Sincerità e seduzione vanno davvero d’accordo, e soprattutto perché?

La risposta è quasi sempre un enorme sì, se si vuole conquistare una ragazza (poi vedremo il perché lo si desidera) è necessaria una buona dose di verità: le donne hanno il sesto senso.

Vediamo però di capire in che modo dire la verità è utile e a volte anche vantaggioso. Perché al centro della seduzione, lo so sembra paradossale, ci sei tu con i tuoi bisogni, desideri e paure.

Sincerità e seduzione: chi sei? cosa vuoi? dove vai? Un fiorino!

La battuta nel film Non ci resta che piangere con il magnifico Troisi era leggermente diversa, ma il senso è quello.

Prima di sedurre devi sapere molto di te, lo so che sembra un concetto un po’ “mistico” ma posso assicurarti che diventare un seduttore è meglio che farsi un anno di analisi!

E’ un lungo e faticoso viaggio dentro di te che ti porterà a scoprire molte cose che non sapevi. Ma torniamo all’importanza della sincerità in seduzione.

Cosa vuoi da quella specifica ragazza?

Sembra una domanda ovvia, eppure quando la faccio in molti balbettano cose a caso e frasi senza senso.

Se ci pensi, quando interagisci con qualcuna, non ti rispondi mai a quella domanda. Nel senso che la corteggi senza sapere effettivamente cosa vuoi da lei.

Non sto dicendo che appena vedi una che ti piace, tu debba già aver deciso cosa sarà per te:

  • Amante.
  • Scopamica.
  • Fidanzata.
  • Amica.
  • Confidente.
  • Nemica giurata

Però un minimo un’idea te la sarai pur fatta, nel senso che potresti volerla solo per il sesso ma poi, conoscendola, scoprire che la vorresti come ragazza. Va bene.

Ora il punto è che tali domande si tende a non porsele mai e procrastinare il confronto con la realtà all’infinito, perché la nuda realtà non lascia margini di manovra.

Ti faccio un altro esempio: conosci una ragazza che ti piace, è carina e sembra anche simpatica. Ti avvicini a lei e con il tempo ti rendi conto che è una persona importante per te.

Allora ci provi in modo poco incisivo perché, come difesa per la tua anima ferita o autostima sottoterra, non ammetti il fatto che tu la vuoi conquistare per farne la tua fidanzata!

Così hai comportamenti a metà tra l’orsetto del cuore e il gatto dei vicini e ti ritrovi in zona amicizia.

Non essere stato sincero con te stesso, dicendoti e convincendoti di quello che davvero vuoi, ti ha portato ad agire in modo poco chiaro (e rischioso), comportandoti in modo da non attirarla davvero.

La verità è la seduzione

Uno dei capisaldi di TpS è il linguaggio del corpo, tanto che oltre a inserirlo nei vari ebook ne ho scritto uno specifico (Il linguaggio del corpo).

Spero che tu abbia letto i molti contenuti tanto da sapere che comunichiamo più con il nostro corpo che a parole e che, le donne, ci capiscono e leggono ogni nostro movimento o comportamento.

Sono dei radar e infatti, come scrivo sempre, è fondamentale che ci sia coerenza tra quello che dici e come ti poni (inteso anche come linguaggio corporeo).

Se sei totalmente insicuro, imitare uno che invece lo è, potrebbe farti sentire meglio per un po’. Ma lentamente la tua balla mostrerebbe le sue crepe e le ragazze sono maestre nello smascherare i bugiardi.

E una volta che accade tu sei OUT. Non avrai più nessuna speranza perché loro possono passare sopra a una marea di difetti, come la stessa insicurezza, ma proprio non tollerano chi le prende in giro.

Stessa cosa quando tu vuoi conquistare una ragazza è IMPERATIVO che tu sappia già cosa vuoi da lei e ti ponga, anche al primo approccio, in modo sincero. Non dirle che ti piacciono i suoi occhi se neanche li hai visti e ti sei focalizzato solo sulle tette!

