Archivi tag: sedurre

Come sedurre una ragazza

Caro lettore, finalmente il nuovo sito è pronto. Ci sono voluti anni per crearne uno che incarnasse l’essenza e lo spirito del Sensei, ma ci sono riuscito (almeno spero).  Troverete:

  • Vecchi e nuovi articoli.
  • Gli ebook del Sensei.
  • La possibilità di commentare e avere delle risposte gratuite da me.
  • Una community di veri alfa che desiderano crescere insieme.

www.ilsensei.it

 

Tentiamo di capire come sedurre una ragazza e quali sono le tecniche e i metodi che aumentano le possibilità di conquista, di seguito l’email di un utente:

“Gentile Sensei, verrò subito al punto. Leggendo su molti siti la domanda che molti come me fanno è se c’è un modo unico per sedurre una ragazza, un metodo che funzioni sempre e comunque con tutte.

Secondo alcuni è come ti comporti, per altri come sei fisicamente e per altri ancora dipende da cosa dici o fai.

Tutto questo ha generato in me molta confusione, la realtà è che a me di ragazza me ne interessa una sola, ma mi sembra che tutti questi metodi siano poco “mirati”, In conclusione ti chiedo a te: come sedurre una ragazza, LA ragazza, che mi piace?”

La domanda è lecita e, al dire il vero, non ha una risposta unica. Lo so che questo potrebbe generare una maggiore confusione ma non è così.

Se credi che basti un unico metodo che ti spieghi come sedurre una ragazza da applicare sempre e in ogni situazione ti sbagli: sedurre è qualcosa di innato e il Percorso serve a liberare capacità che tu, nel profondo, già hai.

Come sedurre una ragazza: il metodo che non è un metodo

In un mondo in cui fossimo tutti uguali, con le stesse esperienze, stile di vita e sogni, forse le cose sarebbero più omogenee, ma anche lì un unico metodo non basterebbe.

Le ragazze sono tutte diverse e quindi applicare un metodo standard ti farebbe ottenere pochi successi.

In altri siti o libri spingono su un unico strumento perché vogliono differenziarsi dai competitor (è molto da economista, lo so).

Mi spiego: se tutti vendono magliette bianche, l’unico modo che hai per farti notare è vendere magliette ad esempio verdi.

Entrambi i modelli soddisfano il bisogno di vestirsi, quindi per questo sono equivalenti, eppure vengono percepite in modo diverso dalle persone.

Spesso sono metodi di seduzione che funzionano sul lungo periodo, sui grandi numeri, ci provi con cento una che ci sta prima o poi la trovi!

Come sedurre una ragazza che ti interessa è tutta un’altra storia.

La prima cosa da fare se si vuole sedurre una donna è essere la migliore versione di se stessi. Purtroppo è così. Altri ti diranno e ti mostreranno tecniche strampalate che si basano su PNL e astrusi metodi americani.

Non sono sempre sbagliati, ma come dicevo è solo un modo per farsi notare nel “mercato della seduzione” evitando di dirti come stanno davvero le cose: non sei tu a sedurre “attivamente”, ma la persona che sei diventato.

Amo citare una frase: Il segreto non sta nel rincorrere le farfalle, ma nel prendersi cura del proprio giardino, affinché esse vengano a voi.

Alcuni la attribuiscono a Mario Quintana (poeta brasiliano), in realtà non dovrebbe essere suo ma forse è riconducibile a Kátia Cruz o a Walter D. Ehlers: poco importa, ciò che conta è il senso.

In pratica non dobbiamo impazzirci a correre in giro da centinaia di ragazze per sedurle. Ad esempio i PUA spingono, come inizio al loro metodo, proprio a questo inutile svendersi che non porta a nulla di buono.

Ciò che faremo, invece, è costruirti delle solide basi personali, emotive e comportamentali lavorando su di te e sulla tua consapevolezza e autostima.

Non è un percorso rapido e indolore, per cui se vuoi una pillola che ti risolva il problema (e forse neanche ci riesce), allora questo non è il luogo adatto a te.

Se invece vuoi davvero sedurre, in modo naturale e per sempre, allora resta e inizia un tuo personale cammino leggendo i manuali e gli articoli attraverso i quali capirai cosa realmente serve per sedurre.

Come sedurre una ragazza che vuoi veramente

Da una parte molti vogliono solo imparare la seduzione, magari per avere una ragazza

https://www.tupuoisedurre.it/prodotto/conquista-la-ragazza-che-ti-piace/

diversa ogni sera (se fatto senza mentire e con sincerità non ci vedo nulla di male).

Altri, al contrario, si sono buttai su internet perché infatuati di una specifica persona e vorrebbero conquistarla.

Nel primo caso basta leggere e applicare il Percorso della seduzione.

Nel secondo, al contrario, ti consiglio di leggere anche Conquista la ragazza che ti piace. Questo perché, se lei ti interessa, ci sono alcuni elementi da tenere in considerazione:

  1. Sei coinvolto, questo fa si che le tue azioni siano meno lucide e a volte un po’ incasinate. Primo motivo per cui un metodo unico è, secondo me, poco valido.
  2. Il motivo per cui ti piace una ragazza è probabilmente che ti hanno colpito alcune sue caratteristiche, diciamo la sua unicità, perché per te è diversa dalle altre. Quindi applicare lo stesso metodo per tutte ad una che per te è diversa dalle altre è chiaramente un controsenso.
  3. Se fallisci, applicando il metodo unico, poi ti ritrovi bloccato, non hai altre alternative. Un piano B. Magari se sulla ragazza che vuoi sedurre quel comportamento non ha successo ti ritrovi scoraggiato, solo e senza possibilità. Potresti provare quindi altre tecniche, ma se anche la seconda non funzionasse? In pratica ti comporteresti come un decerebrato emotivamente instabile nei confronti della donna che ti piace.

