Riuscire a capire quando toccare una donna e quando invece è meglio lasciar stare è importante per non essere maleducati e irrispettosi.

Al giorno d’oggi, poi, con la caccia alle streghe che viene fatta per qualsiasi cosa è opportuno porsi sempre nel modo più rispettoso possibile.

Sia chiaro: le donne vanno trattate sempre con rispetto, evitando ogni azione che possa metterle in imbarazzo, mortificarle o farle sentire a disagio. In certi casi, a volte anche senza rendersene conto, si potrebbe arrivare a commettere un reato (molestie sessuali).

Può capitare, come vedremo di seguito, che ci si trovi in una situazione “strana” in cui lei manda segnali di interesse, ma il contesto non permette di sedurla e ancor meno di fare contatto fisico.

Quando toccare una donna: un caso specifico

Moltissimi mi chiedono come porsi con una ragazza che sta sul posto di lavoro, esempio tipico con la cameriera al bar oppure con una collega con la quale si flirta di continuo.

I casi sono molti ma si deve imparare a gestirli non solo dal punto di vista relazione ma anche del contatto fisico per evitare problemi (a te e a lei).

“Mi trovo in una situazione un po’ strana Sensei, che non riesco a risolvere. Faccio sempre colazione e pranzo allo stesso bar davanti al mio ufficio.

Lì ho conosciuto un paio di mesi fa la cassiera, una ragazza stupenda che credo mi trovi simpatico e che ci sia una buona intesa. Le faccio spesso battute, ci scherzo ed ormai siamo entrati in confidenza, ma purtroppo, come tu mi insegni è necessario anche il contatto.

Però mi sento a disagio a toccarla sul suo posto di lavoro, davanti a tutti. Qualche settimana fa ho provato ma si è ritratta. Cosa posso fare?”

Capire se e quando toccare una donna passa attraverso la lettura del linguaggio del corpo, giusto (per farti un’idea per capire a che punto sei con la seduzione).

Se c’è interesse nei tuoi confronti allora il passo seguente, il più delle volte, è proprio il contatto fisico.

Di solito non sono per “gli espedienti”, ma credo che in questi casi ci si debba un po’ ingegnare, lei sta comunque lavorando.

Per esempio si potrebbe pagare con parecchie monetine, e sfruttare il momento in cui gliele si dà per sfiorarle più volte la mano e vedere come reagisce e con una battuta dirle che hai appena rotto il salvadanaio.

La situazione deve essere molto leggera.

Osservare le reazioni e agire di conseguenza

Osserva la sua reazione, se si ritira vuol dire che forse sei stato precipitoso, se invece accetta quasi con noncuranza, allora vuol dire che puoi andare avanti.

La seduzione non si basa su strategie precise, devi improvvisare e lasciarti andare all’attimo, se sei sufficientemente sicuro di te, in ogni caso sappi che c’è un margine di rischio.

Potrebbe anche scansarti, levare la mano all’improvviso in un moto di disgusto e fastidio e tu, come immagino, ti farai mille domande chiedendoti se è per colpa tua, se non vali abbastanza e cosa di questo tipo.

Il suo atteggiamento, potrebbe dipendere da:

  • Problemi personali che non hanno nulla a che vedere con te.
  • Non hai capito cosa lei cerca, magari era solo amicizia (per evitare che si ripeti studia meglio il linguaggio del corpo e lavora sulla tua empatia).
  • In quel momento non voleva.
  • Qualcuno vi stava guardando, ad esempio il suo capo!
  • Fa così con tutti.

Insomma le risposte sono fin troppe e tutte normali. Accettale e vai avanti perché capire quando toccare una donna (e come e dove farlo) si impara anche prendendo qualche due di picche.

Il contatto fisico è essenziale, ma devi preparare il terreno e capire se vuole

Sedurre non è semplicemente indossare un abito per fighetti e toccare chi ti capita a tiro.

Prima vi sono piccoli passi da fare con calma. Devi coinvolgerla con tutti i suoi sensi, il tatto è il più importante perché alla fine non è altro che un’anticamera del sesso. Al sesso paradossalmente puoi togliere tutto, ma NON il contatto fisico.