Quando invece già la conosci, magari  è un’amica che vuoi conquistare, sappi cosa desideri da lei e comportati di conseguenza.

Ad esempio ho avuto la “fortuna” di avere un discreto numero di trombamicizie (o amiche di letto) non perché sono, appunto, fortunato, ma perché a un certo punto della mia vita ho compreso che dovevo essere sincero dove gli altri, invece, mentono: su quello che voglio.

Se con una ragazza vuoi solo scopare, domandaglielo o in generale sii chiaro con lei e non farle credere che la vuoi sposare quando invece non è così!

Sesso e sincerità

Il vantaggio di essere sinceri si amplifica in altri “ambiti”. Non solo aumenta le chance di seduzione (partendo dal presupposto che tu la seduca, non basta solo la sincerità), ma ti dà una serie di bonus accessori.

Come ad esempio nel sesso. Molti si lamentano che non sono soddisfatti della loro vita sessuale o che la loro ragazza non fa quello o quell’altro (vale anche per le ragazze).

Nella maggior parte dei casi il problema è che manca la comunicazione, diretta risultante della sincerità.

Una coppia che non si dice le cose, le proprie fantasie e bisogni è destinata a star male e naufragare. Impara a dire, sempre nei modi opportuni, cosa desideri dalla persona che hai accanto.

Se ti piace fare sesso su un’altalena con la luna piena durante il solstizio d’estate chiediglielo!!! Non ci deve essere giudizio né tanto meno paura di venir giudicati da chi hai accanto.

Come vedi la sincerità non è solo un utile strumento per non prendere subito un dannato due di picche, ma anche utile per crescere, capire cosa si desidera da se stessi e dagli altri.

E migliora anche il sesso!

4 Commenti

  1. Mmm…. credo di non essermi spiegato bene…..
    Innanzitutto non affermò velatamente che le donne non hanno il sesto senso. Ho solo detto che da ciò che si sente in cronaca nera non mi sembra così efficace, specie se deve salvarti la vita.
    È ovvio che non è chiaroveggenza o superpoteri, ci mancherebbe altro….. Non diciamo stupidate.
    Ma in natura l’istinto ti mette in guardia da potenziali pericoli che potrebbero costati la vita. Lo so anch’io che molte donne, come molti uomini preferiscono illudersi anche se percepiscono la verità nel loro intimo, vuoi per debolezza, solitudine o semplicemente per il bisogno di credere in qualcosa anche di sbagliato.
    È vero che in natura il crimine, in quanto deviazione umana non esiste, è vero che lei non può sapere che quello è un assassino, però, come nel mio caso l’istinto ti mette in guardia. Vuoi la vocina interiore, vuoi un senso di malessere e disagio che come detto sopra uno può anche non ascoltare. Però lo fa! Il mio istinto, per esperienza, mi ha salvato da grossi e pericolosi guai più di una volta.
    Sono poi d’accordo per quanto riguarda la sicurezza in seduzione, che uno stronzo sicuro, è in linea di massima più attraente di un buono insicuro.
    La mia, voleva solo essere una domanda ad un dubbio. Se avessi realmente affermato che le donne non sino istintive, lo avrei scritto in maniera chiara e netta, senza affermare alcunché in modo mascherato. Non è nella mia persona, è anzi spesso l’essere troppo chiaro e sincero, a volte pacato e altre in modo più risoluto, sono alla base di molte incomprensioni che ho con la gente che vorrebbero plasmarmi a loro piacimento.