Sedurre non è una tecnica, una filosofia, uno stile di vita o addirittura un’arte.

La seduzione è solo una parte di te, una forma mentale che una volta compresa e fatta tua non ti obbliga a frasi fatte o comportamenti prestabiliti.

Dovrò studiare la seduzione sempre?

Se tu divieni seducente non devi fare nulla, soltanto vivere e goderti la vita.

Sembra semplicissimo così a parole, ma il percorso serve proprio a farti arrivare a quel punto in cui sedurre sarà la cosa più naturale di questo mondo.

Una volta arrivatoci potrai sedurre la tua ragazza obiettivo soltanto perché focalizzerai le tue energie su di lei perché ti piace.

Tutti i consigli del sito non servono nel senso stretto della parola a sedurre, ma a farti diventare seducente, ora finalmente inizierai a comprendere come sedurre una ragazza.

 

 

Bravo ragazzo: il portatore sano di due di picche

Caro lettore, finalmente il nuovo sito è pronto. Ci sono voluti anni per crearne uno che incarnasse l’essenza e lo spirito del Sensei, ma ci sono riuscito (almeno spero).  Troverete:

  • Vecchi e nuovi articoli.
  • Gli ebook del Sensei.
  • La possibilità di commentare e avere delle risposte gratuite da me.
  • Una community di veri alfa che desiderano crescere insieme.

www.ilsensei.it

 

Il bravo ragazzo è. per antonomasia, il protagonista di migliaia di filmacci in cui, il soggetto in questione, si innamora della strafiga di turno. Poi le solite infinite situazioni improbabili fin quando anche lei si rende conto che lui esiste e chissà per quale diavolo di ragione lui la conquista.

Ti è mai capitata la stessa cosa?

Ovviamente credo che la risposta, nel 99% dei casi, sia negativa. Si tratta solo di sfiga o il bravo ragazzo non seduce per qualche recondita motivazione?

Chi è poi, questo famigerato bravo ragazzo? Purtroppo si tratta di una persona che non è sana, al contrario di quello che dice la società. Non è un bene essere un “bravo ragazzo”, è solo un modo per crearti una serie di problemi e paranoie e soprattutto una montagna di insicurezze.

E chi è insicuro non crede di essere mai abbastanza per un’altra persona, o situazione o ambiente, e quindi deve far fronte alla sua bassa autostima attraverso altri strumenti. E quindi cosa fa il bravo ragazzo?

Il bravo ragazzo e il consumismo

Ora non voglio entrare troppo in discorsi sociali e antropologici ma credo che sapere un minimo le ragioni che ti hanno portato e spinto per tutta la vita a essere il bravo ragazzo dovresti conoscerle.

Il bravo ragazzo è insicuro, si sente incapace e poco seducente. E’ colui che pensa che tutti vadano sempre trattati con l massima gentilezza e crede di non meritare rispetto, o almeno non quanto lui ne da agli altri.

Si sente inferiore. Se passano la vita a mostrarti uomini con la tartaruga e modelli di Armani così belli da farti diventare tu stesso gay come potrai tu, che magari hai un po’ di pancetta, competere con loro?

Se loro sono gli alfa, così ti dice il sistema, per forza di cose tu potrai solo essere un beta e quindi sperare che qualche povera ragazza cada nella tua rete, piuttosto che andare a prendertela a mani nude perché TU te la meriti.

Così attraverso il tuo modo di essere sempre gentile e premuroso ottieni attenzioni e considerazioni: “E’ tanto un bravo ragazzo…”. Frase che circola nella tua vita come un mantra malato.

Penserai che non ci sia nulla di male, in fondo “bravo” è un aggettivo che indica una qualità, mica un difetto!?

Sicuro sicuro che sia così?

Per farti capire, a me nessuna che davvero mi piaceva mi ha dato del bravo ragazzo e poi me l’ha data! E a te? Quante volte la strategia del bravo ragazzo ti ha portato quello che desideravi davvero.

E non parlo solo di conquistare una ragazza, dico in generale.

Forse inizi a comprendere, o ameno a intuire, che qualcosa nella strategia del bravo ragazzo non torna del tutto. Se sei un bravo ragazzo sono certo che tu non sia una persona cattiva, ma neanche buona.

Ti sembra un paradosso? Vedrò di essere più chiaro. Un bravo ragazzo ha, in generale, una bassa autostima, tratta tutti con troppa bontà e gentilezza pur di evitare il confronto o che qualcuno non sia d’accordo. Questo perché non è sicuro di sé e delle sue idee.

Chi agisce in tal modo non vuole conflitti, e sin qui nulla di male, però allo stesso tempo fa un gigantesco torto, un’immane prepotenza a qualcuno: a se stesso. Se non ti ami non ami gli altri, di conseguenza non puoi essere davvero una persona “buona“.

Ecco che il concetto comune che si ha del bravo ragazzo crolla come un castello di carte in una tempesta. Se non ami te stesso, se non difendi le tue idee, i tuoi bisogni, i tuoi sogni non sei un alfa.

Con questo non voglio dire che devi litigare con tutti, importi o arrabbiarti, c’è modo e modo di fare le cose e la discriminante è il rispetto che pensavi di mostrare agli altri non è reale.

Rispetti di più una donna se le fai notare che è stata maleducata con te, piuttosto che accettando le sue angherie senza dire nulla.