Devi sedurla con:

  • Il tono della voce (udito).
  • Un buon profumo (olfatto).
  • Giusti modi e presenza (vista),
  • Con le emozioni!

Falle capire che ti interessa senza però averne la certezza, spiazzala, giocaci, divertiti con lei. Sviluppa l’empatia per renderti conto di cosa potrebbero provare le persone intorno a te (in questo caso la ragazza che ti piace).

Buttati! Non lasciare che il primo che passa, le chieda di uscire. Devi essere tu a farlo, appena la barriera del primo contatto è caduta non girarci intorno. Tu la vuoi, allora vai e prendila.

Hai aspettato fin troppo.

Spesso la paura di un rifiuto, del giudizio degli altri, ti bloccano ed il tuo cervello per non affrontare la realtà si fa mille paranoie.

Nella seduzione il rischio di essere rifiutati c’è, capita a tutti, ma solo pochi hanno la vera forza per reagire e migliorare.

Non esagerare, però

Spessissimo mi capitano email e commenti in cui in troppi dicono che non vogliono arrendersi, che sono sicuri che lei sia la persona della loro vita e così a continuare.

Da una parte è bello voler lottare per una persona, purtroppo però spesso si scade in comportamenti a rischio che mettono a disagio l’altra persona.

Capire quando toccare una donna è essenziale, quanto comprendere se è il momento di lasciar stare. Se le hai provate tutte allora smettila di starle addosso e prendi le distanze.

Un vero alfa accetta anche i NO, senza spingersi in comportamenti fuori luogo, parole forti e purtroppo anche azioni deplorevoli.

Quante volte si legge sulla cronaca nera di stalking verso una ragazza fino arrivare alla violenza e addirittura all’omicidio (o femminicidio come lo chiamano per fare audience!).

Tu non sei quel tipo di essere, sei un uomo che sa quando fermarsi, che sa gestire le emozioni negative come ad esempio la gelosia. E se così non fosse non disperare, semplicemente chiedi aiuto, perché una persona sicura di sé non ha paura di farlo.

24 Commenti

  1. Buongiorno Sensei
    Recentemente sono tornato dalle vacanze con un’amica, la mia migliore amica. Sappiamo quasi reciprocamente tutto di noi. È da anni che andiamo sempre in vacanza solo noi due da soli (stesso letto) malgrado lei abbia un partner ed io non sempre una ragazza fissa. La nostra relazione è alquanto contorta, possiamo definirlo un amore platonico visto che non abbiamo mai fatto nulla per cambiarla. Ovvio, possono capitare periodi che ci pensi come sarebbe se fossimo una vera coppia ma a noi sta bene così, malgrado i nostri amici comuni e famigliari sono convinti e vorrebbero che fossimo assieme (malgrado lei abbia già un compagno da qualche anno…) Strano caso lo so ma tantè è così.
    La mia curiosità invece è sul contatto fisico appunto, lo so’ che è importante per avere una relazione ma non l’ho mai fatto con lei anche perché ogni volta che mi capitava di toccarla, anche accidentalmente lei si ritrae sempre, io non ci faccio caso quando mi capita di sfiorarla ma me ne accorgo subito dalla sua reazione con lo sguardo scioccato (quasi disgustato) che fa e si tira indietro letteralmente di due passi oppure peggio ancora una volta mi ha fatto fare una figura tra amici quando le ho messo instintivamente la mano sulla schiena (l’avrei fatto con chiunque al suo posto) per spostarla in modo di passare tra lei e il tavolo e lei ha urlato “lo sai che non mi piace quando mi tocchi!!” Ecco qui ho dovuto contare fino a 1000 prima di riprendere controllo della situazione per non insultarla, non me la sono presa molto anche perché era presente una ragazza che stavo frequentando in quel periodo.
    Ora chiedo a te Sensei, se mi sai dare una tua opinione su queste reazioni che ha.
    Un paio d’anni fa mi è capitato un mini reset di qualche giorno tornati da una settimana assieme di vacanza, io non l’ho mai cercata, quando l’ha fatto lei, beh si è arrabbiata molto che non la cerco mai e per qualche mesetto era assai tesa la situazione….ste donne !?!?!