    • Mi rispondi che sai già tutto, e allora perché mi poni un quesito (per altro ancora poco chiaro)? Mi avresti dovuto scrivere semplicemente: perché, se le donne hanno il sesto senso, a volte non lo ascoltano? Invece hai scritto un papiro, che significa?
      Trovo i commenti migliori di altri metodi di comunicazione perché da quanto uno scrive, se si è attenti, emergono tante sfumature interessanti. Ovviamente relative al commento stesso, non alla persona in generale, anche se molto spesso si dimostrano impressioni di più ampio respiro.
      Sei convinto, in base alle tue esperienze “istintive” che sia uguale per tutti, che ognuno debba agire come fosse in una sorta di schema, sembri rigido e questo lo si comprende anche da alcune frasi alla fine in cui sembra ti voglia difendere dal mondo esterno. E’ giusto rimanere se stessi, ma con leggerezza. Puoi anche non essere d’accordo con me, eppure il tuo primo commento esprimeva sensazioni che ho colto anche con il “sesto senso”, ma se fossi un omicida non potrei di certo dirlo. Di sicuro sei una persona colta, con una ottima capacità di ragionare e credo anche di buon cuore. Si deve rimanere se stessi, però senza essere rigidi perché non se ne ottiene nulla.

  2. Sensei ciao! Una domanda che mi lascia dubbi dato poi i fatti che succedono.
    Tu dici sempre che le donne sanno già con chi hanno a che fare, hanno un radar per sgamare chi mente, e un intuito infallibile….
    Sarà vero certo, non lo metto in dubbio. Ma anche noi uomini, o almeno per quel che mi riguarda personalmente, anch’io ho sempre capito con chi avevo a che fare nonostante un apparenza gentile siano essi uomini e donne. È quando sono rimasto fregato, sia con le donne e con gli amici era perché mentivo a me stesso, pur sapendo già cin chi avevo a che fare e sapendo che “l’inculata” sarebbe venuta prima o poi….
    Ma tornando al quesito iniziale, sino d’accordo che le donne hanno un sesto senso sviluppato. Però secondo me tu lo romanticizzi troppo rispetto alla realtà.
    Mi spiego: Se questo sesto senso sviluppato fosse così eccezionale, non sentiremmo di donne uccise o picchiate. Perché, il loro intuito le avrebbe affrancare da tali sciagure. Oppure quando si lamentano che il loro tipo da dolce e carino è diventato l’opposto in poche settimane. Allora, o succede come facevo io, che sanno ma se ne fregano delle sensazioni, o questo intuito e bravura a sgamare bugiardi c’è sicuramente, ma non così sviluppato da metterle sempre in guardia su chi hanno davanti. Mi puoi spiegare meglio cosa intendi con tale affermazione?..Grazie e buona giornata!

    • Se rileggi il tuo commento ti renderai conto che è un po’ contorto, che accetti l’idea di poter sbagliare ma non applichi lo stesso metodo proprio sulle donne. Io non le romanticizzo, dico un’altra cosa che non ti è chiara (forse non è spiegata a dovere): il sesto senso femminile si attiva e manda loro determinati messaggi che, come fai tu, a volte decidono di non ascoltare per tutta una serie di sovrastrutture, paure e condizionamenti. A volte anche il bisogno di credere di trovare una persona valida tra mille delusioni. Non tutti hanno la forza delle proprie idee, figurarsi del proprio istinto. La tua domanda è contorta perché non è una domanda, ma una affermazione mascherata da quesito nel quale affermi, in modo velato, che le donne non hanno il sesto senso. La mia esperienza mi dice il contrario ma anche, sta qui il punto, che non siamo tutti in grado di ascoltarlo sempre. Con loro, in seduzione, è qualcosa di più sfuggente che le mette in guardia non se uno è un criminale (concetto che in natura non esiste proprio), ma se ha il potenziale per essere un partner. Se tu sei un insicuro, ma non uno stupratore, loro non ti troveranno (in linea di massima) attraente. Al contrario uno stupratore sicuro di sé sarà attraente. Il sento senso non dice cosa farà uno in futuro, mica è chiaroveggenza, ma valuta determinati elementi che contraddistinguono una persona. E questi non sono il reddito, le intenzioni losche o le perversioni mentali. Tu confondi il sesto senso di cui parlo, e di cui sono dotate, con i super poteri. Non tutte lo ascoltano, bada bene, ed è una dote che hanno anche molti uomini e che può essere sviluppata ad esempio studiando il linguaggio del corpo, osservando gli altri e migliorando l’autostima.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here