticaria di te e non vorrà più vederti oppure capirà che quello che hai fatto, che hai sopportato era per lei, perchè ci tenevi.

Avere la forza di mandare giù dei bocconi amari e di accettare i capricci non è un atto da zerbini, o meglio, lo sarebbe se uno non fosse consapevole davvero delle ragioni per cui lo fa. Per un vero alfa non c’è niente di più difficile di mettere da parte la propria “alphaness” per il bene di una donna (e quindi di ragazze stronze). Questo non significa diventare dei molluschi senza spina dorsale, l’essere un uomo forte per la propria donna è anche sopportare e voler bene in silenzio.

E’ una sottile linea rossa, un confine labile, tra la pazienza e lo zerbinismo spinto, tra il voler bene sinceramente e grauitamente ad una donna al punto da mettere da parte per lei la propria dignità (per un po’) e prostrarsi di fronte a lei. Riuscire a mettersi di fronte a qualcuno, senza difese, inermi, è il più grande regalo che gli si possa fare e allo stesso tempo un atto di forza inimmaginabile.

Se lei non è in grado di capirlo, o accettarlo, allora è il momento di lasciarla andare e augurarle(anche se si tratta di ragazze stronze):

CHE TU SIA FELICE

102 Commenti

  1. Proprio la situazione che sto vivendo adesso! Conosco lei qualche mese fa e tutto si svolge secondo i canoni della seduzione: arrivo fino al bacio ma niente sesso. Il rapporto si protrae fino a sfociare anche nell’amicizia, pur permanendo una fortissima attrazione da ambo le parti. È una brava ragazza e potrei pensare anche ad una relazione, se non fosse per una mia impressione: è come se non volesse me ma un fidanzato, e la differenza è abissale. Però mi ci affeziono, e mi rivela che è pure vergine(per questo non me la dà?). Lei si apre, mi dice del suo passato tormentato ed io che inizio a rimbambirmi un poco, ma ciononostante conservo la dignità. Lei dice di amarmi ma capita di vedersi con altri, con i quali forse si autosabota, e torna da me.Io sopporto tutto, ma inizio a prenderla sempre meno sul serio per una relazione, sempre perché penso che non voglia me in particolare, ma un fidanzato in quanto tale. Vorrei solo portarmela a letto, e torno più freddo e funzionale all’obiettivo. Continuiamo a baciarci e a toccarci e quasi riesco nel farci sesso, salvo poi tirarsi indietro per questo o quel motivo. Lo so che le donne giocano su più tavoli, ma dire di amarmi e frequentare altri è normale? Stasera la trovo con uno che ha visto per qualche giorno e aveva detto di aver allontanato perchè lui aveva cercato subito di metterle le mani addosso. Il fatto è che le ho dimostrato di tenerci a lei e che quindi il sesso tra di noi sarebbe qualcosa di naturale senza approfittazioni da parte mia. Sono troppo coccoloso? Sono senza palle? Grazie per la risposta Sensei!

    • A parte che anche tu non sei uno stinco di santo visto che dici di volerti solo scopare una vergine con evidenti problemi emotivi e psicologici! Detto questo ancora le stai dietro per una scopata? Sinceramente credo che sia una persona fortemente disturbata e spaventa che ha bisogno dia vere accanto qualcuno che l’ami per darle la possibilità di provare a cambiare (cambiamento che deve venire da lei) mentre tu vuoi solo portartela a letto. E in più, nella tua mente per certi versi delirante mi chiedi solo se sei stato troppo coccoloso, ma che cazzo di domanda è?

  2. bene, lo farò. il problema e che credo che dopo tutte le cazzate fatte sia tutto inutile. Per questo pensavo anche di dirle di non scrivermi più se lo farà

  3. Reset già cominciato, ma credo che la vedrò in settimana in luoghi comuni che non posso evitare. Che atteggiamento devo assumere secondo lei per ora? era nel programma che ci saremo sentiti e visti verso metà aprile, ma non è avvenuto perché sinceramente non credo che devo essere sempre io a prendere iniziativa per uscire. Le ripeto che tutto ciò è dipeso da molteplici film mentali. Per scuoterla e per far mancare qualche certezza cosa sarebbe opportuno fare secondo lei al momento? è molto probabile che l’incontro casuale avverrà, mi usa tenendomi nelle riserve, facendomela annusare per poi fare retromarcia perché gliel’ho permesso io e quella famosa sera ho sbagliato tutto mi rode esser visto come un timido idiota insicuro trattato come una bambolina, questo lei pensa di me, credo questo! e quando raffreddai il rapporto dopo l’uscita, non ha neanche pensato a scrivermi

  4. le confesso che credo di essere un po’ immaturo emozionalmente e emotivamente, avendo comunque un ottimo aspetto fisico( lo dico non per vantarmi naturalmente ma perché me lo dicono ) e relazionandomi anche con gente molto più grande di me che mi considera più maturo rispetto all’età che ho. Deve migliorare immediatamente in questi due campi e spero in un suo consiglio, grazie Sensei

    • L’idea di migliorare è giusta, l’errore sta, a mio giudizio, nel volerlo fare su alcuni aspetti che devono “maturare” per conto loro. Emotivamente ed emozionalmente si cresce solo in un modo: facendo esperienze. Non c’è un allenamento speciale che ti permetterà di aumentare tali aspetti della tua persona. Ora che ti sei fatto un’idea su questa ragazza, ti chiedo: ma ne vale la pena? Credi che basti una serata storta per far allontanare una che è interessata a te? Se ci rifletti ti renderai conto che forse non è così e che lei, furbescamente, abbia utilizzato quella serata come “scusa” per fare la preziosa. A dire il vero più che immaturo mi sembri un po’ insicuro: se vuoi una ragazza la seduci e agisci, se non lo hai fatto è forse perché dentro di te sai che non ti vole (o lo temi)?

      • avevo sempre paura di sbagliare perché ci tenevo, quindi non ero naturale e da qui sbocciavano i molteplici errori, ecco perché le dico che emozionalmente devo maturare. paura che qualche mio amico ci riuscisse al posto mio, autostima bassa, perché avendo obiettivi offuscati sulla mia vita ho puntato tutto su di lei per risollevarmi un po’ ora so che la vera seduzione parte dall’affermazione personale, mi sento un salame per non averlo capito prima e perché credo che non ci sia più speranza. mi soffermavo su stupidaggini del tipo che lei non mi riscrisse più dopo esser usciti, anziché sedurla di persona quando ci incontravamo dopo. lei è troppo innamorata della sua indipendenza, ora ho capito molte cose. credevo ci tenesse perché venne a ricercarmi dicendomi di aspettare, perché effettivamente ero stato poco leggero, invece mi ha solo usato, giocando con la mia sincerità. Ora non so come comportarmi, da una parte l’orgoglio mi spinge a chiudere definitivamente ogni tipo di rapporto, dall’altra vorrei provare a risedurla. le confesso che non ho fatto un reset perché ero troppo arrabbiato, e ora purtroppo lo sono ancora di più e cerco di sforzarmi per non darlo a vedere

        • le confesso che la situazione è paradossale, perché ho un ottimo aspetto fisico ma col passare del tempo a causa della mancanza di obiettivi nella mia vita ho occumulato frustrazione e rabbia. so come uscirne grazie anche a lei, ma mi risulta difficile perché so che devo pensare a me e non a lei ma non sempre ci riesco, in più temo che possa andare con qualche mio amico e a quel punto dovrei far finta di nulla ma non è facile

          • l’errore più grande è stato quello di crederla diversa da molte altre, automaticamente vista sul piedistallo. trascuravo me stesso e quindi non poteva che andare male,ora ho capito! spero che lei possa indirizzarmi verso comportamenti che portino a farmi uscire da tutto ciò perché non le nascondo che ci sto male, facendo comunque l’uomo

  5. Salve Sensei, le illustro la mia storia nella speranza di suoi consigli. Sentivo questa ragazza da circa due mesi. Ho peccato un po’ di leggerezza dandole qualche certezza di troppo, e rimuginavo un po’ troppo sui miei errori tormentadomi e sbagliando alla grande , fino a quando una sera in una piccola comitiva dove eravamo entrambi si creò una situazione buona per “andarci” e lei mi lanciò anche dei segnali. Io non ho colto l’occasione perché avevo avuto dei problemi fisici da poco e , non sentendomi tranquillo e a mio agio per questo, non ho preso iniziativa verso i suoi segnali. Giustamente, sentendosi rifiutata, a fine serata era molto giù. Sentendomi in colpa per quanto accaduto, le scrissi successivamente e le palesai il mio interesse nei suoi confronti, cercando di dimostrarle coi fatti che mi era dispiaciuto. Mi disse che poteva offrirmi per il momento solo amicizia e io le precisai che non era quello il mio interesse. Raffreddai il rapporto, lei se ne accorse e mi disse di aspettare, anche per dei suoi problemi personali e che mi avrebbe fatto sapere quando si sarebbero conclusi, con leggerezza (anche troppa) le feci intendere(sbagliando) di si. passò un po’ di tempo dove lei frequentò qualcun altro e anche io ( circa 3-4 mesi). Mi rifeci vivo io e uscimmo a mangiare una cosa insieme, da li qualche messaggio i giorni successivi poi sparì. Per questo raffreddai di nuovo il rapporto,non seducendola più di persona sbagliando, perché tutto questi gesti per me erano un modo per raddrizzare le cose dopo quella spiacevole serata. Ultimamente ci siamo rivisti per caso e avremmo dovuto vederci sotto pasqua. Non si muove una foglia, solo like inutili sui social. Credo di aver inquadrato lei come una “giocatrice” molto furba che sa il fatto suo, ma in fondo è insicura e timida,ma sa essere anche velenosa. Vorrei un consiglio su come ribaltare questa situazione, so di dover lavorare molto su me stesso con l’aiuto dei suoi indirizzamenti ma nel frattempo le chiedo gentilmente di aiutarmi. Il dato di fatto è che lei mi da per scontato e quindi si allontana anziché avvicinarsi, perché ho commesso molti errori. Attendo sue risposte, la ringrazio in anticipo