    • L’errore più grande che si può fare è cercare spiegazioni (e forse anche conferme) dai comportamenti femminili. Anzichè chiedere a me i perchè, chiedi a te stesso cosa vuoi.

  2. Sensei a proposito delle uscite di gruppo, l’altra sera sono uscito con alcuni amici e uno di questi ha portato due ragazze(una la conoscevo già ed è mia amica).
    Dopo poco le due ragazze si allontanano per salutare qualcuno, allora guardo negli occhi quella che non conoscevo, sostengo lo sguardo e vedo che lei lo abbassa, ma non ci ho dato importanza. Durante la serata non ho fatto granché, anche perchè non volevo proprio sedurla, però nell’ultima ora prima che se ne andasse ho deciso di vedete cosa succedeva, se riuscivo a iniziare qualcosa.
    Allora ho iniziato a fare più contatto fisico, ironia e vedevo che un minimo era interessata.
    A fine serata ci salutiamo, mi guarda come per aspettare qualcosa(che mi abbassassi per darmi un bacio sulla guancia), allora me ne frego e la abbraccio, boh mi andava.
    1)Secondo te quest’ultima cosa è stata un errore?
    2)Il fatto che abbia abbassato lo sguardo in quel caso secondo te indica un poco di interesse?
    Non ho fatto granché, però volevo giusto vedere come è aumentata la mia sicurezza, e considerando che fino a qualche mese fa in una situazione simile non ci avrei nemmeno parlato non posso che ringraziarti, poco a poco sto migliorando sempre di più

    • 1. se ti sentivi di farlo hai fatto benissimo.
      2. potrebbe, ma potrebbe essere solo imbarazzo. Ricorda che un segnale da solo significa poco nella lettura del linguaggio del corpo.
      Stai migliorando molto e ti senti più sicuro, cosa vuoi di più? 😀 Continua così, bravissimo.

  3. Ciao Sensei, mi serve un tuo consiglio.. Tempo fa h ( circa due mesi) o chiesto il numero di una ragazza che mi dava dei buoni feedback… Non me lo diede dicendo che si vedeva con un ragazzo.. Mi dissi Ok , e mi misi a “guardare” altrove.
    Poi un mese fa mi ha chiesto amicizia su fb .. e ci siamo messi a chattare un po’ di tanto in tanto.. Lei mi piace molto e circa 15 giorni fa mi sono detto.. Chissenefraga se ha qualcuno.. io la voglio .. Ed ho cominciato a cercare di essere seducente senza nascondermi , anzi sono andato giù abbastanza duro.. Le ho detto quanto pensavo fosse sexi, ho ripreso a passare nel locale dove lavora chiacchierando con lei, lo fatta divertire, lo presa in giro lo toccata tutto insomma.. Il tuo Ebook è servito alla grande.. La notte di natale siamo usciti finalmente a bere una cosa.. E poi siamo finiti casa mia fino alle sette del mattino!!!
    E ora.. ? Nei giorni successivi ok messaggi telefonate ci vediamo al locale ma di rivedermi fuori non se ne parla.. Dice che è incasinata , il tipo di mezzo ecc.. Insomma continua a darmi corda ma si nega. Io le ho detto chiaramente che se sono di troppo posso fare a meno di lei, ma lei a detto scherzando invece che devo insistere.
    Lei mi piace, da qui in poi come posso fare?
    Grazie Sensei

    • Sono contento che l’ebook sia servito! Ora devi solo avere tanta pazienza, è passato troppo poco tempo per farle pressioni. Invece devi essere leggero e divertente, deve stare bene con te e non sentirsti obbligata a vederti “fuori”, vedrai che sarà lei a chiederti di uscire se non la pressi.

  4. Ciao Sensei,
    non so se ho fatto la cosa ottimale.
    Probabilmente sarebbe stato meglio continuare il contatto fisico senza provare a baciarla, ma magari dandole il mio numero di telefono o dirle se le andava di vederci fuori di lì. Provarci sul luogo di lavoro credo generi delle maggiori ansie (poteva entrare qualcuno da un momento all’altro). Che ne pensi?

