Quando smettere di corteggiare una ragazza e lasciar perdere

Una donna che non ti vuole va lasciata perdere. Ho fatto di tutto per insegnare questo principio ad uomini che onestamente non ne volevano sapere. Convinti che il disinteresse della donna sia un incidente di percorso e qualcosa che sono sempre ad un passo dal correggere, continuano a dimenarsi verso donne che comunicano loro ogni giorno non ti voglio.

L’uomo che ha perso la lucidità combina disastri. É quello che succede quando di fronte ad un chiaro rifiuto della donna o della ragazza in questione lui continua ad insistere. Cerca continuamente il suo sguardo, non smette di rivolgerle parola, la segue a mo’ di cagnolino e la tartassa di messaggi o chiamate. Nel peggiore dei casi si mette a farle regali…

Non si rende conto che la brutale insistenza del suo corteggiamento trasforma l’atteggiamento di una donna da negativo a ostile.

L’insistenza può anche portare la donna a dover rigettare in termini chiari e assoluti una relazione che in circostanze più distese sarebbe anche stata inclinata a prendere in considerazione.

L’uomo disperato non si rende conto del rischio che, mentre assilla una donna che non ci crede in un rapporto con lui, la sua stessa pressione porti la donna a sbagliare a sua volta. Per sbarazzarsi del disturbo gli fa la promessa che non intende onorare… oppure gli concede una gentilezza che aggrava le sue illusioni.

L’uomo che insiste, insomma, non ha idea del danno che fa alle proprie chances.

Donna timida o confusa?

Quando l’uomo medio fallisce nel suo tentativo di conquistare una donna quasi sempre ripiega su una delle classiche scuse per giustificare il proprio insuccesso e fingere addirittura che non è in nessun modo colpa sua.

Si convince che la donna che non lo vuole sia

  • stronza — una a cui piace giocare, che non ha rispetto, che si approfitta;
  • timida — una che ho problemi caratteriali, inapprocciabile per chiunque;
  • bella/figa/strafiga — una con la testa montata, praticamente una pazza.

L’idea che nessuna di queste opzioni, e delle loro tante varianti, sia una diagnosi corretta non gli passa nemmeno per la testa.

Il problema profondo dell’uomo che ragiona così è l’insicurezza, il difetto che lo disabilita dal fare autocritica e dal migliorare. Questo è quindi l’uomo che si illude, che non vuole (perché non può) riconoscere la realtà dei fatti. Ha scelto una donna che non è assolutamente attratta da lui o ha commesso degli errori nel suo tentativo di seduzione. E non se ne rende conto.

Ma un uomo così non se ne renderà mai conto!

Perciò mettiamo pure da una parte tutti i probabili difetti della donna in questione. Quando il semplice fatto che lei possa non essere interessata (e fine della storia) non entra nella testa è inutile parlarne…

I bugiardi del web e i venditori ambulanti di facili rimedi, i cosiddetti guru della seduzione, non hanno nessun interesse a farti capire questa palese verità. Il loro interesse economico dipende dal convincerti che la donna che non ti vuole è in realtà interessata a te, ti basta questo semplice trucco, ti basta questo nuovo look e ti basta quel set di frasi fatte.

Te la faccio semplice semplice a questo punto della nostra discussione: l’uomo che si nutre di simili illusioni non è un seduttore e non è l’uomo a cui posso insegnare granché.

Il maschio Alfa non ha problemi ad accettare un NO.

Lasciala andare, non insistere con una ragazza che non ti vuole

La donna che non ti vuole va lasciata perdere. Questa è una regola elementare.

Ti ho già indicato alcuni dei pericoli che corri nell’insistere con una donna che ti ha fatto capire di non essere interessata. Ti ho anche avvisato sulle comuni illusioni che insorgono quando si riceve un rifiuto ma non lo si vuole ammettere a se stessi.

Per completare il quadro delle comuni ed evitabili illusioni sulle donne disinteressate ti faccio notare che ciascuna delle seguenti scuse offerte dalle donne costituisce una balla totale che può soltanto incoraggiare la tua illusione se non la riconosci come una balla:

  • Obblighi di studio/formazione per cui non può uscire o avere relazioni;
  • Doveri lavorativi che non le permettono una vita privata in cui tu possa rientrare;
  • Bisogno di frequentarsi con amiche o famigliari in tutti gli orari in cui potrebbe vedersi con te;
  • Rapporti strani con il proprio ex per cui non se la sente, non è sicura, non capisce bene, non sa cosa vuole e così via.

Lo sai anche tu: una donna che ti vuole il tempo lo trova. Una donna che ti vuole ti cerca. Una donna che ti vuole subordina i rapporti con gli altri per stare con te. Una donna che ti vuole non pensa di certo a cosa dirà il suo ex se esce con te.

Una donna innamorata o una donna appassionata (o, perché no, una donna arrappata) ti viene a bussare alla porta — o ti aspetta a casa sua, in négligé e con un bicchiere di vino. Te lo dico per ricordarti, nel caso te ne fossi dimenticato, che la differenza fra una donna che ti vuole e una che vuole evitarti è abissale.

Non accontentarti del ruolo del cascamorto o dello zerbino. Accetta il rifiuto e volgiti verso un’altra donna. Lasciala perdere. Agisci da maschio Alfa.

Voglio anche che tu ti renda conto che la tua fissazione con una donna in particolare, oltre che essere sicuramente un fenomeno transitorio, è basata su un’esagerazione della sua importanza. É la tua bassa autostima che ti fa pensare che questa donna in particolare sia talmente importante per te da non poter essere sostituita con un’altra.