  6. Una settimana fa sono sono uscito con una ragazza conosciuta in internet, che ha destato fin da subito la mia curiosità e interesse per la sua vera passione: è un’artista. Una persona molto intrigante e carina, perfettamente conscia del proprio valore, della propria intelligenza e bellezza. E’ una tipa molto indipendente e autonoma, sveglia, ma forse un po’ stronza. Premetto che mi cerca sempre lei, scusandosi in continuazione per il “disturbo”, come a volersi sentire rispondere: “ma no dai, tu non mi disturberesti nemmeno se chiamassi alle 3 di notte”. E poi evita le telefonate, dice di preferire i messaggi (cosa che odio). Durante l’uscita ho fatto un po’ di contatto fisico (che forse non ha gradito), abbiamo scherzato. “Io dimostro molti anni di meno”, mi fa. E io le rispondo: “ma, a giudicare da quei 3-4 capelli bianchi che ti ritrovi mica tanto” (risate). Parla come una macchinetta, sembra distratta, ma ascolta, dà peso ad ogni parola che dico, e mi fa molte domande, ha una cultura incredibile. Ma…Ma…Prende sempre questo cellulare in mano e, mentre passeggiamo al parco, messaggia in continuazione come se niente fosse. Glielo faccio notare: “ehi, ma che fai mi registri mentre parlo?”- “no, non lo farei mai è che ho un rapporto strano con il cellulare”. E poi tira fuori sta cosa dei Pokemon..chissenefrega, sei con un ragazzo. Ad ogni mio contatto fisico rimaneva impassibile e non ricambiava.
    Morale della favola: mi è sembrata poco empatica, superficiale (per numerosi altre sensazioni a pelle che non sto a descriverti), una che ti concede proprio perché sei tu un pomeriggio in sua presenza, manco avessi vinto con i punti della coop una giornata insieme alla mia artista preferita. E poi nei giorni seguenti mi contatta, io sondo facendo qualche allusione erotica e puntualmente questa o cambia discorso oppure rivolta la frittata, come per dire: non sei contento che qualcuna ti contatta inaspettatamente?
    Fisicamente mi ha attrae molto e vorrei comunque conoscerla un po’ meglio. Ma come si fa con una ragazza che chiede attenzioni come un cagnolino e al tempo stesso fa la principessa Melarosa?
    Grazie per la tua cortese attenzione

    • Mi sembra che a lei di te interessi poco o nulla perché sa ormai che sei suo. Persone così sono spesso anche molto insicure e chiedono mille attenzioni e complimenti. Una strategia possibile è quella di farglieli e di farla sentire importante, corteggiandola e seducendola “molto” e poi vedere cosa accade. Oppure sbatterla nel dimenticatoio, lasciarla lì per un tempo indefinito tanto da farle passare la consapevolezza di averti già conquistato.

      • L’ho già sbattuta in un angolo per alcune settimane (prima del nostro incontro). Mi rocontatta lei con una telefonata dicendo che una persona la perseguitava in rete e aveva bisogno di un mio parere. Lì ne approfitto per chiederle un appuntamento e lei mi fa: se non ti avessi fatto questa telefonata tu non mi avresti mai più contattata!
        Che insicura, mamma mia!
        Grazie per i consigli, è sempre una bella palestra confrontarsi con queste persone

  7. Caro Sensei , buon pomeriggio .
    Ti stavo scrivendo perchè vorrei dei consigli sul da farsi con una mia ex … E’ una ragazza molto timida ed insicura che , però , fa la stronza . Mi ha lasciato da circa una settimana dicendomi : ” sei un ragazzo stupendo , ma meriti di meglio ” , ma parlando con la sua migliore amica mi ha detto semplicemente che le andavo troppo appresso e che mi avrebbe preferito se fossi stato più stronzo . Adesso , per l’appunto , siamo rimasti semplici amici , ma la sto trattando da ” bastardo ” facendola ingelosire con altre ragazze , dicendo che non mi piace più ecc … Il punto è che lei da una parte ancora mi vuole , ma da un’altra non si è pentita di avermi lasciato . Cosa posso fare ?

    • Lasciala stare per un mese, leggi gli articoli qui sul sito ed eventualmente anche l’ebook sulla riconquista. Se le stavi addosso è meglio che le dai il tempo di sentire la tua mancanza.

  8. Non so se è il posto giusto per lasciare il commento ma voglio raccontarlo lo stesso…anni fa frequentai una ragazza per quasi due mesi,ogni volta che ci incontravamo parlava sempre di questo Simone,un suo compagno di scuola che ci provava con lei…diceva “sai,oggi Simone mi ha mandato un sms per invitarmi a cena a casa sua ma io ho rifiutato” oppure “Simone mi fatto i complimenti per i miei fianchi”, cose del genere insomma…io non le dicevo mai niente,pensavo che lo dicesse per farmi ingelosire o mettermi sotto…una sera eravamo in macchina a baciarci e toccarci e lei si ferma per chiedermi “ma possibile che non sei geloso di Simone”?..io non le risposi e pensai “ha rotto il 8==) con sto Simone”!!…ricominciammo a baciarci e dopo una quindicina di minuti si ferma,mi guarda intensamente e con voce suadente mi chiede “se io fossi completamente cosparsa di cioccolata tu mi leccheresti tutta “?…io mi metto ridere e lei mi chiede “perchè ridi”?,io rispondo “no lascia perdere e meglio che non te lo dico”..lei fa “dai dimmelo”, io rispondo “no meglio di no,poi t’arrabbi”,lei dice “no non mi arrabbio però dimmelo”!..”ok” rispondo io “stavo pensando che se non ce la faccio a leccarti tutta,chiamo Simone ad aiutarmi”!..lei smette di sorridere,si risiede sul suo sedile con aria incazzata mentre io continuo a ridere come un coglione per almeno due minuti buoni…è andata avanti per almeno venti minuti a tenermi il broncio,io piano piano stuzzicandola l’ho fatta scogliere di nuovo e riprendemmo da dove avevamo interrotto andando anche un pò oltre…fui un pò bastardo in quella occasione ma almeno smise di parlare di Simone definitivamente…in seguito la nostra relazione terminò per altri motivi che non sto a raccontare…ricordando quello che è successo mi viene da pensare che io e Simone siamo ancora in credito con lei di una cioccolata!!.buona serata.

  9. Ciao Sensei,
    sono ancora a scriverti in questa sezione perche’ ultimamente sembra si mettano d’accordo…
    e’ la terza volta in un anno o forse un po’ di piu’ che vedo questa ragazza ci baciamo e poi puff…
    L’ultimo episodio risale a qualche sera fa: lavora in un centro commerciale (gia’ ci conosciamo come ti dicevo)
    e quando mi rivede dopo un lungo reset capisco che vuole riallacciare…
    quattro chiacchiere li’ per li’ poi mi invita ad aspettare che finisca il turno per un caffe’ che prendiamo, tutto perfetto, quindi all’uscita dal centro ci baciamo li’ fuori senza problemi davanti al via vai. (molto bene penso: e che sia la volta buona!)
    E invece no! Aspetto due giorni e mezzo per contattarla non voglio mettere troppa pressione ma lei non risponde (la sera prima messaggio su wa con un’altra, che se ne sia accorta?) …
    riprovo verso sera buttandola sul ridere ma niente. Stop mi fermo.
    e’ gia’ la terza volta che succede, questa mi fa rabbia (nel senso buono)!
    Non e’ bellissima, non e’ un fuscello, ma mi intriga! Mi dice di non essere impegnata….
    Ora chiedo cortesemente un tuo suggerimento perche’ forse sono poco lucido:
    -aspetto un po’ provo a ricontattarla come se nulla fosse (e se non ottengo nulla come le altre volte lascio perdere per un altro bel po’)
    -provo ad interrogarla cercando di capire le ragioni se mai ce ne fossero (sempre che mi risponda)
    -la invito secco a vederci
    ultimo ma non ultimo la mando direttamente a…. e senza passare dal via!
    Grazie, spero di aver reso l’idea dandoti piu’ info possibili….

    • Secondo me dovresti parlarci e farti dire cosa le passa per il cervello, se poi le sue risposte non ti dovessero soddisfare al 100% la manderei a quel paese…
      Ps: mi sembra comunque una che non sta poi tanto bene con la testa

  10. Ciao Sensei,
    chiedo un tuo punto di vista in merito a questo episodio cosi’ da sapermi regolare nel caso dovesse risuccedere.
    Breve antefatto: circa 3 mesi fa vedo una ragazza in un locale, che avevo conosciuto in maniera non approfondita ad un corso, e la approccio.
    Mi da segnali di interesse ma sta per andare via e rimaniamo per rivederci la settimana dopo sempre in quel posto.
    La settimana dopo vado, lei c’e’, ci vediamo ma non agisco(non sono molto in serata).
    Veniamo a oggi anzi all’altro ierisera.
    Altro locale e la rivedo in lontananza…. ci salutiamo. Io ed un amico nel frattempo interloquiamo con altre ragazze poi, una volta allontanatesi, lei si siede poco distante da me.
    Ci provo ed iniziamo a parlare.
    La prendo un po’ in giro, faccio contatto fisico non spinto, i suoi segnali del corpo mi danno ragione e andiamo avanti per una mezz’ora circa.
    Poi le sue amiche la chiamano e deve andare.
    Alla cassa pagano il conto dandomi la schiena, io sono in piedi ad un paio di metri circa.
    Pensavo si voltasse prima di andarsene per dirmi anche un semplice ciao, sarebbe stata per me l’occasione per fermarla e chiederle il nr, ma questa si allontana con le altre senza curarsi….
    Il mio amico mi esorta a “correrle dietro” per fermarla, ma l’istinto in quella frazione di secondo mi ferma e desisto.
    Li per li’ Ho ritenuto quel fare un po’ da stronza e quindi non meritevole di attenzioni.
    Ti chiedo in conclusione: concordi con me su questo oppure aveva ragione il mio amico e dovevo agire (era un test?)
    Anche in questo caso, come altre volte mi e’ capitato, ho notato che la ragazza ha dialogato con me con disponibilita’ senza pero’ mai farmi domande dirette di vario genere…. questo secondo te puo’ significare poco interesse nei confronti dell’altro oppure lo si evita per non dimostrarsi troppo interessata?
    Grazie, come sempre.

    • Per quanto riguarda le domande dirette non me ne curerei più di tanto, ognuno è diverso e si pone a modo proprio. Se non te la sei sentita di agire ci sarà pure una ragione, prima comprendi di quale si tratta così da capirti e imparare da tuoi eventuali errori. Se una fa così o è stronza, o distratta, oppure non hai le hai suscitato alcuna emozione importante tanto da sentire il bisogno di salutarti. La prossima volt che la rivedi fai finta di nulla e agisci più diretto che mai, o tutto o niente.

  11. Ciao Sensei,
    sto leggendo da qualche tempo il tuo blog e mi sono soffermato in particolare su questo articolo che credo rispecchi molto la mia situazione. Cercherò di essere il più chiaro possibile senza essere troppo prolisso.