  5. Ciao Sensei.
    A proposito di contatto fisico devo raccontarti cosa mi è successo con una fisioterapista un pò di tempo fa. C’è subito stata una grande intesa e facilità nel parlarci, dopo pochi giorni (e sedute) ho cominciato a sfiorarla e lei non si è intimidita per nulla, anzi dopo qualche tempo mi ha chiesto se ero più comodo a sedermi vicino a lei che a stare sdraiato sulla brandina (la terapia che facevo erano massaggi alla spalla). Mi disse, facendo la spiritosa, “così stiamo vicini vicini…”. Io naturalmente ho accettato ed ho cercato di accarezzarla “sbadatamente” sul braccio. Lei non si è affatto ritratta perfino quando le ho accarezzato la mano delicatamente. Io, visto il contatto ravvicinato, ho creduto di interpretare questi segnali come un invito. Dopo un pò ho cercato di baciarla. Lei si è ritratta è la cosa stupefacente è che non mi ha detto “non voglio” o “non posso”, ma si è come meravigliata che avessi avuto un simile vergognoso ed inappropriato atteggiamento in un luogo di lavoro, facendomi passare per “immorale”. Poi, finita la terapia, non l’ho più rivista. Ora, a distanza di tempo, mi viene un dubbio: cosa avrei dovuto fare e dove ho sbagliato? Sembrava tutto filasse liscio…

    • Sei stato grande, così si fa! Azione anzichè farsi mille seghe mentali. Mi è capitata una cosa simile con una osteopata, era palesemente attratta, forse troppo a tal punto che la volta seguente era fredda ed anche un po’ maleducata. Quello che succede nella loro mente è un’esplosione di emozioni che non riescono però a capire e gestire, lei voleva essere baciata, ma la consuetudine morale “moderna” e spesso bacchettona l’ha condizionata e spinta a dirti di no. Se non la baciavi non succedeva nulla, mi pare chiaro, provandoci avevi un % minima che hai porvato a cogliere. questa volta non è andata ma se hai questo atteggiamento la prossima andrà bene!

  6. @Alex: la vitiligine non è contagiosa, quindi il problema prima di tutto è tuo. Capisco che tu possa sentirti in imbarazzo ma devi superare questo tuo limite. Se poi qualcuna si sente a disagio è un suo problema, impara a fregartene degli altri, vivrai meglio.

  7. Ciao sensei.. Io ho la vitiligine sulle mani e a volte ho paura a fare del contatto fisico.. Penso che sia un po’ uno svantaggio..

  8. ero in discoteca con un mio amico e suo cugino. 4 anni meno di me, basso e magro. io indossavo pantalone e camicia. lui un pantaloncino bianco e una camicia a quadri rossa.
    fermammo 2 ragazze, questo ragazzo incomincia a parlare, un tipo molto simpatico e socievole. mentre parla mette una mano sul culo a una delle 2 ragazze.
    la ragazza senza arrabbiarsi le toglie la mano. dopo chiede alle ragazze se si sono mai baciate, nemmeno il tempo di finire la domanda che queste 2 si baciano con la lingua. quando finisco lui prende una ragazza e la bacia. l’altra ragazza aspettava che io facessi lo stesso, invece stavo a guardare come un coglione. così lei si avvicino e mi baciò. dopo andarono via. erano delle ragazze che volevano fare sesso. il problema è che essendo abituato con delle ragazze bigotte, che se la tirano, quando capitano queste occasioni mi sento spiazzato.

  9. Toccala, col tempo ed un po’ di sensibilità imparerai come, sull’e-book trovi esercizi e spiegazioninpiù approfondite.

  10. Ciao Sensei sono un ragazzo di 24 anni, ti espongo la mia situazione velocemente. Sto con una tipa bellissima che mi piace da matti da 2 mesi, ma non lo abbiamoa ncora fatto . Come posso portarla a desiderare di fare sesso con me?

  11. Ciao Sensei, sto seguendo il percorso da qualche settimana. Per la prima volta dopo tanti mesi anche la ragazza ke mi piace inizia a notarmi, ma non riesco a fare di +, cosa posso fare?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here