Questa è un’ulteriore illusione per nulla atipica. É tuo compito riconoscerla e guardarti da essa. Ci sono miliardi di donne al mondo e ci sono sicuramente milioni di donne essenzialmente uguali al quella su cui ti sei fissato in questo periodo della tua vita.

Lasciarla perdere vuol dire attrarla

E ti dico un’altra cosa. Lungi dall’essere un mito della psicologia popolare, dimostrare indifferenza verso una donna può avere l’effetto di attrarla a te.

Ti chiarisco subito che non si tratta di un trucco. E non è nemmeno una vera strategia da seguire. É semplicemente uno di quei meccanismi psicologici che scattano in azione quando la donna che ti riconosce come un possibile partner si rende conto che non sei disperato, che sei capace di vivere senza di lei e che addirittura hai la capacità di attrarre altre donne.

La ragione dietro a questa attrazione strana è semplice e intuitiva. Oltre al fatto che è piacevole per una donna avere un disperato che la corteggia e desta preoccupazione vederlo sparire, c’è anche il fatto che un uomo che dimostra di avere scelta è attraente, a differenza di un disperato, che non lo è mai.

(Nota la rassomiglianza fra questo effetto che il tuo allontanamento potrebbe in questo caso avere con la tecnica del reset discussa più volte su TuPuoiSedurre.)

Lasciar perdere una donna che dimostra disinteresse può quindi attrarla in un secondo momento, oltre a beneficiare molto la tua autostima e portarti in contatto con altre e più disponibili donne.

Perché le donne mostrano disinteresse?

Premettiamo che esistono donne il cui atteggiamento di disinteresse è un’affettazione: un comportamento raccolto chissà dove e assunto per una qualche assurda idea di immagine. Questa si chiama immaturità e non puoi aspettarti di curarla dall’esterno. Sta alla donna sviluppare una personalità migliore.

Le donne con fissazioni comportamentali a parte, ci sono tre categorie di donne che posso indicarti per le quali il disinteresse ha delle ragioni profonde. Il loro essere difficili, in altre parole, va compreso.

– Donne religiose

Spesso è una rigida educazione e la convinzione religiosa a rendere le donne incapaci di avere rapporti pienamente liberi con il sesso opposto. Magari portano l’idea che il flirt, il contatto fisico e l’appuntamento romantico siano leciti soltanto se le due persone hanno l’aspettativa di una serissima relazione volta al matrimonio.

Queste possono essere delle donne da sogno, sia come compagne di vita che come partner sessuali. Ma richiedono che l’uomo chiarisca se è intenzionato o meno a relazionarsi a lungo termine con la prospettiva di mettere su famiglia.

Se questa non è la tua intenzione ti consiglio di non sprecare il tuo tempo.

– Donne di alto status

Le donne che guadagnano tanti soldi tendono a volere un uomo che guadagni altrettanto e idealmente di più. Ma può anche trattarsi di donne che hanno sempre avuto un trattamento da regine e si aspettano lo stesso livello di devozione, innanzitutto pecuniaria, da ogni uomo che incontrano.

Qual è il desiderio che spinge un uomo a correre dietro ad una donna del genere? Spesso è l’idea banale di avere una donna di alto rango da esibire in società.

Non è raro che il sesso con donne di questa categoria sia atroce.

– Donne con disturbi sessuali

Ci sono donne che hanno difficoltà psicologiche nell’accettare la prossimità e il contatto maschile e che vivono la sessualità come una fatica da cui derivano poco piacere.

É oggettivamente difficile far funzionare una relazione sessuale con una donna che ha paura del sesso o che è effettivamente asessuale. Le donne di questa categoria hanno bisogno di aiuto medico e psichiatrico se vogliono superare la difficoltà che hanno. Non è mai garantito che il superamento sia possibile.

L’incapacità di rendersi conto di un problema del genere in partenza è il motivo per cui certe relazioni implodono più avanti a sorpresa.

Quando va bene insistere: l’unico caso

Concedo che esiste un caso che apparentemente (ma solo apparentemente) fa da eccezione alla regola che cerco di insegnarti, ovvero che la donna disinteressata non va perseguita.

L’eccezione consiste in quei casi in cui fra te e lei esiste un rapporto intimo pregresso o vi siete resi conto che esiste o è esisto un interesse reciproco.

Quando sai che la donna ha un certo interesse per te — e lo sai per motivi molti palesi, come ad es. una relazione passata — allora sì che può valer la pena insistere con le tue dimostrazioni di interesse o inviti espliciti ad uscire o incontrarvi. Si suppone che in questo caso la donna necessiti di un incoraggiamento, di qualcosa che le faccia superare il probabile ostacolo che è la sua indecisione.

Lo chiamo il caso apparentemente eccezionale perché in questo caso hai delle buone ragioni per credere che il suo disinteresse sia sostanzialmente finto.

Spero di non doverti ricordare che anche in questo caso si applicano le regole base del comportamento seduttivo. Leggerezza — nei toni e nei modi, perché non vuoi opprimerla o tediarla; rispetto — perché il senso di non essere presa sul serio le fa pensare che forse non può fidarsi di te; gentilezza ed educazione — perché non sei un uomo qualunque bensì un uomo di valore.

Nota che anche in questo caso ti sto invitando a continuare a sedurla senza dare nulla per scontato.

Lascia un commento