    Circa 5 mesi fa ho cominciato ad uscire con una ragazza molto bella e simpatica, collega di un mio amico. Credo di avere fatto le cose per bene, visto che la seconda volta che siamo usciti siamo finiti a letto- Abbiamo quindi cominciato a frequentarci e durante l’estate le cose sono andate molto bene. Più o meno è durata un mese e mezzo perché poi ad agosto tra le sue vacanze e le mie non ci siamo praticamente visti, anche se abbiamo continuato a sentirci.
    A settembre abbiamo ricominciato a vederci e le cose sembravano evolversi ancora meglio (lei mi piace molto). Poi una sera mentre la riaccompagnavamo a casa e io scherzando facevo battute per chiederle se potevo salire lei mi ha risposto “c’è un motivo se non ti faccio salire” anche se questo motivo non me lo ha voluto dire. Premetto che durante i primi tempi che ci frequentavamo lei mi continuava a ripetere che non si fidava di me e mi chiedeva spesso “tu cosa vuoi?” al che questa sera di cui ti sto parlando io ho risposto “voglio te”. Alla fine comunque anche quella sera è andata bene.
    Da allora in poi però le cose sono cambiate assai. Ha cominciato a farsi sentire di meno, da allora in poi la stragrande maggioranza delle volte sono io che contatto lei (mi sono imposto che aspetto che sia lei a farsi sentire per 3-4 giorni, se non lo fa mi faccio sentire io) e a darmi buca quando le chiedevo di uscire. Abbiamo amici in comune quindi in ogni caso abbiamo continuato a vederci ed ogni volta lei è sempre stata molto affettuosa con me e cercava il mio contatto fisico poi però per baciarla dovevo sempre portarla da parte e insistere un po’. Il sesso, ovviamente, non c’è più stato.
    La situazione è strana perché spesso quando le scrivo mi dice “Ti stavo pensando”, però poi il 90% delle volte non è lei a contattarmi per prima. Gli altri, sia amici miei che suoi hanno confermato che è palese che lei abbia un interesse nei miei confronti, ma è anche altrettanto palese che sia sempre un po’ tirata.
    Mercoledì mattina poi mi ha invitato per un caffè perché voleva vedermi (era da quella sera di settembre che non ci vedevamo da soli!) e siamo stati una mezz’oretta a ridere e scherzare, lei tra l’altro ha fatto notare delle cose che abbiamo in comune, tra cui mi ha detto “sei tenace, un’altra cosa che abbiamo in comune”. Anche qui però quando ci siamo salutati lei stava scendendo dalla macchina come se niente fosse e io l’ho fermata e le ho detto “Aspetta, vieni qua” e ci siamo baciati. Il we sarebbe stata fuori Roma quindi le ho mandato venerdì un messaggio di buon viaggio e lei mi ha risposto mandandomi dei cuoricini.
    Secondo te come mi dovrei comportare? Sto avendo molta pazienza con lei perché credo che ne valga la pena. Sono una persona con molti interessi e ho preso quasi sempre questa nostra cosa con leggerezza ed ironia (a volte posso essere sembrato un po’ dispiaciuto ma garantisco che non sono mai stato pesante). Lei ride spessissimo con me. E’ vero anche però che nei primi tempi di frequentazione, quelli in cui le cose andavano meglio, sono stato un po’ troppo romantico con lei (una volta mi ha addirittura detto “devi staccare la lingua dal mio popò”).
    So che non è semplice inquadrare una situazione di mesi leggendo qualche riga ma pensi che faccia bene ad insistere? Io credo assolutamente che per lei ne valga la pena, però inevitabilmente mi chiedo quali siano le sue reali intenzioni nei miei confronti. So perfettamente che questo che ho appena scritto non è da alpha, che se sono così sicuro che ne valga la pena non dovrei neanche pormi il problema di quali siano le sua intenzioni. Però non posso non ammettere che questa situazione un po’ mi destabilizza e mi farebbe piacere sapere il tuo parere.

    Grazie mille

    • E cosa speri che io ti dica?! Non è ho la minima idea se ne vale la pena o meno. Nella stragrande maggioranza dei casi le ragazze fanno così perchè hanno una paura fottuta della vita, perchè hanno trovato qualcuno che le avrà fatte soffrire un po’ pretendono di essere le uniche che sono state male per amore e scassano le palle al prossimo senza ritegno. Visto dall’esterno ti direi manda a cagare sta donna-beta e trovati una con carattere, ma sto al di fuori e parlo in base a quello che mi scrivi, non conosco le emozioni che provi. Se tu sei così “debole” a tal punto da chiedere consiglio a me come può lei, che da quello che scrivi è pure peggio, lasciarsi andare?

  12. Sto con una ragazza da circa tre mesi. All’inizio mi trattava bene, era molto dolce. Poi dopo circa un mese è diventata molto stronza, anche se in fondo è tenera. Non capisco perché un giorno vuole vedermi e poi magari il giorno dopo ‘deve pensarci’ o magari non le va.

  13. Ciao Sen
    non trovo mai le vecchie discussioni quindi posto qui.

    RIassumendo: sto con una ragazza da 10 mesi, si lamenta da mattina a sera. Da un mese circa si lamentava e basta, dando tutta la colpa delle sue disgrazie a me
    Mi ha piu volte “vomitato addosso” tutti i suio disagi con me, e vedendoci sabato, ho cercato di smussare questi inconveniente. Devo dire che mi sono sentito un vero zerbino.
    Le sono stato attaccato tutto sabato, come uno sfigato, e lei non mi cagava di striscio, ma vengo al dunque: spesso recriminava che il week end non stiamo insieme abbastanza, quindi sia il sabato lavoro qualche ora meno, mentre la domenica la tengo per lei totalmente libera.
    RISCONTRO: sabato ha da fare, domenica esce con la sorella. Beh io esisto solo il sabato sera per andare fuori a cena….alche, mi da l idea di donna molto egoista e opportunista.
    Se nei primi 9 mesi era molto semplice, dolce, affettuosa e timida, ora e molto cattiva, non e la persona che mi piace.
    Mai un messaggio, mai un messaggio carino,se le scrivo o le telefono non risponde mai, quando prima era lei a martellarmi giorno e notte.
    Come mai sto cambio di tendenza?
    A mio avviso non vuole avere piu tempo con me, cercava soltanto di rendere la situazione a suo favore e mio sfavore. Fatto sta che, ritagliandole piu spazio, quello che resta da solo sono io.
    DA NOTARE: Due ex ragazzi, hanno avuto atteggiamenti di stalking, non vorrei che lei utilizzasse questi meccanismi per rendersi importante.

    SEMPRE GRAZIE

    • A dire il vero non faccio il consulente di coppia, e tu, in teoria, sei in coppia! Forse è il caso che ritrovi il tuo personale equilibrio perchè dalle tue parole sembri molto confuso e arrabbiato. Se fossi in te rimetterei il rapporto in riga, anche con il rischio di perderla, meglio soli che trattati da zerbini.

  14. E quale era il malessere che avevate in comune? Visto che tu e la modella vi salutavate con gli sorrisi falsi…..Direi un po triste sorridere con il sorriso falso.

  15. Ma poi perche hai corso dietro ad una modella che era una stronza ad hoc….come dici tu….e poi credeva di esserre la dea di questa terra??
    E poi perche hai avuto dei dolori se tanto era una stronza pottevi continuare ad andare a testa alta e girarti dalla altra parte visto che non ti piaceva.

  16. Scusa che te lo dicco Paolo….ma mi sa che per te tutte sono delle stronze…..non ti va bene una e adesso hai deciso di fare due passi indietro per pensare cosa vuoi.

  17. Dirrei che i sorrisi falsi non vanno mai bene…..alla fine si notano e dai di antipatico.Si deve eserre naturali e se stessi.

  18. Ciao Petra. Il suo blog da quanto so non è pronto. Ma non è rivolto a me ma, a dei suoi itinerari turistici. Il Sensei parla del RESET. E ha ragione. Io l’ho applicato su una che era veramente una stronza ad hoc. Una modella che si credeva la Dea in Terra. Non serve far vedere che le saluti e fai il sorridono falso anche se ambedue le parti sanno di un malessere in comune. Questo atteggiamento per me significa essere falsi, e poi così che sia un saluto o uno sguardo, concedi sempre uno spicchio di te verso di loro. Così vincono sempre. Se fai il RESET e non le caghi di striscio. Io addirittura mi passavano ad un metro ed io testa alta, a volte addirittura mi giravo dall altra parte quando passano. Così a loro brucia il doppio e lo sentono di più. Difatti la modella dopo 2 mesi venne lei da me, ma come succede quasi sempre, non puoi negare i dolori che hai avuto. Perciò dici addio e buonasera.

  19. Ma scusa….Pretendi che ti corre dietro dopo che gli hai detto che non vuoi avere niente a fare con lei? E in piu gli hai detto di cancellare il numero.

    Ma qualsiasi donna scapperebbe a cercarsi un uomo che la vuole…..non gli sembra?????

  20. Ma quanti anni ha questa donna? Era italiana?
    Cosa ti colpito di lei all inizio e che lavoro facceva visto che cercava un uomo benestante? Allora si si puo dire che le donne sono stronze se guardano il portafoglio.

  21. Ciao Petra. No il suo blog da quanto so non è ancora pronto. Rivolto comunque ad itinerari turistici. Si mi aveva chiesto di vedersi una sera. L’ho adcoltata. Abbiamo parlato al di fuori della palestra ma, non ci ho provato. Come prima volta mi sembrava avventato, considerando che aveva il ragazzo. Comunque si molto insicura ed io odio l’insicurezza nelle persone. Comunque le ho detto di cancellare il mio numero è che non volevo più avere niente a che fare con lei. Volevo vedere così quanto ci tenesse da una parte, anche ad una semplice amicizia. Risposta sua:”se è questo quello che vuoi stammi bene”. Penso solo che se una persona ci tenga veramente a te non ti lascia andare via così con una frase. Dopo averti detto che sei speciale. Dopo che sei sempre rpronto ad ascoltarla, dopo che ricevi sms alla domenica pomeriggio al posto di stare col suo ragazzo. Si va avanti da novembre così. Voglio pensare a me. questo R quello che voglio ora e, a volte per capirlo bisogna fare due passi indietro e avere il coraggio di stare da soli….

  22. Ciao Paolo
    Forse lei era fredda sapendo che tu eri in dolce compagnia. Non tutte le donne guardano la convenienza…..ci sono anche quelle che ce la fanno andare avanti da sole.
    Non mi hai detto cosa era scritto sull suo BLOG?
    Ma siamo sicura che questa donna ha ancora il suo compagno?

  23. Alla fine ho chiuso con lei dicendole di cancellare il mio numero, che non mi piaceva come persona, troppo fredda e che basa sulla convenienza. La sua risposta è stata:”se è questo quello che vuoi, ti auguro ogni bene”. Questo mi ha ancora di più fatto capire che non c’era nemmeno amicizia con questa persona che non aveva nemmeno la voglia di salvare un minimo di rapporto. Meglio così!

  24. Io le ho detto cosa provavo ma alla fine lei per ben due volte ha deciso di stare con lui. Dici che non sia così?

  25. Ciao Paolo
    Leggendo il tuo racconto credo che questa donna non ti abbia mai capito e neppure tu a lei.
    Posso chiederti cosa era scritto sul suo blog?
    Sei sicuro che ti ha scritto qualcosa che era rivolto a te?
    Se ha lei gli interessava solo portarti a letto te lo avrebbe chiesto quanto prima di uscire fuori dalla palestra, anche sapendo che tu eri occupato.
    Forse lei non aveva mai capito che tu sei in dolce compagnia ed essendo timida ed insicura non ha mai avuto coraggio di chiedertelo.

