La visita medica sportiva per attività agonistica è fondamentale per praticare sport in tutta sicurezza. Essa è obbligatoria nel nostro Paese dal 1982.

Se si vuole semplicemente fare sport, come per esempio andare in palestra per essere più in forma, sarà sufficiente un certificato di buona salute (quello rilasciato dal medico di base).

Se invece si vuole praticare attività sportiva agonistica sarà necessaria una visita medico sportiva per attività agonistica effettuata da un enete specifico, come una federazione sportiva.

Attività agonistica: per farsi un’idea

Secondo il Ministero della Sanità si parla di attività agonistica secondo il D.M. 18/02/1983 n.7: quella forma di attività sportiva praticata sistematicamente e/o continuativamente e soprattutto in forma organizzata dalle Federazioni Sportive Nazionali, dagli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI e dal Ministero della Pubblica Istruzione per quanto riguarda i Giochi della Gioventù a Livello Nazionale, per il conseguimento di prestazioni sportive di un certo livello”.

Perché è importante fare visita medica sportiva per attività agonistica

Se vuoi praticare del semplice sport in tutta sicurezza è utile un semplice certificato medico che scarichi la responsabilità, altrimenti le palestre non potranno iscriverti. Anche se pratichi dello sport per conto tuo, come la corsa, è sempre consigliato fare una visita medica, giusto per stare tranquilli.

Molto spesso quando si è giovani ci si sente “immortali”, che nulla di brutto possa accadere, e speriamo che non accada. Ma tutelarsi e fare un controllo costa solo un paio d’ore e potrebbe evitare conseguenze spiacevoli.

Fare una visita medica sportiva per attività agonistica serve anche per capire le condizioni generali di salute, spesso si desidera dimagrire o mettere su un po’ di muscoli, conoscere il proprio stato di salute è necessario.

Ad esempio si potrebbe seguire una dieta non adatta, oppure una troppo calorica o non focalizzata secondo i propri obiettivi.

Come viene effettuata una visita medica sportiva per attività agonistica

Come detto si tratta di una visita abbastanza rapida, poco meno di un’ora, che comporta un moderato sforzo fisico.

  • Quindi presentarsi in tuta, scarpe da ginnastica o simili.
  • Portarsi un documento di riconoscimento valido.
  • Eventuali documenti che attestino i risultati di visite fatte in precedenza.
  • Esami delle urine fatti non più tardi di una quindicina di giorni.
  • Se si è minori sarà obbligatoria la presenza di un genitore o eventuale tutore con delega.

Gli esami di base sono:

  1. ECG, elettrocardiogramma.
  2. Visita medica vera e propria con intervista del paziente.
  3. Pressione arteriosa.
  4. Altre domande e valutazione degli esami già fatti delle urine.

Perché fare una visita medica?

In questo sito provo a dare una visione diversa della seduzione, intesa come una crescita personale che comprende vari elementi:

  • Contatto fisico.
  • Linguaggio del corpo.
  • Ironia.
  • Sicurezza in sé

Negli anni ho imparato come la seduzione sia si istintuale, ma anche aggredita costantemente da un sistema fatto di standard: devi essere bello, atletico e in forma.

In parte l’aspetto fisico conta, ma in maniera diversa da come in molti credono: essere in forma non significa piacere di più perché si è belli, ma piacere di più a se stessi, amarsi e quindi mostrare alle donne che si può amare anche loro.

Come puoi prenderti cura di una donna se non sei in grado di farlo neanche del tuo corpo?

7 Commenti

  1. Certo hai ragione sensei.buon week end.e scusa sono stato prolisso e noioso.sai che mi succede spesso,attraggo quelle brutte,ma veramente brutte.mi dispiace che,con tutta la buona volontà sono improponibili.

  2. Caro sensei.non passa giorno,che non leggo il tuo sito.gli e book li ho.teoricamente ormai sono un draghetto della seduzione.ammetto,che fino a 4anni fa,x avendo superato 50anni,di seduzione non ci capivo nulla.le donne che ho avuto,credo,che sono state loro che hanno sedotto me.io,sinceramente,non ne ho sedotta nessuna.fin da piccolo,sono stato tormentato dal doloroso complesso FI essere brutto,non del tutto sconfitto.se devo essere obbiettivo,sono nella norma,ho sempre fatto palestra,e x questa età,sono ancora asciutto e senza pancia x essendo un misero 1,72.insomma,mi trovo in un momento della mia vita,strano,le donne mi sono sempre piaciute,ma non mi metto più in gioco.quindi,sono un assiduo lettore,ancora fermo ai blocchi di partenza.scusa il post,era solo uno sfogo.

    • Nessuna scusa, ma credo che tu debba davvero superare questi inutili complessi. Le donne ti hanno dimostrato che piaci loro per come sei, non per come appari, non dovrebbe iniziare a sciogliere in te un po’ dei tuoi blocchi?

  3. Splendido articolo e splendida metafora. Mi ricorda un mio stato d’animo di poco tempo fa quando, come sai, ho avuto un piccolo smarrimento passando da un tipo di tentativo di seduzione (errato) a quello più sano dei tuoi ebooks. Una metafora calcistica. Se vuoi te la mando.

    A presto!

    Intisol

LASCIA UN COMMENTO