  26. Buongiorno Sensei. Intanto complimenti per il sito bellissimo, ma soprattutto per le sue risposte sempre molto dettagliate e mai scontate. Si vede che ci tiene che lo fa con passione e che ascolta e, questa e’ una virtù’ di pochi.

    Saro’ tanto breve quanto esaustivo.

    Lavoro nel campo del fitness e ho 37 anni. l’ anno scorso ho conosciuto in palestra una ragazza alla quale proposi dopo averla allenata un caffè’ fuori ma, lei rifiuto dicendomi che era fidanzata.
    Ci ritrovammo a novembre, faccio premessa che e’ insieme al suo ragazzo da 2 anni e mezzo, ha sempre avuto storie molto lunghe, 4 anni, 10 anni e così via. Dicevo, ci ritrovammo a parlare in palestra e, fra una allenata e un caffè’ in palestra comincio’ a rendermi partecipe della sua vita. I suoi progetti, avevamo molte cose in comune, lei mi chiedeva spesso dei miei genitori, e si finiva a parlare del nome da dare ai figli pensa te. Dal’ altra mi diceva che si stava stufando del suo ragazzo perché’ parlava sempre di lavoro, e perché’ non si decideva (lui a 30 anni) ad andare a vivere insieme a lei. Loro vivono in appartamenti separati e fino a questo momento lei mi ha detto che non voleva che lui andasse a vivere con lei..boh..comunque
    Una sera mi arriva un sms dove mi dice che le piaccio, e nei giorni successivi, di mattina presto, audio messaggi dove mi dice che mi ha sognato, dove mi dice che non ha mai ricevuto un anello di fidanzamento dopo 2 anni e mezzo insieme ma, che nessuno le aveva mai dedicato una fotografia che consisteva in uno spicchio di luna e in un cielo terso e celeste.
    Arriva il fine settimana, e più’ sentita. il Lunedì’ mi dice che lui e’ venuto con un mazzo di rose e, boh penso la favola dell’orso.
    Mi dice che le dispiace se mi possa avere ferito, di avermi coinvolto e così via. Io le dico che non c’e’ problema e’ sempre stata corretta con me, facendomi sempre presente che sta con una persona ed io lo stesso, ma senza mai colpevolizzarla, sempre vissuto tutto con molto rispetto, senza approfittarsi di nulla..tutto qui. Da parte mia mi comportavo così perché’ la vedevo una donna che voleva costruire, parlava della famiglia, dei figli, ed io credo nei valori..dopo tanto trambusto nella mia vita, forse era arrivato il momento buono?….

    Fatto sta che passa qualche giorno, in palestra lei viene verso di me, mi fa leggere una pagina di un libro che sta leggendo, poi mi dice che mi pensa ancora e che quando le scrivo non riesce a non rispondermi, difatti e’ sempre stato cosi..cosa avesse voluto dire poi con questa frase…premetto che da uomo di 37 anni maturo e deciso mi sono sempre comportato come dicevo poco sopra, con rispetto..con tranquillità’…ascoltandola sempre, ma non troppo..

    Passano altri due giorni, mi vede in palestra, io le porto un regalo, un dvd di un cartone animato dato che a lei piacevano..poi le do un bacio sul collo..lei sulla guancia…

    la sera stessa mi scrive che vuole vedermi…ci vediamo..lei viene sotto casa mia…era tutta impaurita..lei stessa mi disse che aveva detto al ragazzo che sarebbe andata a casa in realta’ era da me..non sapeva che cazzo stesse facendo…io per sms le chiesi cosa volesse fare..lei mi rispondeva un po’ timida…in qualche locale, un giro…andammo in un locale e parlammo per 2 ore e mezza…ci sarebbe stata la scopata..forse si..forse no…ma una persona che mi parlava di famiglia..dei miei genitori e di figli..insomma..non volevo buttarmela giu’ subito così…per me era importante…

    comunque…non mi disse una parola positiva del suo ragazzo..addirttura c’era sua madre alla quale non le piaceva nemmeno lui…

    passa il fine settimana..e niente di nuovo mi dice che lo ama ..che ha capito che la stava perdendo…che andranno a vivere assieme…ecc ecc…

    da li siamo rimasti in amicizia…pero’ ora…butta ogni 2 settimane l’sms dove mi chiede se avere 35gradi voglia dire avere la febbre? cazzate simili…oppure mi chiede più’ di una volta cosa faccio la sera se ci si vede in palestra…questo succedeva 1 mesetto fa….ora mi sono stancato e domenica pomeriggio, quando mi ha scritto che mi avrebbe fatto leggere il suo blog perché’ voleva sapere cosa ne pensavo …io le ho risposto che ero in dolce compagnia e di farlo leggere al suo ragazzo..lei puntualmente mi rispose che lo aveva già’ letto e mi auguro’ buon riposo….comunque…

    -COSA VUOLE QUESTA PERSONA DA ME? E PERCHE’ SI COMPORTA COSI SECONDO LEI? c’e’ un effettivo interessamento al dia’ del puro aspetto fisico, oppure vuole solo portarmi a letto?

    • E’ una ragazza, è insoddisfatta, è confusa. Il problema non è lei, paradossalmente, ma tu: cosa vuoi da lei? Perchè hai scritto un papiro ma questo non lo si capisce minimamente. Comprendi i tuoi sentimenti e agisci di conseguenza, lei si trova in mezzo a due persone che l’attirano ma che non sono in grado di prenderla, di essere uomini a sufficienza rischiando per lei. Ti rendi conto che sei di una passività indecorosa? SVEGLIA!

  27. Caro Sensei, torno a scriverti. Nel frattempo la situazione è andata migliorando. Ho iniziato a frequentare la fanciulla e adesso sembra che sia riuscito a capire i suoi tempi. Non è stato poi così complicato, abbiamo avuto modo di parlarne finalmente. Devo dire che dopo aver avvertito fiducia da parte sua adesso sono molto più rilassato. Mi godo il momento e spero che l’universo faccia il resto. Non so quanto tempo possa passare perchè lei mi consideri il suo ragazzo e viceversa ma so che adesso riesco ad esprimermi al meglio e ho notato che anche da parte sua c’è maggior volontà … mi farò un po’ desiderare sperando di poterla piano piano portare nella direzione che noi maschietti vogliamo 🙂 …

  28. Caro Sensei, purtroppo avevi ragione. Starle accanto diventa una sofferenza. Lei purtroppo dice che non vuole pressioni ora perché ha già sbagliato diverse volte in passato per la fretta. E così mi chiedeva di non aver fretta. Non so, ora ho deciso di staccarmi per un po’. Stavo attaccandomi troppo.

  29. Caro Sensei, torno ad aggiornarti. Ho finalmente rivisto la fanciulla sia la scorsa settimana che ieri sera. Domenica scorsa dopo due mesi che non la vedevo eravamo rimasti che ci saremmo rivisti andando da lei. Vive ora in Italia più vicino alla mia città. Arrivato da lei, mi fa salire e mi presenta alla mamma. Mi avevano preparato il pranzo senza che io lo sapessi. Poi siamo usciti ed è stato un bellissimo pomeriggio. Dopo le prime schermaglie iniziali finalmente si lascia andare. Sembrava che la cosa fosse finalmente decollata. Nella settimana di nuovo paure, sua freddezza. Ieri siamo usciti a cena. E alla fine di nuovo mi chiede come facessi ad essere sicuro dei sentimenti che provavo per lei. Lì ho messo da parte la mia alphaness e ho capito che se non le dicevo le cose che provavo eravamo entrambi giunti alla fine della corsa. E così le ho detto tutto. Lei dice che vorrebbe tanto provare le stesse emozioni, che non c’è nessuno nella sua vita, ma che proprio non riesce a capire perché non riesce a gioire e ad amare. Che le sue esperienze passate l’hanno resa una persona che non riesce più ad amare. A questo punto penso di aver capito che se non riesce a risolvere lei questa cosa io ho esaurito davvero tutto il repertorio. Mi domando cosa fare. Se sparisco faccio ciò che hanno fatto chi mi ha preceduto. Se le sto vicino devo trovare il modo di farlo senza forzarla. Che dici ? Come si fa quando hai di fronte una ragazza così e sai che a te piace in ogni caso ?

    • Questa è una tua decisione, soltanto tua. Se le resti accanto sappi che soffrirai molto e sarà dura e che lei potrebbe anche andare con altri e lasciarti lì al palo, solo. Però potrebbe anche andar bene, chi lo sa?

  30. Caro Sensei, purtroppo mi tocca chiedere davvero ora un consiglio. Settimana scorsa due conversazioni con la fanciulla (donna di 33 anni, straniera, est europa!). Nella prima mi chiede se voglio stare insieme a lei in una relazione chiedendomi cosa avrei fatto per lei. E già qui la mia pazienza ha iniziato a vacillare. Tuttavia ho mantenuto una certa calma e ho risposto spiazzandola considerando che non capiva come fosse possibile che le avessi detto determinate cose. Per altro chissà quali. Le ho detto che considerato il fatto che lei avesse subito diverse fregature dagli uomini precedenti che promettevano amore non le promettevo un bel nulla se non provare a fidarsi una buona volta di qualcuno. E che avrei cercato di farmi conoscere davvero per quello che sono. Le ho detto chiaramente che non sono gesti particolari o oggetti che misurano questo. Esiste solo ciò che lei ha già visto questa estate. Nella seconda conversazione dello scorso venerdì, le proponevo tre giorni insieme se voleva realmente capire che quello che le dicevo era vero. Prima ha detto, sono troppi, poi ha chiesto dove, poi quando e infine mi ha detto ‘va bene’ solo dopo avermi estorto un ‘per me non importa quando, se prima o dopo capodanno, questo poi decidi tu. Per me hai ora priorità assoluta’. E qui lei conclude dicendomi che era impegnata ma che tornata a casa mi avrebbe detto delle cose. Sto ancora aspettando. E qui sono entrato nel loop. Ho avuto pazienza, le cose sono chiare da parte di entrambi. È vero lei sa che ci tengo ma se non facevo il primo passo mi domando quanto tempo dovesse ancora passare. Prima con le buone, poi affrontandola per scuoterla, rischiando di essere ora visto come un nemico. Adesso torna nel suo silenzio e onestamente non so più che fare. Dice che non esiste un uomo che le vuol bene in profondità. Però continua a tenermi li in sala d’attesa. Adesso francamente non so più che pesci pigliare. Che mi consigli ? E conta che l’ho già sedotta due volte! anzi tre perché già la prima uscirà ci scappò subito un bacio tanto per mettere subito in chiaro cosa volessi da lei. Che faccio?

  31. Caro Sensei. Ora ho la certezza che si comporta così, diciamo anche da stronza, perché di mazzate ne ha avute tante e non si fida più di nessuno. A parole puoi dirle tutte le cose sdolcinate, e non sono proprio il tipo che lo fa!, che non ci crede. Ieri però mi ha detto chiaramente che aveva capito che stavo facendo tutto il possibile per avere una relazione con lei e mi ha posto interrogativi che mi hanno dato la certezza che la sua rigidità nasceva proprio da questa sua disillusione. Le ho risposto dicendole quello che pensavo. Ed è rimasta sorpresa. Non credeva che potessi dirglielo. Detto questo, resta ora la distanza fisica al momento, e la mia volontà di tenere la schiena dritta. Come dici tu sono entrato nella fase della dimostrazione della pazienza. Non forzo nulla, mi sta venendo tutto naturale ma è divertente constatare che avviene proprio come descrivi tu nell’articolo. Cosa ci vuole ora con lei ? La risposta la conosco già, tanta leggerezza. E lasciare che sia l’universo a decidere …

  32. Caro Sensei, aggiornamento dal fronte. Ho optato alla fine per non andare a trovarla e per fare un reset, non con la finalità di toglierla dal piedistallo, che non credo di averci messo, ma più per me stesso. Ho fatto passare diversi giorni, non importa quanti, quelli necessari per riordinare le idee e capire io cosa volessi dalla vita e perché con questa ragazza c’è stato un feeling da parte mia diretto, sincero e passionale. Ho capito tante cose che forse nelle precedenti ragazze non volevo capire. Ho imparato che bisogna davvero amare prima se stessi per stare con una altra persona e forse se questa estate mi sono sentito bene in sua presenza significava che io ero già giunto a quel punto mentre lei forse era un po’ più indietro. Non credo che debba fare molto di più per conquistarla. È sbagliato il concetto. Lascio che sia l’universo a decidere perché alla fine io non posso al momento cambiare da solo le cose ma posso solo vivere la mia vita. Lei tornerà qui per le feste natalizie. Me lo ha comunicato ieri. Le ho detto che mi farebbe piacere rivederla. Ha risposto che fa piacere anche a lei. Penso di aver capito che tutti i miei pensieri di questi mesi fossero dettati dalla paura di avere,una relazione. A luglio quando fu lei ad avvicinarsi in maniera secca la cosa mi mise adrenalina da una parte ma anche preoccupazioni dall’altra. Volevo io stesso quel tempo che purtroppo non avevo. Ora penso che appunto come ti scrivevo nel post precedente ho maturato l’idea di volerla nella mia vita e accetto anche una sua volontà contraria. Tuttavia cosa debba fare per costruire una relazione ancora non lo so. Cerco di viverla senza attese e aspettative. Se siamo destinati ad andare avanti lo scopriremo. Di sicuro al momento sono io a cercarla. È evidente che anche da parte sua le idee non sono affatto chiare … Che ne pensi ?

    • Che sei sulla buona strada, ma ricorda che tutto questo non ha come finalità conquistare lei, ma stare bene con te stesso.

  33. In effetti un altro reset non ha senso. Sono arrivato fin qua e seppur so che la situazione è molto complessa, e lei al momento non fa molto se non assecondare il mio comportamento (che non è essere zerbino, ma semplicemente cercare di dimostrare pazienza, determinazione e serietà) ci voglio provare fino in fondo. Andrò a trovarla a metà novembre senza troppe aspettative e cercando di ricreare l’atmosfera estiva. Penso che per questa ragazza valga la pena fare qualcosa in più senza aspettarsi nulla semplicemente per me stesso. Certe emozioni sì provano poche volte nella vita. Chi le prova è fortunato. Se poi non andrà a buon fine … La lascerò andare sapendo di aver dato tutto. So quel che è il mio valore e ormai sono in grado di tenere a bada le mie paure. Thanks sensei!

  34. Caro Sensei, aggiornamento dal fronte. Ieri ho rivisto la ragazza del precedente articolo. All’inizio ero freddo e ho avuto un atteggiamento prudente. Mi sono mosso sostanzialmente a specchio. Lei anche mi studiava. Dopo tre mesi rivedersi ha fatto comunque uno strano effetto. Ha cercato di mettermi in difficoltà in tutti i modi. Mi ha chiesto cosa avessi fatto in questi mesi. Quando ho cominciato ad aprirmi a specchio si è aperta anche lei. Non ho avuto difficoltà nel dirle che i giorni trascorsi insieme questa estate erano stati belli e che personalmente preferisco più vivere tre giorni così che tre mesi nell’anonimato. Era incuriosita dal mio atteggiamento. La conversazione ha avuto un suo punto massimo di emozione quando mi ha chiesto che cosa mi rendesse così sereno. Le ho risposto che avevo trovato nella corsa il mio modo di fare un viaggio su me stesso. Lì trovavo la mia serenità. Stesse emozioni che ho provato con lei e che non avevo difficoltà nell’esprimerle a parole. E lì mi fa raccontato tutte le sue paure e le sue difficoltà. E che non si sentiva pronta per una relazione fino a quando non avesse superato questo momento di difficoltà personale e familiare. Mi ha confessato la sua disillusione verso una relazione stabile con un uomo. Insomma ha manifestato tutta la sua fragilità. Ovviamente non mi sono ammorbidito e ho semplicemente contrattaccato. Le ho detto che io provavo quelle sensazioni perché dentro ero sereno e felice ma che allo stesso tempo non potevo aiutarla in questo. Ho solo suggerito un modo per provare a togliersi da quella situazione e anche logisticamente star vicino alla sua famiglia, qui in Italia. Ne trarrei beneficio anche io a quel punto. Poi dopo cena ho attaccato con contatto fisico e lì come questa estate seppur con qualche difficoltà iniziale ho avuto modo di trovare diverse volte un bacio e un abbraccio molto forte. L’ho salutata. Le ho augurato buon viaggio, oggi ritornava al suo paese, e mi sono eclissato. Sensazioni post positive. Ero rilassato. So che ci vuole tanta, tanta pazienza e so anche che ho molta determinazione. Ora che mossa fare ? Io stando al tuo insegnamento farei un bel reset violento. Che ne dici ? Aspetto che si faccia viva?

    • Di reset se ne fa uno, se poi ha dato benefici perchè ripeterlo? Il Percorso ti è servito per arrivare fino a qui, dove non credevi, ora sta al nuovo TE agire.

  35. Gentile Sensei. In estate mi è capitato di conoscere una ragazzi di 33 anni. Io uno più grande. Inizialmente fredda sono riuscito a superare la sua corazza e ad incuriosirla. Mi cerca e mi inizia a piacere sempre di più. Decido di sedurla. La rivedo dopo un mese (nel frattempo flirtato via sms) e scatta subito la scintilla. Bacio che lei non rifiuta. Dopo due settimane organizzo una gita di tre giorni al mare. La seduco semplicemente comportandomi come se stessimo insieme da anni. Lei mi studia, dice di conoscere le tecniche di seduzione e che con lei non funzionano. Se ci provo lei è più forte. La prima parte della vacanza è stata la sintonia pura. E’ andato tutto bene. Poi in una conversazione sulla gelosia e sulla fedeltà la vedo che si ritrae. Inizia a parlare sempre meno. Diventa fredda. Il giorno successivo ho cercato in tutti i modi di capire cosa fosse successo ma niente. Un muro. La riporto a casa e quel giorno ricordo tre baci veri dopo due giorni passati mano nella mano e con iniziativa di contatto fisico sempre e solo mia. Qualche volta si divertiva a respingermi ma di fatto so che le piaceva il mio modo di starle vicino. Dopo quel week end il nulla. E’ diventata un pezzo di ghiaccio. Io sono partito per le vacanze e lei mi ha comunicato che tornava al suo paese perchè non aveva trovato lavoro nella città vicino la mia. Ha detto che non era giusto che io la aspettassi e che dovevo fare la mia vita. Ho fatto passare un po’ di tempo per vedere le cose con distacco. L’ho ricontattata e ha sempre risposto subito. Ma lei di fatto non ha mai più preso l’iniziativa. E’ rimasta passiva. Settembre tre telefonate. Ha iniziato a parlare un po’ di più dicendomi alcune cose che la spingevano a ritornare a casa. Avevo preso la decisione di andare a trovarla per parlarle ma lei pur volendomi lì non sembrava entusiasta. Ho fatto passare ancora un po’ di tempo per un reset un po’ più profondo. Non me la sentivo di pressare e ho evitato di andare lì a trovarla. Ora torna in Italia per un piccolo periodo. L’ho saputo nel corso della nostra ultima conversazione. Me lo comunicava lei. E quindi le ho chiesto di vederci. Dentro di me so che ho fatto quello che dovevo fino in fondo comportandomi da alfa fino a quando non ha cominciato a irrigidirsi. E ho lasciato fare fin quando non ho notato che iniziava a trattarmi anche male. Lì è scattata una molla e ho capito che dovevo tornare quello di questa estate. Ho fissato questo appuntamento. Tuttavia non so come comportarmi. Avverrà tra una decina di giorni. So che la risposta è molta leggerezza e tanta ironia, solo che sono in cerca di risposte. Perchè è letteralmente scappata? Che cosa è successo ? Quanta pazienza ancora devo avere per decidere di lasciarla andare ? Diciamo che ora come ora sono imparziale. So che ha esercitato un enorme fascino nei miei confronti ma so anche che questo suo atteggiamento mi ha letteralmente spiazzato. Qualche suggerimento ?

    • Se vuoi delle risposte quelle ti deve dare, o addio. Ora sta a te fare veramente l’alfa: se non chiarisce, sempre secondo me, significa che è il momento di alsciarla andare. Hai avuto pazienza ed aspettato i suoi bisogni, ma ricorda che il primo da amare sei te stesso.

  36. Alla fine secondo me che una persona è quella giusta lo si capisce solo da come stiamo. Se è tutto un dolore, un’incomprensione, un cercare a senso unico che non frutta niente allora è chiaro che quella che abbiamo puntato è la donna sbagliata. Spesso vogliamo qualcuno per non sentirci soli oltre che per il mero sesso e affini e finiamo per elemosinare la compagnia di persone profondamente immature, schiave di tutti questi giochini psicologici, come il fare ingelosire il partner o chissà che altro. Sono persone che non capiscono che la vita è semplice e che se tu ti apri e io mi apro vivremo felici. Queste persone appena ti apri ti danno una bastonata e quando lasci perdere ti corrono dietro per poi darti nuovamente una bastonata quando ti ripresenti. L’ultima donna che ho incontrato era così ed è stata una tortura, praticamente mi ha tenuto lì un anno e mezzo a farmi credere che forse alla fine ci sarebbe stata e invece mi ha solo preso in giro e nessuno ha ancora capito cosa frulla per la testa a questa, forse semplicemente niente, la sua zucca è completamente vuota a dispetto di un bellissimo contenitore. Son le classiche donne, mi dicono gli uomini grandi e adulti, che non avranno mai dei figli e che non si sposeranno mai, perchè pensano solo a se stesse. Non resta che passare alla prossima.

    • Tutto giusto, ma con unpo’ di sano ottimismo e fatalismo, vivi meglio tu e ti metti nella condizione di non perdere qualche buona occasione.

  37. A detta SUA un caso umano, e peraltro senza che glielo chiedessi, nè che si stesse parlando di nulla di vagamente riconducibile a rapporti etc…

  38. Ciao Sensei, innanzitutto complimenti per questo sito che trovo davvero una figata!
    Vorrei chiederti un parere, spero di non annoiarti: storia nata per gioco, passione bruciante, finita in fretta ovviamente per sua scelta e io devastato, ma devastato davvero.
    Giorni davvero pessimi, settimane nere, ma pian piano ne sono uscito e anche molto bene, ho rivalutato totalmente me stesso ed ora sto molto meglio, non c’è paragone.
    All’inizio l’ho comunque cercata, sarò sincero, e solo ora mi accorgo di quanto io possa essere apparso agli occhi suoi e non solo quanto di più lontano possa esistere da un vero maschio alfa.
    Poi ho deciso che stavo diventando uno stupro anche per i miei stessi occhi, ed ho totalmente tagliato i ponti.
    Mesi dopo, però, ecco i suoi messaggi. Mi cerca lei, anche se solo per qualche battuta e di solito facendo la stronza, anche se qua e là ammette di volermi ancora bene. Io le prime volte sono impreparato e ho l’impressione di rispondere ancora con troppa partecipazione, e poi nuovamente silenzio, fino a pochi giorni fa.
    Si fa viva lei, dicendo che ora sta bene, che dobbiamo vederci, che ora è trattabile e più soddisfatta, e che forse inizierà a frequentarsi con un altra persona.
    Ora, io sono ancora ovviamente molto preso, ma non ho assolutamente intenzione di mettermi nuovamente in posizione di sfavore.
    Come agiresti tu?
    Un grazie in anticipo, e ancora tanti complimenti!!!!

  39. Ciao Sensei, ho una domanda veloce ma importante.
    Se rivedi dopo mesi una ragazza con cui ci avevi ‘provato’ ma che all’epoca aveva un fidanzato, è normale che lei nemmeno ti guardi o risponda ai tuoi saluti? Ovviamente non voglio invadere gli spazi personali di nessuno, ma mi chiedevo come si può fare in un caso del genere a ottenere comunque attenzione e ad aprirsi una nuova possibilità con lei. Grazie mille Sensei 🙂 e grazie anche per Diventa un maschio alfa, lo sto leggendo e la mia vita sta migliorando ancora!!

    • In questi casi non si può sapere cosa passa per la testa delle persone, la cosa semplice di solito è la migliore: parlaci, due chiacchiere leggere e tranquille senza il bisogno di “fare colpo”, piccoli passi.

  40. una domanda un po stupida forse…quando una ragazza si fa desiderare? ..quando coglie ogni buona occasione per dirti” ci sentiamo dopo, se ne ho voglia..”…quando fa la preziosa , pur mostrando un interesse palese…boh forse dovrei fregarmene , però un po spiazza…

  41. Vabbè allora diciamo che è stata una facilitazione. Per quanto riguarda l’articolo non mi è parsa chiara una cosa… tu cosa intendi per ragazza “stronza”? una ragazza “stronza” come si comporta? Beh ho capito che nonostante la sua stronzaggine un uomo dovrebbe ‘aggiustare un po il tiro’ comportandosi con imperturbabilità cercando di far capire che ci si tiene alla ragazza indipendentemente dal suo comportamento, no? Ma fin a che punto una ragazza è stronza?

    • Lo capisce con l’esperienza e capendo copendo cosa è importante per te,è giusto avere forza e pazienza ma fino ad un certo punto oltre il quale se mancano rispetto ed educazione puoi pure mandarla a quel paese.

  42. Ciao sensei, volevo chiederti una cosa… quest’estate sono andato in vacanza, ed una sera sono riuscito a baciare una ragazza che ho conosciuto stesso la sera. Devo dire che io e lei eravamo abbastanza ubriachi. Prima di tutto la incontro fuori al locale insieme alle sorelle, lei stesso attacca bottone chiedendomi da dove venissi, (lei era inglese) e cominciamo a parlare un po, dopodichè con convinzione la prendo per mano e la porto a ballare dentro. Subito la bacio, ci sta e quindi balliamo insieme per un bel po, arriviamo quasi quasi a fare del sesso in mezzo alla pista, non disdegnava prendere iniziative (per farti capire) passiamo un bel po di tempo insieme poi quando esco fuori, scambiamo di nuovo qualche battuta finendo col chiederle di venire con me in hotel… lei rifiuta e dice che deve rimanere con le sorelle. Pazienza! non insisto e rimango un altro po con lei e le sorelle, ad un certo punto, senza sapere più che fare o dire me ne vado. Ripensandoci non so perchè non ho insistito sinceramente… Volevo chiederti, secondo te provarci con una ragazza ubriaca significa approfittarsene? beh lei si reggeva in piedi, ma la cosa mi è sembrata un po troppo facile, il giorno dopo mi sono sentito anche un po in colpa, per aver “abusato” nel locale di lei. Non so forse mi sto facendo mille seghe mentali inutilmente, mi piacerebbe sentire il tuo parere 😀

    • Bella domanda… alla quale io stesso non saprei darti risposta. ti dico solo, per quanto mi riguarda, che evito ragazze ubriache anche per questa ragione per quanto mi possano picere. La sfumatura tra seduzione ed abuso, in situazioni simili, è labile ma non credo che tu abbia fatto nulla di male. Credo che lei fosse alticcia più che ubriaca e forse questa può essere la discriminante. Tutto dipende da quanto è cosciente, se non capisce neanche chi sei e te la porti a letto per me è una sorta di “violenza”, se invece l’alcool l’ha resa solo un po’ più disinibita allora credo che sia più una “facilitazione”.

  43. sensei buonasera…l’ho chiamata per telefono ma niente non sono riuscito a parlarle…all’inizio mi metteva occupato (l’ha fatto per 2 volte)…la terza volta prima di chiamarla nuovamente le ho mandato un 3 sms dicendo se poteva rispondere 1 secondo così da prepararla alla telefonata… ha lasciato squillare il telefono senza mai rispondere a nulla… mi sa mi sa che ho perso pure a questa forse per la troppa ansia durante l’incontro…tu credi che il nervosismo dell’incontro mi abbia fatto passare per sfigato?non me lo perdonerei sta cosa…lei mi aveva portato in un posto romantico abbastanza noto e voleva parlare fermandosi su un muretto…io invece ero nervoso e ho voluto camminare facendo contatto fisico abbastanza spinto….cmq forse è proprio questo sono stato un po’ troppo aggressivo…andiamo avanti e speriamo bene in futuro di migliorare…ma sta cosa che si fanno baciare , toccare e poi fuga non mi va giù. Mi è capitata anche quest’estate in Inghilterra con una inglese…ti assicuro che curo molto la bocca che è il mio punto di forza del viso…in pratica ho dei denti abbastanza bianchi e la bocca esteticamente sopra la media…non ho problemi di alito cattivo o altro!!!!…cavolo ma che mi sta succedendo?sono già 2 consecutivamente con le quali arrivo al bacio e poi se ne vanno !!!?io ho pensato che forse corro troppo..ma cmq se mi accorgo che esagero mi fermo essendo più tranquillo e dolce…ci sono rimasto male cavolo mi piaceva e secondo me a letto era molto passionale questa ragazza…mi piaceva molto ( era solo un po’ bassina rispetto a me e inoltre lei lo puntualizzava sempre durante l’incontro che ero molto alto)…ho molti dubbi sensei… penso di non piacerle e non interessarle per niente altrimenti avrebbe risposto…però nello stesso tempo non credo che a qualcuna alla quale tu non piaci ti possa poi baciare e toccare e dirti addirittura che sei carino…che faccio?essere sempre rifiutato da questa che se la sta tirando a dismisura dopo quello che c’è stato ora mi sta iniziando a pesare !che dici mi arrendo?

    • Guarda che a volte capita che proprio perchè piaci molto ad alcune ragazze queste fuggono. E’ una sorta di paura della felicità che le trasforma in masochiste, mettici anche che secondo me hai corso effettivamente un po’ troppo… Il giorno dopo puoi anche farti sentire, anche solo con un sms, ma poi devi aspettare una sua rispota che potrebbe non arrivare mai! E’ rischioso ma se la ricontatti senza che lei ti abbia risposto la perdi al 100% perchè dimnostri ansia e forse le fai credere che da lei vuoi solo sesso perchè, in fin dei conti, è quello che più o meno hai preso da lei alla prima uscita. Il primo messaggio dopo l’appuntamento deve farle capire che ti è piaciuta lei come PERSONA indipendentemente da baci o altro. Ora aspetta un paio di settimane e poi le mandi un sms in cui le dici che ti dispiace che non si sia fatta più sentire perchè per te leiè una persona interessante con la quale ti è piaciuto condividere una bella serata. Fine, e poi te ne freghi.

  44. Grazie della risposta sensei!!! Sinceramente vorrei una storia seria. Però al tempo stesso non voglio trovarmi nella situazione di prima, ti spiego: quando le facevo notare che i suoi atteggiamenti mi infastidivano rispondeva “non sei mio padre” o “non sei il mio fidanzato”. Il problema è che lei mi teneva in uno status di insicurezza tale che io tendessi a correrle dietro per avere conferme. Stato che ho potuto sopportare solo per brevissimo tempo.
    Ogni volta che provavo ad affrontare il discorso ottenevo solo un altro punto interrogativo, ho provato con le buone + volte ma con scarsi risultati. Vorrei avere con lei un rapporto alla pari sano e magari duraturo, adesso ci ignoriamo quando ci vediamo da una decina di giorni, farei bene a parlarle esponendo il problema che m ha portato a mollarla o è troppo presto?

    • Mi sembra che tu voglia cambiarla, se lei è fatta così la devi accettare per quello che è. Se tu sei solido sulle tue idee, conviznioni e sentimenti e non hai costantemente bisogno di conferme allora il rapporto sarà alla pari. La sicurezza non te la deve dare lei con i piccoli gesti ma sei tu che devi comprendere se lei veramente tiene a te da altro: dai retta al tuo istinto e alla tua empatia, se loro ti dicono che ti vuole veramente allora fregatene dei suoi comportamenti perchè quello che conta, alla fine, è cosa realmente prova, e in minima parte come si pone. Certo ci sono dei limiti e non ti deve mancare di rispetto, ma quello sta a te capirlo. Invece di ricominciare a discutere vai da lei come se non fosse successo nulla, dimostrale il tuo fascino e la tua maturità, con leggerezza e ironia.

  45. sensei salve…la ragazza con la quale ho avuto l’appuntamento che poi non è andato bene per il mio troppo nervosismo e ansia anche evidenziato da lei stessa…che però la fine serata si è conclusa con molti baci passionali e contatti “intimi” con lei che mi ha detto che ero carino…e lasciati,almeno a me sembra, con la voglia di rivederci… …poi c’è stato il suo silenzio al mio sms semplice della notte stessa dell’appuntamento!!!…ho aspettato 4 giorni come mi hai detto…le ho mandato un sms con scritto “non tormentarmi troppo di telefonate” la sua risposta è stata “non è da me” “poi sei sparito”…cioè ma come?io ti ho scritto la sera stessa!?e mi dici che sono sparito? ma perché dire così?…ma cmq,io ora le ho scritto ma lei niente chiusa in un mutismo snervante……legge e non mi risponde…eppure prima mi rispondeva sempre…che cavolo è successo?che posso fare?non mi dire che è persa anche questa!!era carina cavolo!

    • Il dopo bacio porta spesso imbarazzo e paure, non le fare MAI battute sul fatto che non si faccia sentire, è un errore non grave, di più! Così facendo l’hai messa sulla difensiva ed ora sarà un bel problema farla sciogliere visto che le tempistiche erano giuste. Ora fai passare dall’ultimo contatto al max. un paio di giorni e poi chiamala! Basta co sti sms da sfigato…

  46. Ave sensei, leggo il sito da un pò e mi son sempre limitato a leggere ed applicare senza scriverti. Siccome però sono capitato in una situazione alquanto particolare volevo chiederti aiuto e sottoporti il mio operato.
    Esco con una ragazza della mia età (25 anni) da qualche mese. Lei dopo una fase iniziale un pò fredda, anche se c siamo comunque baciati dal primo appuntamento, dopo un mesetto mi confessa che “frequentava” un altro da prima di uscire con me e che però era finita. Ci passai sopra pensando che io avrei agito allo stesso modo e comunque diciamocelo volevo trombarmela e così è stato. Dopo una decina di giorni succedono degli episodi particolari percui lei mi irrita e non la cerco più per qualche giorno, cosa che la fà incazzare a tal punto di chiudere. Durante questi 10 giorni lei mi manda sms io rispondo freddo e fa altre cazzatine atte a attirare l’attenzione, io la ignoro o le rispondo a pena. Un giorno mi chiede di andare al cinema e praticamente come un cane bastonato fa capire di essersene pentita io non mi faccio troppo pregare e facciamo pace.
    Per un’altra decina di giorni ci vediamo si e no 3 volte anche a causa del fatto che io per lavoro ho dovuto cambiare città x un breve tempo, ma lei al mio ritorno non sembra accogliermi a braccia aperte come dovrebbe, visto che da subito le propondo di vederci. Segue un agonia di 5 giorni dove oltre al lavoro (si siamo entrambi tirocinanti nello stesso studio e per un caso eravamo negli stessi turni) praticamente non ci siamo ne visti e ne tanto meno baciati (in nessunissima circostanza). Dopo un pranzo dove siamo io e lei mi dice di voler essere solo amici, io prendo la bacio lei ricambia e siccome dovevamo tornare a lavoro, il discorso si chiude li. Qualche giorno dopo le richiedo di uscire (need sex!!!) ma lei dice che deve finire di lavorare, invece il giorno dopo mi confessa di essere uscita con un’amica ed essersi data all’alcol in modo piuttosto pesante. Era evidente che era successo anche qualcos’altro, aveva perso la borsetta e a dire suo non sapeva nemmeno lei cosa. Le sue cazzate mi hanno infastidito a tal punto che le ho detto chiaro e tondo che una ragazza che s comportava così non mi piaceva e quando lei mi ha detto “ci stiamo solo frequentando non ero tenuta ad avvisarti, non sei il mio ragazzo”, io nella parola “frequentando” ho visto una cupa analogia col mio predeccessore, non ci vedo più e la fanculizzo.
    Passano due settimane ormai e tranne un giorno di mia debolezza incui le ho mandato un SMS ( chiedo perdono sensei!!!!). Non l’ho + cercata. Lei si è fatta sentire una mattinata con una scusa idiota, le ho risposto freddo. Lei da tranquilla che era, si altera e mi accusa di averle fatto una ripicca dopo esserci lasciati. Le ho risposto ancora più incazzato ma sempre da gran signore, dicendole che preferivo non sentirla più, che ci tenevo a lei ma che lei aveva rovinato tutto.

    Siccome mi ci sono affezionato, ma l’idea di zerbinizzarmi mi faceva più paura di perdela, volevo chiederti se ho agito secondo i tuoi insegnamenti e se continuando il reset per una decina di giorni magari potrei riprovare a riavvicinarmi e a riprendermela.

    PS: lei faceva e ogni tanto fa a tempo perso la pr in una discoteca del nord italia, ha molti contatti con altri uomini piacenti che a dirla sua ci provano con lei e questo le da molta forza anche se nn le ho mai detto di essere geloso e le ho fatto capire di non sentirmi minimamente minacciato.

    Sensei grazie per il tuo immenso aiuto!!

    • Anzitutto non si capisce che vuoi da lei: una storia seria? Solo sesso? Amicizia? E se prima tu non ti fai un’idea precisa è dura seguire una strategia e una coerenza comportamentale e seduttiva. Non credo che nel tuo comportamento c possa essere qualcosa da definire di base giusto o sbagliato, perchè se non ti piacciono i suoi comportamenti devi farglielo notare (senza eccedere, ovvio) per evitare future incomprensioni. Allo stesso tempo, però, mi da l’ide che agisci con un po’ troppo astio e questo si riflette nei tuoi modi che forse sono un po’ eccessivi. Per quanto riguarda lei mi sembra una a cui piace avere uomini intorno, forse per poca sicurezza, e tu togliendone la destabilizzi alquanto! Prova ad essere leggermente più mobido, senza inzerbinarti ovviamente, e come detto comprendi cosa realmente vuoi da lei, che è una ragazza secondo me furbetta e confusa.

  47. salve sensei. Una ragazza su cui stavo “lavorando” a quanto pare ha accettato la richiesta del ragazzo con cui usciva da ormai molti mesi di ufficializzare la loro relazione.
    COnsiderato che già prima non era facile incontrarla, che atteggiamento dovrei avere adesso che mi è stata sbattuta in faccia questa notizia? Già prima glissava a volte alle proposte o comunque non dava a vedere grande entusiasmo, però con qualche escamotage ce la facevo. Ora dovrei continuare a cercare di organizzare qualcosa che la coinvolga, magari assieme a più persone, o è il caso di lasciar perdere?

  48. Salve Sensei , è da un pò che non commento sul sito, ma nel frattempo ho continuato a seguire , studiare e applicare. Se oggi torno a scrivere è perchè stò “cacciando” una preda con la “P” maiuscola. Frequento da un mesetto un corso , diviso in due lezioni alla settimana due ore per pomeriggio. Qui ho individuato forse una delle prede più ardue che potessi scegliere. Questo è quello che sò sulla “ragazza obbiettivo”: è una ragazza più giovane di me di tre anni, ha 18 anni, nella sua vita si è innamorata una SOLA volta e pare sia andata maluccio, insomma ha sofferto. Sono più di due anni che non è emotivamente coinvolta da un ragazzo, quindi una single convinta. Ama molto il cinema , i telefilm ecc si dice “innamorata” di vari vip, attori, e spesso si lamenta del fatto che LORO non LA possano avere perchè troppo lontana.. Da qui si può intuire che caratterino e che stima di se stessa ha.Questa è dovuto al fatto che la media dei suoi coetani le sbavano dietro, però allo stesso tempo sono spaventati da lei e dal suo carattere forte , disinvolto , intraprendente e dal suo aspetto estetico. è circondata da amiche tutte molto belle,che sembrano stare bene anche senza uomini , sognano tutte i classici belloni da tv si lamentano che non trovano uno così ecc. Ho notato che questa ragazza obbiettivo , non ha un gran rapporto con il sesso maschile , non ha foto in cui sta con amici (maschi) a stretto contatto o amici intimi, sempre o in grupponi misti o al massimo solo con ragazze. Insomma sembra che sopravvive senza “un amore” grazie alle sue illuse cotte nei confronti di questi vip da tv. è una ragazza che incute timore ai maschi( amici e non), che per quanto attratti non riescono a diventare piu intimi con lei, è come se avesse un’ aura enorme che spezza qualunque esemplare di uomo. Però non sembra appartenere alla categoria “stronze” perchè non è stronza o meglio ancora non lo ha dimostrato.. Appartiene ad una categoria che non riesco a individuare… Comunque ora passiamo al rapporto 1:1 , il primo giorno di corso , lei mi guardava, anzi fissava insistentemente, tanto che mi son detto: ammazza faccio questo effetto?? io ho cercato di fare un pò l indifferente diciamo, un occhiatella e stop. Al termine del corso siamo tornati buona parte dei corsisti insieme per un tratto di strada, qui io mi aspettavo , dopo quegli sguardi intensi, be che sarebbe stato facile rompere il” ghiaccio del primo giorno” e intavolare una conversazione leggera e semplice. Lei invece non riusciva neanche a guardarmi direttamente, e non riusciva a rivolgermi la parola.. io parlavo con gli altri corsisti , di argomenti “per tutti” chiunque poteva unirsi alla conversazione, ma lei sembrava bloccata, pero notavo sguardi furtivi. I giorni seguenti la situazione si è evoluta, io intuendo da solo che questa non ci sà proprio fare con i ragazzi, non sa da che parte iniziare proprio,non è abituata alla seduzione con un uomo, ho iniziato la mia seduzione; ironia, contatto fisico in escalation ecc .Il tutto un pò arrangiato perchè siamo sempre un gruppone è difficile che lei si stacchi dalle amiche, però il mio spazietto l ‘ho trovato e qualcosa ho intavolato, avendo diversi segnali positivi. La mia reale domanda è : io probabilmente le interesso, non so quanto, ma le interesso, stò in una fase di stallo , in cui io avendo capito il soggetto, sò che se mi espongo troppo finisco per perdere completamente il suo interesse ed essere uno dei tanti che hanno ceduto alla sua forte aura, e non l’ uomo che le sconvolgerà la vita e che lei aspetta con ansia. In poche parole sto facendo leggermente lo stronzo, che se la tira un pò , parlo molto con altre corsiste, insomma cerco di mostrarmi come uno che sà il fatto suo. Però come faccio la prossima mossa? Lei continua a guardarmi, ora si è anche sbloccata , mi sorride, abbassa lo sguardo ( non riesce a guardarmi negli occhi piu di mezzo secondo, si imbarazza) , dice che mi odia ridendo insomma c’è del feeling , sono riuscito a crearlo almeno in parte.. Però è palese che lei non ci sa fare, non sa come muoversi, qua devo fare tutto io, lei purtroppo fà parte di quelle ragazze che lei odia Sensei, quelle che stanno su un piedistallo e non fanno neanche un passo per rendere eccitante la caccia… Si fa bella , ti guarda , e stop aspetta che le vai dietro. Ho notato da alcune espressioni,spesso quando cercavo di fare l’indifferente stronzo, lei un pò ci restava male , nel senso parlavo con alcuni , non rivolgendo attenzioni a lei , sembrava infastidita e un minimo minimo si è esposta. Poi vedendo che lei a fare un minimo passo in più non riusciva/ voleva, ho alleggerito la mia stronzaggine e ho fatto modo di riuscire ad avere una conversazione e varie, insomma coinvolgerla fino ad arrivare a farla avvicinare un po di più. Pero per esempio l ‘ultima volta se non ero io ad interagire un minimo , lei non mi avrebbe detto una sola parola, forse neanche mi avrebbe aspettato all’ uscita per tornare tutti insieme , se ne sarebbe andata sola con la sua amica, e si sarebbe limitata a sguardi durante la lezione e stop. Io ancora non mi sono sono sbilanciato , per adesso siamo ancora in” parità” non mi sono “bruciato” insomma. Però sento chiaramente che di questo passo perderò la caccia finendo per entrare nella schiera dei tanti che le sbavano dietro. Il mio istinto/ esperienza mi dice , la prossima volta ignorala del tutto parla con altre e stop( tra l’altro c’è una corsista niente male che mi ha dato bei segnali), se lei fara una mossa benvenga sennò vorrà dire che nn gli andava di avere contatti con me. Lei Sensei cosa ne pensa? Questa è una ragazza bizzara non mi sono mai capitate così, sembra che non sia proprio abituata al mondo reale dei rapporti tra uomo -donna , nel frattempo continua a postare immagini di attori che dice di amare , che vorrebbe avere sposare ahaha , frasi d’amore tratte da telefilm ecc Un’ultima cosa lei accetta il contatto fisico, l’ultima volta ha pure cercato di ricambiarlo.. La ringrazio per la risposta Sensei .

    • Quante seghe mentali che ti fa! Ma quale ragazza bizzarra o particolare, questa ha l’autostima sotto i tacchi, fa la donna in carriera quando ha paura di un uomo e non sa come gestirlo e si crogiola felice nella sua totale passività godendosi le mille problematiche che quelli cone te si fanno e solo perchè è bella. se fosse un cesso te ne fotteresti de tutte ste infinite pippe mentali e ti renderesti conto che non è una “ragazza particolare”, ma solo una poveretta senza carattere e timida all’inverosimile. l mio primo consiglio è di lasciarla andare sul serio, perchè una così se non sei epserto e smaliziato ti fa a pezzi con la sua subdola passività, altrimenti agisci come se fosse una ragazza “non-carina”, comportati e agisci con più palle!

  49. leggendo questo articolo dopo aver letto un altro riguardante l’empatia non ho molto le idee chiare: sull’articolo dell’empatia spieghi che se sai ascoltare la ragazza crei empatia e quindi maggiore complicità, qui invece che se ascolti ogni cosa che dice, compreso i suoi problemi, fai lo zerbino o finisci per diventare solo un amico.
    puoi spiegare meglio di cosa è meglio non parlare e di cosa invece conviene? forse bisognerebbe evitare solo che la ragazza faccia discorsi negativi o di relazioni passate/ragazzi che gli piacciono?

    • Un conto è ascoltare e capire quello che ti dice (empatia), un conto è fare da valvola di sfogo alle sue problematiche del caxxo che non sono un modo per conoscersi e comprendersi ma solo, appunto, uno sfogo e tu non sei la persona preposta a questo.

  50. Infatti Sensei,un confine sottile,ci pensavo proprio recentemente.
    Diverse volte e’ capitato con la ragazza per la quale sto facendo il reset che,durante le ripetizioni,per molto tempo (fino a 2 ore,praticamente tutta la lezione) si stava a parlare (era soprattutto lei a parlare….) di tante cose,di vita,amicizie,del piu’ e del meno e dei suoi problemi a volte.Una volta mi disse “io non so fare niente da sola” ed io subito pronto a consolarla,accarezzarla e dirle che non e’ vero.
    L’ho sempre vista come una cosa positiva la complicita’ che si poteva creare con lei parlando di cose private,poi mi e’ venuto il dubbio,rileggendo e studiando bene il tuo e-book,di essere stato un po’ zerbino in quelle circostanze,permettendole di riversarmi addosso quello che voleva quando voleva lei,quando invece andava a me di parlare lei a volte tagliava corto se non le andava….Tu che ne pensi? Sono stato zerbino o starla ad ascoltare e dialogarci anche a lungo serve a qualcosa?
    Grazie!

    • I suoi problemi, specialmente in fase seduttiva non ti devono interessare più di tanto, devi cambiare discorso. Quella non è complicità ma solo un modo suo di sfogarsi e tuo per avere una sorta di scusa per dimostrarle a tutti i costi che le stai accanto, cosa che non è giusta perchè siete ancora all’inizio.

  51. Ciao sensei… La mia donna obiettivo con cui stavo facendo crescere una certa complicità nel contatto fisico e una certa intimità nei discorsi, la ritrovo in un locale che frequentiamo spesso entrambi e dopo un pò di chiacchiere iniziali e contatto fisico la vedo con un tipo e per mia sfortuna le passo vicino proprio quando stavano abbracciati e si baciavano. Mi ha dato molti segnali di interessamento e credevo bastasse un nulla ormai per chiudere, eppure questa cosa mi ha spiazzato totalmente… COme mi devo comportare? COn indifferenza rispetto all’accaduto? Io con lei vorrei andare fino in fondo e sperando non ci sia niente di serio con questo tipo…

    • Tu stai dietro ad una che nei locali si bacia con altri? Ma fai un bel reset di 1 mese e vedi di dimenticarla, se poi si fa sentire lei fai tanto caldo/freddo. E che diavolo, un minimo di dignità maschile!

  52. sensei ecco un caso molto complicato….la prima categoria che hai citato descrive perfettamente la ragazza in questione….dopo il reset è crollata letteralmente(si era messa a piangere perchè nn mi facevo sentire) e ci siamo baciati in diverse occasioni….però lei da soli nn vuole uscire perchè si sente in imbarazzo visto che nessuno della compagnia sa di questa cosa (quindi ci vediamo praticamente ogni giorno in compagnia di 7 8 persone)…. se la cago troppo mi mangia letteralemente….al contrario se faccio un freddo ai limiti dell’assurdo viene da me e si inzerbinisce addirittura….per il resto, dei giorni fa come se nulla fosse quasi come se nn ci conoscessimo e dei giorni si flerta allegramente….tanto per aggiungere qualcosa lei nn si fa mai sentire e io cmq l’avrò chiamata solo 2 3 volte…fare caldo e freddo con lei è quasi come fare solo caldo visto che lo fa anche lei…io avevo pensato per sbloccare la situazione a un freddo assoluto con un super caldo anche davanti a 10 persone una volta ogni morte di papa fregandomene che si sente imbarazzata..che ne pensi?

    • Non è una questione di strategie ma di problemi mentali, se fa parte della prima allora è una che non sta bene e che non risolverà MAI i suoi guai, o la accetti così com’è con tutti questi alti e bassi molto fastidiosi e pesanti oppure la lasci andare, soluzioni non ce ne sono.

  53. Grazie !!! Un’ultima cosa, hai detto una gran cosa che avrei intenzione di fare a breve, ma in ogni caso: cosa intendi precisamente per “la cosa più difficile: affrontarla per scuoterla”???
    Ci starebbe bene un articolo dedicato…

  54. ciao Sensei, e’ un po’ di tempo che non mi faccio vivo, beh, buon segno, direi, infatti sto avendo un certo successo con le donne, ora che e’ piu’ di un anno che ti seguo e certi “meccanismi” diventano naturali, come non inzerbinarsi, la leggerezza, e, soprattutto il contatto fisico. Ho conosciuto una bellissima ragazza giapponese tre anni fa. Lei era fidanzata, io ero sposato (ora sono single) e per varie ragioni ci siamo sempre visti come amici, anche se io, un po’ per “istinto” e un po’ per “esperienza” (soprattutto dopo aver iniziato a leggere TpS) l’ho sempre trattata con un pizzico di erotismo e con una certa leggerezza. Mi ha chiesto, in passato, diversi favori, ai quali ho molto garbatamente detto di NO. Il suo ragazzo (Italiano) era uno zerbino professionista, pensa che spesso era proprio lui ad accompagnarla quando NOI uscivamo! era tanto locco da andarsene a fare un giro da solo, mentre noi ci prendevamo il caffè… comunque, a parte il ragazzo. Ho incontrato di nuovo questa ragazza qualche settimana fa e abbiamo passato un bellissimo pomeriggio in campagna fra vigneti, passeggiate e ristorantini alla buona, vedevo che la ragazza apprezzava molto la mia compagnia e io stavo conducendo una strategia da manuale. Il bello di leggere e seguire TpS e’ che quando senti minimamente che ti stai inzerbinando parte il campanello nel cervello, quindi fai qualche battuta, pensi ad altro, ribalti la situazione… questione di esercizio… abbiamo parlato del piu’ e del meno, e io ho espresso il mio punto di vista sul rapporto fra uomo e donna in modo molto chiaro, e lei sembrava apprezzare quello che dicevo. Insomma, mi sembra che le cose stiano andando bene. L’unico problema (e non e’ da poco…) e’ la carenza di contatto fisico. Purtroppo so che i giapponesi non amano essere toccati in luoghi pubblici o dove sono visibili ad altre persone, quindi ero un po’ intimorito… alla fine del nostro appuntamento lei scende dall’auto senza darmi neppure un bacio sulla guancia… pero’ segnali di interesse sembrava che ci fossero… cosa mi consigli di fare? la dovrei rivedere nel giro di qualche settimana… sto cercando di convincerla a vederci a casa sua o mia, con qualche scusa, che ne pensi? grazie ancora e a presto!

    • “convincere” una donna non è mai la strategia migliore perchè si basa sul farle capire con la logica e razionalità che starete bene insieme e questo attiva le sue difese quasi in automatico. Invece goditi il tempo che puoi passare con lei seducendola e non parlando di queste cose. Ovviamente aumenta il contatto fisico con molta attenzione data la cultura giapponese, ma anche in questo caso senza farti troppe pippe mentali, è pur sempre una donna ed ha bisogno di essere toccata e sedotta come qualunque altra donna.

  55. Autostrada, passaggio davanti al casello nei pressi di dove abita un maschio-beta (si dice così?), un mio “rivale…” (rivale??? bah…è beta !!!). Lei che interrompe il discorso… sguardo nel vuoto e sorriso… ho dovuto richiamarla per distoglierla… ecco il boccone più amaro dopo il reset !!! Consigli se il fatto si ripete?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here